ATTUALITA'

La nota di una telespettatrice

"La palla avvelenata (come i cittadini in questa città non contino nulla): Via Cappuccinelli atto II"

Riceviamo e pubblichiamo. Breve premessa: giugno 2017. Lo stabile (ex liceo scientifico Da Vinci) viene riempito frettolosamente di brandine e materassi, i residenti si allertano dato i continui sbarchi di profughi, raccolgono firme per evitare che in una zona tanto centrale ed ad altissima densità abitativa e non solo, venga creata una struttura di prima accoglienza che tanti danni porta, come abbiamo visto, anche e soprattutto a coloro che la abitano. Risposta del Sindaco in consiglio Comunale: il problema di Via Cappuccinelli non esiste. Un privato ha dato disponibilità di alloggi ma non c’è nessuna autorizzazione da parte del Comune e, che lui ne sappia, nemmeno dalla Prefettura. Discorso chiuso. Agosto 2017: riprendono ferventi i lavori nello stabile. Lavori importanti, strutturali, che creano anche disagi ai residenti. Innumerevoli richieste di interventi andate a vuoto , PEC di denunce per occupazioni abusive mai prese in considerazione, e tanto altro. Settembre 2017: i cittadini vanno in cospicua delegazione dall’assessore avv. Castorina e in Prefettura. In Comune nessuno sa nulla. L’assessore risponde che il bando è della Prefettura e non trattandosi di minori, il Comune non è interessato. Tutti aspettiamo notizie riguardo gli interventi dei vigili urbani più volte chiamati, nessuno si fa mai vivo. Nessuno sa nulla. Abbandonati al solito fai da te. La Prefettura ci garantisce che non appena sarà presa una decisione saremo avvisati. Intanto i lavori continuano alacremente. Ottobre 2017: la Prefettura ci notifica che il bando se pur chiuso al 5 settembre, è ancora in via di definizione e che il dirigente ha consegnato una relazione relativa alla gara in corso per l’affidamento di MINORENNI NON ACCOMPAGNATI, ,presso strutture in città o in provincia . La palla passa al Comune.
Ora io mi domando: perché deve essere tutto sempre complicato, sempre tortuoso e di difficile comprensione? Perché non si possono avere mai dei confronti diretti e chiari con le Istituzioni? Perché ci devono sempre lasciare il beneficio del dubbio? E poi , questo dubbio che ci rimane, questa incertezza , non è logico pensare che porti qualcosa di quanto meno poco chiaro o confuso? Ci dicono di dover avere fiducia nelle Istituzioni, ci dicono di essere vicini alle necessità dei cittadini, ci dicono che ci dobbiamo sentire coadiuvati nella costante ricerca del miglioramento, che la politica è dalla parte di noi tutti, che le forze di vigilanza sono solerti nell’intervento e nelle richieste di aiuto o di conforto o disposte a chiarimenti. Dicono tutto e fanno esattamente il contrario. Ecco perché è ormai uso e costume di tutti badare sempre più ai fatti propri, a chiudersi nell’egoismo. Dove sta la cosiddetta società civile che dovrebbe essere coordinata e supportata in primis da chi ci governa, e da chi ci dovrebbe coordinare? Ecco perché si instaura e si insinua l’ormai radicato concetto del favoritismo. Ottenere qualcosa per vie chiare e manifeste è impensabile. Si chiede aiuto all’amico che è amico dell’amico per sapere ciò che ci spetta di diritto. Si chiedono informazioni da chi distorce la verità al sol fine di confonderci ancor di più per intricare la matassa dei favoritismi ed avvelenare la palla! Sarebbe estremamente facile: Il cittadino chiede aiuto, l’autorità risponde chiaramente, con fermezza e decisione, senza ritornare su i suoi passi quando più le fa comodo o a seconda delle necessità di pochi. Ma non è così. Forse anche questo è lo spirito mafioso. Dove non c'è trasparenza, dove tutto è costruito di nascosto, senza risposte o solo con vaghi accenni destinati a restare tali, spesso si annida il torbido. Chi non ha niente da nascondere dichiara ciò che fa con fermezza perché è dalla parte del giusto e della legge, chi invece tergiversa e si arrampica sugli specchi, aspettando il momento propizio per dichiararsi, ha qualcosa da nascondere o comunque non è una persona decisa che aspetta solo l'evolversi degli eventi per non addossarsi le responsabilità.
E così siamo al 14 novembre... In una via Cappuccinelli che sembra investita da un uragano. Dove gli interventi tecnici fino ad oggi non hanno portato a nulla, dove scorrono fiumi di fogna tra buche e avvallamenti. Il palazzo ex scientifico è ancora in rimodernamento, nessun vigile è mai venuto, nessuna risposta dal Comune da cui aspettiamo la data per un incontro. Ogni tanto arriva qualcuno col camion espurgo, alza le spalle e dice.... Ma come fate a vivere qui?.... Ecco sig Sindaco, lo chiedo a lei che ha la palla avvelenata in mano.... Ci dia qualche risposta o qualche consiglio.... Dopotutto facciamo parte della città metropolitana... Sig Sindaco... Via Cappuccinelli è a trecento metri dal museo.... Sa di che parlo? O lei non la conosce? Venga a farci una visita... La prego sarà un piacere! Lei che è sempre stato disponibile ad ascoltare la voce dei cittadini, nei consigli aperti o durante gli appuntamenti in Comune, ci dia la possibilità di incontrarla, anche qui se le fa comodo, in questa via frequentatissima dalla mattina alla sera tanto martoriata ed ormai invivibile..... Si renda conto di persona cosa significherebbe un centro accoglienza qui dove il torrente di melma, il caos delle macchine il passaggio dei camion, la quantità di scuole e l'altissima densità abitativa fanno di questa strada un punto cruciale della nostra città ... Grazie.
Cristina Postorino


14-11-2017 17:38

NOTIZIE CORRELATE


14-11-2017 - ATTUALITA'

Reggio, dal 15 novembre interdetta al transito veicolare Via Salita Cappuccinelli per lavori sulla rete fognaria

Viene inoltre istituito, fino al termine dei lavori, il senso unico tra la diramazione Labate e la diramazione Zagarella in direzione di via Melacrino
13-10-2017 - ATTUALITA'

Lo sfogo di una telespettatrice: "È vergognoso: ecco perché nessuno parte da Reggio"

"In agenzia subito mi hanno detto che non era conveniente partire da Reggio perché è meglio Lamezia"
10-10-2017 - ATTUALITA'

Reggio, siglato l'atto notarile di fusione per incorporazione della società Recasi in Reges che si trasforma in Hermes

L'accorpamento porterà a una riduzione dei costi di gestione e una maggiore efficienza dell'organizzazione aziendale a personale invariato
08-08-2017 - CRONACA

La Cassazione passa la palla al TdL e Paolo Romeo resta in carcere

decisione ad un anno dal blitz dei carabinieri
31-07-2017 - CRONACA

Nuovo atto vandalico nei confronti della Autolinee Federico, "riflettiamo se chiudere azienda e licenziare tutti"

"Ribadiamo la nostra fiducia nella magistratura e nelle forze dell'ordine"

ULTIME NEWS

CRONACA

Procura Nazionale Antimafia. Si insedia de Raho

ROMA. Si insedia ufficialmente il nuovo procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo, Cafiero De Raho che ha firmato l'incarico in una cerimonia in Cassazione, nell'aula della prima sezione penale, dove negli anni tanti processi per stragi mafiose sono ...
SPORT

Coppa Italia Serie C, la corsa della Reggina si ferma a Matera. Amaranto eliminati

MATERA - L’avventura della Reggina nella Coppa Italia di serie C si chiude ai sedicesimi di finale. Troppo forte il Matera per le “seconde linee” amaranto. Allo stadio ...
CRONACA

Altra intimidazione a Gallico, incendiata attività del Presidente della Camera di Commercio Tramontana VIDEO

REGGIO CALABRIA. Potrebbe essere una coincidenza, ma che non ha mancato di creare scalpore. Ben due episodi intimidatori nel cuore della notte registratisi nello stesso quartiere della periferia nord di Reggio, ossia Gallico. Non solo, infatti, l’azione compiuta ai danni del supermercato Lidl. Ignoti malviventi si sono macchiati di un altro vile gesto, appiccando - attorno all'una di notte - del fuoco al portone di ingresso della Casa vinicola Tramontana. Un fatto altrettanto eclatante, ma che desta più scalpore se non fosse che ad essere presa di mira è una delle attività della famiglia del presidente della Camera di Commercio di Reggio Calabria, Antonino Tramontana, titolare di una delle più grosse e affermate aziende vitivinicole della Calabria. Sull’episodio sono in corso indagini, anche in questo caso, da parte dei militari del Norm della Compagnia Carabinieri di Reggio Calabria e della locale stazione. Indagini volte a risalire ai responsabili dei vile quanto inquietante gesto, rispetto al quale, seppur profondamente provato e rammaricato, lo stesso Tramontana, nel parlare inoltre a nome della sua famiglia, si dice pronto a non arretrare di un solo passo, anche alla luce del ruolo istituzionale ricoperto. Il portone d'ingresso del negozio, secondo le prime ricostruzioni, è stato cosparso di benzina e dato alle fiamme. I danni provocati dall'incendio sarebbero ...
CRONACA

Intimidazione al Lidl di Gallico, esplosi diversi colpi d'arma da fuoco contro le vetrine FOTO/VIDEO

REGGIO ...
CULTURA

Focus 'ndrangheta: controlli e perquisizioni domiciliari a Polistena, Melicucco, Cinquefrondi e Galatro

Il dispositivo di controllo straordinario del territorio, previsto dal piano di azione nazionale e transnazionale “Focus ‘ndrangheta”, ...
CRONACA

Sequestro di beni per 300mila euro ad affiliato cosca Gallace

I finanzieri del nucleo di polizia tributaria di Catanzaro, coordinati dal procuratore della repubblica di Catanzaro, dott. Nicola gratteri, e dai procuratori aggiunti, dott. Vincenzo Luberto e dott. Vincenzo Capomolla, hanno dato ...
CRONACA

Attentato all'azienda del Presidente della Camera di Commercio, la solidarietà a Ninni Tramontana

REGGIO CALABRIA.La solidarietà del Sindaco di Reggio Calabria. “Solidarietà e piena vicinanza al Presidente della Camera di Commercio di Reggio ...
CRONACA

'Ndrangheta, Operazione "Feudo": La Polizia di Stato confisca beni alla cosca 'CREA' DETTAGLI

RIZZICONI (REGGIO ...
CRONACA

"Robin Hood", l'ex assessore regionale al lavoro Salerno torna in libertà

VIBO VALENTIA. L’ex assessore regionale al Lavoro, Nazzareno Salerno (FI), coinvolto nell’operazione “Robin Hood”, su presunte irregolarità nella gestione dei fondi destinati al ...
CRONACA

Reggio. Presunta aggressione ai Carabinieri: tornano in libertà Oliva e Amaddeo

REGGIO CALABRIA. In merito all'articolo dal titolo "Reggio,rifiutano di fornire le proprie generalità ed aggrediscono i Carabinieri: 2 arresti”, pubblicato sul nostro sito il 18 ...
AMBIENTE

Frana tra Scilla e Bagnara, tavolo in Prefettura: presto lavori di consolidamento per messa in sicurezza costone

REGGIO CALABRIA. All’indomani dell’evento franoso dello scorso 19 novembre sulla Strada Statale 18 all’altezza della ...
CRONACA

Evasione,furto e rapina: 2 gli arresti delle Volanti nell'ultima settimana a Reggio Calabria

Reggio Calabria. Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio disposti dal Questore della Provincia di Reggio Calabria, Raffaele Grassi, 2 sono stati gli arresti ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

RTV NEWS EDIZIONE SERALE
SMASHITS
I migliori videoclip musicali del momento con il brio del Vj Filippo Lopresti
CITYNOW
The easy way to enjoy your life
10 DOMANDE
Mobili Catalano
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

15.30

Civitas 0965797635

21.15 Intervista Gratteri

22.30 Film
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • L’Asp 5 gioca a scherzi
  • Indecoro cittadino
  • Segnaletica Marinella Spontone
  • Sindaco giovane, bello, aitante e ben vestito dal futuro politico brillante.
  • Questione migranti, nota all’amministrazione Falcomata’
  • Il Comune non risarcisce i danni e promuove appello anche alla sentenza di primo grado
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
arte
idomotica
viola
differenziamola