Brancaleone. Il Codacons deposita una denuncia per l'acqua inquinata e chiede il sequestro della rete idrica
ATTUALITA'

'Una situazione ai margini della civiltà'

Brancaleone. Il Codacons deposita una denuncia per l'acqua inquinata e chiede il sequestro della rete idrica

Il Codacons chiede alla Procura di Reggio Calabria di procedere all’immediato sequestro dell’intera rete idrica che serve il comune di Brancaleone. “Riteniamo doveroso comprendere le cause di una situazione che relega i Cittadini di Brancaleone a vivere in condizioni da terzo mondo” - sostiene Francesco Di Lieto, vicepresidente nazionale del Codacons.
“Chiediamo all’Ufficio di Procura di porre sotto sequestro sia i pozzi che i serbatoi Le Rocchette e Sperlongara nonché la fontana pubblica posta nel piazzale antistante la stazione ferroviaria”. È giunto il momento di comprendere le ragioni che relegano Brancaleone in una situazione di perenne emergenza, non degna di un paese che si definisce “civile”. L’annosa questione della salubrità dell’acqua a Brancaleone - prosegue Di Lieto, che ha sottoscritto la denuncia - impone immediati interventi perché non si può scherzare con la salute e l’incolumità della popolazione. L’accesso all’acqua “potabile” è un diritto inalienabile e, inoltre, costituisce un presupposto fondamentale affinché ogni edificio possa essere abitabile ovvero utilizzabile. A Brancaleone, pertanto, sono costretti a vivere in una situazione di illegalità diffusa, la cui responsabilità non è, di certo, ascrivibile ai Cittadini. Gli abitanti sono stanchi di uno stucchevole scaricabile fra Enti, mentre l’acqua continua ad esser loro “vietata”. Confidiamo che il Procuratore Giovanni Bombardieri intervenga al più presto per fare, finalmente, chiarezza non soltanto su tutte le responsabilità ma anche sugli interventi da porre in essere nell’immediato per ripristinare la legalità e garantire il diritto alla salute di chi vive a Brancaleone. Nel contempo - prosegue Di Lieto - abbiamo chiesto al Prefetto di Reggio Calabria di intervenire, in ottemperanza a quanto disposto dal D.L.vo 29/2004 e dal DPR 180/2006, per ovviare alle evidenti e continue omissioni, disponendo tutto quanto necessario per approntare un efficace servizio di approvvigionamento idrico e, nell’immediato, predisporre servizi sostitutivi tramite autobotti onde garantire alla popolazione l’accesso all’acqua. Riteniamo paradossale - prosegue Di Lieto - che da anni si susseguano ordinanze per affermare la “non potabilità” dell’acqua e nessuno si decida ad intervenire. Eppure sfogliando i dati ci sarebbe da rabbrividire, dinnanzi a valori che indicano un inquinamento importante ma, evidentemente, Brancaleone non merita rispetto. In questo senso depone la circostanza che, nonostante il divieto categorico ad usare l’acqua “per fini umani”, si sia proceduto a raddoppiare le tariffe... tanto la dice lunga sulla preoccupazione per la salute pubblica. Ci troviamo dinnanzi - sostengono dal Codacons - ad un palese inadempimento che determina non solo il diritto al risarcimento del danno ma ha immediate ripercussioni sul contratto di somministrazione. Infatti, in un contratto a prestazioni corrispettive, la mancata erogazione della prestazione principale, cioè garantire l’acqua potabile, legittima il rifiuto da parte dell’utente a pagare le bollette. Per comprendere quello che da anni subisce Brancaleone, basta pensare al fatto che per bere i Cittadini sono costretti ad approvvigionarsi con bidoni recandosi in paesi limitrofi ovvero ad acquistare l’acqua confezionata. Questa è sicuramente una voce di danno - incalza Di Lieto - mentre la beffa è rappresentata dall’innalzamento spropositato delle tariffe. In questa situazione “ai margini della civiltà” non rimane che aggrapparci alle decisioni che andrà ad assumere la Procura - conclude Di Lieto - cui chiediamo di individuare tutti i responsabili di questa incredibile vicenda che umilia Brancaleone e la sua gente.
12-04-2019 16:32

NOTIZIE CORRELATE


21-05-2019 - ATTUALITA'

Prof sospesa a Palermo. L'ANPI Reggio Calabria solidale con Rosa Maria Dell'Aria

Non avrebbe "vigiliato" su un lavoro di ricerca che accosterebbe le leggi razziali al decreto sicurezza di Salvini
21-05-2019 - ATTUALITA'

Reggio Calabria. Da oggi operativi i nuovi sistemi elettronici di controllo della velocità VIDEO

In forza alla Polizia Municipale: operazioni dirette dal neo comandante Zucco
21-05-2019 - ATTUALITA'

Palmi. Sabato 25 maggio la giornata di pulizia 'Spiagge e fondali puliti'

organizzata dal Comune di Palmi, dal circolo Legambiente di Cittanova e dalla Capitaneria di Porto di Gioia Tauro
21-05-2019 - ATTUALITA'

Reggio, costruzione della nuova rotatoria all'incrocio tra il Viale Europa e la Via Pio XI: modifiche alla circolazione

Il provvedimento integrale è consultabile sul sito www.reggiocal.it
21-05-2019 - ATTUALITA'

Firma del protocollo di legalità al Porto di Gioia Tauro alla presenza del Ministro Toninelli VIDEO

tra il commissario dell'Autorità portuale Andrea Agostinelli e il prefetto di Reggio Calabria Massimo Mariani

ULTIME NEWS

ATTUALITA'

La mafia teme più la scuola o la giustizia? Alla Mediterranea di Reggio Calabria il Direttore della Dia Governale VIDEO

...
ATTUALITA'

Sciopero e Sit-in all'Aeroporto dello Stretto di Reggio Calabria: "Assenza totale di relazioni sindacali" VIDEO

...
ATTUALITA'

Restano sospesi i servizi di cure domiciliari, i Commissari non ricevono gli Enti del Terzo settore VIDEO

CRONACA

Operazione Re Mida. Traffico di droga tra Lazio e Calabria, 18 arresti VIDEO

Roma. La Guardia di Finanza di Roma sta eseguendo ...
CRONACA

Reggio Calabria. Sotto il cavalcavia una discarica abusiva: sequestrata dai finanzieri della Sezione Navale FOTO

Reggio Calabria. Il Corpo della Guardia di Finanza quale polizia del mare nazionale, affianca ai propri compiti tradizionali, di natura economico-finanziaria, la responsabilità di prima linea nel presidio di polizia delle acque territoriali italiane. In Calabria in particolare, sotto l’egida del Comando Regionale di Catanzaro, opera la risorsa specializzata costituita dal Reparto Operativo Aeronavale (R.O.A.N.) di Vibo Valentia, articolato lungo tutta la costa regionale sui diversi presidi della Stazione Navale di Vibo Marina e rinforzato dalla componente degli elicotteri della Sezione Aerea di Lamezia Terme. Il reparto mantiene lungo le coste un dispositivo permanente e unitario di prevenzione e contrasto ai traffici illeciti, proiezione di quello sul territorio assicurato dai vari comandi provinciali delle Fiamme Gialle, in sinergica collaborazione con le altre forze operanti sul mare e lungo la costa, in compiti di assistenza e soccorso, agendo, all’occorrenza, autonomamente e in collaborazione, anche sul territorio. Nel Reggino, infatti, la Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria opera, in costante coordinamento con gli altri enti preposti, nell’ambito del piano prefettizio di azione nazionale e transnazionale denominato “focus ‘ndrangheta 2019”, finalizzato a razionalizzare l’impegno di forze di polizia e altri organi di controllo per prevenire e reprimere fenomenologie illecite collegate direttamente o indirettamente al fenomeno associativo criminale. I finanzieri della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, operando congiuntamente a personale militare della Capitaneria di porto di Reggio Calabria, hanno condotto una complessa attività di indagine avente come obiettivo l’individuazione e il sequestro di un’area utilizzata come discarica abusiva. Nello specifico i militari, impegnati già da diversi giorni in un monitoraggio costante dell’obiettivo avvenuto anche mediante appostamenti, sono intervenuti in località Vallone Mariannazzo (RC), presso un’area di circa 1500 mq, parzialmente recintata, sotto un cavalcavia autostradale e hanno rinvenuto materiale di varia natura (rifiuti speciali) su una superficie di circa 250 mq. Il responsabile, P.N. di anni 54 di Reggio Calabria, il quale non era in possesso di alcuna documentazione né aveva fatto specifica richiesta alle autorità preposte, è stato deferito all’A.G. Al termine dell’accertamento, l’area di circa 250 mq, ove insistono i rifiuti speciali è stata posta sotto sequestro. Il risultato conseguito, significativo tassello di una costante ed efficace attività continuamente rinnovata da parte degli enti impegnati, ha interrotto una condotta illecita dannosa per la collettività e posto le basi per un ripristino della situazione e un recupero della fruibilità ...
CULTURA

Nuovo riconoscimento per lo scrittore Carmine Laurendi

Messina. Un nuovo ed importante riconoscimento per il poeta e scrittore Carmine Laurendi che si è classificato al secondo posto, alla VII edizione del premio internazionale “Poesia e Narrativa” organizzato dall’ Associazione ...
CRONACA

Le rapine in banca in Calabria? Nel 2018 quasi azzerate

Quasi azzerate, in Calabria, le rapine in banca nel 2018. E' quanto emerge dai dati annuali di Ossif, il centro di ricerca Abi (Associazione bancaria italiana), in materia di sicurezza. In base a quanto accertato, nella regione, lo scorso anno ...
CRONACA

Reggio Calabria. Minaccia e maltratta la moglie: arrestato 37enne

Reggio Calabria. L’invito rivolto dal Questore di Reggio Calabria, Maurizio Vallone, alle donne vittime di violenza di genere di denunciare i maltrattamenti e le violenze, ha avuto un immediato riscontro. Nella serata di ...
CULTURA

Al MArRC 'Frammenti di storia. L'Italia attraverso le impronte, le immagini, i sopralluoghi della Polizia Scientifica'

Reggio Calabria. Un viaggio attraverso le immagini per conoscere e comprendere eventi che hanno segnato la vita della ...
ATTUALITA'

Dai maltrattamenti alla rinascita, una nuova casa per i cani più bisognosi

Dal 19 maggio al 15 giugno 2019 numero solidale 45584 a sostegno della Lega Nazionale per la Difesa del Cane. L’associazione, impegnata da 69 anni a tutelare il benessere degli animali, apre una struttura ...
CRONACA

Ardore. Effettuava manovre pericolose con l'auto: inseguito ed arrestato dai Carabinieri

I Carabinieri della Compagnia di Locri assieme ai colleghi del Commissariato della Polizia di Stato di Bovalino, hanno arrestato Ceravolo Davide, 29enne di Bovalino, accusato di ...
POLITICA

Morra: "La proroga dei 4.500 tirocinanti degli Enti locali calabresi dipende esclusivamente dalla Regione Calabria"

In questi giorni mi sono concretamente attivato per fare chiarezza sulla situazione degli oltre 4.500 tirocinanti impegnati ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

PIANETA DILETTANTI
RTV NEWS PRIMA EDIZIONE
E' TUTTO CINEMA
EUREKA
Quiz Show
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

15.30/21.15

Medicina in Diretta

Ore 22.30

Pianeta Dilettanti
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Dissesto stradale
  • CONCORSO COSENZA - BLOCCO ASSUNZIONI
  • Strada dissestata mancanza di illuminazione stradale in totale abbandono
  • Agnana Calabra - Una eterna campagna elettorale in una europa saggia
  • Le agevolazioni per gli invalidi per tasse comunali
  • Nuova piscina comunale.
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Italpress
idomotica
Basta vittime 106