ATTUALITA'

La nota dell'ANCADIC

"Aumento delle patologie oncologiche nel territorio reggino, le nostre preoccupazioni erano fondate"

A seguito delle nostre segnalazioni concernenti l’aumento delle patologie oncologiche nel territorio reggino, l’Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria, con nota dello scorso 27 marzo ci ha comunicato: A riscontro della nota ricevuta si trasmette il documento prodotto presso il Registro Tumori dell’ASP:“I tumori nella Provincia di Reggio Calabria Rapporto 2018 ” ufficialmente presentato in data 8 febbraio c.a. presso la Prefettura di Reggio Calabria. Il documento offre un quadro esaustivo e dettagliato della distribuzione della patologia oncologica nella nostra Provincia e, dunque anche nel Reggino.
Lo stesso documento evidenzia che l’incidenza dei tumori nella nostra Provincia registra valori più bassi rispetto ai valori medi nazionali. Analizzando le tre diverse aree distrettuali, poi, quella di Reggio Calabria registra, per alcune patologie tumorali come Pancreas, Mesotelioma, Mammella, Prostata, Vescica e tumori emolinfopoietici, valori di incidenza, statisticamente significativi, maggiori rispetto al resto del territorio provinciale.
Va segnalato che l’area, oltre a fare riferimento alla città di Reggio Calabria che già è caratterizzata da una densità di popolazione maggiore rispetto al resto del territorio provinciale, è sede di alcune fonti di esposizione a rischio di inquinamento ambientale come le due aree portuali di Reggio Calabria e Villa San Giovanni, alcuni Siti ad Alto Rischio (Pentimele, Secche Aquile-Scilla, Pietrastorta-RC) già caratterizzati, rientranti nel Piano Stralcio 2012 regionale per la bonifica dei Siti Inquinati, alcune aree utilizzate come discariche abusive, alcune delle quali già sottoposte a sequestro dai Carabinieri Forestali, la rete autostradale Salerno-Reggio Calabria a più intenso traffico rispetto alle altre arterie provinciali.



Sono questi i fattori di rischio per la popolazione che dovrebbero essere alla base delle differenze registrate nel Distretto di Reggio Calabria rispetto al resto del territorio provinciale e il rapporto pubblicato, risultato, inoltre, di un percorso complesso e articolato di accreditamento dei dati del Registro tumori da parte dell’Associazione dei registri Tumori Italiani (AIRTUM) (circa 1700 controlli), non ha nulla a che vedere con i registri di mortalità “passa parola” che sebbene partano da iniziative orientate a stimolare le attività di sorveglianza e controllo delle patologie tumorali, non hanno alcun valore “legale” scientifico e ufficiale. Si coglie l’occasione per segnalare, inoltre, che è in corso di completamento la registrazione dei casi incidenti relativi al 2013 e che entro giugno verrà pubblicato un nuovo rapporto sui quattro anni di attività del Registro Tumori. ”.
Dal rapporto dell’ASP emerge tra l’altro che il primo cluster, centrato nei comuni di Seminara e Palmi ed esteso fino a Reggio Calabria a Sud, presenta un rischio relativo di 1,16, ovvero un eccesso di decessi per tumore nel sesso maschile rispetto alla media regionale statisticamente significativo.



Il secondo cluster, relativo ai tumori femminili, è stato individuato con centro nei comuni di Montebello Ionico e Motta San Giovanni, comprendente sempre il Comune di Reggio Calabria. Quest’area mostra un eccesso di rischio per tumori femminili (RR=1,2) statisticamente significativo. Nel sesso femminile si evidenzia un cluster a maggiore rischio, rispetto al contesto provinciale, in un’area centrata nei comune di Motta San Giovanni ed esteso fino al Comune di Reggio Calabria con un rischio relativo pari a 1,16. In entrambi i casi questi cluster sembrano confermare le mappe.
Tra le fonti di esposizione a rischio di inquinamento ambientale sono incluse aree utilizzate a discariche abusive, alcune delle quali poste sotto sequestro dalle Forze di Polizia. Ciò fa molto riflettere, e ci preoccupa non poco, atteso che numerose sono le fonti di esposizioni a rischio presenti sul territorio del Comune di Motta SG e non si comprende come mai, mentre in altri Comuni reggini le forze di polizia intervengono ponendo sotto sequestro le fonti potenzialmente inquinanti a Motta San Giovanni non si muove foglia, nonostante le numerose documentate segnalazioni della scrivente associazione.
Ringraziamo l’ASP per la gentile comunicazione e apprezziamo che dopo tanto tempo e nonostante le difficoltà incontrate finalmente è stato istituito il registro dei tumori nella provincia di Reggio Calabria. Sebbene i registri di mortalità “passa parola” non hanno alcun valore “legale” scientifico e ufficiale, tuttavia confermano in maniera inconfutabile una realtà piuttosto diversa da quella che emerge dallo studio dell’ASP.
Atteso che l’Ambiente non ha confini, la documentazione è stata inviata anche ai Sindaci della Città Metropolitana di Reggio Calabria per eventuali provvedimenti di loro competenza.



Vincenzo Crea - Referente unico dell’ANCADIC


11-04-2018 18:00

NOTIZIE CORRELATE


15-12-2018 - ATTUALITA'

Bovini vaganti nei territori della piana, continua l'impegno della Prefettura

Alcuni animali sono stati abbattuti per motivi sanitari
15-12-2018 - CRONACA

Falcomatà: "Profondo cordoglio per la morte di Antonio. Reggio Calabria è in lutto"

La Città si unisce al dolore della famiglia ed esprime la sua vicinanza ai familiari di tutte le vittime della strage di Strasburgo
15-12-2018 - CRONACA

Morte Megalizzi, Siclari (FI): "Lacrime e una promessa, non vinceranno loro"

Il senatore esprime il suo cordoglio e la sua vicinanza ai familiari del giovane ucciso
15-12-2018 - CRONACA

Calcio Lega Pro, a gennaio 2019 prenderà il via il "Progetto 3P"

Il Progetto intende favorire nuove prassi organizzative finalizzate a rendere fruibile al maggior numero possibile di appassionati l'evento sportivo
15-12-2018 - SPORT

Basket, Tonino Zorzi presenta il libro "La mia Itaca"

L'iniziativa è promossa dall'associazione Viola Inside

ULTIME NEWS

CRONACA

Reggio, confiscati beni ad esponente della cosca Alampi

Militari del Nucleo Investigativo reggino hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro di beni riconducibili al patrimonio di PALUMBO MATTEO (Reggio Calabria, cl. 70), soggetto indiziato di appartenere alla cosca “ALAMPI”, attiva nel ...
CRONACA

Confisca di beni ad esponente della cosca Iamonte

Ieri mattina i Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno dato esecuzione al decreto di sequestro di beni mobili e finanziari riconducibili al patrimonio di COSTARELLA Andrea Domenico (Melito Porto Salvo, cl. 79), soggetto indiziato di ...
ATTUALITA'

Carabinieri, dopo oltre 34 anni di permanenza nell'Arma il luogotenente Benedetto lascia il servizio

Dopo oltre 34 anni di permanenza nell’Arma dei Carabinieri, oggi il luogotenente Filippo Benedetto lascia il servizio attivo. Arruolatosi ...
CRONACA

E' morto Antonio Megalizzi, il giornalista di origini calabresi ferito nell'attentato di Strasburgo

E' morto Antonio Megalizzi, il giornalista 29enne ferito martedì sera nell'attentato di Strasburgo. La notizia della morte del cronista, ...
ATTUALITA'

Lazzaro, strada per Comunia: i vigili del Fuoco certificano il movimento franoso probabilmente per infiltrazioni di acqua

Dal rapporto d’intervento di soccorso dei Vigili del Fuoco di Reggio Calabria acquisito a seguito di richiesta ...
ATTUALITA'

"Il Comune non rispetta i patti sottoscritti e non paga le spettanze dei Centri socioeducativi per minori disabili"

Reggio Calabria. Come ogni anno ormai, è consuetudine di questa Amministrazione Comunale non erogare nel periodo natalizio ...
ATTUALITA'

Reggio, Confesercenti: "Corso Garibaldi incantevole ma le altre vie del Centro Storico sono abbandonate"

Vogliamo fare un plauso all’Amministrazione Comunale che quest’anno consegna alla città, per il Natale, un Corso Garibaldi addobbato ...
ATTUALITA'

Reggio, rifiuti sanitari nel torrente Valanidi

Un brutto risveglio quest’oggi per la comunità di Oliveto, piccola frazione nella zona sud della città. Nel torrente Valanidi, in corrispondenza del centro abitato, stamani sono stati segnalati rifiuti sanitari abbandonati. Il fatto in sé ...
CRONACA

San Ferdinando, individuato alloggio alternativo per il fratello del giovane Suruwa Jaithe deceduto nella baraccopoli

Prosegue l’impegno della Prefettura volto ad alleviare le condizioni di disagio in cui versano gli immigrati presenti ...
CRONACA

Reggio, blitz della Polizia nel quartiere di Ciccarello: rinvenute munizioni all'interno di una cabina Enel FOTO

Reggio Calabria. Continuano, senza sosta, i controlli predisposti nell’ambito del Piano di azione nazionale e transnazionale Focus ‘ndrangheta, elaborato in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, estesi all’intero territorio cittadino. Nei giorni scorsi, la Polizia di Stato ha nell’intera area del quartiere di Ciccarello numerosi servizi volti ad una sempre più incisiva attività di controllo del territorio e di contrasto alla criminalità ed alla verifica di eventuali allacci abusivi alla rete elettrica. Il dispositivo di sicurezza e di controllo straordinario del territorio previsto dal Questore Grassi ha visto l’impiego degli uomini della Polizia di Stato in servizio presso la Squadra Mobile, presso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, coadiuvati dalle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine “Calabria Meridionale” di Siderno, supportati dal personale specializzato del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica che ha documentato l’intera attività. Il quartiere di Ciccarello è stato presidiato dalle Polizia di Stato e sono stati predisposti una serie di posti di controllo con la presenza di numerosi equipaggi su tutte le strade dell’abitato, per una più incisiva e penetrante attività di controllo. L’attività di controllo del territorio e di prevenzione ha avuto quale obiettivo principale il controllo delle vie e delle autovetture in transito. Durante lo svolgimento di questi servizi capillari gli Agenti della Polizia di Stato hanno rivenuto all’interno di una cabina elettrica dell’Enel un borsone con diverse munizioni di vario calibro ed una centralina elettrica per autovettura. Il controllo all’interno della citata cabina elettrica si è reso necessario anche per la verifica di eventuali allacci abusivi alla rete elettrica, attività che continuerà in tutto il territorio comunale e che ha già ottenuto ottimi risultati nei giorni scorsi. All’interno del borsone sono state rinvenute e sequestrate 12 cartucce per pistola cal.9x19, 6 cartucce per pistola cal.38 special, circa 100 cartucce per fucile cal.12. I poliziotti della Scientifica hanno compiuto i primi rilievi e gli investigatori della Polizia di Stato sono sulle tracce di chi ha abbandonato il borsone con le munizioni. I servizi proseguiranno nei prossimi giorni ed interesseranno il territorio cittadino e la ...
ATTUALITA'

Domenica 16 dicembre chiusa l'autostrada A2 tra gli svincoli di Gallico e Reggio Calabria Porto

Reggio Calabria. Per consentire l’avanzamento degli interventi di ‘restyling’ della Tangenziale di Reggio Calabria, si rendono necessarie delle ...
ATTUALITA'

Irrera (CasaPound): 'Agricoltori italiani messi in ginocchio dall'Unione Europea, nella Piana di Gioia Tauro la situazione è tragica'

“L’agricoltura Italiana soccombe sotto i colpi mortali dell’Unione ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

EUREKA
Quiz Show
RTV NEWS PRIMA EDIZIONE
SU IL SIPARIO!
MEDICINA IN DIRETTA
L'appuntamento settimanale con la salute
Hermes
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Nuova piscina comunale.
  • Schifo in piazza zerbi
  • Mancata pulizia caditoia
  • Certi cittadini campioni di incivilta’
  • Degrado di una citta’
  • problema orti
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Italpress
idomotica
Basta vittime 106