Operazione
AMBIENTE

Le indagini della Guardia di Finanza

Operazione "Libertà". Salvati oltre 50 volatili di specie protetta: denunciato bracconiere a Reggio Calabria

Campo Calabro (Reggio Calabria). Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, nel corso di un’ordinaria attività di controllo economico-finanziario del territorio condotta d’iniziativa, hanno individuato un sito in cui erano illecitamente detenuti e maltrattati oltre 50 esemplari di volatili di specie protette, nonché una consistente quantità di oggetti e attrezzature necessarie e funzionali all’espletamento delle illecite attività di bracconaggio e uccellagione, deferendo alla locale A.G. un soggetto responsabile (G.C., cl’ 41).
In particolare, in agro di Campo Calabro (RC), i finanzieri della Compagnia Reggio Calabria ponevano in essere apposite e dedicate attività di osservazione e appostamento che consentivano di individuare un bracconiere, privo di licenza di caccia, intento a esercitare illecitamente l’attività di uccellagione.
Più nello specifico, il soggetto in questione veniva colto in flagranza di reato mentre, nascosto dietro una serie di rovi, comandava una rete di cattura puntellata con lunghi picchetti d’acciaio e collegata a una corda che giungeva fino al nascondiglio in cui si trovavano gli animali, potenziali future vittime di questa pratica di caccia illecita.
Nelle immediate vicinanze del sito in questione risultavano, infatti, trovarsi nr. 7 gabbie, poste su appositi paletti e contenenti ciascuna un volatile, appartenente a specie “particolarmente protetta”, utilizzato per richiamare, traendoli in inganno, quelli ancora in libertà: venivano così ritrovati, complessivamente, nr. 4 cardellini, nr. 2 verdoni e nr. 1 ibrido di cardellino/canarino.
Inoltre, all’interno di un borsone anch’esso rinvenuto nella circostanza, in una gabbia ben più grande, venivano scoperti dai finanzieri ulteriori nr. 4 verdoni e nr. 11 verzellini, ovvero il parziale “frutto” dell’illecita caccia praticata in quella giornata, interrotta, però, dall’inaspettato intervento dei militari.
Sulla base di quanto individuato, i militari operanti effettuavano, d’iniziativa, delle perquisizioni nell’abitazione del bracconiere e nelle pertinenze a lui in uso: nel corso delle attività di ricerca venivano ritrovate, in un rustico adiacente all’abitazione, numerose gabbie appese ai muri.
Le gabbie, tutte di ridottissime dimensioni, arrugginite e sporche, ospitavano, in condizioni precarie, inadeguate e incompatibili con la natura degli animali che contenevano, complessivamente, ulteriori nr. 17 cardellini, nr. 1 ibrido di cardellino/canarino, nr. 1 verdone e nr. 1 verzellino.
Proseguendo nelle attività di ricerca, in un’intercapedine realizzata tra l’abitazione e un terreno di proprietà del bracconiere, nelle medesime pessime condizioni, venivano altresì ritrovate ulteriori gabbie contenenti nr. 4 verdoni e nr. 7 verzellini.
Le attività di perquisizione consentivano, altresì, di rinvenire tutta una serie di oggetti e attrezzi indispensabili e funzionali all’attività di bracconaggio, tra cui reti di cattura, puntelli in metallo, richiami elettronici (comprensivi di batterie e casse), lenze e corde.
Anche in ragione dell’elevata specificità del segmento operativo in argomento, le attività venivano condotte con l’efficace e preziosa collaborazione del personale dell’associazione anti-bracconaggio C.A.B.S., importante realtà composta da un nucleo speciale anti-bracconaggio formato da volontari esperti.
In tale scenario, visto lo stato di detenzione degli animali ritrovati, i finanzieri interessavano il personale tecnico-veterinario dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria che, intervenuto sul luogo delle operazioni, constatava le inadeguate modalità di custodia di tutti gli animali citati, nonché di 9 canarini che, benché di lecita detenzione, venivano anch’essi sottoposti a sequestro, poiché, come gli altri, detenuti in condizioni incompatibili con la loro natura e produttive di gravi sofferenze.
Il personale veterinario dell’A.S.P., inoltre, constatava, in particolare, il maltrattamento di un verdone, utilizzato come zimbello (richiamo) per l’attività di uccellagione: l’animale, infatti, presentava una imbracatura fatta artigianalmente con dello spago, che passava dal collo alle ali ed era annodata all’altezza dello sterno, che veniva utilizzata per forzarlo a volare in modo da attirare così gli altri volatili, provocandogli forte stress e costringendolo a vivere in condizioni innaturali.
Tutta la fauna e le attrezzature scoperte dai militari operanti venivano così poste sotto sequestro, mentre il bracconiere veniva denunciato alla locale Procura della Repubblica presso il locale Tribunale per i reati di furto aggravato (commesso nei confronti della fauna, considerata patrimonio indisponibile dello stato), maltrattamento e abbandono di animali e uccellagione.
Le varie specie animali venivano, quindi, condotte presso l’Associazione Mediterranea per la natura - Centro di recupero fauna selvatica “Stretto di Messina”, ove la responsabile della struttura, dopo aver sottoposto singolarmente a visita le specie protette sottoposte a sequestro, su disposizione del P.M. di turno costantemente aggiornato circa le operazioni di P.G. in corso, attivava, per i volatili in buona salute, le c.d. “procedure di liberazione”, prendendo in carico per le cure necessarie quelli di cui non era possibile la liberazione, disponendo, al contempo, l’affidamento delle specie nate e cresciute in cattività.
Nell’ambito delle azioni di intervento finalizzate alla tutela e alla salvaguardia dell’ambiente e degli ecosistemi, il Corpo della Guardia di Finanza opera costantemente, nel più generale ambito del controllo del territorio, in vista della preservazione di tutte le specie di fauna che costituiscono patrimonio inestimabile dello Stato italiano, nonché dell’intera regione mediterranea.
20-12-2019 08:25

NOTIZIE CORRELATE


05-04-2020 - ATTUALITA'

Coronavirus. In Calabria i casi positivi sono 795 (+54 rispetto a ieri)

Il bollettino della Regione Calabria
04-04-2020 - ATTUALITA'

Coronavirus. In Calabria 741 casi positivi (+8 rispetto a ieri)

Il bollettino della regione

ULTIME NEWS

ATTUALITA'

Coronavirus. Nessun caso nuovo al laboratorio ex-INAM di Via Willermin

Reggio Calabria. La Direzione Sanitaria dell'ASP di Reggio Calabria comunica che oggi 5 aprile 2020, sul Territorio Provinciale, sono stati sottoposti allo screening per "COVID-19" 80 nuovi ...
ATTUALITA'

L'ordine dei tecnici sanitari lancia una raccolta fondi per l'acquisto di DPI per i colleghi

Reggio Calabria. I Presidenti delle “Commissioni D’Albo Delle 19 Professioni Sanitarie” dell'Ordine Professionale Tsrm-Pstrp di Reggio Calabria hanno ...
ATTUALITA'

Pandemia Coronavirus, per le persone senza fissa dimora il Comune realizzi un dormitorio comunale diffuso

Reggio Calabria. La pandemia da Coronavirus, tra i diversi limiti del sistema, ha evidenziato nella nostra città la mancanza di strutture ...
CRONACA

Uomo ferito a colpi d'arma da fuoco a Scilla. Arrestati i responsabili VIDEO

Reggio Calabria. È stato un video postato sulla rete ...
ATTUALITA'

Coronavirus. Reggio Calabria, 7 casi positivi al laboratorio ex-INAM di via Willermin

Reggio Calabria. La Direzione Sanitaria dell'ASP di Reggio Calabria comunica che nella giornata del 4 aprile 2020, sul Territorio Provinciale, sono stati sottoposti allo screening per ...
ATTUALITA'

Coronavirus. Al 'Morelli' una paziente positiva al terzo tampone

Reggio Calabria. La Direzione Aziendale del Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria comunica che oggi sono stati sottoposti allo screening per CoViD-19 248 soggetti. Di questi, 1 ...
ATTUALITA'

Villa San Giovanni. Controllo della temperatura per i viaggiatori che attraversano lo Stretto

Villa San Giovanni. La Protezione Civile regionale, avvalendosi dei volontari del Gruppo Comunale di Melito e del Gruppo Comunale di Villa San Giovanni, ha installato una ...
ATTUALITA'

'Nonostante tutti gli sforzi prodotti dall'Ospedale non è possibile escludere il contagio del personale sanitario'

Al fine di evitare fraintendimenti o speculazioni di qualsiasi tipo, la Direzione Aziendale del Grande Ospedale Metropolitano ...
ATTUALITA'

Irto sollecita Santelli: "Forze dell'ordine esposte a rischio contagio, intervenire immediatamente"

"Sono trascorse ormai quasi due settimane da quando i sindacati di polizia hanno sollecitato la Presidente della Regione Calabria sulla necessità che ...
ATTUALITA'

Coronavirus. Operatore sanitario dell'Asp di via Willermin positivo al tampone

Reggio Calabria. Un operatore sanitario della struttura 1 dell'azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria di via Willermin è risultato positivo al coronavirus. Non risultano casi, al ...
CRONACA

Uomo ferito a colpi d'arma da fuoco a Scilla. I carabinieri sulle tracce del responsabile

Scilla (Reggio Calabria). Nella tarda serata di ieri (venerdì), a Scilla, un uomo è stato fatto segno di colpi d’arma da fuoco, che lo hanno attinto in maniera ...
ATTUALITA'

Coronavirus, Morosini celebrerà la Domenica delle Palme dal Duomo

Domani, 5 aprile, l'arcivescovo di Reggio Calabria - Bova vivrà la solennità all'interno di una Cattedrale senza popolo. Tutti i fedeli potranno concorrere nella preghiera seguendo la liturgia eucaristica ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

EUREKA
Quiz Show
A PRESCINDERE
Di Pino Toscano
CIVITAS
Manuale di Convivenza Civile
FUORI GIOCO
90 minuti di gioco e fuori... gioco
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.20

Film
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • EMERGENZA VIRUS MA ANCHE RIFIUTI
  • sdegno su donazione di Silvio Berlusconi
  • Senza acqua ma con il virus
  • Accumulo rifiuti
  • All’Amministrazione di Reggio Calabria
  • Fogna a cielo aperto
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Italpress
Basta vittime 106
idomotica