Il
SPETTACOLO

Sul palco del teatro "Cilea" un evento straordinario che vede la partecipazione di interpreti di assoluto livello internazionale

Il "Don Giovanni" di Wolfgang Amadeus Mozart in scena a Reggio Calabria il 23 e 25 novembre

Reggio Calabria. Il “Dissoluto punito ossia il Don Giovanni” è il secondo frutto della collaborazione fra Wolfgang Amadeus Mozart e il librettista Lorenzo Da Ponte (dopo “Le nozze di Figaro”, e prima di “Così fan tutte”) è considerato non solo uno dei massimi capolavori dello stesso genio austriaco, ma una delle opere più importanti della storia della musica e dell’intera cultura occidentale. La sua popolarità, infatti, non è mai svanita nel corso dei secoli: l’opera anzi ha continuato a godere di grande favore, stimolando l’interesse e l’attenzione di artisti e intellettuali anche nell’Ottocento, periodo in cui gli altri lavori di Mozart erano spariti gradualmente dalle scene per essere poi riscoperti nel corso del ventesimo secolo.

Basti citare Gustave Flaubert (“Le tre cose più belle che Dio abbia fatto sono il mare, l’Amleto e il Don Giovanni di Mozart”) e Charles Gounod (“Il Don Giovanni è un lavoro senza macchia, di ininterrotta perfezione”, citato da Søren Kierkegaard). Fra i maggiori ammiratori dell’opera ci fu anche Pëtr Il’ic Cajkovskij che, trovandosi davanti al manoscritto originale del musicista austriaco affermò di sentirsi “in presenza della divinità”. Di fatto mai uscita dal repertorio, è ancora oggi una delle opere più rappresentate nei teatri di tutto il mondo.

La messa in scena dell’opera di Mozart che verrà presentata a Reggio Calabria venerdì 23 novembre alle ore 20.30 e domenica 25 novembre alle 17.00 per il festival “Alziamo il Sipario” promosso dal Comune di Reggio Calabria e per “Rhegium Opera Musica Festival”, è il punto più alto di un percorso ormai biennale che, grazie all’Associazione Traiectoriae e al suo Direttore Artistico Domenico Gatto, ha riportato l’Opera e la lirica al centro della scena culturale della città e della Regione. Un percorso grazie al quale il pubblico ha avuto modo, in meno di due anni, di assistere al Teatro Cilea di Reggio Calabria a produzioni di assoluto livello professionale come “Le nozze di Figaro”, “Madama Butterfly”, “Il barbiere di Siviglia”, “Traviata” e “Norma”.

Un percorso non occasionale e un progetto culturale che, fra l’altro, vede per la prima volta operare in sinergia soggetti istituzionali e privati come il Comune di Reggio Calabria, la Regione Calabria, l’Orchestra del Teatro Cilea, il Coro lirico Cilea e l’Associazione Culturale Traiectoriae, quest’ultima, grazie all’impegno del suo direttore artistico, vero elemento propositivo e catalizzatore dell’intero progetto.

Ma ciò che rende questo “Don Giovanni” un evento straordinario e sicuramente unico nell’intera storia della lirica nella città di Reggio è la complessiva assoluta e altissima qualità delle partecipazioni artistiche.

Ad iniziare dal cast che vede la presenza, nei ruoli di Don Giovanni e di Leporello, di Roberto Scandiuzzi e Orlin Anastassov, due fra i “bassi” più importanti della scena mondiale che, diretti dai più grandi Direttori, hanno calcato come protagonisti le scene di teatri come la Metropolitan Opera di New York, l’Opéra Bastille a Parigi, la Royal Opera House (Covent Garden) a Londra, la Staatsoper di Vienna, il Festival di Salisburgo). Occorre sottolineare che Anastassov, eccelso interprete di ruoli verdiani e del grande repertorio russo (memorabili i suoi Attila, Filippo II° e Boris Godunov) debutta a Reggio Calabria il suo primo ruolo mozartiano, una scelta determinata proprio dalla qualità complessiva del cast e dalla stima per gli altri interpreti e per il progetto produttivo.

Il ruolo di Donna Elvira sarà interpretato del soprano Paoletta Marrocu (altra grande voce che nella sua carriera ha calcato le scene dei teatri tra i più importanti al mondo come Amburgo, Barcellona, Berlino, Bruxelles, Firenze, Francoforte, Madrid, Milano, Monaco di Baviera, Oslo, San Diego, Tokyo, Vienna, Washington, Zurigo) ed è stata diretta da nomi del calibro di Metha, Muti, Harding, Luisotti e Oren tra gli altri.

Nel ruolo di Donna Anna è impegnata Liliana Marzano che, dopo una pausa professionale nella sua importante carriera nazionale e internazionale e il suo impegno nell’insegnamento, è tornata prepotentemente sulle scene come protagonista assoluta di Madama Butterfly al Cilea nella scorso febbraio. Un ritorno esaltante per il quale è stata definita dalla stampa “Signora della Lirica”.

A sostenere il ruolo di Don Ottavio sarà il tenore Didier Pieri, un giovane artista in carriera che ha già affrontato il pubblico di importanti teatri nazionali (Genova, Livorno, Novara, Spoleto, Messina) e che dovrà, in quest’occasione, sostenere la sua prova più impegnativa cantando a fianco di artisti di grandissima esperienza come quelli citati.

Il ruolo del Commendatore sarà sostenuto dal basso Vedat Algiran. Infine i due ruoli di Zerlina e Masetto impegneranno interpreti di prestigio, come il soprano Alexandra Zabala e il baritorno Savatore Grigoli. La prima, grande interprete mozartiana che il pubblico di Reggio Calabria ha potuto conoscere nel ruolo della Contessa ne “Le Nozze di Figaro”, è una voce apprezzata internazionalmente che ha già da tempo sostenuto grandi ruoli (Aida, Liù, Donn’Anna, Corinna, Micaela) nei principali teatri e festival italiani ed europei come il Teatro Regio di Parma, il Regio di Torino, il Macerata Opera Festival, il Rossini Opera Festival, il Festival di Edimburgo, il Theatre des Champs Elisées a Parigi. Il secondo - che a Reggio Calabria è già stato protagonista in “Nozze di Figaro”, “Il barbiere di Siviglia”, “Madama Butterfly”, “Traviata” -, grazie alla sua qualità interpretativa e all’elegante duttilità vocale, è un apprezzato interprete sia del repertorio classico (Rossini, Mozart, Puccini, Verdi) che di quello contemporaneo (è stato protagonista in numerose opere contemporanee al Maggio Musicale di Firenze, alla Fenice di Venezia, al Massimo di Palermo).

Questo ensemble di straordinari interpreti e l’Orchestra del Teatro Cilea saranno diretti da un eguale artista di grande livello e prestigio: il Maestro Gianna Fratta. Il suo debutto come direttore d’orchestra avviene nel 1998 e da allora lavora con importanti orchestre in molti casi come prima donna. Tra le principali i Berliner Symphoniker, la Royal Academy di Londra,la Russian Simphony Orchestra, l’Orchestra Sinfonica di Sofia e di Kiev, l’Orchestra del Teatro Nazionale di Belgrado, Maribor, Skopje, l’Orchestra Sinfonica dello Stato del Messico, l’Orchestra Filarmonica Libanese e molte altre in tutto il mondo. Pupilla del grande direttore russo Yuri Ahronovitch, egli scrive di lei “Non ho mai conosciuto un direttore così giovane e già così dotato di cuore e di braccio”. Suona e dirige nei più importanti teatri del mondo collaborando con i più importanti artisti del panorama internazionale. Il 7 marzo 2009 è stata insignita del titolo di Cavaliere della Repubblica italiana per i risultati da lei ottenuti in campo internazionale come pianista e direttore d’orchestra; e il 18 dicembre 2016 ha diretto in Eurovisione il Concerto di Natale al Senato, nelle precedenti edizioni affidato a personalità come Muti, Maazel e Oren.

Il Coro lirico Cilea vedrà anche in quest’occasione la direzione del Maestro Bruno Tirotta.

Di pari qualità sono le collaborazioni artistiche e tecniche: Alessandro Lai, ideatore dei costumi della serie “I Medici”, allievo di Bruno Tosi (Oscar alla Carriera) e Maurizio Millenotti, collaboratore fra i principali della Sartoria Tirelli ha lavorato per registi come Zeffirelli, Ozpetek, Tornatore, Archibugi. Ha vinto un nastro d’Argento e ricevuto una nomination per il David di Donatello. Altre prestigiose collaborazioni sono quelle del disegnatore luci Gianni Melis (suo il principale apporto tecnico alla Compagnia Momix di Moses Pendelton), di Emiliano Pascucci per le immagini video e di Angelo Ciano per il progetto della scena e le immagini pittoriche.

La regia è firmata a quattro mani da Franco Marzocchi e Sofia Lavinia Amisich. Il primo, formatosi sotto la guida e gli insegnamenti di maestri come il regista Luca Ronconi e il filosofo Marzio Vacatello, è già noto al pubblico di Reggio Calabria per aver diretto “Troiane” di Euripide al Teatro Cilea e per i suoi innovativi progetti di didattica teatrale. La seconda, che unisce al lavoro di regista quello di coreografa, ha iniziato la sua carriera nel 2016 e ha lavorato con diversi acclamati artisti fra cui Marco Baliani, Renato Bonajuto e Vassilios Anastasiou.

“Don Giovanni” è una produzione originale dell’Associazione Culturale Traiectoriae in collaborazione con Orlin Anastassov Foundation e New Bridge Artists.
17-11-2018 10:30

NOTIZIE CORRELATE


25-05-2019 - CRONACA

Reggio Calabria. Suicidio in autostrada. Uomo si getta da un viadotto

Sul posto vigili del fuoco e polizia stradale
24-05-2019 - ATTUALITA'

La Calabria ed il mondo del gioco: i dati aggiornati

le prospettive del settore anche in Calabria
24-05-2019 - ATTUALITA'

Reggio, per la prima volta si potranno ritirare le tessere elettorali all'Ufficio Decentrato di Catona

"in modo da assicurare un servizio ai cittadini garantendo nel contempo l'ottimale utilizzo delle risorse"
24-05-2019 - ATTUALITA'

L'Università Telematica Pegaso inaugura la nuova sede di Reggio Calabria

All'evento di mercoledì 29 maggio parteciperà il Rettore dell'Ateneo telematico Alessandro Bianchi
24-05-2019 - ATTUALITA'

#PlasticFreeGC: Più di 600 ragazzi hanno ripulito le spiagge reggine dalla plastica VIDEO

Il progetto #PlasticfreeGC ha lo scopo di sensibilizzare le nuove generazioni sul tema dell'inquinamento marino

ULTIME NEWS

CRONACA

Reggio Calabria. Delitto Fortunata Fortugno e tentato omicidio Logiudice: arrestato il 51enne Mario Chindemi

Nella giornata del 21 maggio u.s, gli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Reggio Calabria - a conclusione di un secondo ...
CRONACA

Lo fermano ad un posto di blocco. I finanzieri gli trovano in auto oltre un milione di euro FOTO/VIDEO

Rosarno ...
CRONACA

Platì. Rinvenuto un bunker, denaro falso, armi e droga: denunciato 60enne FOTO/VIDEO

Continuano i servizi di contrasto alla ...
POLITICA

Elezioni europee e comunali del 26 maggio 2019, il vademecum della Prefettura

Reggio Calabria. Domenica 26 maggio 2019, dalle ore 7.00 alle ore 23.00, si svolgeranno le operazioni di voto per le elezioni dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia. Nella medesima ...
CRONACA

Vallone: "A Reggio i reati predatori diminuiti del 25% in un mese" VIDEO

ATTUALITA'

"Il Comune di Reggio Calabria continua a non garantire il diritto all'alloggio alle famiglie a reddito basso" VIDEO

Reggio Calabria. Il Comune di Reggio Calabria, nonostante qualche iniziativa realizzata, continua a non garantire il diritto all’alloggio alle famiglie a reddito basso e senza una casa . Il settore degli alloggi popolari presenta gravissime carenze gestionali che dipendono dall’azione politica dell’Amministrazione. L’Osservatorio sul disagio abitativo con un’ importante partecipazione di famiglie ha denunciato, ancora una volta, nell’aula del Consiglio Comunale le diverse problematiche del settore ERP. Questa volta l’ha fatto mostrando ai consiglieri presenti otto cartelloni. Gli 11 milioni stornati. Pur essendoci qualche centinaio le famiglie che hanno vinto il bando comunale 2005 e che sono in emergenza abitativa, l’Amministrazione comunale, nel 2016, ha stornato un finanziamento di 11 milioni di euro destinato a dare l’alloggio a circa 160 nuclei. Per correggere quest’ azione cinquecentotrentaquattro reggine e reggini hanno firmato una Petizione che è stata presentata dall’Osservatorio sul disagio abitativo il 18 febbraio chiedendo al Comune il ripristino del finanziamento di 11 milioni per l’acquisto di alloggi . Il termine di 90 giorni previsto per la risposta alla Petizione è già scaduto, ma l’Amministrazione non ha ancora risposto. Non solo non si vuole implementare il patrimonio degli alloggi, come sarebbe necessario, ma non viene gestito neanche quello esistente. Difatti, il settore di Edilizia Residenziale Pubblica da tempo non realizza, con la necessaria efficacia, le verifiche sulla permanenza dei requisiti degli assegnatari dei 7000 alloggi popolari ( comunali ed Aterp) esistenti nel territorio comunale. Le verifiche sono previste dalla normativa vigente per recuperare e riassegnare gli allogginon più abitati e per garantire la gestione legale delle assegnazioni. Nonostante quanto deciso dal Consiglio Comunale il 10 febbraio 2017, il Sindaco non ha ancora disposto che al settore ERP venga assegnato stabilmente un gruppo di vigili e di operatori informatici per effettuare quotidianamente le verifiche. Tantomeno ha provveduto a chiedere alla Prefettura la costituzione di una task –force con le forze dell’ordine dello Stato . Questa azione di controllo con la relativa informatizzazione consentirebbe il recupero di decine di alloggi da assegnare alle famiglie vincitrici del bando 2005 ed a quelle in emergenza abitativa. Ma consentirebbe pure l’eliminazione dell’illegalità diffusa di cui gli alloggi erp sono oggetto, proprio a causa della mancanza di questa attività di controllo . Anche la gestione economica del settore ERP, indispensabile per garantire la necessaria efficienza strutturale del patrimonio, è del tutto assente. Negli ultimi quattro anni, mentre la gran parte degli alloggicomunali versa in gravissime condizioni strutturali, il Comune non ha garantito i livelli minini di manutenzione. Difatti, negli ultimi anni, i 3 milioni di euro entrati nelle casse comunali dai canoni e dalle vendite degli alloggi non sono stati spesi. Ma, secondo la normativa vigente, questi fondi sono vincolati al settore e dovrebbero essere spesi per garantire la necessaria manutenzione degli alloggi ERP. Per quanto riguarda la gestione delle emergenze abitative ( art 31 Lr 32/1996) il Comune, su sollecitazione dell’Osservatorio sul disagio abitativo, ha approvato il 25 gennaio 2018 un regolamento con la finalità di garantire trasparenza e velocità. Ma, fino ad oggi, il regolamento non è stato applicato e quindi si è continuato a gestire le emergenze con poca trasparenza e senza un’apposita graduatoria. La norma regionale sulla mobilità degli alloggi ERP del 1996, dopo 23 anni, continua a non essere applicata dal Comune e dall’Aterp e quindi centinaia di richieste di cambio alloggio risultano inevase negando il pieno diritto alla casa di moltissime famiglie assegnatarie . Il progetto di superamento del ghetto dell’Ex Polveriera, avviato nel mese di aprile 2018 portando alla sistemazione in dislocazione di 17 nuclei familiari, da 8 mesi è inspiegabilmente bloccato. Nel ghetto sono rimaste 15 famiglie che sono costrette ad abitare tra le macerie delle baracche demolite, nelle quali sono presenti delle lastre di eternit frantumate. Tra le situazioni di grave emergenza abitativa c’è da considerare anche quella delle persone senza fissa dimora. Nel periodo invernale, il Comune ha aperto un dormitorio pubblico offrendo un posto letto ad un gruppo di persone. Ma nel mese di marzo lo ha chiuso rimandando sulla strada le persone che aveva accolto. E’ quindi urgente che l’Amministrazione riapra un dormitorio pubblico per offrire nuovamente e per tutto l’anno un posto letto a queste persone. Reggio Calabria, 24 maggio 2019 Osservatorio sul disagio abitativo Un Mondo Di Mondi Giacomo Marino –Cristina Delfino CSOA Angelina Cartella Società dei Territorialisti/e Onlus Centro Sociale Nuvola Rossa Comitato Solidarietà Migranti Reggio Non ...
AMBIENTE

"Ci avete rotto i polmoni": anche a Reggio Calabria il Secondo Sciopero Globale per il Clima VIDEO

Reggio ...
SPORT

La Reggina si aggiudica il Centro Sportivo Sant'Agata. Gallo: "E' una cosa bellissima"

La Reggina si aggiudica la concessione del centro sportivo S. Agata, insieme ai beni materiali e immateriali, il marchio registrato, il brand e la storia del club di calcio Reggina. ...
CRONACA

Brevi di cronaca nel reggino, due arresti

Stamattina, i Carabinieri della Tenenza di Rosarno, hanno rintracciato e tratto in arresto Fida Massimo, 45 enne, in ottemperanza ad un ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, emesso il 23 maggio 2019 dalla Procura Generale ...
CRONACA

Gioia Tauro. Nascosti tra un carico di frutta esotica: sequestrati 53 kg di cocaina

Nell’ambito dell’attività di contrasto al traffico internazionale di sostanze stupefacenti gli uomini del Comando Provinciale di Reggio Calabria, unitamente ai funzionari ...
CRONACA

Reggio Calabria. Polizia Stradale: 400 persone controllate e 157 infrazioni al codice della strada

Nell’ambito dei servizi di Polizia Stradale, predisposti dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza – Servizio Polizia Stradale, sull’intero ...
ATTUALITA'

Elezioni, il Messaggio dell'Arcivescovo Morosini: "Dibattito elettorale mai così meschino e povero di contenuti"

Carissimi, ho sentito il dovere come Vescovo di intervenire nell’imminenza di questa competizione elettorale per il rinnovamento ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

SMASHITS
I migliori videoclip musicali del momento con il brio del Vj Filippo Lopresti
A PRESCINDERE
Di Pino Toscano
RTV NEWS EDIZIONE NOTTURNA
MEDICINA IN DIRETTA
L'appuntamento settimanale con la salute
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.20

Strettamente Personale Stracult

ITALPRESSWEB ULTIM'ORA


    LINK UTILI
    Seguici su Facebook
    Guardaci su Youtube
    Seguici su Twitter
    Riceviamo e Pubblichiamo
    Segnalazioni, proposte, commenti
    • Dissesto stradale
    • CONCORSO COSENZA - BLOCCO ASSUNZIONI
    • Strada dissestata mancanza di illuminazione stradale in totale abbandono
    • Agnana Calabra - Una eterna campagna elettorale in una europa saggia
    • Le agevolazioni per gli invalidi per tasse comunali
    • Nuova piscina comunale.
    IL
    METEO
    Previsioni meteo per la settimana
    Richiedi la copia di un video
    Compila il form
    ADV
    idomotica
    Italpress
    Basta vittime 106