Alloggi popolari,
ATTUALITA'

La nota del Direttivo "Un Mondo Di Mondi"

Alloggi popolari, "servono le assegnazioni alle famiglie che ne hanno diritto e non la vendita"

Reggio Calabria. In questo periodo di pandemia e di grave crisi economica, il patrimonio degli alloggi popolari per le famiglie a basso reddito e senza una casa dovrebbe costituire una risorsa da valorizzare. Non solo come garanzia del diritto ad un alloggio adeguato e come misura indiretta di sostegno economico, ma anche come “presidio” di contrasto al contagio.
Le famiglie con reddito molto basso e senza una casa infatti sono spesso costrette a vivere in condizioni abitative di sovraffollamento e quindi, oggi, sono particolarmente esposte al contagio . Questi nuclei vivono in gran parte in affitto ed oggi hanno gravissime difficoltà nell’ affrontare il pagamento del canone che ormai incide per oltre il 60% del loro reddito. Per questo una parte di loro subisce continui sfratti, spesso non rilevati, ed un’altra parte riesce a pagare il canone al prezzo di gravissime privazioni su alimenti e cure mediche. In quest’ anno di pandemia, molto probabilmente, saranno aumentate le richieste di sfratto e quindi, nei primi mesi del prossimo anno, dopo lo sblocco delle esecuzioni degli sfratti previsto per il 31 dicembre 2020, un gran numero di famiglie potrebbe finire sulla strada.
Già oggi in città diverse centinaia di famiglie vivono in gravi condizioni. Un'efficace politica comunale di assegnazione di alloggi popolari sarebbe per queste famiglie la garanzia di una casa, eviterebbe i continui sfratti, costituirebbe un sostegno al reddito e ridurrebbe il pericolo di contagio.

Pertanto, oggi più di ieri, la politica abitativa dovrebbe avere come principale finalità le assegnazioni degli alloggi di edilizia residenziale pubblica per le famiglie che ne hanno diritto e bisogno, attraverso la legalizzazione del settore e l’aumento del patrimonio Erp .
Lanciare, invece, un grande piano di dismissione del 60% degli alloggi popolari comunali, come ha affermato il neo assessore alle politiche abitative, Rocco Albanese, nell’intervista rilasciata alle testate giornalistiche locali, appare drammaticamente paradossale.
Lo è perché un grande piano di dismissione, di circa 1.400 alloggi popolari, caratterizza chiaramente, come già avvenuto nei sei anni precedenti, una politica finalizzata alla dismissione dell’intero settore e non al suo rilancio. In questo momento particolarmente grave, a nostro parere, è prioritario garantire il diritto alla casa alle famiglie con reddito molto basso. Oggi, non dovrebbe essere prioritario garantire un titolo di proprietà alle famiglie assegnatarie che hanno già la garanzia di una casa in cui abitare.
La scelta del grande piano di dismissione degli alloggi comunali sarà pagato a caro prezzo, ancora una volta, dalle famiglie reggine più vulnerabili e senza una casa.
È evidente che un piano di vendita di tale portata determinerà una drastica riduzione del turn-over, previsto dalla legge vigente, secondo il quale gli alloggi che periodicamente si rendono liberi dagli assegnatari devono ritornare nella disponibilità del Comune per essere riassegnati agli aventi diritto, ossia le famiglie a basso reddito. Il danno è evidente anche perchè i ricavi delle vendite degli alloggi, che per legge dovrebbero esere utilizzate per acquistare nuovi alloggi, qualora venissero impegnati per questo scopo, farebbero rientrare nel patrimonio erp appena un terzo degli alloggi venduti. Difatti la vendita degli alloggi avviene per legge ad un costo molto ridotto rispetto a quello di mercato e quindi costituisce un “affare immobiliare” per gli assegnatari che hanno le risorse per concluderlo. Ma, come se non bastasse, nel corso degli anni, i ricavi delle vendite effettuate non risultano siano mai stati utilizzati per l’acquisto di nuovi alloggi. Le vendite effettuate nel corso degli anni hanno quindi costituito una riduzione netta e progressiva del patrimonio erp comunale.



Nonostante questo piano di vendita, il “secondo tempo” dell’Amministrazione Falcomatà era cominciato con qualche segnale positivo.
Le linee Programmatiche della nuova Amministrazione Falcomatà, approvate in Consiglio Comunale, prevedono di “riordinare il comparto degli alloggi edilizia residenziale pubblica sotto il profilo delle manutenzioni e delle assegnazioni secondo quanto previsto dal bando pubblico.” Inoltre il sindaco Falcomatà ha nominato un Assessore alle politiche abitative che nel “primo tempo” non ha previsto, se non per soli 7 mesi.
Ma per cambiare registro, rispetto ai sei anni precedenti, servono altre azioni concrete.
Serve assegnare al settore di Edilizia Residenziale pubblica il personale necessario e qualificato. Ma anche determinare come finalità principale del settore l’assegnazione degli alloggi ed i cambi alloggio alle famiglie che ne hanno diritto secondo le procedure dei bandi e delle emergenze ( art 31 LR 32/1996) .
Sarà quindi necessario reperire gli alloggi per le assegnazioni attraverso le verifiche, l’acquisto di nuovi alloggi con il finanziamento del Decreto Reggio di 11 milioni di euro ed altri finanziamenti e attraverso l’utilizzo di tutti gli alloggi confiscati.
È anche necessario utilizzare tutte le entrate dai canoni e dalle vendite, anche quelle accantonate negli anni precedenti, per la manutenzione e l’acquisto di nuovi alloggi.
Lo scorso 6 novembre, per avviare un confronto su queste proposte con l’Assessore, Rocco Albanese, l’Associazione, insieme ad un gruppo di famiglie, ha chiesto un incontro.
In attesa della disponibilità di un confronto diretto con l'Assessore, l'associazione Un mondo di mondi auspica che l’Amministrazione ed il Consiglio Comunale si attivino per una politica degli alloggi popolari che garantisca giustizia sociale alle famiglie più in difficoltà.
Il Direttivo Un Mondo Di Mondi


24-11-2020 18:14

NOTIZIE CORRELATE


15-01-2021 - ATTUALITA'

Nuovo dpcm, c'è anche lo sblocco dei concorsi pubblici: massimo 30 candidati alla volta

Anief: bene, ma non è risolutivo
15-01-2021 - ATTUALITA'

Ripensare le reti di comunicazione, Tonino Russo: "Allarme inascoltato. Far uscire la Calabria dalla marginalità"

Appello alla politica, alle istituzioni, ai cittadini: ognuno faccia fino in fondo la propria parte

ULTIME NEWS

ATTUALITA'

Un decesso al Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria

Reggio Calabria. La Direzione Aziendale del G.O.M. “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria comunica che, nelle ultime ultime ventiquattro ore, si è registrato un decesso. Si tratta di un uomo di 87 anni, ...
ATTUALITA'

Reggio, lavori di restyling A2: lunedì chiusa la rampa in ingresso dello svincolo Catona/Arghillà

Per l’avanzamento dei lavori di restyling, avviati da Anas lungo l’A2 DIR RC tra lo svincolo di Campo Calabro e Santa Caterina, si rendono necessarie ...
ATTUALITA'

Zona rossa per Lombardia, Sicilia e Bolzano. La Calabria rimane arancione

Zona rossa per Lombardia, Sicilia e provincia autonoma di Bolzano. Zona arancione per 9 regioni, compreso il Lazio che per la prima volta esce dalla zona gialla. Lo prevede l'ordinanza, in vigore dal 17 ...
CRONACA

Elezioni Comunali. Klaus Davi: "Prefettura verifichi se Falcomatà ha fatto eleggere un parente di Molinetti"

Se dovesse corrispondere al vero quanto denunciato in queste ore da Giuseppe Modafferi, coordinatore regionale dell’associazione ...
ATTUALITA'

Spirlì in visita al Gom di Reggio Calabria: "Ho raccolto le istanze e le segnalazioni dei medici"

Il presidente della Giunta regionale, Nino Spirlì, ha fatto visita oggi al Grande ospedale metropolitano (Gom) di Reggio Calabria. Accompagnato dal ...
CRONACA

Reggio Calabria. Controlli anticovid: blitz della Polizia Locale interrompe aperitivo in pieno centro

Reggio Calabria. Stavano lautamente banchettando, nel tardo pomeriggio di ieri, oltre 10 persone tutte dell'est europeo, seduti ai tavoli di un ...
CRONACA

Evasione fiscale nel settore informatico: sequestrati 1,7 milioni di euro ad azienda nel reggino

I finanzieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno eseguito il sequestro preventivo di somme di denaro, beni mobili ed immobili fino ad un valore ...
CRONACA

San Procopio. Rinvenuti dai Carabinieri un fucile ed una pistola lanciarazzi

Nei giorni scorsi, a San Procopio, i Carabinieri, hanno eseguito diversi controlli di polizia, nell’ambito di servizi volti al contrasto all’illecita detenzione di armi, munizioni e droga che, ...
ATTUALITA'

Teo Luzi nuovo Comandante generale dell'Arma dei Carabinieri, Klaus Davi: "Un pessimo segnale per i clan"

«La nomina di Teo Luzi a comandante generale dell'Arma dei Carabinieri non farà piacere alle mafie e alla ‘ndrangheta. ...
ATTUALITA'

Reggio, Spirlì in visita al Dipartimento di Agraria: "Eccellenza calabrese"

Il presidente della Regione, Nino Spirlì, ha fatto visita questa mattina al dipartimento di Agraria dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, accompagnato dal direttore Giuseppe ...
ATTUALITA'

Reggio, prosegue il progetto nazionale dell'Associazione Valentia: biblioteche Covid in tanti ospedali d'Italia

L’associazione Valentia in collaborazione con le case editrici Libritalia, Meligrana editore, Mario Vallone editore, Sd ...
ATTUALITA'

Coronavirus, l'Asp di Reggio Calabria conferma 141 nuovi casi positivi

Reggio Calabria. La Direzione Sanitaria dell'ASP di Reggio Calabria comunica che oggi 15 gennaio 2021, sul Territorio Provinciale, sono stati sottoposti allo screening per "COVID19" 1039 nuovi ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

REGGIOTV SALUTE
Ogni giorno al TG con Eduardo Lamberti Castronuovo
RTV NEWS EDIZIONE NOTTURNA
PIANETA DILETTANTI
SPORT HEROES
Di Giusva Branca
Liquore Tedesco
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.20

Teatro

Ore 22.30

Touchè
TEDESCO LIQUORI SHOP
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Spazzatura
  • Servizio zero
  • La dimenticata utilita’  dell’acqua
  • Rifiuti
  • La strafottenza dell’amministrazione comunale
  • disservizio idrico
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Italpress
idomotica