La Calabria ed il mondo del gioco: i dati aggiornati
ATTUALITA'

le prospettive del settore anche in Calabria

La Calabria ed il mondo del gioco: i dati aggiornati

Nel mondo del gioco d'azzardo, la Calabria rappresenta uno dei territori dove questo settore continua a proliferare quasi senza sosta. Nell'arco del 2018, secondo i dati diffusi dall'Agenzia nazionale dei Monopoli di Stato, circa 535 milioni di euro sono stati bruciati nel settore del gioco d'azzardo. La Calabria si attesta al tredicesimo posto per le spese in gioco d'azzardo nel 2018 rispetto alle altre Regioni Italiane. L'azzardo in Calabria è un problema molto serio che fa arrivare il dato fino ai 535 milioni. Nel solo 2017, si era arrivati a spendere 20 milioni solo a Lamezia terme che aveva un triste primato in tal senso. Secondo i dati forniti dal Monopolio, si giocano circa 31 milioni attraverso skill games, slot machine ma anche attraverso le videolottery. Dal 2004 ad oggi, c'è stato un aumento vertiginoso, passando dai 24,8 miliardi di euro di quest'anno, fino ad arrivare nel 2017 dove il dato si è attestato intorno ai 101,74 miliardi di euro. Pure nel 2018 questo dato è cresciuto attestandosi a 107 milioni di euro circa. Lo Stato però, ha avuto un guadagno di 9 punti in percentuale. Alcune regioni del centro Sud, tra cui la Calabria, hanno dei dati allarmanti in questo ambito. Secondo L'ex Agenzia Autonoma Monopoli di Stato, la Regione Calabria è una di quelle dove si gioca di più e rientra circa nella top ten. E' stato quindi fatto uno studio su settori specifici e associazioni di categoria di questo settore.



I dati del gioco in Calabria provincia per provincia
Ad aver avuto una drastica crescita nel corso degli ultimi anni in Calabria è il gioco online. Il gioco online soprattutto su portali come il casino online di NetBet, sta conoscendo una crescita vertiginosa che si attesta intorno al 12%. Però in realtà, ancora oggi, le slot come le videolottery, continuano ad avere un ruolo di primo piano pari circa al 40% della spesa totale anche in Calabria. La provincia in cui si spende di più è quella di Cosenza dove c'è stato un giocato di circa un miliardo di euro, a fronte di vincite parifica 850 milioni. In provincia di Reggio Calabria, invece il gioco si attesta intorno ai 890 milioni, contro i 550 della provincia di Catanzaro. Vale la pena sottolineare che i dati di Vibo Valentia e Crotone sono inferiori quasi della metà rispetto a quelli di Catanzaro. In queste due province, si bloccano rispettivamente 254 e 209 milioni per l'intero anno. Questi dati fanno ben capire come il fenomeno del gioco sia molto diffuso e variegato anche da un punto di vista geografico, in tutta la Calabria. I giochi preferiti sono sempre i classici, ma ad aver complicato il difficile in questo settore, vi è anche la possibilità che si ha di poter giocare attraverso l'online ed i dispositivi mobili.





Il gioco online, le prospettive del settore anche in Calabria
Anche i giocatori calabresi si sono fatti affascinare dal gioco online. Questo settore sembra destinato a crescere in maniera vertiginosa nonostante i divieti imposti dalla normativa vigente. Sembra evidente che nel corso delle prossime settimane, potrebbero esserci delle novità importante sui dati che riguardano il secondo trimestre del 2019. Nella fase iniziale però, i dati arrivavano già a un 12% in più, rispetto all'anno precedente solo per il 2019. Complice di questo boom anche la diffusione del gioco delle principali piattaforme online sui dispositivi mobili. Questo, ovviamente, ha fatto anche abbassare la fascia età di coloro che si avvicinano al mondo del gaming online. Mentre la fascia media è quella che oscilla tra i 25 ed i 35 anni, adesso potrebbe anche abbassarsi in virtù di questa facilità di approccio al mondo del gaming online. Inoltre, proprio per cercare di rispondere ai limiti previsti dal Decreto Dignità in termini di pubblicità, gli investimenti di chi lavora nel mondo dell'online sono molto forti, soprattutto sul settore dei dispositivi mobili, ma anche su quello che invece compete generalmente la rete. In Calabria, così come il resto d'Italia, i giochi preferiti sono sempre quelli classici legati al mondo del casinò. Bastano infatti, poche mosse per avvicinarsi ad un casinò live che ha tutto quello che si può sognare di un classico casinò.



Le prospettive nella regione Calabria
Secondo gli enti locali e le associazioni di categoria, in Calabria il fenomeno è sotto controllo e potrebbe anche avere delle battute di arresto. Questo dipende dai numerosi regolamenti che sono stati fatti, sia in ambito provinciale che comunale, per cercare di limitare quelli che sono gli orari di apertura di accesso e anche di stabilizzazione delle sale slot. Questo ovviamente non esclude però, un eventuale aumento del gioco online con cui la Regione deve fare i conti.


24-05-2019 11:10

NOTIZIE CORRELATE


06-12-2019 - ATTUALITA'

Asp condannata a pagare ma il piccolo Matteo aspetta ancora le cure, Marziale: "E' inaudito"

Cure dovute e disposte da un'ordinanza del Tribunale di Reggio Calabria
06-12-2019 - ATTUALITA'

Lazzaro. Crollo albero in via Ulisse, ANCADIC: "I veri lavori alla garibaldina"

I rami crollati si sono riversati sulla strada creando serio pericolo per la circolazione veicolare e ciclopedonale
06-12-2019 - CRONACA

Reggio Calabria. Si sgancia cassone camion spazzatura di Avr: paura nella notte in via Monsignor De Lorenzo FOTO

I vigili del fuoco intervengono per mettere in sicurezza e recuperare il mezzo
06-12-2019 - CRONACA

Intrufolati tra i portatori durante la processione della Madonna di Polsi, foglio di via per 4 bagnaresi: 2 parenti di un boss

Il provvedimento emesso dal Questore è stato notificato dai Carabinieri del Comando Provinciale

ULTIME NEWS

CRONACA

Gioia Tauro, monta la protesta dei braccianti agricoli: un centinaio di persone blocca il varco doganale del Porto

Gioia Tauro (Reggio Calabria). Un centinaio di migranti che vive nella tendopoli di San Ferdinando e non solo ha bloccato il varco ...
CRONACA

'Ndrangheta. Due latitanti arrestati in Bolivia: uno è Antonio Rao di 67anni

Due latitanti sono stati arrestati in Bolivia dalla Squadra mobile di Torino e dal Servizio Centrale Operativo di Roma insieme al Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia (Scip). Si tratta di ...
SPETTACOLO

A Roma la prima selezione del Festival Nazionale del cabaret 'Facce da bronzi'

Parte da Roma la settima edizione del Festival Nazionale del cabaret “Facce da bronzi”, il concorso artistico ideato e prodotto dall’associazione culturale arte e spettacolo ...
CULTURA

Dal 9 al 12 dicembre 2019, Visioni di cine(ma) indipendente - Gridare con gli occhi

Torna l'appuntamento con "Visioni di cine(ma) indipendente": l'iniziativa promossa dal Circolo del Cinema "Cesare Zavattini", giunta alla nona edizione, si ...
ATTUALITA'

Porto di Gioia Tauro, Toninelli: "Pronto a competere a livello mondiale"

E' stata per me un'emozione e motivo di soddisfazione essere oggi a Gioia Tauro e vedere dal vivo le tre nuove gru del tipo 'gantry cranes', appena arrivate dalla Cina, che consentiranno di ...
ATTUALITA'

Porto di Gioia Tauro: la prima volta del numero uno di MSC Gianluigi Aponte VIDEO

Gioia Tauro. Su invito personale del commissario ...
ATTUALITA'

Reggio, il lettore segnala: "Copiosa perdita d'acqua a Sbarre Centrali traversa Scopelliti"

Riceviamo e pubblichiamo: "Sul marciapiedi non si può camminare: la sede stradale da più di tre mesi è invasa da una copiosa perdita d'acqua. ...
ATTUALITA'

Questione abitativa. Casa Mia ed Ania incontrano il sottosegretario Margiotta al Ministero Infrastrutture e Trasporti

Il 3 Dicembre 2019 le OO.SS. dell'inquilinato ANIA e della proprietà CASA MIA hanno incontrato il ...
ECONOMIA

Giornata del suolo, Coldiretti: "Continua l'emorragia di suolo agricolo. In 30 anni in Calabria ne è scomparso ¼"

Nell’ultimo trentennio in Calabria si è registrata una riduzione del 35% della SAT (Superficie Aziendale Totale) e il ...
ECONOMIA

Camera di Commercio. Giornata della Trasparenza: premiate le innovazioni di 6 imprese reggine

Si è svolta oggi presso la sede della Camera di commercio di Reggio Calabria la Giornata della Trasparenza, durante la quale il Presidente dell’Ente Camerale ...
CRONACA

Bovalino. Si finge appartenente alle forze dell'ordine e pretende foto hard da una ragazza: denunciato 20enne

I Carabinieri di Bovalino hanno denunciato un 20enne, riconosciuto responsabile di una tentata estorsione e di sostituzione di persona a ...
CRONACA

Nonostante il sequestro controllava le attività commerciali: arrestato imprenditore reggino Carmelo Cartisano VIDEO

Reggio Calabria. Avrebbe continuato a mantenere il controllo di alcune attività commerciali, nonostante fossero state sequestrate. I Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno eseguito questa mattina un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Reggio Calabria – Ufficio G.I.P., su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti dell'imprenditore reggino Carmelo Giuseppe Cartisano, di 47 anni. E' accusato di estorsione in concorso, aggravata dal metodo mafioso e trasferimento fraudolento di beni. Nel corso dell'operazione, è stato eseguito il sequestro preventivo di tre imprese individuali, per gli inquirenti, ritenute ancora nella piena disponibilità dell’indagato. Si tratta dell'Associazione Sportiva Dilettantistica Marilyn Club, che di fatto svolgeva l’attività di ristorante a Villa San Giovanni, alla frazione Santa Trada; dell'impresa individuale “Naos di Petre Olimpia Mihaela” che gestiva il ristorante-Pizzeria Naos sul lungomare di Gallico e dell'impresa individuale Zlatan Costel che gestiva attività di impresa edile nel comune di Reggio Calabria, con sede sempre a Gallico. L’attività di indagine, coordinata dal Sostituto procuratore distrettuale dott. Stefano Musolino, è scaturita da un approfondimento investigativo sugli interessi economici ed imprenditoriali dell’arrestato, già coinvolto nel procedimento Reghion, (parzialmente confluito in Gotha), in quanto ritenuto uno degli imprenditori gallicesi più strettamente legato a Paolo Romeo. Secondo gli inquirenti, Cartisano avrebbe mantenuto di fatto il controllo di attività commerciali già a lui sequestrate nelle vicende penali che lo hanno visto coinvolto, attraverso una coindagata (O.M.P.), sua storica e fidata dipendente. E da qui che sono scattati gli approfondimenti del Nucleo Investigativo dei Carabinieri, i quali avrebbero disvelato i reali rapporti tra i due: Carmelo Giuseppe Cartisano avrebbe continuato a gestire le attività commerciali sequestrate, in modo occulto, rendendosi inoltre responsabile - ancora secondo l'accusa - "della commissione di reiterate condotte delittuose, di appropriazione indebita, di forniture e prestazioni mai contabilizzate, estorsioni ai danni dei dipendenti, tutte verificatisi nel periodo di gestione dell’attività da parte dell’amministrazione giudiziaria". Insomma, è la conclusione a cui sono giunti gli inquirenti, l'amministrazione giudiziaria sarebbe stata esautorata nei fatti dalla "regia occulta" facente capo ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

E' TUTTO CINEMA
MEDICINA IN DIRETTA
L'appuntamento settimanale con la salute
A PRESCINDERE
Di Pino Toscano
FUORI GIOCO
90 minuti di gioco e fuori... gioco
Camera di Commercio Dicembre 2019
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.15

E' tutto Cinema

Ore 22.30

Strettamente Personale Stracult

ITALPRESSWEB ULTIM'ORA


    LINK UTILI
    Seguici su Facebook
    Guardaci su Youtube
    Seguici su Twitter
    Riceviamo e Pubblichiamo
    Segnalazioni, proposte, commenti
    • U paisi i Giufa
    • La colpa? sempre di qualcun altro
    • Sicurezza bretelle
    • SEGNALETICA STRADALE
    • Rintracciare evasori
    • L’acqua e’ un bene prezioso, l’acqua e’ vita
    IL
    METEO
    Previsioni meteo per la settimana
    Richiedi la copia di un video
    Compila il form
    ADV
    idomotica
    Basta vittime 106
    Italpress