La scuola ai tempi del coronavirus:
ATTUALITA'

La lettera del Prof. Giuseppe Candido Docente di matematica e scienze

La scuola ai tempi del coronavirus: "Italia indietro di anni a causa dei tagli"

Gentile direttore,
A scrivere è un docente di scuola media, che il giorno dopo la chiusura delle scuole, il 6 di marzo, ha iniziato ha lavorare con i ragazzi a distanza col supporto delle nuove tecnologie, facendo incontri con google meet e adoperando una delle piattaforme per classi virtuali tra le più avanzate.
La Scuola italiana, quella pubblica e statale, però, in ogni parte del Paese, e ancor di più nel Mezzogiorno e nella nostra Calabria, sconta anni e anni di tagli alla spesa e di “non investimenti”.
Gli edifici scolastici son quelli che sono dappertutto, e al meridione ci sono scuole - molte scuole - con aule piccole, piccolissime, con banchi doppi e di trent’anni fa, con le tapparelle non avvolgibili se non inesistenti per difendersi dal sole, per non parlare della mancanza di LIM e di computer per ogni aula.
Lo Stato, in particolare gli enti statali come Comuni e Province, negli anni hanno accumulato un enorme ritardo anche nella parte strutturale che riguarda la Scuola. Gli edifici scolastici sono quelli che sono, lo sappiamo.

Ma c’è anche un altro “ritardo”, un ritardo infrastrutturale: mancanza lavagne Interattive, carenza di dispositivi spesso presenti in numero sufficiente non solo per i ragazzi ma anche per i docenti che, in più occasioni, pure durante la “normalità” della “didattica tradizionale”, hanno garantito il diritto all’Istruzione con l’ausilio dei loro strumenti informatici.
E se oggi sembra a tutti impensabile che un computer possa mancare sulla scrivania di un impiegato o di un assistente amministrativo della scuola, a tutti pare normale che i docenti debbano utilizzare la loro strumentazione personale anche in classe.
Esiste poi il fenomeno noto come digital divide che divide in alunni di serie A in possesso di computer e/o tablet efficienti, muniti di “traffico dati” sufficiente a stare collegati ore e ore, e alunni di serie B, che vivono in famiglie più disagiate e che non dispongono di device adeguati né di traffico dati a sufficienza e che, ricordiamolo, è un traffico dati a pagamento: per gli alunni e per i loro insegnanti, quando non si trovano nell’edificio scolastico.
Sono decenni che il sistema di Istruzione italiano subisce tagli lineari di spesa; un po’ come per la sanità. L’Osservatorio dell’Università Cattolica sui “Conti Pubblici Italiani” nota (http://t.ly/w7vL) che la spesa per l’Istruzione del Bel Paese nel 217 è stata solo del 3,9%, mentre la media europea era del 4,7% con Paesi come la Svezia che spendevano e spendono nell’Istruzione quasi il 7% del loro PIL. Ma in quella classifica persino Grecia e Polonia spendevano - in percentuale rispetto al proprio PIL - più dell’Italia.
Un’ultima considerazione va fatta sull’età media dei docenti che, in Italia è di 52 anni, con docenti in servizio in aula, fino a 62 anni.
Con queste premesse, con l’emergenza coronavirus e la conseguente sospensione delle attività didattiche prima e la chiusura delle Scuole di ogni Ordine e Grado dopo, con nota 388 del 17 marzo 2020 del capo Dipartimento del sistema educativo di Istruzione e Formazione, il Ministero dell’Istruzione, già MIUR prima della scissione, ha introdotto - di fatto - la didattica a distanza, in sigla amichevole D.a.D.



Uno stravolgimento del diritto all’Istruzione strettamente vincolato ai diritti Costituzionali e ai Diritti dell’Uomo.
Le limitazioni e i mutamenti imposti con DPCM, circolari e note, vanno - di fatto e di diritto - a stravolgere e a comprimere il diritto all’Istruzione costituzionalmente garantito al pari del diritto alla Salute.
Detto ciò, devo dire che sono rimasto basito dall’intervista (https://t.ly/) rilasciata il 2 di maggio dal Ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina a Maria Latella per SkyTG24, sulla ripresa della scuola a settembre che dovrà essere, dice il ministro, “una ripresa scolastica a metà”. Metà classe in presenza e l’altra metà a distanza. Così la socialità sarebbe “garantita”. Ma la cosa che di più fa specie è stato sentire la giornalista accusare i docenti di scarse competenze, e persino della colpa di non aver speso i soldi di edilizia scolastica, molta parte dei finanziamenti europei e di aver lasciato le loro scuole senza le dovute strutture e infrastrutture informatiche. E la frittata è rigirata. Totalmente.
Come se la colpa fosse dei docenti, come se pure la progettazione delle strutture e l’acquisto delle infrastrutture mancato, fosse colpa dei docenti.



Non crede che qualcuno dovrebbe spiegare alla giornalista e anche alla ministra che la scuola italiana è la cenerentola d’Europa non perché i suoi docenti non si aggiornano abbastanza ma perché nei decenni la politica non ha più investito nell’istruzione?
L’Italia si è dimostrata impreparata all’emergenza. Non c’erano i piani di emergenza anti pandemici che l’OMS ci diceva da anni di fare, i medici sono stati mandati a combattere e spesso a morire privi di mascherine e gli ospedali sono diventati centri primari di diffusione del contagio.
Le scuole hanno chiuso ma nonostante l’arretramento strutturale e infrastrutturale i docenti, hanno garantito com’era possibile una didattica a distanza che prima non c’era e che assai difficilmente potrà essere utilizzata nella normalità, non solo perché essa non può sostituire quella relazione educativa essenziale per il processo di insegnamento/apprendimento ma soprattutto perché la scuola italiana non è ancora pronta a questo.
Prof. Giuseppe Candido
Docente matematica e scienze
Dirigente provinciale Catanzaro-Crotone-Vibo della Gilda insegnanti - Federazione Gilda Unams


11-05-2020 12:03

NOTIZIE CORRELATE


16-07-2020 - ATTUALITA'

Roccella Jonica. Minori in quarantena, situazione sotto controllo

La nota del Comune
15-07-2020 - ATTUALITA'

Reggio, chiusura serale del serbatoio idrico comunale di Casalotto

Tali necessarie manovre idriche saranno effettuate dal giorno 15 luglio
15-07-2020 - ATTUALITA'

Angela Davoli eletta Presidente della Rete dei Comitati per le Pari Opportunità degli Ordini Forensi della Calabria

Vice Presidente per il Distretto di Reggio Calabria è stata eletta l'avv. Giuliana Barberi
15-07-2020 - ATTUALITA'

Balneazione: Arpacal replica ad Osservatorio ambientale Iride di Gioia Tauro

"Alta l'attenzione sulle problematiche ambientali"

ULTIME NEWS

CULTURA

Villa Gullì: la casa dei fantasmi di Reggio Calabria

Reggio, la città più popolosa della Calabria, annovera tra i suoi racconti quello di Villa Gullì. Si tratta di un edificio fondato nel 1753 su un'antica villa gentilizia, che da quel momento appartiene alla famiglia Gullì. ...
CRONACA

Roccella Jonica. Sbarco di migranti positivi al covid19: tutti negativi i tamponi effettuati agli appartenenti alla Polizia

Tutti gli appartenenti alla Polizia di Stato, che la notte del 10 luglio u.s. hanno partecipato alle ...
ATTUALITA'

Il padre cade e l'ambulanza non arriva: "Mi scuso per il nervosismo ma ho avuto paura per mio padre" VIDEO

...
ATTUALITA'

Il padre cade e l'ambulanza non arriva, risponde il Gom: "Il 118 dipende dall'ASP"

"In riferimento al video inopportunamente girato martedì 14 luglio fuori dal Pronto Soccorso del presidio "Riuniti" del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria si ...
ATTUALITA'

Aeroporti. Il "super manager" Giulio De Metrio nuovo presidente della Sacal

Un super manager per gestire gli aeroporti calabresi. E’ un pugliese di Nardò, ha 61 anni e una laurea in Giurisprudenza e un curriculum di prestigio alle spalle nel settore dei trasporti e della ...
CULTURA

Libri. A Reggio Calabria arriva "Riccardino" di Montalbano e c'è anche Catarella

Reggio Calabria. L'attore siciliano Angelo Russo noto come l'agente Catarella nella fiction Rai Montalbano sarà venerdì 17 luglio a Reggio Calabria per la presentazione del ...
ATTUALITA'

Coronavirus. Due nuovi casi positivi in Calabria nel bollettino diramato dalla Regione

In Calabria ad oggi sono stati effettuati 104.921 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.218 (+2 rispetto a ieri), quelle negative sono 103.729. Territorialmente, i ...
ATTUALITA'

'Rallegratevi sempre': il congresso del 2020 dei Testimoni di Geova disponibile per la prima volta in streaming su www.jw.org

In un mondo in cui la gioia duratura potrebbe sembrare una condizione difficile o addirittura impossibile da ...
CRONACA

Platì e Sant'Ilario dello Ionio, nuovo rinvenimento di armi

Nella giornata di ieri nell’ambito dei controlli del territorio, di vaste aree dei centri urbani sino alle pendici aspromontane, disposti dal Comando Compagnia Carabinieri di Locri, i militari della Stazione di Platì e di quella ...
CRONACA

Maxi processo "Rinascita Scott", la Giunta delibera la disposizione di un'area per l'aula bunker

Presieduta da Jole Santelli, si è tenuta oggi la riunione della Giunta durante la quale, in tempi record, è stata approvata la delibera per la messa a ...
CRONACA

Il Consiglio dei Ministri proroga di altri sei mesi lo scioglimento dell'ASP di Reggio Calabria

Il Consiglio dei Ministri ha deliberato la proroga per altri sei mesi per lo scioglimento dell’Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria. La proposta viene ...
ATTUALITA'

L'Autorità portuale di Gioia Tauro adotta un nuovo regolamento per la disciplina delle attività industriali, commerciali e artigianali

L’Autorità portuale di Gioia Tauro ha adottato un nuovo regolamento per la ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

PIANETA DILETTANTI
ASPETTANDO IL TG
SMASHITS
I migliori videoclip musicali del momento con il brio del Vj Filippo Lopresti
REGGIOTV SALUTE
Ogni giorno al TG
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.30

Aeroplani di Carta
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • La dialisi e i dializzati al tempo del covid 19
  • NARCISISMO DEL SINDACO
  • Marchiatura prodotti alimentari 100% italiani
  • Carenza idrica
  • Perdita d’acqua nel tombino in via vico petrellinna n9
  • FUORIUSCITE DI FOGNA
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Italpress
Basta vittime 106
idomotica