Memoria, Lollò Cartisano e quell'esercizio costante del ricordo
CRONACA

Ogni anno, lungo i sentieri dell'Aspromonte, in cammino per non dimenticare le vittime della ndrangheta

Memoria, Lollò Cartisano e quell'esercizio costante del ricordo

Bovalino (Reggio Calabria). Non trovò più la libertà dopo il sequestro, Adolfo Cartisano, detto Lollò, diviso tra la passione per il calcio e quella della fotografia. Rapito a Bovalino nel luglio del 1993, non fece più ritorno a casa. Siamo nella Bovalino, soffocata dal dominio di ndrine locali, ostaggio delle famiglie mafiose di Africo, Natile di Careri, Platì e San Luca in provincia di Reggio Calabria. Finito nel mirino del racket, ricco certamente di coraggio, Lollò non si piegò e subito denunciò.
Era il 22 luglio del 1993, quando stordita la moglie Mimma Brancatisano e poi legata ad un albero sulla via per l’Aspromonte, i rapitori sequestrarono Lollò davanti alla sua casa al mare a Bovalino. Nonostante il pagamento del riscatto, duecento milioni di lire non ritenute sufficienti, Lollò non sarebbe mai stato liberato e la sua morte ascritta ad un colpo alla nuca che invece di tramortirlo, lo avrebbe ucciso. L’ultimo dei terribili sequestri di ndrangheta, l’ultimo dei 18, con inizio nell’ottobre del 1979 con quello del tredicenne Alfredo Battaglia, che l’organizzazione mafiosa calabrese abbia compiuto solo a Bovalino prima di divenire la holding internazionale del traffico di stupefacenti che oggi è. Tra le persone condannate in Cassazione per il sequestro di Lollò, dopo l’arresto nel 1994 di Carmelo Modafferi e dei figli Santo e Leo Pasquale, anche Santo Glicora, latitante da 13 anni, originario di Bova Marina, inserito nella lista dei 100 ricercati più pericolosi d’Italia e genero di Carmelo Modafferi, arrestato nel 2010 a Platì dai carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria. Vibrante è stata la protesta dei familiari delle persone condannate anche durante le prime udienze del processo di revisione a Catanzaro.
Lollò ed altre vittime innocenti, che domani saranno ancora ricordate a Locri in occasione della XXII edizione della giornata nazionale della memoria e dell’impegno promossa da Libera, sono ricordate ogni anno lungo il sentiero che giunge fino a Pietra Cappa, nel cuore dell’Aspromonte. Questo luogo da quattordici anni non custodisce più il segreto della morte di Lollò Cartisano, i cui resti sono stati trovati lì dove da allora ora c’è una lapide e che ogni anno è la tappa finale dei “Sentieri della memoria”, la marcia promossa da Libera per ricordare ogni 22 luglio, il giorno del ritrovamento dei resti di Lollò avvenuto nel 2003. Un ritrovamento reso possibile dalle indicazioni precise fornite da un pentito in una lettera con cui rispose agli incessanti appelli della figlia Deborah, oggi referente Libera Locride, che invocava di conoscere almeno il luogo in cui poter piangere i resti del padre.
Convergono proprio lì nel segno della storia di Lollò, un tempo l’unica e oggi l’ultima tappa del percorso sempre più lungo e condiviso, i sentieri della memoria. I familiari, la figlia Deborah, anche lei fotografa, con il supporto di Libera, hanno creduto per primi in questo meraviglioso afflato di memoria e di impegno, per non dimenticare. Oggi non sono più soli perché ci sono anche i familiari di Celestino Maria Fava, Gialuca Congiusta, Giuseppe Tizian, Vincenzo Grasso, Rocco Gatto, Giuseppe Luzza, Massimiliano Carbone, Antonino Marino, Demetrio Quattrone, Renato Vettrice e tutti i calabresi onesti, uccisi dalla ndrangheta. Un afflato cresciuto nel tempo e che oggi anima un appuntamento atteso ogni anno. Qui in Calabria, terra piena di ferite mortali, l’esercizio della memoria è costante.
Anna Foti
20-03-2017 17:08

NOTIZIE CORRELATE


29-03-2017 - ATTUALITA'

Reggio, concorso Castore e Polluce: "chiediamo chiarezza e trasparenza sulla selezione"

"Dopo 4 mesi sono state pubblicate le graduatorie di preselezione per accedere al concorso, ma sono state presentate in maniera poco trasparente"
29-03-2017 - CRONACA

Melito, la Polizia intercetta un'autovettura con a bordo un'ingente quantità di gioielli. Denunciati i due occupanti

I due cittadini rumeni sono stati deferiti all'Autorità Giudiziaria per il reato di ricettazione
29-03-2017 - CRONACA

Lotta allo spaccio. Blitz dei Carabinieri ad Arghillà: arrestato presunto pusher FOTO/VIDEO

Diverse le perquisizioni ed i servizi di appostamento effettuati
29-03-2017 - CRONACA

Furto in abitazione. I Carabinieri sorprendono e arrestano autore: ricercato il complice

Sant'Ilario dello Ionio, i due si erano poco prima introdotti all'interno: recuperata la refurtiva

ULTIME NEWS

CRONACA

Sequestrato deposito di pezzi di auto rubate, una denuncia per ricettazione FOTO

La Guardia di Finanza di Sibari ha scoperto, ...
CRONACA

Reportage shock di Klaus Davi a Rosarno, "dove la 'ndrangheta porta il pane (e lo Stato non c'è)" VIDEO

'N...
CRONACA

Piana di Gioia Tauro: 3 arresti in un giorno per violenze domestiche

“È necessario abbattere il muro del silenzio e trovare il coraggio di rivolgersi alle Forze dell’Ordine per denunciare ciò che si verifica all’interno delle mura domestiche. Gli ...
ATTUALITA'

400 km sulla ss106 in bici: si è concluso il tour di Andrea Fucile

Arriva a Roseto Capo Spulico alle 13:10, rispetto all’orario previsto (le 12:30), con un po’ di ritardo ma il forte vento contrario l’ostacola non poco. Andrea Fucile, 32 anni, con tenacia e forza ...
CRONACA

A2 Autostrada del Mediterraneo, tamponamento a catena tra Bagnara e Palmi: 3 feriti FOTO

Bagnara (Reggio Calabria). ...
CRONACA

Neonata morta dopo il parto, otto medici indagati

CATANZARO. Sarà la Procura di Catanzaro a stabilire se si è trattato di una tragica fatalità o se ci sono responsabilità mediche per la morte di una neonata avvenuta 24 ore dopo la nascita domenica scorsa all’Ospedale Pugliese ...
CRONACA

Reggio, concluse le operazioni di soccorso per i 650 migranti giunti ieri al Porto

Si sono concluse nel tardo pomeriggio di ieri le operazioni di primo soccorso ed assistenza per i 650 migranti di cui 52 donne, una delle quali dell’età di ventitre anni è ...
CRONACA

Fittizia assunzione di lavoratori inesistenti: GdF smaschera frode ai danni dell'INPS

La Guardia di Finanza di Crotone ha scoperto l’ennesima truffa ai danni dell’INPS perpetrata da un’azienda agricola crotonese, mediante la fittizia assunzione di ...
ATTUALITA'

Reggio, graduatoria degli ammessi al concorso società Castore e Polluce: un cittadino denuncia "gestione oscura e vergognosa"

Riceviamo e pubblichiamo: "Siamo alle solite o, forse, peggio! Altro che svolta… Segnali di ...
ATTUALITA'

Reggio Calabria si attrezza: in città arriva una nuova isola ecologica per la zona sud

Reggio Calabria. Buone notizie per la gestione del ciclo dei rifiuti nella città di Reggio Calabria. Grazie al Piano di azione regionale per il miglioramento del servizio di ...
ATTUALITA'

Villa S. Giovanni, Falcomatà delibera il progetto di fattibilità per la demolizione e ricostruzione dell'istituto "Nostro-Repaci"

Reggio Calabria. Il Sindaco della Città metropolitana di Reggio Calabria, Giuseppe ...
ATTUALITA'

Dializzati, il Tribunale per i Diritti del Malato di Reggio segnala "l'insostenibile situazione"

Reggio Calabria. Vogliamo segnalare l’insostenibile situazione dei dializzati del Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi Melacrino Morelli”. Alcuni ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

IL SALOTTO DELL'EDITORE
COLD SQUAD
TG PRIMA EDIZIONE
TG EDIZIONE NOTTURNA
differenziamola
DIRETTA STREAMING

OGGI SU RTV

Ore 21.15

Civitas / Tel. 0965797635

Ore 22.20

Viola A2.0
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Stada pericolosa
  • Votiamo con la nostra testa
  • Luci spente svincolo autostrada Spirito Santo
  • Luci spente svincolo autostrada Spirito Santo
  • Turismo e CULTURA a RC?
  • Acqua non potabile
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
idomotica
viola