Caccia, WWF Calabria:
ATTUALITA'

Dopo le fiamme degli incendi, il fuoco dei fucili

Caccia, WWF Calabria: "L'assessore Gallo difende un calendario venatorio indifendibile"

"Non ci stupiscono più di tanto le dichiarazioni dell’Assessore all’agricoltura Gallo dopo il decreto del TAR che ha bocciato l’apertura anticipata della caccia alla Tortora e alla Quaglia, voluta invece caparbiamente dallo stesso Assessorato, abituati come siamo al suo feeling con il mondo venatorio, esibito e pubblicizzato ad ogni occasione. Né intendiamo esprimerci a proposito delle accuse di “strumentalizzazione elettorale” rivolte alle compagini politiche avversarie, limitandoci a guardare da quale pulpito venga la predica. Quello che però non è ammissibile è che si dicano cose completamente diverse dal vero, frutto, ad essere clementi, di una cattiva informazione".
E' quanto afferma in una nota il WWF Calabria. "Come si fa infatti a sostenere - prosegue il WWF - come dichiarato dal nostro Assessore, che “nella redazione del calendario venatorio si è tenuto conto delle indicazioni dell’ISPRA e delle precedenti sentenze del TAR”, quando invece lo stesso Istituto per la Ricerca e la Protezione Ambientale, con parere del 15 giugno 2021 (Prot. N. 31729), trasmesso al Dipartimento Agricoltura della Regione, ha elencato una lunga serie di elementi contenuti nella proposta di calendario venatorio regionale che (testuale): “ non appaiono condivisibili sotto il profilo tecnico-scientifico”? O quando (perseverare è diabolico) per la terza volta consecutiva, dopo due sentenze del TAR contrarie (l’ultima del 30 settembre scorso), viene reinserita la Pavoncella tra le specie cacciabili?
Ma vediamo in sintesi i punti di contrasto: a proposito della tanto agognata Tortora, l’ISPRA aveva proposto “la sospensione del prelievo per la stagione venatoria in esame”, cioè il divieto assoluto di caccia. Per tutta risposta la Regione aveva previsto addirittura l’apertura anticipata, nonostante le precedenti richieste di moratoria del Ministero della Transizione Ecologica del 22 marzo 2021 (n.29730) del 15 giugno (Prot. N. 69017) del 20 luglio (Prot. N. 79230) e la diffida delle associazioni ambientaliste. Non a caso il TAR ha ritenuto opportuno bocciare la preapertura. Da sottolineare che, a proposito di demagogia, la Calabria ha battuto ogni record, se si pensa che la preapertura alla Tortora non è stata inserita nei calendari venatori di Campania, Umbria, Lazio, Emilia Romagna, Piemonte, Toscana, Abruzzo e Veneto (in questi ultimi casi dopo bocciatura del TAR). Come al solito, nonostante le rassicurazioni di Gallo del 29 luglio su un “calendario pressoché inattaccabile da chiunque voglia ostacolare l’attività venatoria”, alla Cittadella ci hanno provato ancora una volta, sempre pronti poi a sostenere che la colpa è di quei cattivoni degli ambientalisti e dei giudici del TAR, e ad ergersi ancora una volta a paladini del mondo venatorio, in maniera del tutto disinteressata, s’intende".
"La situazione sfiora il ridicolo - prosegue il WWF - se si considera che la cosiddetta “Cabina di regia unitaria delle associazioni venatorie” aveva trasmesso alla Regione in data 23 luglio (Prot. N. 113/2021/PP) gli “adempimenti necessari per consentire la caccia anticipata alla Tortora”, che comprendevano: la conoscenza della media dei prelievi dichiarati nel periodo 2013-2018 per fissare un tetto massimo di tortore abbattibili pari alla metà di questa media, nonché una rendicontazione del prelievo entro dieci giorni dall’inizio della caccia per accertare se il tetto fosse stato raggiunto o superato, il tutto mediante l’invio da parte del singolo cacciatore, ed entro quattro giorni, delle schede indicanti il numero di capi abbattuti. La Regione pensa di cavarsela allegramente solo con la scheda da trasmettere entro il 10 settembre, per il resto nulla. Tant’è che tra le contestazioni rivolte dall’Ispra alla Calabria e dimenticate dall’Assessore Gallo, c’è proprio la mancata rendicontazione sui carnieri annuali (tranne che per due sole annate venatorie, ferme al 2017, trasmesse tra l’altro solo il 25 maggio scorso). Quindi: si apre in anticipo la caccia senza sapere quante ne sono state uccise nei cinque anni precedenti, senza un tetto di prelievi, ma semplicemente invitando i cacciatori a rientrare ordinatamente a casa alle 13,00 e a segnalare subito le tortore abbattute. E poi? Questo sì che si chiama piano di gestione.
Per la Quaglia l’ISPRA aveva proposto l’apertura a ottobre e la Regione invece ha mantenuto la caccia a Settembre. Per gli uccelli acquatici la proposta ISPRA era per un’ apertura il 2 ottobre e chiusura il 20 gennaio, mentre la Regione ha “rilanciato” dal 19 settembre al 31 gennaio. E così per la Moretta e il Combattente: da vietare totalmente per l’Ispra, cacciabili per la regione; o per la Beccaccia: da chiudere al 31 dicembre per l’ISPRA, cacciabile fino al 20 gennaio per la Regione; o per il Fagiano (Ispra: chiusura al 30 novembre, per la regione cacciabile fino a fine dicembre). Potremmo continuare con i Tordi, la Lepre, ecc.
Per non parlare delle osservazioni critiche rivolte all’ampia mobilità dei cacciatori concessa dalla regione che, sempre secondo l’ISPRA, “di fatto vanifica in gran parte le innovazioni introdotte dalla Legge n.157/92 in materia di disciplina dell’esercizio venatorio”. Cosa c’entri poi la caccia al cinghiale, prevista a partire dal 3 ottobre ( o l’attività dei cosiddetti selettori) con il decreto del TAR, la preapertura e con tutte le altre contestazioni dell’ISPRA, lo sa solo Gallo, che usa l’alibi cinghiale ad ogni occasione, forse con la speranza di incantare ancora una volta gli agricoltori con i miracolosi “piani di abbattimento” che, puntualmente, lasciano il tempo che trovano (vi ricordate i famosi 10.000 cinghiali da far fuori in men che non si dica?) .
A questo punto è logico domandarsi: ma a quale documento ISPRA si è ispirato l’Assessore Gallo per redigere il calendario venatorio? O forse nelle consultazioni preliminari si è fidato delle rassicurazioni “dell’oste” circa la qualità del vino?
Come se quell’Assessore Gallo che in piena catastrofe incendi invocava l’intervento dello Stato e denunciava i danni immani al patrimonio ambientale e all’agricoltura causati dalle fiamme devastanti, fosse persona diversa da quello che, negli stessi giorni in cui mezza Calabria bruciava, nonostante gli animali, soprattutto giovani inetti al volo, finiti carbonizzati o costretti a rifugiarsi in aree più ristrette, decretava con la sua Giunta (compreso il suo omologo all’ambiente) non di limitare la sparatoria ai superstiti, ma addirittura di anticiparla.Perchè dove non poterono le fiamme degli incendi boschivi, c’è chi non vede l’ora di rimediare a modo suo", conclude il WWF.
30-08-2021 19:03

ULTIME NEWS

SPORT

Serie B. La Reggina sbanca il Menti, Vicenza battuto 1-0

Arriva la prima vittoria esterna stagionale per la Reggina di mister Aglietti, che si impone allo stadio Romeo Menti di Vicenza per una rete a zero. Decide, al 31', il gol di Galabinov. Di seguito il tabellino della gara: SERIE BKT, 8ª ...
CRONACA

Delianuova. Oltre 200 ghiri rinvenuti nel congelatore: 3 arresti per produzione di stupefacenti e cattura di animali di specie protetta

A Delianuova, i Carabinieri hanno arrestato tre persone per produzione di sostanze ...
ATTUALITA'

Locri, commemorato Francesco Fortugno a sedici anni dal delitto

È stata celebrata questa mattina a Locri l’annuale cerimonia di commemorazione di Francesco Fortugno, il vicepresidente del Consiglio regionale della Calabria assassinato dalla ‘ndrangheta il 16 ottobre ...
CRONACA

Omicidio nel milanese, Rocco Papalia: "Salvaggio? Mai conosciuto"

«Pronto, sono Rocco Papalia», ma non era uno scherzo, era proprio lui, il capo dei capi della 'Ndrangheta in Lombardia, che nella serata ha contattato telefonicamente Klaus Davi dopo che il giornalista lo aveva ...
CULTURA

Al Medinblu l'anteprima del 'Contenitore di Idee' con Terraluce: mostra personale di pittura di Saso Pippia

Si terrà domenica 17 ottobre, alle ore 18:00, presso l’Hotel Medinblu di Reggio Calabria, la mostra personale dell’artista ...
ATTUALITA'

Reggio Calabria, la denuncia: "Motrici diesel parcheggiate accese a bruciare combustibile vicino le abitazioni"

Reggio Calabria. Si presenta come sempre più preoccupante e pericolosa la vicenda che negli ultimi tempi ha coinvolto gli abitanti ...
SPORT

I.C. Carducci - V. da Feltre e Circolo Velico 'sulla cresta dell'onda'

Sulla “cresta dell’onda” per scoprire, conoscere e apprezzare le bellezze del territorio, coniugando la cultura dello sport e il rispetto dell’ambiente al percorso formativo della scuola. ...
ATTUALITA'

Reggio Calabria. Parte la petizione di iniziativa popolare per la tutela di Piazza De Nava

La Fondazione Mediterranea e il Comitato Civico Piazza De Nava, che raccoglie i rappresentanti delle associazioni e istituzioni culturali che sono contrarie alla demolizione della ...
ATTUALITA'

"Inaudito quanto sta accadendo ai dipendenti ex Alitalia in servizio all'Aeroporto dello Stretto"

“E’ inaudito quanto sta accadendo in questi momenti ai dipendenti ex Alitalia in servizio all’Aeroporto dello Stretto. La nuova società ITA ...
ATTUALITA'

"Dopo la sentenza Lucano: cosa avviene ai diritti di immigrati e lavoratori italiani?"

Il Partito Comunista dei Lavoratori, il Partito Marxista Leninista Italiano, il Partito della Rifondazione Comunista promuovono una iniziativa unitaria sui problemi connessi alla ...
ATTUALITA'

Reggio Calabria. Approvato il nuovo programma di investimento React-Eu

La Giunta comunale guidata dal Sindaco Giuseppe Falcomatà ha approvato nei giorni scorsi lo schema complessivo per i progetti da inserire nell'ambito del Piano Operativo React-Eu, nuovo programma di ...
ATTUALITA'

Si è insediato il nuovo Procuratore generale di Reggio Calabria Gerardo Dominijanni

Si è insediato il nuovo Procuratore generale di Reggio Calabria, Gerardo Dominijanni, già Procuratore della Repubblica aggiunto sempre a Reggio, nominato il 15 settembre scorso ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

RTV NEWS EDIZIONE NOTTURNA
MEDICINA IN DIRETTA
L'appuntamento settimanale con la salute
I BASTALDI
RASSEGNA STAMPA
Liquore Tedesco
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.30

Film
TEDESCO LIQUORI SHOP
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Malasanita’ ”Ospedale GOM RC”
  • Diciamo basta al degrado
  • Mancanza d’acqua
  • Mancanza d’acqua
  • La citta’ piu’ bella
  • Rifiuti e roghi
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
ISTITUTO DE BLASI
idomotica
Italpress