Mesotelioma e cancro al polmone, un altro ferroviere deceduto a Reggio Calabria: la famiglia agisce di fronte alla Magistratura civile
ATTUALITA'

Ricorre oggi proprio l'anniversario del decesso del sig. M.D.

Mesotelioma e cancro al polmone, un altro ferroviere deceduto a Reggio Calabria: la famiglia agisce di fronte alla Magistratura civile

Reggio Calabria. "Ferrovie dello Stato e amianto a Reggio Calabria. L’Avv. Ezio Bonanni, presidente dell’ONA e pioniere in Italia della difesa delle vittime dell’amianto promuove un’ulteriore azione giudiziaria nella città di Reggio Calabria. Un altro ricorso sarà presentato dall’Avv. Ezio Bonanni presso il Giudice del lavoro della città di Reggio Calabria sul rischio amianto in Ferrovie dello Stato. Si tratta del caso di M. D., il quale è deceduto in data 12.04.2007 per mesotelioma e cancro polmonare secondario, il tutto per esposizione ad amianto. Ma né l’INAIL né le Ferrovie dello Stato intendono indennizzare e/o risarcire il danno ed allora non rimane che la strada del ricorso giudiziario alla Magistratura e anche probabilmente un nuovo esposto alla Procura della Repubblica di Reggio Calabria.
«I famigliari del Sig. M. D. si sono rivolti all’Osservatorio Nazionale Amianto dopo che per anni c’era stato un continuo rimpallo tra le Ferrovie dello Stato e l’INAIL, entrambi intenzionati a non riconoscere l’origine professionale del mesotelioma primitivo e successivamente cancro polmonare che hanno attanagliato e ucciso il Sig. M. D., ormai nel lontano 12 aprile del 2007. Una storia incredibile fatta di omissioni, che sono venute alla luce grazie alla nostra associazione, l’Osservatorio Nazionale Amianto, che ha informato la vedova della presenza di amianto nelle carrozze ferroviarie e nelle installazioni ferroviarie nella città di Reggio Calabria, ormai nota per il numero impressionante di patologie asbesto correlate proprio tra i ferrovieri» dichiara l’Avv. Ezio Bonanni presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto e legale dei famigliari della vittima.
«Risulta incredibile come le Ferrovie dello Stato tentino in ogni modo di negare la condizione di rischio amianto anche e soprattutto quando ci sono i malati e i morti e questo non è eticamente e moralmente corretto, specialmente da parte di una impresa di Stato che si è resa protagonista di sistematiche violazioni dei diritti dei lavoratori e negli ultimi anni anche di disastri ferroviari come quello di Viareggio, rimasti tutti impuniti nonostante il numero dei morti, una vera e propria strage provocata dall’incuria di coloro che pensano di essere immuni perché rappresentanti di una impresa di Stato.
Per questo motivo io, ex finanziere malato di amianto, proprio perché posto in servizio vicino a carrozze ferroviarie con presenza di amianto, mi batto anche se in gravi condizioni di salute per cercare di preservare la sacralità e la dignità della vita umana calpestate dalle Ferrovie dello Stato, o per meglio dire, da coloro che indegnamente hanno rappresentato le Ferrovie dello Stato ed è per questo motivo che auspico che i responsabili di questa strage di amianto tra i ferroviere abbiano la punizione di giustizia. Chiediamo l’intervento del Capo dello Stato, del Presidente del Consiglio, dei Ministri e di tutte le istituzioni perché richiamino i manager delle Ferrovie dello Stato di loro nomina al rispetto della legge, prima di tutto per la bonifica dell’amianto presente nelle installazioni delle Ferrovie dello Stato e per evitare le lungaggini che
Comunicato Stampa ONA Reggio Calabria 12.04.2018
hanno permesso ai responsabili della strage di Viareggio, che ha provocato la morte di 32 innocenti, di rimanere impuniti senza un giorno di carcere. Questo è vergognoso. Degli assassini che hanno provocato la morte di 32 persone, hanno avuto una pena che verrà dichiarata prescritta perché nel frattempo il processo si è dilungato per un sacco di anni e quindi materialmente non succederà niente. Mi auguro che ciò non succeda anche per i morti di amianto nelle ferrovie a Reggio Calabria e quindi mi appello al Capo dello Stato anche quale presidente del CSM perché i tempi della giustizia siano solleciti e assicurino alle patrie galere i manager delle Ferrovie dello Stato che hanno esposto i nostri cari all’amianto e hanno provocato la morte» dichiara Antonio Dal Cin, coordinatore nazione di ONA Onlus, ex finanziere malato di asbestosi eroe civile della lotta contro l’amianto in Italia e pilastro dell’Osservatorio Nazionale Amianto.
Gli fa eco Massimo Alampi, coordinatore dell’Osservatorio Nazionale Amianto di Reggio Calabria, figlio di Letterio Alampi deceduto per mesotelioma per presenza di amianto nelle carrozze ferroviarie delle Ferrovie dello Stato che in questo caso l’INAIL ha riconosciuto: «non capisco le ragioni per le quali si cerchi sempre di ostacolare il riconoscimento dell’origine professionale del mesotelioma che ha portato alla morte del Sig. M. D. È per questi motivi che la nostra associazione è fortemente mobilitata a Reggio Calabria come nel resto d’Italia per la tutela delle vittime nelle Ferrovie dello Stato. Chiediamo l’intervento del Capo dello Stato, del Presidente del Consiglio, dei Ministri e di tutte le istituzioni perché richiamino i manager delle Ferrovie dello Stato di loro nomina al rispetto della legge, prima di tutto per la bonifica dell’amianto presente nelle installazioni delle Ferrovie dello Stato».
L’Osservatorio Nazionale Amianto, continua così la sua battaglia contro la problematica amianto, che giorno dopo giorno dimostra esser diffusa a macchia di leopardo su tutto il territorio italiano, con l’augurio che le istituzioni competenti cerchino di arginare il problema in vista non delle generazioni passate, ma di quelle che verranno."
Ufficio Stampa ONA







12-04-2018 17:49

NOTIZIE CORRELATE


15-12-2018 - ATTUALITA'

Bovini vaganti nei territori della piana, continua l'impegno della Prefettura

Alcuni animali sono stati abbattuti per motivi sanitari
15-12-2018 - CRONACA

Falcomatà: "Profondo cordoglio per la morte di Antonio. Reggio Calabria è in lutto"

La Città si unisce al dolore della famiglia ed esprime la sua vicinanza ai familiari di tutte le vittime della strage di Strasburgo
15-12-2018 - CRONACA

Morte Megalizzi, Siclari (FI): "Lacrime e una promessa, non vinceranno loro"

Il senatore esprime il suo cordoglio e la sua vicinanza ai familiari del giovane ucciso
15-12-2018 - CRONACA

Calcio Lega Pro, a gennaio 2019 prenderà il via il "Progetto 3P"

Il Progetto intende favorire nuove prassi organizzative finalizzate a rendere fruibile al maggior numero possibile di appassionati l'evento sportivo
15-12-2018 - SPORT

Basket, Tonino Zorzi presenta il libro "La mia Itaca"

L'iniziativa è promossa dall'associazione Viola Inside

ULTIME NEWS

CRONACA

Reggio, confiscati beni ad esponente della cosca Alampi

Militari del Nucleo Investigativo reggino hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro di beni riconducibili al patrimonio di PALUMBO MATTEO (Reggio Calabria, cl. 70), soggetto indiziato di appartenere alla cosca “ALAMPI”, attiva nel ...
CRONACA

Confisca di beni ad esponente della cosca Iamonte

Ieri mattina i Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno dato esecuzione al decreto di sequestro di beni mobili e finanziari riconducibili al patrimonio di COSTARELLA Andrea Domenico (Melito Porto Salvo, cl. 79), soggetto indiziato di ...
ATTUALITA'

Carabinieri, dopo oltre 34 anni di permanenza nell'Arma il luogotenente Benedetto lascia il servizio

Dopo oltre 34 anni di permanenza nell’Arma dei Carabinieri, oggi il luogotenente Filippo Benedetto lascia il servizio attivo. Arruolatosi ...
CRONACA

E' morto Antonio Megalizzi, il giornalista di origini calabresi ferito nell'attentato di Strasburgo

E' morto Antonio Megalizzi, il giornalista 29enne ferito martedì sera nell'attentato di Strasburgo. La notizia della morte del cronista, ...
ATTUALITA'

Lazzaro, strada per Comunia: i vigili del Fuoco certificano il movimento franoso probabilmente per infiltrazioni di acqua

Dal rapporto d’intervento di soccorso dei Vigili del Fuoco di Reggio Calabria acquisito a seguito di richiesta ...
ATTUALITA'

"Il Comune non rispetta i patti sottoscritti e non paga le spettanze dei Centri socioeducativi per minori disabili"

Reggio Calabria. Come ogni anno ormai, è consuetudine di questa Amministrazione Comunale non erogare nel periodo natalizio ...
ATTUALITA'

Reggio, Confesercenti: "Corso Garibaldi incantevole ma le altre vie del Centro Storico sono abbandonate"

Vogliamo fare un plauso all’Amministrazione Comunale che quest’anno consegna alla città, per il Natale, un Corso Garibaldi addobbato ...
ATTUALITA'

Reggio, rifiuti sanitari nel torrente Valanidi

Un brutto risveglio quest’oggi per la comunità di Oliveto, piccola frazione nella zona sud della città. Nel torrente Valanidi, in corrispondenza del centro abitato, stamani sono stati segnalati rifiuti sanitari abbandonati. Il fatto in sé ...
CRONACA

San Ferdinando, individuato alloggio alternativo per il fratello del giovane Suruwa Jaithe deceduto nella baraccopoli

Prosegue l’impegno della Prefettura volto ad alleviare le condizioni di disagio in cui versano gli immigrati presenti ...
CRONACA

Reggio, blitz della Polizia nel quartiere di Ciccarello: rinvenute munizioni all'interno di una cabina Enel FOTO

Reggio Calabria. Continuano, senza sosta, i controlli predisposti nell’ambito del Piano di azione nazionale e transnazionale Focus ‘ndrangheta, elaborato in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, estesi all’intero territorio cittadino. Nei giorni scorsi, la Polizia di Stato ha nell’intera area del quartiere di Ciccarello numerosi servizi volti ad una sempre più incisiva attività di controllo del territorio e di contrasto alla criminalità ed alla verifica di eventuali allacci abusivi alla rete elettrica. Il dispositivo di sicurezza e di controllo straordinario del territorio previsto dal Questore Grassi ha visto l’impiego degli uomini della Polizia di Stato in servizio presso la Squadra Mobile, presso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, coadiuvati dalle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine “Calabria Meridionale” di Siderno, supportati dal personale specializzato del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica che ha documentato l’intera attività. Il quartiere di Ciccarello è stato presidiato dalle Polizia di Stato e sono stati predisposti una serie di posti di controllo con la presenza di numerosi equipaggi su tutte le strade dell’abitato, per una più incisiva e penetrante attività di controllo. L’attività di controllo del territorio e di prevenzione ha avuto quale obiettivo principale il controllo delle vie e delle autovetture in transito. Durante lo svolgimento di questi servizi capillari gli Agenti della Polizia di Stato hanno rivenuto all’interno di una cabina elettrica dell’Enel un borsone con diverse munizioni di vario calibro ed una centralina elettrica per autovettura. Il controllo all’interno della citata cabina elettrica si è reso necessario anche per la verifica di eventuali allacci abusivi alla rete elettrica, attività che continuerà in tutto il territorio comunale e che ha già ottenuto ottimi risultati nei giorni scorsi. All’interno del borsone sono state rinvenute e sequestrate 12 cartucce per pistola cal.9x19, 6 cartucce per pistola cal.38 special, circa 100 cartucce per fucile cal.12. I poliziotti della Scientifica hanno compiuto i primi rilievi e gli investigatori della Polizia di Stato sono sulle tracce di chi ha abbandonato il borsone con le munizioni. I servizi proseguiranno nei prossimi giorni ed interesseranno il territorio cittadino e la ...
ATTUALITA'

Domenica 16 dicembre chiusa l'autostrada A2 tra gli svincoli di Gallico e Reggio Calabria Porto

Reggio Calabria. Per consentire l’avanzamento degli interventi di ‘restyling’ della Tangenziale di Reggio Calabria, si rendono necessarie delle ...
ATTUALITA'

Irrera (CasaPound): 'Agricoltori italiani messi in ginocchio dall'Unione Europea, nella Piana di Gioia Tauro la situazione è tragica'

“L’agricoltura Italiana soccombe sotto i colpi mortali dell’Unione ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

FUORI GIOCO
90 minuti di gioco e fuori... gioco
SU IL SIPARIO!
CIVITAS
Manuale di Convivenza Civile
MEDICINA IN DIRETTA
L'appuntamento settimanale con la salute
Hermes
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Nuova piscina comunale.
  • Schifo in piazza zerbi
  • Mancata pulizia caditoia
  • Certi cittadini campioni di incivilta’
  • Degrado di una citta’
  • problema orti
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Basta vittime 106
Italpress
idomotica