Ex-LSU (pulizie scuole): Full time per tutti i lavoratori
ATTUALITA'

CGIL: Con l'approvazione del Decreto Rilancio si apre un varco di luce per gli ex precari del settore

Ex-LSU (pulizie scuole): Full time per tutti i lavoratori

Con l’approvazione del Decreto Rilancio si apre un varco di luce per gli ex lavoratori precari impegnati nei servizi di pulizia delle scuole. Da settembre a dicembre, infatti, tutti i rapporti di lavoro part time diventeranno full time. E’ quanto si è stabilito con l’approvazione di un emendamento in commissione Bilancio. Una piccola conquista, ma che non ci basta.
Come Cgil Reggio Calabria-Locri, Cgil Gioia Tauro, Filcams Reggio Calabria e FLC provinciale ci batteremo affinchè la grave ingiustizia, la “macelleria sociale” compiuta con l’internalizzazione del servizio e dei lavoratori sia cancellata e che il full time sia riconosciuto a tutti i lavoratori addetti alla pulizia delle scuole.
Come è risaputo i lavoratori precari ex Lsu impegnati nelle pulizie delle scuole sono stati assunti nel 2001 e fino allo scorso 28 febbraio hanno lavorato in regime d’appalto. Erano assunti a tempo indeterminato per 35 ore settimanali. Quasi tutti lavoravano nel loro territorio e percepivano una paga mensile che si aggirava intorno ai 1000 euro.
Dal 1° marzo, con l’internalizzazione dei servizi e dei lavoratori, per la quasi totalità dei lavoratori addetti alle pulizie nelle scuole le cose sono cambiate in maniera molto negativa. Circa 200 dei mille e duecento addetti calabresi, quasi 30 nella sola provincia di Reggio Calabria, sono rimasti disoccupati perché “non avevano i requisiti”. Oggi sono in cassa integrazione e senza un futuro in quanto si tratta di persone con un’età avanzata e, al momento, non vi è alcuna proposta per recuperarli.
Anche per coloro che sono stati “assorbiti” dall’internalizzazione le cose sono cambiate in maniera molto negativa.
I posti accantonati e destinati agli Ex Lsu delle scuole della Provincia di Reggio Calabria negli ultimi anni si sono ridotti fino a raggiungere i 186 posti disponibili; ciò nonostante le risorse economiche stanziate per il processo di internalizzazione sono state ridotte per sole 181 unità. Troppo poche per assicurare a tutti un contratto full time.
Ben 131 lavoratori su 252, quasi tutti monoreddito, si sono visti applicati un contratto di lavoro part time di 18 ore settimanali con una paga quasi dimezzata che si aggira intorno ai 600 euro, con l’aggravante che molti di loro sono stati costretti a spostarsi nella provincia, a centinaia di chilometri dalla propria residenza, con notevole aggravio di costi che mettono in gravissima difficoltà economica ed esistenziale se stessi e le proprie famiglie.
In provincia di Reggio Calabria su 252 lavoratori addetti alle pulizie ammessi in graduatoria solo 119 hanno avuto riconosciuto il full time.
Adesso, stante alle ultime decisioni assunte, qualcosa sembra che inizi a cambiare.
Con l’inizio del prossimo anno scolastico, visto che bisognerà garantire il rispetto di tutte le prescrizioni e le disposizioni anti Covid -19, i contratti di lavoro part time, così si è deciso con l’approvazione di un apposito emendamento in commissione Bilancio che prevede una spesa di meno di 19 milioni di euro, diventeranno, fino al 31 dicembre, full time.
Una notizia che ci rallegra ma che riteniamo assolutamente insufficiente.
Come Cgil Reggio Calabria-Locri, Cgil Gioia Tauro, Filcams Reggio Calabria e FLC provinciale chiediamo al Governo di porre rimedio alla “macelleria sociale” creatasi con l’Internalizzazione e di attivarsi per il riconoscimento del full time a tutti i lavoratori non solo fino al prossimo 31 dicembre, ma per sempre.
Su questa richiesta non arretreremo di un solo centimetro e terremo di sicuro alta la mobilitazione e l’attenzione.
Gregorio Pititto, Segretario Generale CGIL Reggio Calabria-Locri
Celeste Logiacco Segretaria Generale CGIL Piana di Gioia Tauro
Samantha Caridi Coordinatrice Provinciale FILCAMS CGIL Reggio Calabria
Michele Bruno Segretario Provinciale FLC CGIL Reggio Calabria

03-08-2020 22:09
Questa notizia è stata letta 2386 volte

NOTIZIE CORRELATE


23-11-2020 - ATTUALITA'

Scuole chiuse, il Tar boccia la Regione Calabria: ordinanza sospesa, "vanno riaperte"

L'ordinanza regionale comporta un "grave pregiudizio educativo, formativo ed apprendimentale ricadente sui destinatari del servizio scolastico"
23-11-2020 - ATTUALITA'

Scuola. Scopelliti e Delfino: "Spirlì ritiri la sua ordinanza e riapriamo le scuole in sicurezza"

L'invito degli assessori al Comune di Reggio Calabria alla luce della sentenza del Tar della Calabria
23-11-2020 - SPORT

CONI Calabria, Condipodero: "Il corso sulla forza ci proietta tra le scuole più attive d'Italia"

Un appuntamento formativo altamente partecipato
21-11-2020 - ATTUALITA'

Alex Zanardi trasferito dal San Raffaele di Milano a Padova

Condizione neurologica stabile

ULTIME NEWS

ATTUALITA'

Alloggi popolari, "servono le assegnazioni alle famiglie che ne hanno diritto e non la vendita"

Reggio Calabria. In questo periodo di pandemia e di grave crisi economica, il patrimonio degli alloggi popolari per le famiglie a basso reddito e senza una casa ...
ATTUALITA'

Emergenza alluvioni, la Giunta regionale a Crotone: "Ristori e risarcimenti, noi ci siamo"

«In questa fase, che è quella più importante, noi siamo a disposizione. Andranno da subito valutati i danni subiti, casa per casa. I ristori saranno il primo ...
CRONACA

La DIA di Reggio Calabria sequestra beni per due milioni di euro ad un esponente di spicco della cosca Pesce VIDEO

La Direzione Investigativa Antimafia di Reggio Calabria, sotto la supervisione del Procuratore Distrettuale di Reggio Calabria, Dott. Giovanni BOMBARDIERI e del Procuratore Aggiunto dott. C. Gaetano PACI, ha eseguito un provvedimento di sequestro di beni emesso da quel Tribunale – Sezione Misure di Prevenzione, nei confronti di PESCE Vincenzo, 67enne di Rosarno, esponente di spicco dell’omonima cosca egemone unitamente a quella dei BELLOCCO nel comune di Rosarno. PESCE Vincenzo ha riportato 2 condanne definitive per reati di associazione a delinquere semplice e mafiosa commessi negli anni 1980 e 1989 e a seguito dei quali era già stato sottoposto alla misura della sorveglianza speciale di PS per la durata di tre anni. Più di recente è stato coinvolto nell’Operazione “‘Ndrangheta Banking”, condotta, nel mese di giugno 2014, dal Centro Operativo DIA di Reggio Calabria unitamente ai Carabinieri del R.O.S. di Reggio Calabria e coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Reggio Calabria – DDA che aveva portato alla scoperta di un sistema creditizio parallelo attraverso cui le cosche calabresi erogavano prestiti a tassi usurari a imprenditori calabresi e lombardi in difficoltà. Nel citato contesto investigativo era emerso che il PESCE, quale personaggio di spicco dell’associazione di tipo mafioso “PESCE-BELLOCCO”, operava come dominus di fatto dell’impresa individuale “MADULI Biagio Francesco”, a cui favore, forte del rapporto con BARBIERI Vincenzo Carmine, altro imprenditore colluso con la ‘ndrangheta, veniva aggiudicato un appalto indetto dal Comune di Rosarno, relativo ai lavori di manutenzione delle strade comunali per un importo pari ad € 40.000,00, non secondo logiche di libero mercato ma nel rispetto delle dinamiche oligopolistiche tipiche delle organizzazioni di tipo mafioso. Con sentenza del 27 febbraio 2018, emessa dalla Corte di Appello di Reggio Calabria e diventata definitiva in data 16.04.2019, PESCE Vincenzo veniva condannato a 4 anni di reclusione per il reato di intestazione fittizia dei beni con l’aggravante di aver agevolato la ‘ndrangheta . Per la formalizzazione del provvedimento odierno, la Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria ha tenuto conto della pericolosità sociale sia “qualificata” per l’appartenenza alla ‘ndrangheta che “generica” in quanto soggetto che vive di proventi illeciti. Inoltre, grazie ai meticolosi accertamenti patrimoniali svolti dagli uomini della DIA reggina, è stata anche accertata la sussistenza in capo al PESCE di una conclamata disponibilità di due aziende intestate a soggetti prestanome al fine di agevolare gli interessi illeciti della ‘ndrangheta nonché una evidente sproporzione tra i redditi dichiarati dello stesso e dal suo nucleo familiare, rispetto agli investimenti effettuati nel tempo. Il patrimonio sottoposto a sequestro consiste in 2 società operanti nel settore costruzioni di edifici e smaltimento rifiuti solidi non pericolosi, nr. 8 immobili, tra cui un capannone con uffici aziendali di rilevanti dimensioni e diversi terreni agricoli, nr. 10 beni mobili registrati di cospicuo valore aziendale, tra cui diverse macchine operatrici semoventi, un rimorchio, un semirimorchio, diversi autocarri ed una autovettura e rapporti finanziari aziendali. Il valore complessivo dei beni sottoposti a confisca è stimato in circa due milioni di euro. Tale operazione si inquadra nella sempre più stringente attività di contrasto posta in essere dal personale della DIA reggina, sotto il coordinamento della locale Procura Distrettuale, alle pervasive attività di infiltrazione della ‘ndrangheta nei principali settori dell’economia e nel caso in questione nei delicati comparti dello smaltimento dei rifiuti e ...
ATTUALITA'

'Ndrangheta. Gratteri: "Mafie usano sicari in franchising"

«Nell'ambito delle mafie nostrane, invece, si è verificato in più occasioni l'abituale scambio di sicari. Il più delle volte tra famiglie della stessa organizzazione ma a volte anche tra organizzazioni ...
ATTUALITA'

Calabria. Spirlì sbotta: "Ordinanza regionale è mia competenza, basta confusione"

«Vorrei ricordare a tutti, amministratori locali compresi, che lo strumento dell’ordinanza regionale è di competenza unica del presidente della Regione. Anticipare provvedimenti ...
ECONOMIA

Sostegno alle famiglie, Gallo: "Stanziati 500 mila euro"

Quasi mezzo milione di euro a sostegno delle famiglie calabresi. È stato pubblicato l’avviso attraverso il quale la Regione Calabria intende promuovere politiche di promozione del lavoro, della natalità e della ...
ATTUALITA'

Poste italiane, il calendario per il pagamento di pensioni e tredicesime di dicembre

Poste Italiane comunica che le pensioni del mese di dicembre, comprensive di tredicesima, verranno accreditate a partire da domani, mercoledì 25 novembre, per i titolari di un Libretto ...
ATTUALITA'

Reggio Calabria. Una "panchina rossa" in città simbolo e monito contro la violenza di genere

Reggio Calabria. In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne il Comune di Reggio Calabria, nelle persone dell’Assessora alle Pari ...
ATTUALITA'

Natale e Covid, il Viceministro Sileri: "Con cenone si rischia strage"

"Sarà un Natale di emergenza, non c’è ombra di dubbio. E’ inutile che ci giriamo in torno: tra regali, baci e abbracci in situazioni con anziani di 80-85 anni basta un solo positivo e ...
CULTURA

'Il futuro dipende da noi', il 10 e 11 dicembre la XV edizione del Salone dell'Orientamento

Il Salone dell'Orientamento 2020 diventa digital edition. Il 10 e 11 dicembre la XV edizione del Salone dell'Orientamento sarà interamente online su piattaforma ...
ATTUALITA'

Carceri: Il contagio rallenta, ma non si ferma!

“L’aumento del contagio da Covid-19 fra la comunità penitenziaria rallenta, ma non si ferma. Alla data di ieri alle ore 19.30, secondo i dati raccolti e appena comunicatici dall’Ufficio Attività Ispettiva e di Controllo del ...
ATTUALITA'

Coronavirus. 307 nuovi casi positivi in Calabria, 135 a Reggio

In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 340.065 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 348.247 allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). Le persone risultate positive al Coronavirus sono 14.524 (+ ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

ASPETTANDO IL TG
BORGOITALIA
SUONAVA L'ANNO
SU IL SIPARIO!
Unirc 2020
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 15.45-21.20

Medicina in Diretta

Ore 22.30

Pianeta Dilettanti
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Servizio zero
  • La dimenticata utilita’  dell’acqua
  • Rifiuti
  • La strafottenza dell’amministrazione comunale
  • disservizio idrico
  • L’invidia radice di ogni male
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
idomotica
Italpress