"Politica immorale: il caso dell'aumento della retribuzione dei direttori generali della sanit

Autore Redazione Rtv | gio, 28 lug 2022 14:58 | 19 viste | Fondazione Mediterranea Reggio Calabria Immorale Politica
La nota della Fondazione Mediterranea
"Se la storia l'avessimo letta in un romanzo, ci saremmo potuti avvalere della "sospensione del giudizio morale" (Kundera) a proposito dei protagonisti. Ma dato che la storia l'abbiamo letta in cronaca sui media, non possiamo e non dobbiamo farlo. Si legge che la Giunta Regionale della Calabria ha proposto l'aumento della retribuzione annua per i Direttori Generali della Sanità calabrese da 167.000 euro a 209.000 (duecentonovemila). L'aumento, pur se formalmente corretto, collide a tal punto con la sensibilità generale ed è proposto durante una temperie economica non certo soddisfacente per il cittadino comune, da poter essere etichettato come ad di fuori di ogni giustificazione etica. Quasi 18000 (diciottomila) euro di stipendio mensile sono una tale mostruosità che, specialmente in tale periodo di crisi, non può essere accettata e dimostra ancor di più il solco incolmabile che ormai divide la classe dirigente e politica dal consesso civico. È una politica immorale, quindi, quella che propone simili mostruosità in spregio al vivere quotidiano di quelli che lei reputa sudditi e non cittadini". Così in una nota la Fondazione Mediterranea.

Aggiornamenti e notizie