Scuola. Didattica a distanza, Anief:
ATTUALITA'

ntrodotta obbligatoriamente in tutte le scuole superiori almeno per il 75% fino al prossimo 24 novembre

Scuola. Didattica a distanza, Anief: "Come si fa? Decide ogni Collegio dei Docenti, lo conferma il Ministero"

Il Collegio dei Docenti è sovrano anche nella somministrazione della didattica digitale integrata che, a seguito dell’ultimo Dpcm firmato dal premier Giuseppe Conte il 24 ottobre scorso, è stata introdotta obbligatoriamente in tutte le scuole superiori almeno per il 75% fino al prossimo 24 novembre. Il concetto, alla base delle scelte condivise e democratiche che governano la scuola pubblica, è il cuore pulsante che regola l’intero contratto integrativo sulla didattica digitale integrata “nella modalità a distanza”. Il documento, sottoscritto anche dall’Anief, ora viene raccolto dalle istituzioni scolastiche locali che fanno capo al Ministero dell’Istruzione, ad iniziare dagli Uffici scolastici regionali. Uno di questi è l’Usr Lombardia che, attraverso una nota specifica sull’argomento, ha puntualizzato lo spirito del Dpcm e delle conseguenti disposizioni: sarà il Collegio dei Docenti – precisa la nota USR Lombardia – organo tecnico per definizione, ad individuare le attività da svolgere in presenza per specifiche classi (intese come annualità) e per specifiche discipline.
“La sottolineatura dell’Usr Lombardia – commenta Marcello Pacifico, leader Anief – non è altro che la consecutio di quello che abbiamo sin da subito espresso commentando l’avvenuta sottoscrizione del contratto nazionale sulla didattica digitale integrata: spetta al Collegio dei docenti il necessario aggiornamento del Piano scolastico per l'erogazione della DDI. Tale esercizio si esplica, quindi, solo attraverso il parere motivato e deliberato degli organi collegiali, avendo naturalmente pieno rispetto del contratto, inclusi i permessi per la partecipazione alle assemblee sindacali. Non spetta, dunque, al dirigente scolastico formulare il piano delle attività della DDI: il contratto da noi firmato e che regola un ambito, quello della DaD, sul quale durante il lockdown primaverile ci si era mossi senza alcun riferimento, non è un caso che richiami le recenti linee guida sulla stessa didattica digitale integrata. Le quali, tra le altre disposizioni, prevedono un minimo di 20 ore di lezioni per la scuola secondaria di secondo grado e di 15 ore per il primo ciclo, con la riduzione a 10 solo per le classi prime della scuola primaria. E sempre in tema di ore – conclude Pacifico – siamo riusciti a non fare approvare improbabili ‘banche di recupero’ di cui non c’è traccia in alcun dispositivo normativo vigente”.

Sempre l’organismo di gestione scolastica della Lombardia specifica che “le attività in presenza da privilegiare saranno certamente quelle a carattere laboratoriale (come del resto previsto anche dall’Ordinanza della Regione Lombardia 624), intendendo per laboratorio i contesti di apprendimento capaci di coinvolgere attivamente gli studenti in situazioni di costruzione delle conoscenze e di sviluppo delle competenze: sarà compito dei rispettivi collegi dei docenti individuare i laboratori maggiormente caratterizzanti l’offerta formativa dell’istituzione entro la quota del 25 per cento”.
I CASI IN CUI SI OPERERÀ DA CASA
L’Usr Lombardia si sofferma quindi sul fatto che l’organizzazione delle attività in didattica digitale integrata richiede “una determinazione organizzativa del lavoro disposta dal Dirigente Scolastico, il quale, tenendo conto di specifiche situazioni individuali (come le accertate situazione di fragilità del personale docente), di specifiche situazioni infrastrutturali (come ad esempio una rete insufficiente a gestire un numero elevato di connessioni, fermo restando che DDI non significa esclusivamente attività sincrona), potrà disporre il lavoro da remoto dei docenti non impegnati nella didattica in presenza o che per altre motivazioni non possono lavorare da scuola”. Inoltre, lo stesso Usr specifica che “le medesime considerazioni possono essere ritenute valide per il personale amministrativo: poiché non è prevista la sospensione delle attività didattiche, bensì il ricorso ad altre forme di erogazione del servizio di istruzione, il lavoro agile del personale amministrativo potrà essere disposto dal Dirigente Scolastico in base a specifiche motivazioni di organizzazione del lavoro, sulla scorta del Decreto del Ministro per la Funzione Pubblica del 19 ottobre 2020”.
LA SCELTA MIGLIORE
Quindi il “’non andare a scuola’ per lo svolgimento delle attività in Didattica Digitale integrata – sintetizza oggi Orizzonte Scuola - dovrà essere disposto dal Dirigente Scolastico sulla base di precise motivazioni di carattere sanitario o infrastrutturali o comunque motivazioni d’ostacolo allo svolgimento della prestazione lavorativa in presenza”. Per quanto riguarda la sede di servizio dove espletare la didattica a distanza è chiaro che sarà cura del dirigente scolastico evitare di mettere i lavoratori nelle condizioni di recarsi a scuola per svolgere attività in condizioni non ottimali. Come sarà cura dell’amministrazione scolastica fornire eventuali device o supporti necessari al corpo insegnante e al personale Ata, qualora ve ne fosse bisogno, fruendo degli appositi fondi che il Governo ha prodotto a tale scopo negli ultimi mesi.
IL PARERE DEL PRESIDENTE
“Dal contratto integrativo approvato e da noi condiviso, seppure frutto di una mediazione, – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – si è deciso di non imporre una norma rigida, ma di demandare ad ogni istituto scolastico la possibilità di muoversi, sempre entro i limiti delineati da Linee guida e CCNI, come più riterrà opportuno il Collegio docenti: l’organismo che continua ad avere piena centralità nell’ambito delle scelte didattiche da intraprendere in ogni scuola e che quindi ora viene chiamato in causa per aggiornare i piani scolastici di erogazione della didattica a distanza. Siamo convinti che tale impostazione avrà effetti positivi nella stesura dell’offerta formativa che ogni scuola si sta ritagliando, al fine di attuare la didattica a distanza più idonea anche in base alla tipologia di studenti, prevedendo pure unità orarie ridotte e pause adeguate tra una lezione e l’altra”.


29-10-2020 17:03

NOTIZIE CORRELATE


27-11-2020 - ATTUALITA'

Coronavirus. Nuovo Dpcm, Natale e zona rossa: le novità di oggi

Le preoccupazioni degli scienziati si focalizzano proprio sulla notte del 24 dicembre e su quella dell'ultimo giorno dell'anno
27-11-2020 - ATTUALITA'

Coronavirus. L'Asp di Reggio Calabria conferma 161 nuovi casi positivi

Il bollettino del 26 Novembre
27-11-2020 - ATTUALITA'

Imprese. Le infezioni da Covid-19 equiparabili all'infortunio sul lavoro

La precisazione della CNA sulle tutele assicurative INAIL e sui percorsi per il riconoscimento degli indennizzi
26-11-2020 - ATTUALITA'

Scuola, giudizi descrittivi al posto dei voti numerici alla primaria. Illustrata ai sindacati l'Ordinanza con le novità

​​​​​​​La documentazione completa e definitiva sarà pubblicata sul sito del Ministero dopo il parere del CSPI
26-11-2020 - ATTUALITA'

Coronavirus: un altro morto in Calabria, raggiunta quota 251

Si tratta di una persona residente nel comune di San Gregorio d'Ippona

ULTIME NEWS

ATTUALITA'

Commissario per la sanità in Calabria, salta anche Miozzo

Avrebbe posto "troppe condizioni" Agostino Miozzo per accettare l'incarico di commissario della sanità calabrese. Su questo, si apprende da fonti di governo, si sarebbe bloccata la nomina del coordinatore del Cts. Un filo di ...
ATTUALITA'

Elezioni Comunali, Klaus Davi: "Falcomatà tranquillo perchè Perna gli ha garantito "assoluzione" al processo Miramare"

Il sindaco Falcomatà è tranquillo mentre Reggio affonda nella spazzatura e gli indici di reputazione della ...
POLITICA

Il centrosinistra reggino: "Da opposizione vuote invettive, la campagna elettorale è finita, anche Trump ha accettato la sconfitta"

"L'opposizione al Comune di Reggio Calabria continua a distinguersi per un ...
CRONACA

"The End". Rapine, furti e danneggiamenti nella Piana di Gioia Tauro: 5 misure cautelari DETTAGLI

Questa mattina, ...
POLITICA

Brogli elettorali, Minicuci presenta mozione: 'Situazione grave. Da Falcomatà solo silenzio'

Antonino Minicuci, capo dell’opposizione in sede di consiglio comunale, ha presentato assieme ai consiglieri di minoranza una mozione ufficiale con la quale si chiede ...
ATTUALITA'

Reggio Calabria. Disservizi idrici a Catona

Reggio Calabria. Il Comune di Reggio Calabria rende noto che a causa di un intervento sulla rete idrica comunale, dalle ore 07:00 e fino a fine lavori del giorno 27.11.2020, saranno previsti disservizi idrici nella Via Nazionale e Via Bassa a Catona.
CRONACA

E' accusato di auto-addestramento ad attività terroristiche, cittadino italiano arrestato in Calabria

Cosenza. Un cittadino italiano residente in provincia di Cosenza è stato arrestato dalla Polizia in esecuzione di un'ordinanza del gip su ...
CRONACA

Operazione The End. Rapine, furti e spaccio tra Rosarno e Gioia Tauro, 5 misure cautelari

Alle prime ore dell’alba, gli Agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Gioia Tauro hanno dato esecuzione, nella provincia di Reggio Calabria, ...
CRONACA

Taurianova. Accusati di aver coltivato 3200 piante di marijuana, rimangono ai domiciliari 4 giovani

Giuseppe Sicari, Paolo Monterosso, Carmelo Avati e Giuseppe Startari rimangono agli arresti domiciliari. Accolto dalla Cassazione il ricorso dei legali dei ...
ATTUALITA'

Sviprore spa: un sistema innovativo per controllare da casa lo stato della propria caldaia

Reggio Calabria. La Città Metropolitana di Reggio Calabria attraverso la sua società in house Svi.Pro.Re. Spa, ha messo a disposizione di tutti i cittadini un ...
ATTUALITA'

Coronavirus. Il Gom comunica: due decessi e 3 nuovi positivi

Reggio Calabria. La Direzione Aziendale del G.O.M. “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria comunica che nelle ultime ventiquattro ore si sono registrati due decessi, entrambi avvenuti in Terapia Intensiva. Si tratta ...
ATTUALITA'

Emergenza coronavirus. Reggio Calabria, Falcomatà: "La prossima settimana partirà lo screening di massa"

Reggio Calabria. 70mila test antigenici per uno screening di massa per il Covid sui cittadini reggini. Lo ha annunciato il primo cittadino Giuseppe ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

STRETTAMENTE PERSONALE
Stracult Edition
RTV NEWS PRIMA EDIZIONE
AEROPLANI DI CARTA
BORGOITALIA
Unirc 2020
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.20

Touchè

Ore 22.30

Strettamente Personale
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Servizio zero
  • La dimenticata utilita’  dell’acqua
  • Rifiuti
  • La strafottenza dell’amministrazione comunale
  • disservizio idrico
  • L’invidia radice di ogni male
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Italpress
idomotica