Grazie Easy Jet e grazie Calabresi del Mondo!
ATTUALITA'

A proposito della pubblicità denigratoria della low coast: il commento del professor Emilio Errigo

Grazie Easy Jet e grazie Calabresi del Mondo!

Da qualche anno dopo oltre 18 anni della mia vita vissuta in Calabria e precisamente nella prima periferia sud costiera di Reggio Calabria ed altri più di 40 anni della mia esistenza, trascorsi al completo e fedele Servizio dello Stato nel Corpo della Guardia di Finanza, (oggi Generale di Brigata in ausiliaria), mi trovo questa notte insonne a pensare al presente e futuro dell’Italia in generale e del Meridione d’Italia in particolare.
Il presente per quanto mi riguarda mi vede impegnato liberamente quale Professore di “Diritto Internazionale e del Mare” e di “Management delle Attività Portuali”, presso la prestigiosa e storica Università della Tuscia (VT), al Corso di Laurea Magistrale in Economia Circolare con sede a Civitavecchia (Roma).
Inoltre per occupare costruttivamente il limitatissimo spazio di tempo notturno non riservato al sonno, seguo per quel che posso e come posso, nella carica di Presidente l’Associazione Internazionale Calabresi nel Mondo Brutium - Sezione Tirreno, sede Civitavecchia (Roma).
È facile e intuibile senza alcuna fatica neuronica, che in oltre 62 anni di età , abbia acquisito un certa approfondita conoscenza delle realtà sociali, criminali e giuridiche del nostro amato Paese da nord a sud , mari , laghi, fiumi , Isole, coste mediterranee e sovrastante spazio aereo compresi.
In queste oramai volate ore notturne del 25 giugno 2020, il mio pensiero è concentrato su quanto bene abbia fatto alla mente e al cuore dei miei fratelli e sorelle Calabresi, con la “C” maiuscola e minuscola, l’essere stati citati a sproposito nel materiale pubblicitario della Compagnia aerea inglese Easy Jet, (terra di mafia e di terremoti).
Accade qualche volta che non tutti i presunti mali vengono solo per nuocere, anzi è vero statisticamente il contrario, i mali causati e originati colposamente o dolosamente da terzi estranei alla Calabria, indirettamente e senza sicuramente volerlo, portano ai destinatari Uomini e Donne figli di umana Gente nata nella Terra di Calabria impensabili e inquantificabili enormi benefici democratici, economici, sociali e non solo.
Chi l’avrebbe mai potuto immaginare che testate giornalistiche e redazioni televisive italiane ed estere, si potessero interessare così tanto e inconsapevolmente della Calabria e dei Calabresi?
Grazie Easy Jet e associati, continuate a offendere e ledere il prestigio e l’immagine dei Calabresi, insistete nel denigrare il territorio e il Popolo Meridionale, un giorno non molto lontano, mi sono convinto e lo affermo, ve ne saremo in parte, solo in parte grati, perché avete fatto scoprire la vera forza dei Calabresi: la Dignità!
Emilio Gen.(aus) Prof. Errigo
25-06-2020 10:18
Questa notizia è stata letta 4594 volte

NOTIZIE CORRELATE


25-11-2020 - ATTUALITA'

Un decesso al Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria

11 nuovi casi positivi
25-11-2020 - ATTUALITA'

Gratteri: 'Gente capace non accetterà più il rischio di fare il commissario per la sanità in Calabria'

'Oltre a un prefetto serve gente competente'
24-11-2020 - ATTUALITA'

Coronavirus. 307 nuovi casi positivi in Calabria, 135 a Reggio

Il bollettino regionale
24-11-2020 - ATTUALITA'

Reggio Calabria. Una "panchina rossa" in città simbolo e monito contro la violenza di genere

Verrà installata presso Largo La Face (zona Piazza Castello)

ULTIME NEWS

ATTUALITA'

Consigliere comunale positivo al Covid, tutti negativi i tamponi effettuati a Palazzo San Giorgio

Reggio Calabria. Sono risultati tutti negativi i tamponi effettuati questa mattina a Palazzo San Giorgio a consiglieri comunali, assessori, sindaco e dipendenti non ...
POLITICA

Commissario Sanità. Ricomincia la girandola dei nomi: spunta anche quello dell'ex prefetto di Reggio Varratta

Roma. C'è anche il nome del prefetto Luigi Varratta sul tavolo del Consiglio dei ministri, come possibile commissario alla ...
ATTUALITA'

Sanità. E' Mostarda il nuovo Commissario ad acta della Calabria?

Catanzaro. Il nuovo commissario della sanità in Calabria sarà Narciso Mostarda. Dopo le rinunce di Cotticelli a Gaudio, passando per Zuccatelli, il premier Giuseppe Conte e il ministro della Salute Roberto Speranza ...
ATTUALITA'

Scuola. Il Tar boccia l'ordinanza di Spirlì, l'Ufficio Scolastico Regionale: "pronti a tornare alla didattica in presenza"

Reggio Calabria. Può riprendere l'attività in presenza per scuole dell'infanzia, primarie e ...
CRONACA

'Ndrangheta. Tallini davanti al gip ha negato ogni accusa

Catanzaro. Quattro ore di interrogatorio davanti al gip per Domenico Tallini, ex presidente del consiglio regionale, finito ai domiciliari lo scorso 19 novembre con l'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa e scambio elettorale ...
ATTUALITA'

Dopo ordinanza del TAR, da giovedì 26 potranno riaprire le scuole dell'infanzia a Reggio. Lunedì anche primaria e prima media

Reggio Calabria. "Esprimiamo soddisfazione per la precisazione del TAR che di fatto rende nuovamente ...
ATTUALITA'

Motta San Giovanni. Scuole chiuse fino al 28 novembre

Motta San Giovanni. Con ordinanza sindacale è stata disposta la sospensione delle attività didattiche in presenza in tutti i plessi scolastici di ogni ordine e grado, scuole paritarie e/o private, ricadenti nel territorio di Motta San ...
ATTUALITA'

Finalmente Maria Antonietta Rositani esce dall'ospedale

Reggio Calabria. Grande commozione al Grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria. Dopo un lungo soggiorno vissuto tra le corsie e i reparti del policlinico di Bari e dei Riuniti di Reggio Calabria, Maria Antonietta Rositani torna finalmente a ...
ATTUALITA'

Alloggi popolari, "servono le assegnazioni alle famiglie che ne hanno diritto e non la vendita"

Reggio Calabria. In questo periodo di pandemia e di grave crisi economica, il patrimonio degli alloggi popolari per le famiglie a basso reddito e senza una casa ...
ATTUALITA'

Emergenza alluvioni, la Giunta regionale a Crotone: "Ristori e risarcimenti, noi ci siamo"

«In questa fase, che è quella più importante, noi siamo a disposizione. Andranno da subito valutati i danni subiti, casa per casa. I ristori saranno il primo ...
CRONACA

La DIA di Reggio Calabria sequestra beni per due milioni di euro ad un esponente di spicco della cosca Pesce VIDEO

La Direzione Investigativa Antimafia di Reggio Calabria, sotto la supervisione del Procuratore Distrettuale di Reggio Calabria, Dott. Giovanni BOMBARDIERI e del Procuratore Aggiunto dott. C. Gaetano PACI, ha eseguito un provvedimento di sequestro di beni emesso da quel Tribunale – Sezione Misure di Prevenzione, nei confronti di PESCE Vincenzo, 67enne di Rosarno, esponente di spicco dell’omonima cosca egemone unitamente a quella dei BELLOCCO nel comune di Rosarno. PESCE Vincenzo ha riportato 2 condanne definitive per reati di associazione a delinquere semplice e mafiosa commessi negli anni 1980 e 1989 e a seguito dei quali era già stato sottoposto alla misura della sorveglianza speciale di PS per la durata di tre anni. Più di recente è stato coinvolto nell’Operazione “‘Ndrangheta Banking”, condotta, nel mese di giugno 2014, dal Centro Operativo DIA di Reggio Calabria unitamente ai Carabinieri del R.O.S. di Reggio Calabria e coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Reggio Calabria – DDA che aveva portato alla scoperta di un sistema creditizio parallelo attraverso cui le cosche calabresi erogavano prestiti a tassi usurari a imprenditori calabresi e lombardi in difficoltà. Nel citato contesto investigativo era emerso che il PESCE, quale personaggio di spicco dell’associazione di tipo mafioso “PESCE-BELLOCCO”, operava come dominus di fatto dell’impresa individuale “MADULI Biagio Francesco”, a cui favore, forte del rapporto con BARBIERI Vincenzo Carmine, altro imprenditore colluso con la ‘ndrangheta, veniva aggiudicato un appalto indetto dal Comune di Rosarno, relativo ai lavori di manutenzione delle strade comunali per un importo pari ad € 40.000,00, non secondo logiche di libero mercato ma nel rispetto delle dinamiche oligopolistiche tipiche delle organizzazioni di tipo mafioso. Con sentenza del 27 febbraio 2018, emessa dalla Corte di Appello di Reggio Calabria e diventata definitiva in data 16.04.2019, PESCE Vincenzo veniva condannato a 4 anni di reclusione per il reato di intestazione fittizia dei beni con l’aggravante di aver agevolato la ‘ndrangheta . Per la formalizzazione del provvedimento odierno, la Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria ha tenuto conto della pericolosità sociale sia “qualificata” per l’appartenenza alla ‘ndrangheta che “generica” in quanto soggetto che vive di proventi illeciti. Inoltre, grazie ai meticolosi accertamenti patrimoniali svolti dagli uomini della DIA reggina, è stata anche accertata la sussistenza in capo al PESCE di una conclamata disponibilità di due aziende intestate a soggetti prestanome al fine di agevolare gli interessi illeciti della ‘ndrangheta nonché una evidente sproporzione tra i redditi dichiarati dello stesso e dal suo nucleo familiare, rispetto agli investimenti effettuati nel tempo. Il patrimonio sottoposto a sequestro consiste in 2 società operanti nel settore costruzioni di edifici e smaltimento rifiuti solidi non pericolosi, nr. 8 immobili, tra cui un capannone con uffici aziendali di rilevanti dimensioni e diversi terreni agricoli, nr. 10 beni mobili registrati di cospicuo valore aziendale, tra cui diverse macchine operatrici semoventi, un rimorchio, un semirimorchio, diversi autocarri ed una autovettura e rapporti finanziari aziendali. Il valore complessivo dei beni sottoposti a confisca è stimato in circa due milioni di euro. Tale operazione si inquadra nella sempre più stringente attività di contrasto posta in essere dal personale della DIA reggina, sotto il coordinamento della locale Procura Distrettuale, alle pervasive attività di infiltrazione della ‘ndrangheta nei principali settori dell’economia e nel caso in questione nei delicati comparti dello smaltimento dei rifiuti e ...
ATTUALITA'

'Ndrangheta. Gratteri: "Mafie usano sicari in franchising"

«Nell'ambito delle mafie nostrane, invece, si è verificato in più occasioni l'abituale scambio di sicari. Il più delle volte tra famiglie della stessa organizzazione ma a volte anche tra organizzazioni ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

SPORT HEROES
Di Giusva Branca
RTV NEWS PRIMA EDIZIONE
CIVITAS
Manuale di Convivenza Civile
FUORI GIOCO
90 minuti di gioco e fuori... gioco
Unirc 2020
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.30

Strettamente Personale

Ore 21.40

Film
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Servizio zero
  • La dimenticata utilita’  dell’acqua
  • Rifiuti
  • La strafottenza dell’amministrazione comunale
  • disservizio idrico
  • L’invidia radice di ogni male
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Italpress
idomotica