Ospedale di Locri, il Sindaco presenta formale esposto alla Procura della Repubblica
ATTUALITA'

affinché vengano individuati e assicurati alla giustizia i responsabili materiali e morali del disastro sanitario

Ospedale di Locri, il Sindaco presenta formale esposto alla Procura della Repubblica

Quanto sta accadendo nell’Ospedale di Locri è assolutamente inaccettabile ed è fondamentale denunciare e contrastare.
Mentre la struttura continua a cadere a pezzi e le disfunzioni sono armai all’ordine del giorno, i responsabili dell’evidente scempio continuano a rimanere al proprio posto, restando indifferenti alle sollecitazioni e alle preoccupazioni provenienti dal territorio.
Le numerosissime iniziative portate avanti negli anni non hanno minimamente scalfito chi di competenza che, anche davanti alla recente buona volontà e ferma presa di posizione del nuovo Commissario del Governo, Gen. Saverio Cotticelli, che aveva nei giorni scorsi a Locri manifestato ferma volontà ad invertire il trend negativo registrato nell’ultimo quinquennio, continuano a non dare adeguata risposta, anzi dimostrano menefreghismo come accaduto nel caso emblematico delle disfunzioni degli ascensori.
Questa mattina, il Sindaco della Città di Locri e Autorità Sanitaria Locale, come preannunciato ieri, ha presentato, in nome e per conto di tutta l'Amministrazione Comunale, formale esposto – nota prot.2808/2019 - alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Locri, affinché vengano individuati e assicurati alla giustizia i responsabili materiali e morali del disastro sanitario che quotidianamente colpisce i cittadini della Locride.
Nell’esposto il Sindaco ha evidenziato di voler porre all’attenzione della magistratura alcuni accadimenti che si inseriscono nell’ambito di una vicenda pubblica, sollecitando che vengano effettuati gli opportuni accertamenti, nonché venga valutata la sussistenza di eventuali profili di penale rilevanza di specifici fatti dedotti.
Nello specifico dell’esposto il Sindaco ha denunciato che ”i cittadini lamentano, giustamente, che spesso presso l’Ospedale pubblico sito in c.da Verga a Locri si verificano numerose situazioni di disservizio che arrecano evidente disagio ai cittadini che non hanno altre alternative di cure sanitarie pubbliche sul territorio.
Si segnala in particolar modo che accade spesso che gli ascensori, in particolar modo quelli relativi al collegamento con le strutture di Utic, Cardiologia, Medicina, Psichiatria, Pneumologia, Angiologia ed altre, risultano da tempo non funzionanti.
L’unico ascensore – uno su cinque - funzionante per accedere a detti reparti, si è rotto più volte nell’ultimo mese cagionando disagio agli operatori, ai pazienti e ai cittadini.
Si evidenzia, inoltre, l’uso indiscriminato di detto ascensore che viene utilizzato indifferentemente per il trasporto dei pazienti, degli operatori, dei visitatori, del vitto e dei rifiuti normali e speciali.
Nelle scorse settimane un cittadino affetto da grave patologia, non è stato tempestivamente trasportato nel reparto di rianimazione per come richiesto dai medici del reparto di cardiologia a causa del blocco degli ascensori. Lo stesso paziente è stato trasferito dopo diverse ore, quindi con notevole ritardo, nel reparto adeguato dov’è, purtroppo, deceduto dopo qualche ora.
A distanza di qualche giorno un operatore sanitario è rimasto bloccato sempre nello stesso ascensore ed è stato liberato dal tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco.
Per ultimo, nel pomeriggio di sabato 2 febbraio 2019, sempre l’unico ascensore funzionante, si è nuovamente rotto mettendo, ancora una volta, a rischio la vita dei pazienti. Alcuni pazienti sono stati trasportati di peso e con mezzi di fortuna nei competenti reparti con l’ausilio del personale del 118 e di alcuni volontari.
Medesima situazione si è ripetuta anche con altri ricoverati che necessitavano di cure di altri reparti.
Nella giornata di domenica 3 febbraio 2019 un paziente ha fatto la spola, sempre attraverso le scale e con il supporto manuale di operatori sanitari, dal reparto di pneumologia al reparto di nefrologia e dialisi.
Inoltre, sempre nella giornata di sabato 2 febbraio 2019, i medici in servizio al pronto soccorso, smontanti alle ore 14.00, non hanno avuto il cambio turno e sono rimasti in servizio fino alle ore 20.00, garantendo, diligentemente e responsabilmente, la continuità del servizio con un turno di lavoro continuativo di dodici ore e in palese violazione della vigente normativa in materia.
Inoltre, per come denunciato a mezzo stampa da un sindacato, alcuni reparti rischiano la chiusura per la mancanza dei farmaci e dei dispositivi medici essenziali per finalità diagnostiche e terapeutiche, rischiando di non garantire, pertanto, continuità delle prestazioni e quindi interruzione di pubblico servizio”.

Per quanto sopra esposto e motivato, il Sindaco Giovanni Calabrese, con il sostegno dell’Amministrazione Comunale, ha chiesto alla Procura della Repubblica guidata dal Procuratore D’Alessio, di voler disporre gli opportuni accertamenti in ordine ai fatti esposti, valutando gli eventuali profili di illiceità penale degli stessi e, nel caso, individuare i possibili responsabili e procedere nei loro confronti.
04-02-2019 18:31

NOTIZIE CORRELATE


22-05-2019 - ATTUALITA'

Progetto "Reggio in bici". Due giorni di educazione alla mobilità sostenibile. Protagonisti gli alunni di Archi e San Brunello dell'I.C. Falcomatà Archi

Il progetto mira a una maggiore diffusione della cultura della mobilità sostenibile nelle scuole
22-05-2019 - ATTUALITA'

Raccolta Differenziata: solo il 40% dei Comuni ha inviato le schede ad Arpacal

Per la provincia di Reggio Calabria trasmesse 30 schede su 97
22-05-2019 - ATTUALITA'

Reggio, un papà: "Mia figlia nata agli Ospedali Riuniti. Non c'è solo malasanità"

vorrei fare un plauso a chi stanotte ha assistito mia moglie nelle ore più dure del travaglio
22-05-2019 - ATTUALITA'

Avviate le procedure concorsuali al Comune di Reggio Calabria: pubblicato il bando per le mobilità

Sarà un'occasione per tutti i dipendenti della pubblica amministrazione

ULTIME NEWS

ECONOMIA

Porto di Gioia Tauro. Sciopero nazionale di 24 ore: la mobilitazione di FILT CGIL e FIT CISL

Le segreterie Nazionali di categoria hanno proclamato per il 23 maggio 2019 lo sciopero nazionale di 24 ore di tutti i lavoratori dei porti. Il motivo è ...
CRONACA

Giro di vite della Polizia Municipale, l'Assessore Zimbalatti: 'Intensificare controlli e servizi mirati'

Reggio Calabria. “Giro di vite” da parte della Polizia municipale di Reggio Calabria, su input dell’assessore comunale al settore ...
CRONACA

Sprar Riace. Anche dopo la sentenza del Tar dubbi su ripresa dell'esperienza

Riace (Reggio Calabria). Un paese svuotato. Questo è oggi Riace, il paese della Locride divenuto noto in tutto il mondo per il progetto di accoglienza e integrazione che vi era praticato fino alla ...
CRONACA

Gioia Tauro. Minaccia i Carabinieri durante un controllo: arrestato 72enne

Domenica sera, a Gioia Tauro, nel corso di un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati, i Carabinieri della locale Stazione, hanno arrestato Galati Michele, ...
CRONACA

Operazione Adorno 2019: i Carabinieri forestali sequestrano armi, munizioni e numerosi esemplari di fauna protetta

Sono considerevoli i risultati operativi dell’attività di repressione al fenomeno del bracconaggio che anche ...
CRONACA

Nonostante il divieto si reca allo stadio. DASPO di 8 anni a tifoso della Reggina

Reggio Calabria. Un’altra decisa risposta arriva da parte del Questore della Provincia di Reggio Calabria ai comportamenti scorretti tenuti in occasione della manifestazioni ...
CRONACA

Reggio Calabria. Accusati di rapina a mano armata: in due finiscono in manette NOMI/VIDEO

Reggio Calabria. Nella mattinata ...
SPORT

La difesa personale approda tra i banchi di scuola del Panella-Vallauri

Reggio Calabria. Un altro rilevante traguardo per l’I.T.T.“Panella-Vallauri” di Reggio Calabria. Il 20 maggio 2019 è stata firmata una importante convenzionetra la“Special Combat ...
CRONACA

Corruzione: otto arresti tra Lombardia e Calabria

Monza. I carabinieri di Monza stanno eseguendo otto arresti tra le province di Milano e Reggio Calabria, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Monza a vario titolo per peculato, corruzione per atti contrari ai doveri ...
ATTUALITA'

Reggio Calabria. Da oggi operativi i nuovi sistemi elettronici di controllo della velocità VIDEO

Reggio Calabria. Al ...
ATTUALITA'

Firma del protocollo di legalità al Porto di Gioia Tauro alla presenza del Ministro Toninelli VIDEO

ATTUALITA'

La mafia teme più la scuola o la giustizia? Alla Mediterranea di Reggio Calabria il Direttore della Dia Governale VIDEO

...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

RTV NEWS EDIZIONE NOTTURNA
ASPETTANDO IL TG
SMASHITS
I migliori videoclip musicali del momento con il brio del Vj Filippo Lopresti
E' TUTTO CINEMA
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.20

Chisti Simu
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Dissesto stradale
  • CONCORSO COSENZA - BLOCCO ASSUNZIONI
  • Strada dissestata mancanza di illuminazione stradale in totale abbandono
  • Agnana Calabra - Una eterna campagna elettorale in una europa saggia
  • Le agevolazioni per gli invalidi per tasse comunali
  • Nuova piscina comunale.
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
idomotica
Italpress
Basta vittime 106