Lazzaro. Impianto di depurazione dell'Oliveto.
AMBIENTE

La denuncia dell'ANCADIC

Lazzaro. Impianto di depurazione dell'Oliveto. "Si costruiscono i depuratori per non inquinare e poi lo stesso depuratore produce inquinamento"

"C’è voluto più di mezzo secolo per avere un nuovo depuratore nel paese di Lazzaro località Oliveto e nonostante siano stati spesati oltre 7 milioni di euro per realizzare un nuovo impianto gli inconvenienti igienico sanitari, le preoccupazioni e i potenziali pericoli per la salute dei cittadini non sono venuti meno.
Pertanto si chiede di voler aprire un’indagine per accertare le cause del cattivo funzionamento dell’impianto di depurazione che continua a produrre danni all’ambiente e potenziali pericoli alla salute umana, nonché le manchevolezze riferibili a organi preposti alla vigilanza, oltre che alla gestione dell’impianto.
Al riguardo con istanza del 29 maggio 2021 l’ANCADIC e il Comitato Torrente Oliveto
richiedevano un intervento dell’Amministrazione comunale al fine di scongiurare i rischi per la salute pubblica prodotti dal cattivo funzionamento dell’impianto di depurazione dell’Oliveto, le cui pestilenziali esalazioni odorigine da oltre due mesi avevano invaso il paese di Lazzaro, tutti i giorni a partire dalle ore serali fino alla mattina e ancora oggi si contuinua a respirare questi orodi fognari ed inalare le sostanze nocive per la salute in esse contenute. Stante il perdurare delle criticità seguivano ulteriori intimazioni a fronte delle quali lo scorso 2 agosto perveniva la nota a firma del Responsabile dell’Area Tecnica del Comune di Motta San Giovanni dalla quale emerge che si continua a non voler affrontare il problema come si dovrebbe. Ci si è limitati a chiedere informaziobni alla società che gestisce l’impianto, la quale ha comunicato di non aver riscontrato criticità nel funzionamento dell’impianto se non quelle derivanti da immissioni puntuali di reflui anomali che avrebbero compromesso l’efficienza depurativa, determinando un affaticamento dell’impianto nei mesi di aprile e maggio scorsi, l’ultimo evento noto a suo dire risale al 31 maggio scorso. Aver richiesto notizie alla Società che gestisce l’impianto di depurazione è come chiedere all’oste se il suo vino è buono. Eppure una intera popolazione ha segnalato e continua a segnalare il perdurare ancora oggi di questi insopportabili odori fognari".
Così in una nota Vincenzo Crea dell'ANCADIC. "A nostro avviso - prosegue Crea - si sarebbe dovuto interessare il competente Ufficio dell’Arpacal e l’Ufficio Igiene e Sanità pubblica dell’Azienda Sanitaria di Melito di Porto Salvo competente territorialmente, i quali avrebbero potuto accertare se veniva mantenuta la funzionalità del depuratore; se i fanghi di depurazione venivano smaltiti e annotati nel registro di carico e scarico, se il sistema di dosaggio del cloruro ferrico era funzionante permettendo una disinfezione delle acque, se i misuratori di portata e il gruppo elettrogeno erano funzionanti e i relativi atti di controllo e di manutenzione dell’impianto di depurazione.
Ma il danno per l’ambiente marino e il potenziale pericolo per i bagnanti si aggravava, giacchè ci risulta sia stata effettuata, oltre allo spurgo e alla pulizia dei pozzetti, anche la pulizia delle vasche dei fanghi di depurazione con un intervento a dir poco scellerato atteso che quanto prodotto da detti interventi è stato scaricato tramite la condotta sottomarina del depuratore nello specchio d’acqua antistante la foce del Torrente Oliveto ove le acque del mare hanno mutato colore e una ampia macchia nera si estendeva trasportata dalle corrrenti marine provocando una degenerazione estetica ambientale con evidente danno biologico funzionale delle acque del mare. Da qui un disastro ambientale. Più volte nel corso di questi ultimi anni i bagnanti hanno dovuto abbandonare il mare perché si sono trovati addosso i reflui fognari.
Chi ha controllato se la procedura relativa alla pulizia delle vasche sia stata eseguita nel rispetto delle misure igieniche e della sicurezza? I liquami e i fanghi sono stati conferiti presso discariche o depuratori autorizzati?.
Nella serata dello scorso 2 agosto il vicesindaco del Comune di Motta SG Rocco Campolo ha incontrato un gruppo di abitanti della contrada Oliveto per fornire chiarimenti su questa grave situazione. In tale occasione ha fatto sapere tra l’altro che i funzionari del Comune non possono intervenire nell’area dell’impianto di depurazione per effettuare delle verifiche perché l’area appartiene alla Società che gestisce l’impianto di depurazione e che l’Amministrazione comunale ha intrapreso le vie legali nei confronti della Società che per contratto gestisce l’impianto di depurazione.
Se risultasse vero quanto si è saputo col passa parola ovvero che il Comune di Motta SG dovrebbe corrispondere una ingiente somma di denaro alla Società per la gestione dell’impianto di depurazione, aver adito le vie legali tale inadempienza da parte della Società appare poco sostenibile nelle sedi giudiziarie. Ma, se così fosse potrebbe essere questa la risposta di questo cattivo funzionamento dell’impanto di depurazione.
In merito abbiamo interessato il Governo nazionale e gli Uffici competenti della Regione Calabria e non solo, sottolineando che secondo noi si dovrebbero attivare prerogative parlamentari e di Governo, financo, a commissariare l’Ente e/o gli Enti inadempienti", conclude Crea.



.


14-08-2021 00:53
Questa notizia è stata letta 3165 volte

ULTIME NEWS

ATTUALITA'

La Fondazione Falcomatà riaccende i riflettori sul Mezzogiorno: dal regionalismo alla ripartenza post pandemica

"Il Mezzogiorno tra regionalismo differenziato e unità economica del Paese". Questo il titolo dell'iniziativa ...
CRONACA

'Ndrangheta. Boss Nino Imerti: "Ai giovani dico di scegliere un'altra strada" VIDEO

Il boss Nino Imerti, soprannominato ...
ATTUALITA'

Coronavirus, Occhiuto: "Bisogna convincere gli scettici della necessità di vaccinarsi"

"Bisogna convincere quanto più possibile gli scettici della necessità di vaccinarsi. Ma se supereremo il 95% di cittadini immunizzati, a quel punto qualsiasi discorso ...
ATTUALITA'

Asp di Reggio Calabria, la UIL FPL chiede le dimissioni di Scaffidi

Di Nicola Simone Segretario Territoriale UIL FPL Le dimissioni del dott. Domenico Minniti dalla direzione sanitaria dell’ASP di Reggio Calabria offrono lo spunto ad una serie di riflessioni di carattere legale sulla ...
CRONACA

Incidente stradale a Cannavò, conducente caduta in un dirupo recuperata da un Vigile del Fuoco libero dal servizio

Si è concluso con un lieto fine il carambolesco incidente stradale avvenuto questa mattina nella frazione Cannavò di ...
ATTUALITA'

Occhiuto: ok giunta a bilancio previsione, via libera a protocollo intesa per mare pulito

“La giunta regionale, riunitasi questo pomeriggio alla Cittadella, ha dato il via libera al bilancio di previsione per gli anni 2022-2024: un documento fondamentale, approvato ...
ATTUALITA'

Il 60° Stormo dell'Aeronautica Militare con la collaborazione dell'Aero Club dello Stretto ASD vola su Reggio Calabria

Di Rino Sculco Dopo due settimane molto intense, dal 22.11 al 03.12.2021, si è concluso il “Corso di ...
CRONACA

Esce dal carcere l'ex consigliere regionale Alessandro Nicolò, disposto l'obbligo di dimora

Dopo 28 mesi esce dal carcere l'ex consigliere regionale Alessandro Nicolò, arrestato per associazione mafiosa nel luglio 2019 nell'ambito dell'operazione ...
CULTURA

Grande successo per il 36esimo Premio Mondiale di Poesia Nosside

Si è concluso felicemente nella terrazza del Museo Archeologico della Magna Grecia di Reggio Calabria il XXXVI Premio Mondiale di Poesia Nosside. Si è rinnovata così - nella splendida sede di cui i Bronzi di ...
CRONACA

Palmi. Bimbo aggredito da un coetaneo in un asilo, denunciati proprietario e tre operatrici della struttura

Il titolare di un asilo privato di Palmi è stato denunciato per favoreggiamento personale e tre operatrici della stessa struttura per ...
ATTUALITA'

"La Statale 106 in Calabria tra le strade più pericolose d'Italia"

Nonostante la notevole diminuzione di incidenti stradali dovuta alle misure di contenimento della pandemia Covid-19, la situazione sulle strade italiane sembra essere nuovamente peggiorata, anche se bisogna dire che le morti ...
ATTUALITA'

Fisascat Cisl: "L'Hermes si contraddice ancora. Super minimi ad personam e quadri a casa"

Reggio Calabria. Sale la tensione sulla vicenda che vede protagonista la Hermes Servizi Metropolitani di Reggio Calabria. La società in house che opera per conto del Comune, ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

ASPETTANDO IL TG
RTV NEWS PRIMA EDIZIONE
REGGIOTV SALUTE
Ogni giorno al TG con Eduardo Lamberti Castronuovo
EUREKA
Quiz Show
Liquore Tedesco
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.30

Aeroplani di carta
TEDESCO LIQUORI SHOP
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Malasanita’ ”Ospedale GOM RC”
  • Diciamo basta al degrado
  • Mancanza d’acqua
  • Mancanza d’acqua
  • La citta’ piu’ bella
  • Rifiuti e roghi
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Italpress
ISTITUTO DE BLASI
idomotica