Depurazione: la Calabria rischia di pagare 60 milioni all'anno di multa
AMBIENTE

La Regione corre ai ripari contro le infrazioni UE con un piano di investimenti pari a 260 milioni di euro

Depurazione: la Calabria rischia di pagare 60 milioni all'anno di multa

Catanzaro. Dal prossimo mese di giugno la Regione Calabria rischia di pagare circa 60 milioni di euro all'anno di multa per infrazioni alle direttive comunitarie in tema di depurazione. Il dato e' emerso dalla conferenza stampa del governatore, Mario Oliverio, e dell'assessore regionale ai Lavori pubblici, Roberto Musmanno, che hanno illustrato gli interventi predisposti per il settore depurativo nell'ultima seduta di Giunta: 260 milioni in tutto gli investimenti annunciati. Secondo quanto riferito dal direttore generale del Dipartimento regionale dei Lavori pubblici, Domenico Pallaria, le infrazioni comunitarie gia' accertate con sentenza esecutiva riguardano in Calabria 13 agglomerati con popolazione superiore ai 15 abitanti, i cui impianti sono stati finanziati con il sistema del project financing.
Pallaria ha comunque ricordato che contro le sanzioni della Commissione europea nei confronti delle regioni italiane, compresa la Calabria, nei mesi scorsi la presidenza del Consiglio dei ministri ha fatto ricorso.
IL PIANO DI INVESTIMENTI DA 206 MILIONI DI EURO - Ammontano a circa 260 milioni di euro gli investimenti previsti dalla Regione per il sistema della depurazione in Calabria. I provvedimenti, approvati nell’ultima riunione di Giunta, sono stati illustrati dal presidente della Regione Mario Oliverio e dall’assessore alle infrastrutture Roberto Musmanno nel corso di un incontro con i giornalisti che si è svolto nella sede della Cittadella regionale di Catanzaro e alla quale è intervenuto anche il dirigente generale del Dipartimento Domenico Pallaria.

Nello specifico, gli interventi previsti per affrontare le problematiche riguardanti gli agglomerati/comuni in procedura o potenziale procedura di infrazione sono 138 per un costo complessivo di circa 195 milioni di euro. Per le ulteriori criticità del comparto fognario e depurativo il programma di interventi comprende 128 agglomerati/comuni per un consto complessivo di quasi 64 milioni euro.



Il presidente Oliverio è partito da una considerazione: l’utilizzo sbagliato delle risorse. “In tantissimi anni – ha affermato -, anche di gestione commissariale, è stato speso oltre 1 miliardo di euro di risorse senza riuscire a risolvere il problema e, anzi, producendo solo macerie. Ora abbiamo voltato pagina agendo con una visione di soluzione totale dell’intero problema. Prima di tutto, abbiamo realizzato una mappatura comune per Comune, impianto per impianto, il più aderente possibile alla realtà dei diversi territori. Sulla base di questo censimento, che ci ha consentito di determinare con precisione le risorse realmente necessarie per ciascun agglomerato, abbiamo approvato queste due deliberazioni, una per intervenire rispetto alle problematiche che, nel 2014, hanno portato la Commissione Europea ad attivare procedure di infrazione per il mancato adempimento delle direttive sul trattamento delle acque reflue urbane, l’altra per l’anticipazione e la prevenzione per ulteriori agglomerati, pianificando la loro risoluzione in modo organico e ragionato. Per la prima volta in questo comparto – ha evidenziato ancora Oliverio - le criticità non verranno gestite in emergenza ma si procederà intervenendo in modo risolutivo. Abbiamo scelto di indicare i Comuni come soggetti attuatori con i quali nei prossimi giorni sottoscriveremo le convenzioni con allegato un cronoprogramma, operativo dalla prossima primavera, che dovrà essere tassativamente rispettato. Le risorse che abbiamo previsto – ha rimarcato il presidente – non possono essere sprecate. Devono diventare cantieri in tempi rapidi”.



Oliverio, dopo aver messo in rilievo la radicale diminuzione nella scorsa stagione estiva delle aree con divieto di balneazione, ha annunciato che per questa specifica problematica sarà istituito un osservatorio permanente.



“Le amministrazioni locali – ha infine assicurato il presidente Oliverio – saranno accompagnati in tutte le operazioni di importanza strategica legati al sistema della depurazione con interventi risolutivi che incideranno significativamente sulla vita della nostra regione. Questo è solo il punto di partenza”.



Di “programma ambizioso” ha parlato l’assessore Musmanno” ed entrando nello specifico dei dati ha spiegato che “il programma degli interventi prioritari nel settore fognario depurativo è composto di 138 interventi per un importo complessivo di 194.533.856,29 euro da finanziare per euro 193.088.660,24 con fondi Fsc 2014/2020 Patto per il Sud e fondi Fesr - Por 2014/2020 e per 1.445.196,05 euro con economie rinvenienti dall'Apq Tagiri - Ex Esaro”. “Dei 138 interventi programmati – ha aggiunto -, 108 interessano agglomerati ricompresi nella procedura d’infrazione comunitaria 2014/2059, mentre 30 sono quelli contenuti nella comunicazione del Ministero dell’ambiente riguardante agglomerati calabresi in imminente procedura d’infrazione. Nello scorso mese di novembre – ha inoltre evidenziato Musmanno - ai 108 agglomerati della procedura 2014/2059, per 56 viene contestato solo l’art.4 (deficit depurativo), mentre per altri 52 viene contestato sia l’art.3 (deficit fognario) che l’art.4. Invece ai 30 agglomerati in imminente procedura di infrazione, pre-infrazione per quanto riguarda la comunicazione ministeriale, per 18 vengono contestati gli art. 3 e 4, per 11 l’art.4 e soltanto, e solo in un caso, viene contestato il solo art.3. E dei 138 interventi inseriti nella programmazione prioritaria, quelli cioè a totale copertura, 27 riguardano agglomerati costieri e per i restanti 111 agglomerati non costieri”.



L’assessore ha poi detto che si prevede di appaltare circa il 90% degli interventi prima della fine del 2019 e il restante 10%, riguardanti le opere più complesse, nel primo semestre 2020 e che la fine lavori e il collaudo delle opere è stabilito per la maggior parte tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021, mentre gli interventi più complessi saranno collaudati entro la fine del 2022.



“Già da oggi – ha informato infine l’assessore Musmanno - sanno inviate a tutti i Comuni le lettere, firmate dal dirigente Pallaria, per l’autorizzazione nella predisposizione del progetto di fattibilità tecnico-economico che non può prescindere dalla scheda tecnica redatta dalla Regione”.



“Si è concluso un lavoro - ha dichiarato il dirigente del Pallaria - avviato circa un anno e mezzo fa con la stesura di un programma che parte dalle quelle che sono le vere esigenze dei diversi territori. Fuori dai quadri economici previsti, abbiamo inoltre a disposizione ulteriori 40 mila euro per aggredire ulteriori criticità che si presenteranno e altri 12 milioni per monitorare con sistemi satellitari e via terra, d’accordo con la Capitaneria di porto di Reggio Calabria, il Ministero dell’ambiente e la Guardia di finanza, le situazioni abusive. Ci sono ancora Comuni che non sono riusciti a spendere i fondi del 2016. Comunque – ha infine assicurato Pallaria - il Dipartimento, attraverso un apposito gruppo di lavoro, affiancherà tecnicamente le amministrazioni comunali sia nella fase di progettazione che in quelle di monitoraggio e controllo”.


10-02-2018 09:55

NOTIZIE CORRELATE


02-04-2020 - ATTUALITA'

Coronavirus. In Calabria 691 casi positivi (+22 rispetto a ieri)

Il bollettino della regione
31-03-2020 - ATTUALITA'

Coronavirus. 659 i positivi in Calabria (+12 rispetto a ieri)

Il dato diffuso dalla presidenza della Regione Calabria
30-03-2020 - ATTUALITA'

Coronavirus. Falcomatà: "4,5 milioni di euro per indigenti e vittime della crisi" VIDEO

al Comune capoluogo, Reggio Calabria, andranno circa 1,4 milioni
30-03-2020 - ATTUALITA'

Coronavirus. Coldiretti: "La Calabria è la terza regione con persone a cui manca il cibo, sono 283mila l'11% del totale"

Ad essere in difficoltà sono i senza fissa dimora, i disoccupati e coloro che hanno perso il lavoro anche occasionale

ULTIME NEWS

ATTUALITA'

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti: "Oltre 7 milioni a piccoli comuni per interventi infrastrutturali"

Approvato l’elenco dei 39 comuni ammessi ai finanziamenti previsti dal Programma di Interventi infrastrutturali per Piccoli ...
ATTUALITA'

Buoni pasto, il Vicesindaco metropolitano Mauro: «Tutto in regola. Dai sindacati polemica mortificante»

Reggio Calabria. Rispetto alle contestazioni mosse da alcuni sindacati sulla scelta dell’amministrazione di destinare, alle persone in ...
CRONACA

Due furti in poche ore durante il lockdown dei negozi: preso entrambe le volte dai Carabinieri

In poche ore, la forte stretta dei controlli dei carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria, che continuano incessanti, nel capoluogo come in provincia, al ...
CRONACA

Emergenza COVID-19. Controllate alcune case di cura nella locride

Reggio Calabria. I carabinieri del NAS di Reggio Calabria unitamente a quelli del Gruppo Carabinieri di Locri, nell’ambito dell’attività di prevenzione e monitoraggio volta a contrastare il diffondersi del ...
ATTUALITA'

Coronavirus. A Reggio Calabria positivi un infermiere ed un OSS in servizio presso Medicina d'urgenza

Reggio Calabria. La Direzione Aziendale del Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria comunica che nella ...
ATTUALITA'

Giustizia. Tribunali chiusi fino al 3 maggio, si va verso la proroga

Prorogare fino al 3 maggio la chiusura dei tribunali e la sospensione dei termini nei procedimenti. E´ la norma che dovrebbe essere inserita in uno dei prossimi provvedimenti del governo. A quanto si apprende da ...
ATTUALITA'

Coronavirus. Somme dei buoni pasto dei dipendenti per acquisto solidale, la Metrocity non coinvolge però i sindacati

Mentre nel mondo intero programma una politica che mira a far fronte alla disuguaglianza economica tra la gente, alla Metrocity ...
ATTUALITA'

Scuola. Bozza Decreto Legge su scrutini, esami e fine anno al tempo del Coronavirus se non si rientra dopo il 18 maggio

Ok del sindacato per l’accesso degli alunni alla classe successiva, con recupero dei debiti dal settembre prossimo ...
ATTUALITA'

Coronavirus in Calabria. Misure anticontagio prorogate fino al 13 Aprile

Il presidente della Regione Calabria ha emanato un’ordinanza attraverso la quale viene prorogata fino al 13 aprile la validità delle disposizioni messe a punto per prevenire e contrastare la diffusione ...
ATTUALITA'

Coronavirus. Altri 6 sanitari positivi al GOM di Reggio Calabria

Reggio Calabria. Salgono a 8 totali gli operatori del Grande Ospedale Metropolitano, positivi al coronavirus. È quanto si apprende da ambienti ospedalieri. Si tratta di sanitari provenienti da aria Covid. Per tutti gli altri ...
ATTUALITA'

Coronavirus. Gestione dell'emergenza nei Porti di Messina, Reggio Calabria e Villa San Giovanni

L’AdSP dello Stretto ha approvato nella seduta del Comitato Portuale di oggi 3 aprile una serie di proposte operative allo scopo di alleviare le difficoltà ...
ECONOMIA

Santa Cristina d'Aspromonte. L'azienda Atlantis si riconverte: via alla produzione di mascherine

In piena emergenza Coronavirus, con la paralisi quasi totale del sistema economico e produttivo, arriva da Reggio Calabria un’importante testimonianza in ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

SMASHITS
I migliori videoclip musicali del momento con il brio del Vj Filippo Lopresti
STRETTAMENTE PERSONALE
Stracult Edition
RTV NEWS PRIMA EDIZIONE
FUORI GIOCO
90 minuti di gioco e fuori... gioco
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.20

Io Scelgo Calabria

Ore 22.35

Touchè
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • EMERGENZA VIRUS MA ANCHE RIFIUTI
  • sdegno su donazione di Silvio Berlusconi
  • Senza acqua ma con il virus
  • Accumulo rifiuti
  • All’Amministrazione di Reggio Calabria
  • Fogna a cielo aperto
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
idomotica
Italpress
Basta vittime 106