Prefettura, riunione su insediamenti spontanei nella Piana di Gioia Tauro

Autore Redazione Rtv | ven, 12 ago 2022 17:36 | 4 viste | Insediamenti Spontanei Gioia Tauro Prefettura Lavoratori Stagionali
Presentati progetti per la realizzazione di alloggi per lavoratori stagionali
Il superamento degli insediamenti spontanei nella Piana di Gioia Tauro al centro di un incontro convocato dal Prefetto Massimo Mariani e svoltosi presso il Salone degli Stemmi del Palazzo del Governo a Reggio Calabria. È quanto si legge in una nota della Prefettura reggina.
Presenti al consesso, l’Assessore Regionale alle Politiche Sociali, Tilde Minasi; il Consigliere della Città Metropolitana di Reggio Calabria, Salvatore Fuda; il Sindaco di Gioia Tauro, Aldo Alessio; il Componente della Commissione Straordinaria di Rosarno, Emilio Buda; il Dirigente dell’Ufficio Tecnico del Comune di San Ferdinando, Ferdinando Laruffa; i rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali, Gregorio Pititto e Pasquale Marino (CGIL), Michele Brilli (CISL), Antonio Zavettieri (UIL) e Giuseppe Marra (USB).

Il dibattito ha riguardato, in particolare, gli sviluppi degli interventi previsti per assicurare ai lavoratori extracomunitari, dotati di regolare contratto di lavoro, soluzioni alloggiative adeguate. Il Prefetto Mariani ha sottolineato che non si tratterà soltanto di “Villaggi”, poiché sarà previsto un vero e proprio “Centro servizi”, che consentirà ai lavoratori di interfacciarsi con gli uffici per le pratiche di immigrazione e quelle comunali. In questo contesto, ha aggiunto il Prefetto reggino, fondamentale il ruolo che sono chiamate a svolgere le Organizzazioni Sindacali, con l’attività di mediazione volta a facilitare l’integrazione dei lavoratori.

La Giunta Regionale, come evidenziato dall'assessore Minasi, ha stanziato 10 milioni di euro per il finanziamento della riqualificazione dell’ex complesso industriale Eranova di Gioia Tauro e la realizzazione di un “Villaggio” eco sostenibile per ospitare lavoratori stagionali. Il progetto esecutivo, in corso di definizione, prevederà l’inserimento di moduli abitativi dotati di impianti fotovoltaici e termici autonomi, cui saranno affiancate altre strutture destinate ad ospitare spazi e servizi comuni, nonché uffici della Polizia di Stato e del Comune.

Il dott. Buda, della Commissione Straordinaria di Rosarno, invece, ha illustrato il progetto per la realizzazione del “Villaggio della Solidarietà”, costituito da residenze collettive suddivise in quattro moduli abitativi, che potranno ospitare circa cento persone.
I rappresentanti degli Enti locali e delle Organizzazioni Sindacali hanno manifestato apprezzamento per gli interventi previsti e le progettualità avviate assicurando la loro collaborazione in vista del superamento delle criticità esistenti.



 

Aggiornamenti e notizie