35°anniversario dell'uccisione del brigadiere Carmine Tripodi, l'omelia di Monsignor Oliva
ATTUALITA'

Cristo morto e risorto ci offre ancora oggi nell'Eucaristia il suo amore e la sua salvezza

35°anniversario dell'uccisione del brigadiere Carmine Tripodi, l'omelia di Monsignor Oliva

Commemorare, fare memoria è per noi credenti rivivere un evento che non rimane nel passato, ma ha attualità e valore nell’oggi. A 35 anni di distanza continuiamo a commemorare un fatto di sangue, che ha colpito il brigadiere Carmine Tripodi, la sua famiglia, i suoi genitori, i parenti tutti. Ma ha colpito anche l’Arma dei CC, cui apparteneva. Ha colpito la stessa comunità di San Luca e questa nostra Chiesa locale. Trucidato nell’assolvimento del suo dovere e nella difesa della comunità civile di fronte alla prepotenza della criminalità organizzata, Carmine Tripodi, medaglia d’oro al valore militare, rimane per tutti un fedele servitore della comunità, che sa a cosa va incontro. Per il bene comune accetta la sfida. L’accetta con coraggio, anche quando sa che è in gioco la vita. Quando Carmine venne trucidato, erano anni di piombo, terribili: la dignità della persona veniva facilmente calpestata e degradata da atti criminali (sequestri, faide, omicidi). Era, possiamo ben dire, l’ora delle tenebre, l’ora del male e della barbarie, che si era impossessata di alcuni che avevano preferito la violenza e la via della morte all’onestà e bellezza della vita. Oggi il sacrificio di Carmine consegna a tutti un monito: non è facendosi giustizia da soli, né con l’arroganza e la prepotenza né con la violenza e la soppressione dell’altro che si risolvono i problemi. Solo pagando di persona e facendo il proprio dovere nel posto in cui ci si trova, si costruisce una società più umana e giusta. Noi crediamo in questo e per questo, dopo le manifestazioni civili, ci uniamo in preghiera.
Lo facciamo con questa celebrazione dell’Eucaristia, che per noi è memoriale della Pasqua del Signore, ossia della sua passione, morte e risurrezione. E' memoria di un evento storico, che ancora oggi ha conseguenze sulla nostra vita. Cristo morto e risorto ci offre ancora oggi nell’Eucaristia il suo amore e la sua salvezza. Noi adoriamo e crediamo in un Dio, che in Gesù ci ha donato sé stesso, morendo innocente sulla croce. Per la potenza di questo amore è risuscitato dalla morte e vive sempre con noi. Noi cristiani non vogliamo adorare niente e nessuno in questo mondo se non Gesù Cristo, morto e risorto, presente nell’Eucaristia. E per questa fede, scegliamo la via della donazione come via di salvezza, rinunciando alle seduzioni del denaro e del potere. Una scelta questa che viene negata quando s’imbocca la strada del peccato, dell’interesse personale e dell’orgoglio. Se si rifiuta Dio e si mette l’IO al suo posto, è facile sposare la strada del malaffare e della corruzione. Si diventa adoratori del male e nemici del bene della comunità.
La nostra terra, tanto bella, conosce i segni e le conseguenze di questo peccato ed ancora oggi risente delle ferite del passato. Vogliamo dire No a quel passato, ma senza dimenticarlo. Vogliamo fare tesoro degli errori del passato, che hanno condizionato e condizionano enormemente la nostra terra.
L’Eucaristia che celebriamo ci mostra Gesù che come il chicco di grano, “se non cade in terra e non muore, rimane solo; se invece muore, porta molto frutto”. Egli come un chicco di frumento, è caduto in terra nella sua passione e morte, e con la sua risurrezione ha portato molto frutto. Il “molto frutto” che ha portato è l’umanità nuova, la possibilità di un’umanità, che accetta il suo sacrificio come via di salvezza. Di questa umanità facciamo parte anche noi, se accettiamo la via dell’impegno quotidiano e della donazione della vita. Se non ci lasciamo prendere all’egoismo. E’ la via che ci porta a scegliere Gesù. E’ una scelta che avviene nella profonda libertà del cuore. Ci sono coloro che non accettano Gesù. E’ quanto accade a Nazareth nel racconto del vangelo di oggi. Nella sinagoga di Nazareth quanti lo ascoltano sono meravigliati del suo insegnamento e della sua dottrina, ma lo rifiutano, perché conoscono le sue origini, i suoi parenti. Nonostante la sua dottrina ed insegnamento non viene accettato. Ed Egli è costretto ad allontanarsi. Nazareth era il suo paese, il luogo abitato dai suoi, eppure lo rifiuta. Ed Egli va via senza potervi compiere alcun miracolo. E’ il dramma del rifiuto di Dio. Oggi il mondo ha difficoltà a scegliere, spesso non distingue il bene dal male. E’ ancora maggiore la difficoltà a fare delle scelte di vita. E per questo spesso prevale la noia e l’insoddisfazione continua. Eppure Gesù ci mette sempre di fronte ad una scelta: o con me o contro di me. Sceglier Lui è scegliere la parte migliore.
05-02-2020 18:25

NOTIZIE CORRELATE


28-03-2020 - ATTUALITA'

Violenze di genere e domestiche: con l'app YouPol è possibile segnalarle

Il dpcm ha imposto una convivenza prolungata dei nuclei familiari
28-03-2020 - ATTUALITA'

Emergenza Coronavirus, Marino: 'Disponibili per le imprese oltre 8 milioni di euro di fondi europei, la Regione li utilizzi subito'

La nota dell'assessore alle Politiche comunitarie del Comune di Reggio Calabria

ULTIME NEWS

ATTUALITA'

Coronavirus. Un altro decesso al Gom: un 80enne già ricoverato per un ictus

Reggio Calabria. La Direzione Aziendale del Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria comunica che nella giornata di oggi è deceduto un uomo di 80 anni. Il ...
ATTUALITA'

Coronavirus. In Calabria 555 casi positivi (+61 rispetto a ieri)

In Calabria ad oggi sono stati effettuati 5968 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 555 (+61 rispetto a ieri), quelle negative sono 5413. Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti: - ...
ATTUALITA'

Melito Porto Salvo. Altri casi positivi nella casa di riposo: la Regione "chiude" la cittadina

Melito Porto Salvo (Reggio Calabria). Altri due anziani ospiti della casa di riposo di Melito Porto Salvo in cui risiedeva l’89enne deceduto per le complicazioni da ...
CRONACA

'Ndrangheta. Detenuto scrive a Klaus Davi: "Ci stanno uccidendo"

Il detenuto Carmelo Murina, condannato in via definitva per associazione mafiosa di stampo 'Ndranghetistico e recluso a Melfi (PZ), ha scritto una lunga lettera a Klaus Davi che l’ha pubblicata sul suo profilo Facebook ...
ATTUALITA'

"Le finestre ed i balconi ai tempi del Coronavirus"

In questi giorni il mondo intero sta vivendo una situazione alquanto inaspettata e sconvolgente, che minuto dopo minuto minaccia la vita di ognuno di noi. Si chiama Coronavirus il protagonista di questa battaglia silente, che si introduce nel nostro corpo e ...
CRONACA

Reggio Calabria. Tenta di sfuggire alla Polizia in sella ad una bici elettrica: sorpreso con droga, arrestato 21enne

L’intensificazione dei servizi di controllo del territorio attuata attraverso i protocolli operativi strutturati per ogni ...
CRONACA

Gioia Tauro. Intercettati al Porto due importanti carichi di materiale medico e sanitario VIDEO

I funzionari ...
CRONACA

Maxi sequestro di cocaina a Gioia Tauro. Arrestato Rocco Molè VIDEO

Nella giornata del 25 marzo u.s., gli investigatori dellaSquadra Mobile di ...
ATTUALITA'

La lettera dell'imprenditore Bonfà alla Santelli: "Se il buongiorno si vede dal mattino..."

Sono Damiano Bonfà, fondatore del centro commerciale “Europa 2000” e dell’Azienda Agrituristica “Donna Beatrice” operanti nel comune di ...
ATTUALITA'

Coronavirus. Crescono i casi positivi al Gom: decessi avvenuti nel reparto di pneumologia

La Direzione Aziendale del Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria comunica che nella giornata di oggi sono deceduti due pazienti: ...
CRONACA

Coronavirus. Scortata dalla Polizia, la carovana Rom ha lasciato Villa San Giovanni

Villa San Giovanni (Reggio Calabria). Dopo ore di trattative, scortata dalle forze dell'ordine, ha lasciato il piazzale ANAS la carovana Rom giunta nel pomeriggio in riva allo Stretto, nel ...
CRONACA

Coronavirus. Sfuggono ai controlli. Fermata a Villa San Giovanni carovana Rom FOTO

Villa San Giovanni (Reggio Calabria). 18 mezzi ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

A PRESCINDERE
Di Pino Toscano
SU IL SIPARIO!
I BASTALDI
SMASHITS
I migliori videoclip musicali del momento con il brio del Vj Filippo Lopresti
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.20

L'Altra Messina
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • EMERGENZA VIRUS MA ANCHE RIFIUTI
  • sdegno su donazione di Silvio Berlusconi
  • Senza acqua ma con il virus
  • Accumulo rifiuti
  • All’Amministrazione di Reggio Calabria
  • Fogna a cielo aperto
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Basta vittime 106
idomotica
Italpress