'Reggio fuori dal tunnel del pre-dissesto'
ATTUALITA'

La nota di Reggio Bene Comune

'Reggio fuori dal tunnel del pre-dissesto'

"La visita istituzionale a Roma del Sindaco, per un confronto al Ministero delle Finanze e dell’Economia, ha portato in città un risultato che è destinato a passare come “storico”.
La notizia, di quelle serie, è che dopo l'incubo del piano di riequilibrio, con la scure della Corte dei conti pronta a colpire, pare che finalmente stiamo uscendo dal tunnel del predissesto; tunnel che sarebbe potuto divenire tomba per la città intera".
Così in una nota Reggio Bene Comune che prosegue: "L’idea che il Debito prodotto da amministratori scellerati debba essere pagato (come in questo caso grottesco del “quasi dissesto) dalla cittadinanza è qualcosa che non abbiamo e non potremo mai accettare; non solo per Reggio ma per qualsiasi realtà nazionale.
Chi produce un Debito dovrebbe rispondere personalmente sempre, qualora ne venissero accertate le responsabilità, con il proprio patrimonio e non deve certo far rispondere la popolazione del suo danno coinvolgendo anche nuove generazioni. La cosa, come da recente norma, è stata giudicata finanche anticostituzionale.
L'anno scorso, ancora al di fuori di qualsiasi tipo di accordo politico, come “Reggio Bene Comune” lanciammo una petizione per chiedere l'annullamento di questo Debito vile ereditato dallo scempio del Modello Reggio.
Quel Modello, per intenderci, che ci ha condotti nel baratro economico-finanziario ma anche allo scioglimento del Consiglio comunale per ndrangheta; un marchio a fuoco terribile nella percezione mediatica nazionale.
Quel Modello dietro cui, come viene detto nel processo Gotha, ci sarebbe stata una regia occulta masso-ndranghetistica che ha scelto i pupi politici da mettere al servizio di un progetto criminale: gestire tutti i fondi del Decreto Reggio ed ogni decisione importante del nostro Comune".



"Da allora, attorno, - prosegue la nota - si registra precarietà assoluta nei servizi (ridotti al lumicino in bilancio ordinario), aumento imposto dei tributilocali al massimo delle aliquote, scoraggiamento da parte della popolazione ed un progressivo deterioramento del senso positivo di appartenenza alla città.
Reggio è sprofondata in una sorta di depressione economica, sociale e culturale che ha procurato la chiusura di moltissime attività ed un nuovo flusso migratorio, di migliaia di concittadini, alla ricerca di condizioni di vita migliori.
Per anni quel Cdx, sopravvissuto a vicende giudiziarie e scioglimento del consiglio, ha lavorato scientemente per far credere alla popolazione che il Modello Reggio fosse il “mondo delle meraviglie” e il suo fallimento fosse solo “opera” di magistratura asservita alla politica. Per anni i suoi militanti hanno provato a far ricadere prima sui Commissari e poi sui nuovi amministratori gli effetti delle loro scelleratezze. Abbiamo dovuto sentir dire, e ad oggi sentiamo, che “i tassi i misiru i commissari e Falcomatà!”; bugie eclatanti volte ad ingannare sistematicamente l’opinione pubblica facendo cadere nell'oblio i nomi dei responsabili oggettivi di quello disastro che, con “abiti nuovi”, cercano riabilitazione sociale e politica senza alcuna vergogna. Un anno fa, addirittura, tutto il cdx “tifava” quasi per la disfatta economica totale; bramava il sentir pronunciare il termine “dissesto” dalla Corte dei conti e poter dunque imputare i propri danni a Chi è arrivato dopo. Proprio in quel momento, come “Reggio Bene Comune”, abbiamo operato la scelta di assumerci la responsabilità di non far affondare la “nave”; ovvero la nostra città.
Il tutto mentre c’era chi si augurava che annegasse anche tutto l’equipaggio.
La nostra scelta oggi trova finalmente riscontro in un risultato che deve chiudere definitivamente una delle più tristi pagine della nostra storia politica; Reggio, a breve, potrà veramente ritrovare la luce della normalità nelle piccole cose: quelle che fanno grandi una città e la sua comunità.
Ci si potrà di nuovo rialzare e sorridere riacquisendo il diritto ad una programmazione della vita politica, economica, sociale e culturale degna di questo nome.
Non mancheranno, senza dubbio, coloro che anche su un risultatodi tale portata non perderanno occasione di odiare, disprezzare ed instillare veleno; una ragione in più, quindi, per ritenere che la direzione è quella giusta; non sanno costoro, forse, che un risultatoè oggettivamente buono diventa contagioso e rideremo di questa permanente strafottenza distruttiva. La città deve molto ad una persona umile e laboriosa come Irene Calabrò (assessora con delega al settore Finanze); una "ape operaia” che sta diventando, per competenze e meriti, una “ape regina”!
La città, che piaccia o no, deve ringraziare la tenacia del Sindaco Falcomatà nel portare, sui tavoli romani, questa battaglia e pretendere giustizia economica per il nostro Comune.
Possiamo legittimamente essere costruttivamente critici su tante cose ma questo, di fatto, è un risultato storico.
Usciti definitivamente dalle sabbie mobili del predissesto non esisteranno più alibi e si dovrà lavorare per recuperare il tempo e le occasioni perse ritrovando l'entusiasmo per importanti e significativi traguardi collettivi", conclude Reggio Bene Comune.


19-06-2021 19:25

NOTIZIE CORRELATE


29-07-2021 - ATTUALITA'

Reggio Calabria. Aiutateci a ritrovare Lerri

L'appello
29-07-2021 - ATTUALITA'

Ristrutturazione e messa in sicurezza dell'aeroporto di Reggio Calabria, attivata la procedura di gara

L'affidamento dell'appalto è previsto per il mese di ottobre
29-07-2021 - ATTUALITA'

Protocollo di Intesa inter-istituzionale tra l'Università 'Mediterranea' di Reggio e l'Associazione dei Comuni dell'Area Grecanica

Il Protocollo d'Intesa pone le basi per sviluppare la collaborazione con varie finalità d'interesse per il territorio

ULTIME NEWS

CRONACA

Oppido Mamertina. I Carabinieri del Nas scoprono una casa di cura abusiva all'interno di una parrocchia VIDEO

I Carabinieri del Nas di Reggio Calabria a seguito di ispezione presso una struttura ricettiva per anziani nel comune di Oppido Mamertina, hanno deferito in stato di libertà un parroco, responsabile di aver aperto una casa di cura senza autorizzazione omettendo, contestualmente, la comunicazione all’autorità di P.S. degli alloggiati all’interno della stessa. L’attività, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi, Sostituto Procuratore Dott. Rocco Cosentino, ha permesso di appurare che presso la Parrocchia Santa Maria Assunta del comune aspromontano, il sacerdote aveva allestito una vera e propria casa di cura per anziani non autosufficienti, senza alcuna autorizzazione ed in un immobile con gravi carenze igienico sanitarie, assolutamente non idoneo per l’accoglienza di soggetti con gravi patologie. In particolare, i militari del NAS, supportati dalla Stazione Carabinieri di Castellace e dal personale del dipartimento di prevenzione dell’ASP di Reggio Calabria, hanno accertato la presenza di n. 6 anziani ospiti, di cui due su sedia a rotelle, alloggiati in stanze obsolete con mura impregnate di umidità, distacco di calcinacci e mobili fatiscenti, ponendo a serio rischio la loro stessa incolumità. Inoltre, gli anziani dormivano su letti i cui materassi erano rivestiti da sacchi neri (per i rifiuti) utilizzati al posto delle c.d. “traverse”. L’attività, che rendeva al sacerdote circa euro 6.000 al mese, è stata immediatamente sospesa dal Comune di Oppido Mamertina e gli anziani trasferiti presso strutture ...
CRONACA

Guardia Costiera. I risultati dell'Operazione "No Driftnets" contro la pesca illegale

Il contrasto all’utilizzo delle reti da posta derivanti illegali è sempre stato uno dei principali obiettivi del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, che ...
CRONACA

Cinquefrondi. Detenzione abusiva di arma da fuoco e munizioni, arrestato 48enne

Un importante risultato è stato ottenuto dagli Agenti della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di P.S. di Polistena, impiegati nei servizi straordinari di controllo del ...
CRONACA

Allacci abusi sulla rete Sorical, distacchi e prime segnalazioni alle autorità

Continua a ritmo serrato la campagna di individuazione di allacci abusivi sugli impianti della Sorical. Su sollecitazione dei sindaci dei Comuni di Gimigliano Tiriolo, Settingiano, Amato e Miglierina ...
POLITICA

Calabria. Elezioni regionali, Luigi de Magistris: "Alleanze solo con chi non fa parte del sistema"

"Da più parti ci chiedono che ci sia di vero di una eventuale nostra convergenza con la forza politica che fa capo all’ex presidente della ...
CRONACA

Marina di Gioiosa Jonica. Furto in abitazione, arrestato commerciante

A Marina di Gioiosa Jonica, nei giorni scorsi, i Carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato P.S., 48enne, commerciante del luogo, incensurato, con l’accusa di furto aggravato in quanto sorpreso mentre usciva ...
CULTURA

"Leonida Edizioni": oggi l'inaugurazione dello XENIA Book Fair, la Fiera Nazionale del libro all'aperto

Parte oggi la sesta edizione dello “XENIA Book Fair”, la Fiera Nazionale del Libro all’aperto promossa dalla Casa Editrice ...
SANITA'

Vaccini: Gimbe, in Calabria 17,6% over 60 senza nessuna dose

La popolazione over 60 che, in Calabria, non ha ricevuto nessuna dose di vaccino è pari a 17,6% contro una media nazionale dell'11,5%. E' quanto evidenzia il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe relativo alla ...
SPETTACOLO

Due reggini in lizza per il titolo di Mister Italia 2021

Ci sono anche due ragazzi reggini tra i novanta bellissimi pre-finalisti nazionali del concorso di Mister Italia 2021. Emanuele Donzella, 22 anni di Scilli, 1,92 di altezza, muratore con il sogno nel cassetto di sfondare nel mondo della moda, e ...
POLITICA

Primo addio nel 'nuovo' M5S, lascia la senatrice Botto

Primo addio nel M5S dell'era Conte. A lasciare, a Palazzo Madama è la senatrice ligure Elena Botto, che passa al Misto. "Questo è un post difficile, un post di addio. Me ne vado dal Movimento 5 Stelle che, ormai da troppo ...
POLITICA

Giustizia: il dossier della riforma Cartabia atteso in Cdm

Un passaggio sul dossier della riforma Cartabia, a quanto si apprende da diverse fonti di maggioranza, è atteso nel Consiglio dei ministri che a breve dovrebbe iniziare a Palazzo Chigi. "Stanno cercando di chiudere, stanno cercando ...
SANITA'

Gimbe, in 7 giorni il dato dei morti cresce del 46%, è la quarta ondata

Dai casi ai decessi, passando per i ricoveri, cresce l'epidemia e "di fatto siamo entrati nella 4/a ondata". Dopo 15 settimane di calo, tornano a salire le vittime: 111 nell'ultima settimana, sono ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

MEDICINA IN DIRETTA
L'appuntamento settimanale con la salute
REGGIOTV SALUTE
Ogni giorno al TG con Eduardo Lamberti Castronuovo
SU IL SIPARIO!
RASSEGNA STAMPA
CALABRIA VERDE
Liquore Tedesco
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.20

Aeroplani di carta
TEDESCO LIQUORI SHOP
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • La citta’ piu’ bella
  • Rifiuti e roghi
  • Vasto incendio al Pantano di Saline Joniche
  • ……Reggio Calabria muore e ne siamo tutti consapevoli quindi responsabili
  • Disservizio I
  • interruzione servizio idrico
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Italpress
ISTITUTO DE BLASI
idomotica