Reggio, alloggi popolari. Petizione per il ripristino del finanziamento di 11 milioni
ATTUALITA'

Per avere altre notizie e sapere i luoghi di raccolta firme, scrivere una mail all'indirizzo unmondodimondirc@gmail.com  o telefonare al 3299036972

Reggio, alloggi popolari. Petizione per il ripristino del finanziamento di 11 milioni

Reggio Calabria. Avviata in questi giorni la raccolta di 500 firme per una petizione popolare finalizzata a favorire l’assegnazione di alloggi popolari per le famiglie in condizioni di bisogno abitativo e da presentare ai sensi dell’articolo 17 dello Statuto comunale e dell’articolo 19 del Regolamento per l’attuazione degli istituti di partecipazione popolare.
Nella città di Reggio Calabria infatti centinaia di famiglie da anni attendono l’assegnazione di un alloggio popolare: i vincitori del bando comunale del 2005 e le persone in emergenza abitativa. Il Comune, negli ultimi 4 anni, avrebbe potuto reperire alloggi per circa 160 famiglie, utilizzando il finanziamento di 11,5 milioni di euro del “Decreto Reggio”, destinato a nuovi alloggi erp. Purtroppo il Consiglio comunale ha deciso con la delibera nr 70 del 31 ottobre 2016, di impegnare ben 11 milioni di questa somma per altre opere. Alle famiglie richiedenti l’assegnazione di un alloggio, l’Amministrazione ha sempre obiettato l’indisponibilità di alloggi.
Per correggere questa decisione, con la quale è stato negato il diritto alla casa a tante famiglie a basso reddito, associazioni, movimenti e famiglie, riunite nell’Osservatorio sul disagio abitativo, hanno predisposto la presentazione di una petizione popolare. L’obiettivo è far sì che il Consiglio comunale ridiscuta e quindi ripristini, con una delibera, il finanziamento di 11 milioni per l’acquisto di nuovi alloggi popolari e predisponga i successivi atti necessari per renderlo operativo.
La richiesta è legittima ed applicabile, considerato che le opere del Decreto Reggio, alle quale si presume sia stato destinato il finanziamento, non sono state ancora realizzate, mentre le condizioni delle famiglie in bisogno abitativo peggiorano di giorno in giorno.
La petizione prevede la richiesta di acquisto di nuovi alloggi. In città infatti ci sono migliaia di case private vuote, oltre 60.000 (Istat), che potrebbero essere utilizzate, evitando il consumo di altro suolo, la realizzazione di altri ghetti e ottenendo più velocemente gli alloggi da assegnare.
L’acquisto di nuovi alloggi garantirebbe il diritto alla casa alle famiglie in stato di bisogno abitativo. Ma non solo. Attraverso l’acquisto di nuovi alloggi, si bilancerebbe l’azione di dismissione dell’intero patrimonio erp nel territorio comunale (alloggi di proprietà comunale e dell’Aterp), in atto da anni con costanti operazioni di vendita degli alloggi popolari.
Non si può dimenticare che questo patrimonio costituisce il welfare strutturale, a garanzia del diritto alla casa per le famiglie a basso reddito; la sua dismissione è quindi un ulteriore colpo al cuore alle fasce più deboli e a tutti coloro che nel prossimo futuro potrebbero perdere il lavoro e non potranno sostenere le spese di un affitto sempre più alto rispetto al reddito percepito.
Il “dogma” politico secondo cui in periodo di crisi è necessario dismettere il patrimonio e non implementarlo e nemmeno mantenerlo segue una logica neoliberista da evitare. Questo assunto non considera infatti la necessità di mantenere e sviluppare le misure di welfare, garantite proprio dai beni in vendita, e soprattutto non valuta gli elevati costi sociali di questa scelta. Non è trascurabile inoltre l’effetto positivo del welfare abitativo, costituito dal patrimonio di alloggi popolari, nel garantire il diritto alla casa ma anche altri obiettivi sociali quali l’inclusione, il miglioramento delle condizioni di salute, la calmierazione dei canoni di affitto.
Pertanto, la rete di associazioni e movimenti invita a firmare la petizione popolare come forma di rivendicazione sociale, affinché l’Amministrazione comunale attivi un’efficace politica della casa al servizio del bene comune.
La petizione può essere firmata dai cittadini italiani e comunitari regolarmente residenti nella città di Reggio Calabria, e dai cittadini extracomunitari residenti nel Comune e con regolare permesso di soggiorno. Per avere altre notizie e sapere i luoghi di raccolta firme, scrivere una mail all’indirizzo unmondodimondirc@gmail.com o telefonare al 3299036972. Il testo della petizione e la delibera di Consiglio Comunale nr 70 del 31 ottobre 2016 sono reperibili on line.
07-12-2018 15:34

NOTIZIE CORRELATE


15-12-2018 - ATTUALITA'

Bovini vaganti nei territori della piana, continua l'impegno della Prefettura

Alcuni animali sono stati abbattuti per motivi sanitari
15-12-2018 - CRONACA

Falcomatà: "Profondo cordoglio per la morte di Antonio. Reggio Calabria è in lutto"

La Città si unisce al dolore della famiglia ed esprime la sua vicinanza ai familiari di tutte le vittime della strage di Strasburgo
15-12-2018 - CRONACA

Morte Megalizzi, Siclari (FI): "Lacrime e una promessa, non vinceranno loro"

Il senatore esprime il suo cordoglio e la sua vicinanza ai familiari del giovane ucciso
15-12-2018 - CRONACA

Calcio Lega Pro, a gennaio 2019 prenderà il via il "Progetto 3P"

Il Progetto intende favorire nuove prassi organizzative finalizzate a rendere fruibile al maggior numero possibile di appassionati l'evento sportivo
15-12-2018 - SPORT

Basket, Tonino Zorzi presenta il libro "La mia Itaca"

L'iniziativa è promossa dall'associazione Viola Inside

ULTIME NEWS

CRONACA

Reggio, confiscati beni ad esponente della cosca Alampi

Militari del Nucleo Investigativo reggino hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro di beni riconducibili al patrimonio di PALUMBO MATTEO (Reggio Calabria, cl. 70), soggetto indiziato di appartenere alla cosca “ALAMPI”, attiva nel ...
CRONACA

Confisca di beni ad esponente della cosca Iamonte

Ieri mattina i Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno dato esecuzione al decreto di sequestro di beni mobili e finanziari riconducibili al patrimonio di COSTARELLA Andrea Domenico (Melito Porto Salvo, cl. 79), soggetto indiziato di ...
ATTUALITA'

Carabinieri, dopo oltre 34 anni di permanenza nell'Arma il luogotenente Benedetto lascia il servizio

Dopo oltre 34 anni di permanenza nell’Arma dei Carabinieri, oggi il luogotenente Filippo Benedetto lascia il servizio attivo. Arruolatosi ...
ATTUALITA'

Lazzaro, strada per Comunia: i vigili del Fuoco certificano il movimento franoso probabilmente per infiltrazioni di acqua

Dal rapporto d’intervento di soccorso dei Vigili del Fuoco di Reggio Calabria acquisito a seguito di richiesta ...
ATTUALITA'

"Il Comune non rispetta i patti sottoscritti e non paga le spettanze dei Centri socioeducativi per minori disabili"

Reggio Calabria. Come ogni anno ormai, è consuetudine di questa Amministrazione Comunale non erogare nel periodo natalizio ...
CRONACA

Bracconaggio, i Carabinieri Forestali denunciano tre persone nel reggino

Nei giorni scorsi, nell’ambito di un servizio di controllo straordinario del territorio, coordinato dal Reparto Carabinieri Parco Nazionale d’Aspromonte di Reggio Calabria e finalizzato alla repressione ...
CRONACA

E' morto Antonio Megalizzi, il giornalista di origini calabresi ferito nell'attentato di Strasburgo

E' morto Antonio Megalizzi, il giornalista 29enne ferito martedì sera nell'attentato di Strasburgo. La notizia della morte del cronista, ...
ATTUALITA'

Reggio, Confesercenti: "Corso Garibaldi incantevole ma le altre vie del Centro Storico sono abbandonate"

Vogliamo fare un plauso all’Amministrazione Comunale che quest’anno consegna alla città, per il Natale, un Corso Garibaldi addobbato ...
ATTUALITA'

Reggio, rifiuti sanitari nel torrente Valanidi

Un brutto risveglio quest’oggi per la comunità di Oliveto, piccola frazione nella zona sud della città. Nel torrente Valanidi, in corrispondenza del centro abitato, stamani sono stati segnalati rifiuti sanitari abbandonati. Il fatto in sé ...
CRONACA

San Ferdinando, individuato alloggio alternativo per il fratello del giovane Suruwa Jaithe deceduto nella baraccopoli

Prosegue l’impegno della Prefettura volto ad alleviare le condizioni di disagio in cui versano gli immigrati presenti ...
CRONACA

Reggio, blitz della Polizia nel quartiere di Ciccarello: rinvenute munizioni all'interno di una cabina Enel FOTO

Reggio Calabria. Continuano, senza sosta, i controlli predisposti nell’ambito del Piano di azione nazionale e transnazionale Focus ‘ndrangheta, elaborato in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, estesi all’intero territorio cittadino. Nei giorni scorsi, la Polizia di Stato ha nell’intera area del quartiere di Ciccarello numerosi servizi volti ad una sempre più incisiva attività di controllo del territorio e di contrasto alla criminalità ed alla verifica di eventuali allacci abusivi alla rete elettrica. Il dispositivo di sicurezza e di controllo straordinario del territorio previsto dal Questore Grassi ha visto l’impiego degli uomini della Polizia di Stato in servizio presso la Squadra Mobile, presso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, coadiuvati dalle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine “Calabria Meridionale” di Siderno, supportati dal personale specializzato del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica che ha documentato l’intera attività. Il quartiere di Ciccarello è stato presidiato dalle Polizia di Stato e sono stati predisposti una serie di posti di controllo con la presenza di numerosi equipaggi su tutte le strade dell’abitato, per una più incisiva e penetrante attività di controllo. L’attività di controllo del territorio e di prevenzione ha avuto quale obiettivo principale il controllo delle vie e delle autovetture in transito. Durante lo svolgimento di questi servizi capillari gli Agenti della Polizia di Stato hanno rivenuto all’interno di una cabina elettrica dell’Enel un borsone con diverse munizioni di vario calibro ed una centralina elettrica per autovettura. Il controllo all’interno della citata cabina elettrica si è reso necessario anche per la verifica di eventuali allacci abusivi alla rete elettrica, attività che continuerà in tutto il territorio comunale e che ha già ottenuto ottimi risultati nei giorni scorsi. All’interno del borsone sono state rinvenute e sequestrate 12 cartucce per pistola cal.9x19, 6 cartucce per pistola cal.38 special, circa 100 cartucce per fucile cal.12. I poliziotti della Scientifica hanno compiuto i primi rilievi e gli investigatori della Polizia di Stato sono sulle tracce di chi ha abbandonato il borsone con le munizioni. I servizi proseguiranno nei prossimi giorni ed interesseranno il territorio cittadino e la ...
ATTUALITA'

Domenica 16 dicembre chiusa l'autostrada A2 tra gli svincoli di Gallico e Reggio Calabria Porto

Reggio Calabria. Per consentire l’avanzamento degli interventi di ‘restyling’ della Tangenziale di Reggio Calabria, si rendono necessarie delle ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

CIVITAS
Manuale di Convivenza Civile
ASPETTANDO IL TG
CHISTI SIMU
RASSEGNA STAMPA
Hermes
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.15

Teatro
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Nuova piscina comunale.
  • Schifo in piazza zerbi
  • Mancata pulizia caditoia
  • Certi cittadini campioni di incivilta’
  • Degrado di una citta’
  • problema orti
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
idomotica
Basta vittime 106
Italpress