Disastro ambientale a Lazzaro. Brucia la vasta area di Comunia e con essa la discarica
ATTUALITA'

La denuncia dell'Ancadic

Disastro ambientale a Lazzaro. Brucia la vasta area di Comunia e con essa la discarica

Da domenica 2 agosto u.s. un devastante incendio si è registrato nel territorio di Lazzaro e Motta San Giovanni in concomitanza con altri incendi verificatesi in territori confinanti. L’incendio che è durato due giorni, ma ancora i focolai perdurano, ha completamente carbonizzato soprattutto l’intera area di Comunia della frazione Lazzaro del Comune di Motta San Giovanni, interessando l’impianto di compostaggio bruciando grossi quantitativi di rifiuti depositati a cielo aperto in diversi punti nell’area di compostaggio incomprensibilmente ancora non smaltiti in impianti autorizzati, nonostante le nostre ripetute richieste.
Anche l’area esterna all’isola ecologica non è stata risparmiata dalle fiamme che hanno bruciato anche i rifiuti contenuti nei cassoni situati all’interno della struttura.

La discarica è stata completamente carbonizzata le fiamme hanno bruciato parte della geomembrana e tubazioni, bruciati alcuni alberi di ulivo nell’area circostante alla stessa.
Fiamme anche nelle tre grosse discariche abusive nelle vicinanze del cimitero lungo la strada per Comunia che dopo vent’anni nonostante ben due ordinanze sindacali non si è provveduto alla bonifica dei siti potenzialmente inquinati. Bruciati anche i pali in legno che sostengono la linea aerea elettrica e telefonica.



Le fiamme hanno anche interessato il sito in frana nelle vicinanze del cimitero costituito da rifiuti aumentando il rischio per la circolazione stradale atteso che a seguito di una frana verificatesi alcuni anni addietro a margine del tratto viario si è creato il vuoto ed alto è il rischio che i mezzi possono finire nel sottostante vallone. E’ superfluostilare l’elenco di ciò che è stato bruciato, in poche parole il fuoco ha fatto piazza pulita.



Il fumo e le ceneri hanno invaso le abitazioni rendendo l’aria irrespirabile, creando alle persone disagi appesantiti da queste giornate di caldo torrido e preoccupazione per possibili danni alla loro salute dovendo respirare sostanze nocive. Più volte abbiamo chiesto la bonifica dei siti potenzialmente inquinati ma la nostra è rimasta una voce nel deserto. Sono stati immediatamente interessate le istituzioni competenti.
Esterniamo il nostro apprezzamento e ringraziamento ai Vigili del Fuoco, alla Protezione Civile e a tutti coloro che per due giorni con l’utilizzo anche dei mezzi aerei sono stati impegnati a domare un devastante incendio che ha messo in pericolo anche le tante abitazioni di Lazzaro e Motta San Giovanni.
Vincenzo Crea
Ancadic


04-08-2020 10:58

NOTIZIE CORRELATE


26-10-2020 - ATTUALITA'

Pon inclusione. Attivato a Lazzaro sportello informativo per le politiche sociali

Aperto il martedì dalle 9 alle 12 e il giovedì dalle 15 alle 17
24-10-2020 - CRONACA

Emergenza rifiuti. Calabria, incendio in un impianto nel catanzarese

In località Fiasco Baldaia, nel comune di Squillace
23-10-2020 - CRONACA

Crotone. Incendiano cumuli di rifiuti: due persone denunciate

Intervento dei carabinieri nella periferia di Crotone
20-10-2020 - ATTUALITA'

Lazzaro. Emergenza epidemiologica e trasporto scolastico, Ancadic: "Ci vuole maggiore attenzione"

Prima di salire sul mezzo non viene misurata la temperatura corporea con gli appositi termo scanner

ULTIME NEWS

CRONACA

Reggio Calabria. Fata Morgana: confiscato il patrimonio di Giuseppe Chirico, vicino alle cosche Tegano e Condello VIDEO

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, con il coordinamento della locale Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia, diretta dal Procuratore Capo, Dott. Giovanni Bombardieri, hanno dato esecuzione alla confisca di un ingente patrimonio, per un valore complessivo di oltre 26 milioni di euro, nonché la misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale di P.S. nei confronti di Giuseppe Chirico, imprenditore affermatosi nel settore della grande distribuzione alimentare con pratiche illecite e operante in stretti rapporti con le cosche di ’Ndrangheta “Tegano” e “Condello”, influenti nel mandamento “Reggio Calabria città”. Il provvedimento conferma quanto precedentemente disposto dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale reggino – presieduta dalla Dott.ssa Ornella Pastore – su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica – D.D.A., Dott. Stefano Musolino, con cui erano state applicate la misura di prevenzione patrimoniale del sequestro di beni, nonché quella personale nei confronti del medesimo soggetto. Più in particolare, il Chirico era emerso nel corso delleindagini condotte nell’ambito dell’operazione “Fata Morgana” (i cui sviluppi sono poi confluiti nel più vasto processo “Gotha”), in quanto, con il costante appoggio assicuratogli dalle potenti cosche del quartiere “Gallico”di Reggio Calabria, lo stesso aveva posto in essere tutta una serie di gravi condotte delittuose che gli avevano consentito di imporre e interporre illecitamente le proprie attività commerciali (in particolare quelle della società “So.R.Al. – Società Reggina Alimentari di Chirico Giuseppe & C. S.a.s.”) nel settore della grande distribuzione alimentare, anche all’interno del centro commerciale “Perla dello Stretto” di Villa San Giovanni (RC). Per quanto sopra, il G.I.C.O. e la Compagnia Reggio Calabria erano stati delegati dalla locale D.D.A. all’effettuazione di indagini patrimoniali e di contesto finalizzate a individuare l’intero patrimonio del proposto e del suo nucleo familiare, i cui esiti avevano consentito all’A.G. inquirente di avanzare alla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale reggino una proposta di applicazione di misure di prevenzione personali e patrimoniali nei confronti dello stesso. In tal modo, le investigazioni economico-patrimoniali avevano consentito di accertare la sussistenza di una significativa sproporzione tra il profilo reddituale e il profilo patrimoniale del nucleo familiare del soggetto d’interesse anche a cagione della derivazione illecita dei redditi accumulati in qualità di “imprenditore mafioso”ricoperto da quest’ultimo, motivo per cui si era potuto sostenere come l’intero patrimonio accumulato dal Chirico derivasse dalle attività illecite dallo stesso perpetrate sotto il manto di due delle più potenti cosche reggine. Alla luce di tali risultanze, in aderenza alle ipotesi investigative delle Fiamme Gialle e della locale D.D.A., nel corso del 2017, erano state applicate nei confronti del proposto la misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale di P.S. e la misura di prevenzione patrimoniale del sequestro di un terreno, di un veicolo, di 17 rapporti finanziari e della società “So.R.Al. – Società Reggina Alimentari di Chirico Giuseppe & C. S.a.s.”, incluse la totalità delle partecipazioni sociali e la totalità del complesso aziendale di quest’ultima, comprendente 28 tra terreni e fabbricati, 2 veicoli e 5 rapporti finanziari, per un valore complessivo di oltre 26 milioni di euro. Con l’odierno provvedimento sono intervenute la conferma dell’applicazione del provvedimento personale in questione, nonché la confisca dei beni precedentemente sequestrati, i quali sono stati così acquisiti al patrimonio dello Stato in via definitiva, con conseguente sottrazione degli stessi alla disponibilità di ambienti della criminalità organizzata reggina. Il servizio in parola testimonia ancora una volta l’elevata attenzione mantenuta dai militari in forza al Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, che, nel solco delle precise indicazioni dell’Autorità Giudiziaria reggina, continua a essere rivolta all’individuazione e alla conseguente aggressione dei patrimoni e delle disponibilità finanziarie illecitamenteaccumulati dalle consorterie criminali di stampo mafioso, allo scopo di arginare l’inquinamento del mercato e della sana imprenditoria, con l’intento di ripristinare adeguati livelli di legalità, ...
CRONACA

Salgono a 109 le vittime per il Covid in Calabria

Salgono a 109 le vittime per il Covid in Calabria. Stamani è morta nell'ospedale di Cosenza, dove era ricoverata da alcune settimana, una donna di 73 anni. Lo ha reso noto il sindaco Cassano Ionio, Gianni Papasso, con un post sulla sua pagina ...
ATTUALITA'

Reggio Calabria. Cimiteri aperti: consentita l'entrata in sicurezza seguendo il protocollo

Reggio Calabria. Consentito l'accesso ai cimiteri della città, ma in sicurezza. E' quanto prevede l'ordinanza del Sindaco: "Il Sindaco, visto il decreto ...
CRONACA

Reggio Calabria. 'Ndrangheta: processo "Ares", 54 condanne e 5 assoluzioni

Reggio Calabria. Si é concluso con 54 condanne e cinque assoluzioni il processo, celebrato col rito abbreviato davanti al Gup di Reggio Calabria, Domenico Armaleo, nato dall'operazione antimafia ...
CRONACA

Roccella Jonica. In 48 sbarcano al porto

Ancora uno sbarco di migranti lungo le coste della Locride. Si tratta del decimo sbarco nelle ultime tre settimane. Stamattina poco dopo le 8 nel porto di Roccella Jonica ne sono arrivati 48, tutti di sesso maschile e di varie nazionalità. Altri 8 migranti sono stati ...
ATTUALITA'

Sapia diffida Spirlì: "Nessuno si azzardi a nominare i direttori generali delle aziende pubbliche della salute, sarebbe un atto illegittimo e grave"

«Alla Cittadella nessuno si azzardi a nominare i ...
ATTUALITA'

Covid: degente positiva partorisce bimba, è negativa

Si chiama Diletta, pesa quasi 3 kg ed è lunga 49 centimetri, sta bene ed è negativa al Coronavirus anche se la sua mamma è una paziente del reparto Covid-19 dell'Unità operativa del Pugliese diretta dal dottor Lucio Cosco. ...
ECONOMIA

Covid19, la Giunta Regionale modifica il Por per fronteggiare l'emergenza

Con la delibera n. 320 del 26 ottobre la Giunta regionale della Calabria ha approvato la proposta di riprogrammazione del Por Calabria Fesr Fse 2014/2020 nell’ambito della Coronavirus response investment ...
ATTUALITA'

Fondi Covid19, Spirlì: "La Regione ha fatto fino in fondo la sua parte"

«In merito all’utilizzo dei fondi destinati al contrasto dell’emergenza coronavirus, la Regione ha fatto fino in fondo la sua parte, impegnando i 45 milioni a disposizione». Lo dichiara il ...
ATTUALITA'

Coronavirus a Polistena. 27 casi positivi, 15 sono all'ospedale

Polistena. Aumentano i casi in città, la comunicazione del primo cittadino: "Si informano i cittadini che in data odierna sono stati comunicati dall’Asp gli esiti di altri tamponi eseguiti sul nostro ...
CRONACA

Rosarno. Stalking a una 19enne, arrestato uomo di 63 anni dai Carabinieri

Rosarno (Reggio Calabria). Nei giorni scorsi, i carabinieri della Tenenza Carabinieri di Rosarno, hanno arrestato C.D. 63enne vibonese, per il reato di “stalking” nei confronti di una 19enne ...
ATTUALITA'

"La spazzatura non viene raccolta ma l'acconto Tari lo dobbiamo comunque pagare"

Riceviamo e pubblichiamo: "Mentre in città aumentano i cumuli di spazzatura e non ritirano più porta a porta l'indifferenziata (l'ultima volta è stata ritirata ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

RTV NEWS PRIMA EDIZIONE
A PRESCINDERE
Di Pino Toscano
AEROPLANI DI CARTA
CIVITAS
Manuale di Convivenza Civile
Unirc 2020
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 15.45-21.20

Medicina in Diretta

Ore 22.30

Pianeta Dilettanti
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • disservizio idrico
  • L’invidia radice di ogni male
  • L’ascensore del G. O. M.
  • Limite di velocita’
  • Mancanza di acqua
  • Spazzatura a Santa Caterina
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Italpress
idomotica