Onori al Colonnello Cosimo Fazio in occasione della cerimonia di benedizione del monumento funebre che ne ospita le spoglie
ATTUALITA'

Il comandante provinciale dell'Arma Scafuri ne ha esaltato le doti umane e professionali

Onori al Colonnello Cosimo Fazio in occasione della cerimonia di benedizione del monumento funebre che ne ospita le spoglie

Reggio Calabria. Una solenne cerimonia di benedizione del monumento funebre, dove finalmente e a distanza di quattro anni, riposano con i giusti onori le spoglie del compianto Colonnello dei Carabinieri Cosimo Fazio. Si è svolta giovedì alle 10.30 al cimitero di Reggio Calabria Modena alla presenza della Signora Giovanna Colella vedova del Col. Cosimo Giuseppe Fazio e del figlio Nino, del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Reggio Calabria Col. Giancarlo Scafuri, del Ten. Col. Mauro Gazzi in rappresentanza del Col. Davide Rossi Comandante della Scuola Allievi Carabinieri di Reggio Calabria, del Direttore Marittimo CV (CP) Giancarlo Russo, del Comandante della Polizia Provinciale Col. Domenico Crupi, del Col. Giorgio Maria Borrelli Comandante del Gruppo Carabinieri Forestali, di un funzionario superiore della guardia di finanza in rappresentanza del comandante provinciale Alessandro Barbera, di un funzionario della locale Questura in rappresentanza del Questore Raffaele Grassi, del Vice Sindaco di Reggio Calabria Dr. Armando Neri in rappresentanza dell’Amministrazione comunale di Reggio Calabria, del Dr. Antonino Campolo delegato dal Prefetto Dr. Michele Di Bari, ed una folta rappresentanza di militari dell’Arma in servizio ed altrettanti dell’associazione delle varie armi in congedo, del Dr. Luigi Nigero con un folto gruppo di colleghi della Polizia Municipale. Non è mancata la presenza del Dr. Salvatore Boemi, amico personale della famiglia Fazio, di varie rappresentanti delle istituzioni locali e di tanti amici, tra cui il consigliere metropolitano, già assessore alla legalità della provincia Eduardo Lamberti-Castronuovo, che hanno voluto rendere il loro omaggio in occasione della traslazione della salma nella Cappella costruita dall’Amministrazione Comunale di Reggio Cal., nella breve ma intensa cerimonia di commemorazione del compianto Col. Cosimo Giuseppe Fazio, deceduto a causa di un infarto il giorno di ferragosto del 2013 al porto di Reggio Cal. durante le operazioni di coordinamento allo sbarco di migranti soccorsi in mare.
Il Col. Fazio era stato nominato dall’allora Prefetto Piscitelli Comandante della Polizia Municipale di Reggio Calabria appena 13 giorni prima del suo decesso.
L’alto ufficiale, nativo di Grottaglie (TA) e palermitano di adozione, per oltre un ventennio ha operato nel territorio reggino ottenendo grossi risultati contro la malavita organizzata, Comandante della Compagnia Carabinieri di Taurianova, ha retto il Reparto Operativo di Reggio Calabria, successivamente in servizio quale vice dirigente alla D.I.A. di Reggio Calabria, divenuto responsabile della Sezione di Polizia Giudiziaria presso la Procura della Repubblica reggina e Comandante della locale Scuola Allievi Carabinieri, successivamente Capo di Stato Maggiore al Comando Interregionale Carabinieri di Messina, ha poi fatto ritorno a Reggio Calabria quale docente insegnante ancora alla Scuola Allievi Carabinieri.
Anni di impegno e di risultati sul territorio, hanno fatto si che l’ufficiale fosse insignito con vari encomi solenni e prestigiosi riconoscimenti, frutto della sua costante attività sempre in prima linea nelle piccole e grandi operazioni di servizio. Ufficiale di alta caratura morale, marito e padre esemplare non si è mai risparmiato nell’adempiere il suo compito a difesa delle istituzioni.
Nel corso della cerimonia la Signora Giovanna Colella vedova dell’Ufficiale e il figlio Nino nella commozione, hanno inteso ringraziare tutti i presenti per il calore e l’affetto che hanno dimostrato con le loro presenze.
Il Capellano Militare Don Aldo Ripepi dopo la benedizione della cappella dove riposa l’alto ufficiale ne ha ricordato le qualità di genitore, di marito e di grande Carabiniere.
Infine il Comandante Provinciale nel portare i saluti e l’abbraccio del Comandante Interregionale Carabinieri Culqualber Gen. Ca. Silvio Ghiselli e del Comandante della legione Carabinieri Calabria Gen. B. Andrea Rispoli, entrambi assenti per motivi istituzionali, ha esaltato la figura del compianto Col. Fazio non solo dal punto di vista militare ma soprattutto dal lato umano.


20-04-2017 22:25

NOTIZIE CORRELATE


30-04-2017 - POLITICA

Primarie Pd, si conferma intorno ai 16mila votanti l'affluenza su scala provinciale

Esultano i renziani a Reggio città: alle urne quasi 5.400 persone, il 76,5% ha scelto l'ex premier
30-04-2017 - SPORT

Playout, la Viola si aggiudica la gara 1 a Chieti con il risultato di 93 a 95

Prossima sfida ancora a Chieti martedì 2 maggio
30-04-2017 - CULTURA

Al Mustrumu la giornata mondiale del Jazz

Un programma su due giorni
30-04-2017 - CRONACA

Intimidazione a gelateria "Sottozero". Armato di fucile fa irruzione nel locale ancora aperto

Sull'episodio indaga la Polizia di Stato
30-04-2017 - CULTURA

La Barcelona Gipsy balKan Orchestra e il mito di Giufà chiudono il Festival MigrArtes al Miramare

Ospite stasera musicisti con diverse provenienze ma con sede a Barcellona

ULTIME NEWS

SPORT

Lega Pro, Reggina: missione compiuta. La salvezza arriva con un turno d'anticipo

REGGIO CALABRIA - Obiettivo centrato. La Reggina è matematicamente salva. Grazie al pareggio conquistato ad Andria e alla concomitante sconfitta dell’Akragas (k.o. contro la Juve Stabia, ...
CRONACA

'Ndrangheta, operazione "Eracle". La passione "deviata" per i cavalli si consumava nella "Scuderia Condello"

Reggio Calabria. Una passione per i cavalli, dietro alla quale in realtà si celerebbero fini ben diversi da quelli legati ...
CRONACA

Impresa edile ancora intimidita nel vibonese

MIleto (Vibo Valentia). Terza intimidazione in pochi giorni all'impresa edile Cooper Poro di Rombiolo, impegnata in alcuni interventi nella città per l'installazione di isole ecologiche. Ignoti hanno dato fuoco ad una rete di plastica del cantiere di via ...
CRONACA

'Ndrangheta. Operazione "Eracle", arrestate altre 4 persone: c'è anche figlio boss "Supremo" FOTO/VIDEO

Reggio...
CRONACA

Reggio, la Polizia arresta l'autore dell'incendio dell'autovettura del parroco di Bocale VIDEO

Nella prima mattinata ...
CRONACA

Stalking, lesioni personali e furto aggravato in danno alla ex-compagna: arrestato 48enne di Palmi

Gli Agenti del Commissariato di P.S. di Palmi, sempre su disposizioni dell’Autorità Giudiziaria di Palmi, hanno eseguito l’Ordinanza di Misura ...
CRONACA

Rosarno, minacce e percosse ai danni della moglie e dei figli: arrestato 49enne

Elevata l’attenzione della Polizia di Stato verso gli spregevoli reati perpetrati in ambito familiare, nonché contro donne e minori. Ieri, personale del Commissariato di P.S. di Gioia ...
CRONACA

Estorsione mafiosa, arrestato imprenditore reggino di 51 anni

Nella giornata di ieri 28 Aprile 2017, a Sant’Eufemia d’Aspromonte, su disposizione della Procura Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa – N.O.R. di Gioia Tauro, in ...
CRONACA

Africo Nuovo. Nascosti sotto la sabbia in spiaggia, i carabinieri rinvengono 6 kg di droga e una pistola FOTO

Africo Nuovo (Reggio Calabria). Continuano i servizi di controllo straordinario del territorio disposti dal Comando Gruppo Carabinieri di Locri, finalizzati alla repressione dei reati attinenti le armi e gli stupefacenti. Tale attività, che negli ultimi mesi si è concentrata soprattutto nelle aree rurali dell’entroterra della locride, ha consentito dall’inizio dell’anno di ritrovare numerose armi e munizioni, in particolare nelle zone periferiche dei comuni del circondario di Locri. Al fine di arginare ulteriormente il fenomeno, i servizi citati sono stati disposti anche per la fascia costiera, nei comuni ricadenti nella parte sud della giurisdizione compresi tra l’area grecanica e capo Bruzzano. In tale ambito, i Carabinieri della Compagnia di Bianco ed in particolare della Stazione di Africo Nuovo, unitamente ai colleghi dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria”, nel corso di un rastrellamento in un tratto di spiaggia di quel comune, hanno rivenuto in un terreno demaniale, occultati in più punti e sotto circa 30 centimetri di sabbia: - 6 involucri di plastica trasparente termosaldata, contenenti oltre 6 kg di sostanza stupefacente di tipo marijuana; - 1 pistola cal. 44 perfettamente funzionante e con relativo munizionamento; - 1 astuccio contenente diversi grammi di cocaina. Tutto il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro in attesa dei conseguenti accertamenti tecnici e tossicologici che saranno disposti ...
CRONACA

Melito: mette fuoco a saracinesca di un bar, sorpreso e arrestato FOTO/VIDEO

Melito Porto Salvo (Reggio Calabria). Nella nottata del 28 ...
CRONACA

Rubano energia elettrica per alimentare giardino, arrestati padre e figlio FOTO

Nel pomeriggio del 27 aprile 2017, in Oppido ...
CRONACA

Oppido Mamertina, i Carabinieri scoprono e sequestrano piantagione di circa mille piante di cannabis: arrestato 39enne FOTO/VIDEO

Oppido Mamertina (Reggio Calabria). Circa mille piante di canapa indiana scoperte e sequestrate. Una persona finita in manette, in flagranza di reato. È questo il bilancio dell'operazione contro la produzione e il traffico di droga, portata a termine dai Carabinieri della Stazione di Castellace di Oppido Mamertina agli ordini del Maresciallo Ordinario Armando VENTURA, unitamente a personale dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria”. Operazione che rientra nella mirata strategia operativa elaborata dal Comando Provinciale dell’Arma di Reggio Calabria e che dall’inizio dell’anno, ha consentito di rinvenire e porre sotto sequestro numerose piantagioni, ubicate nelle zone più impervie del territorio pre-aspromontano ricadente nella giurisdizione della Compagnia Carabinieri di Palmi diretta dal Capitano Antonino SPINNATO. Martino Caruso, 39 anni, è il nome della persona arrestata. Deve adesso rispondere dell'accusa di produzione, coltivazione e traffico di ingente quantità di sostanza stupefacente. Residente in zona e con precedenti in materia di sostanze stupefacenti, i carabinieri lo ha o sorpreso all’interno di un’area demaniale sita in località “Gambarella” di Castellace di Oppido Mamertina, nell’atto di coltivare una piantagione, di un’estensione di circa 300 metri quadrati, costituita da 975 piante di canapa indiana - del tipo “cannabis indica” - dell’altezza media ciascuna di 50 centimetri e per un peso complessivo di circa 50 kg di stupefacente. Lo stupefacente rinvenuto ed il materiale vario per l’irrigazione delle piante è stato sottoposto a sequestro e l’arrestato al termine delle formalità di rito è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari su disposizione del Pubblico Ministero di turno presso la Procura della Repubblica di Palmi. L’operazione odierna testimonia ancora una volta la costante presenza sul territorio della Città di Reggio Calabria e della sua ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

TG EDIZIONE SERALE
SUMMER BOX
EUREKA
Quiz Show
PIANETA DILETTANTI
differenziamola
DIRETTA STREAMING

OGGI SU RTV

15.30 Eureka

19 Partita Viola

21.15 FuoriGioco

Sms/Whatsapp 3938709860
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Stada pericolosa
  • Votiamo con la nostra testa
  • Luci spente svincolo autostrada Spirito Santo
  • Luci spente svincolo autostrada Spirito Santo
  • Turismo e CULTURA a RC?
  • Acqua non potabile
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
viola
idomotica