Dopo il servizio alle
CRONACA

"Pronti a agire a tutela della nostra assistita nelle sedi più opportune"

Dopo il servizio alle "Iene", parlano i legali della Musella: "in atto illegittimo attacco, l'intervista risale a un anno fa"

Quali legali della sig.ra Adriana Musella, a seguito al servizio andato in onda ieri sera durante la trasmissione “Le Iene” e riguardante una intervista risalente a più di un anno fa, e alle correlative successive notizie giornalistiche, si ritiene di dovere fare alcune considerazioni. E’ in atto un illegittimo attacco mediatico nei confronti della nostra assistita finalizzato a farla apparire colpevole in assenza non si dica di una sentenza, ma finanche di una qualsivoglia accusa contestata alla stessa dalla Procura della Repubblica. E’ sintomatico di ciò l’abbinamento inquietante tra la diffusione, alcuni giorni orsono, di notizie giornalistiche in tempo reale su un interrogatorio reso presso la Procura della Repubblica, atto di indagine riservato, e la divulgazione solo oggi di un servizio realizzato dalle “Iene” datato di un anno e che va contestualizzato alle notizie allora apparse su un noto quotidiano “on line” calabrese a firma della giornalista Alessia Candito. E’ ovvio che il riferimento ai Calabresi effettuato dalla sig.ra Musella, nel mentre veniva incalzata e irrisa nel corso della intervista “sui generis”, non voleva essere generalizzante. Adriana Musella in quel momento ha voluto fare riferimento soltanto a chi ostinatamente e capziosamente la aveva pubblicamente additata senza il rispetto della persona, di regole deontologiche, di un qualunque contraddittorio, che non può certamente svolgersi in modo regolare attraverso risposte a campagne stampa diffamatorie. Peraltro, è emblematica di un certo modo di fare giornalismo la circostanza che solo alla fine della trasmissione “Le Iene”, in più parti tagliata proprio nelle risposte della sig.ra Musella e che largo spazio ha dato alla giornalista Candito, si è dato atto che l’intervista era datata e ciò è avvenuto contestualmente alla enfatizzazione dell’esistenza oggi di indagini. Queste ultime, peraltro, generate dalla iniziativa di un anno fa della nostra assistita, proprio a dimostrazione della sua buona fede, iniziativa finalizzata a rispondere alla aggressione mediatica appena iniziata rivolgendosi all’unica Autorità riconosciuta da chi crede nella giustizia, ossia il Procuratore della Repubblica. Va da ultimo detto che il tentativo becero di fare apparire Adriana Musella colpevole prima ancora di qualunque accusa nei suoi confronti (nessun fatto specifico è stato contestato in sede di interrogatorio in Procura), di creare avversione da parte dei cittadini, di dipingerla quale persona riprovevole, ergendosi addirittura a censori e moralizzatori senza che tale compito sia stata da alcuno assegnato, è la manifestazione esteriore di una cultura dell’odio, alimentata attraverso il correlativo linguaggio dell’odio che viene diffuso in una società che alcuni hanno interesse a non rendere moderna ed inclusiva, ma al contrario piena di steccati e muri divisori. Sul rapporto e sul legame tra la Calabria e Adriana Musella si dimentica (ma è dimenticanza?) che la stessa ha sposato due reggini, ha due figli nati e residenti a Reggio Calabria, città che non ha abbandonato nonostante la barbara uccisione del padre ad opera della ‘ndrangheta. Si agirà a tutela della nostra assistita nelle sedi più opportune.



Avv. Giovanna Fronte



Avv. Carlo Morace


14-04-2017 07:17

ULTIME NEWS

CRONACA

Cinquefrondi. Aggredisce il Sindaco durante un convegno e si fa scudo con la figlia neonata per difendersi dai carabinieri, arrestato nigeriano

CINQUEFRONDI (REGGIO CALABRIA). Nella giornata di ieri, a Cinquefrondi ...
ATTUALITA'

Atam, si dimette anche Antonino Gatto

Reggio Calabria. L’Amministratore Unico di ATAM SpA, l’Azienda di Trasporto Pubblico dell’Area Metropolitana di Reggio Calabria, ha appena rassegnato le dimissioni dall’incarico. Lo ha comunicato, nel corso di un breve incontro, alle rappresentanze sindacali ...
ATTUALITA'

Reggio, il TAR respinge il ricorso sull'edicola di Piazza Duomo lato nord

Reggio Calabria. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Calabria - Sezione Staccata di Reggio Calabria ha respinto il ricorso proposto dal titolare dell’autorizzazione amministrativa per la rivendita ...
CRONACA

Scilla, detenzione illecita di sostanze stupefacenti: arrestato 31enne FOTO

Nel corso della nottata del 24 settembre 2017, in Scilla ...
CRONACA

Mare in Calabria: aumentano i decessi, diminuiscono i migranti, resta invariato il numero di diportisti "indisciplinati" FOTO

REGGIO CALABRIA. Terminata la stagione estiva, è tempo di bilanci per la Guardia Costiera. E dunque la Direzione Marittima di Reggio Calabria ha stilato i numeri delle attività svolte in questi ultimi 3 mesi nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro” 2017, disposta a livello nazionale dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto. Mare sicuro rappresenta la sintesi dell’impegno profuso dalle donne e dagli uomini della Guardia Costiera; e per quanto riguarda il territorio di Reggio Calabria 250 militari lungo 847 km di costa hanno operato con 39 mezzi navali e 80 terrestri, per la salvaguardia della vita umana e delle risorse ambientali, marine e costiere. Le missioni effettuate sono state oltre 4900 e i controlli complessivi circa 19.400. I risultati sono stati presentati stamattina in conferenza stampa dal Direttore Marittimo, Capitano di Vascello Giancarlo Russo, che ha evidenziato le criticità emerse e le più importanti variazioni rispetto ai dati degli anni precedenti. Anzitutto il dato più negativo: perché, nonostante la particolare attenzione dedicata anche quest’anno alle attività preventive ed educative, si registra un netto aumento dei decessi: 18 in Calabria, per quella che si definisce da sola un’estate nera. In grave aumento il numero degli incidenti in mare e delle persone decedute: il triplo dell’anno precedente. Le attività di soccorso in mare, in generale, condotte con mezzi navali ed aerei della Guardia Costiera hanno però permesso di trarre in salvo ben 271 bagnanti e aiutare 47 unità da diporto e in difficoltà, altro dato in netto aumento rispetto al 2016. Il fenomeno delle condotte pericolose in mare e in particolare della navigazione troppo vicino alla costa, risulta in linea con gli anni precedenti, seppur con un leggero aumento degli illeciti: 144 le sanzioni elevate a unità da diporto che hanno invaso la fascia della balneazione; in diminuzione invece le condotte illecite rilevate a carico di acquascooter (appena 49 in tutta la regione). Dall’analisi dei numeri relativi ai controlli ambientali, non emergono notevoli variazioni rispetto allo scorso anno, permangono le criticità legate al sistema depurativo e fognario. Anche nel corso di questa stagione è stato accertato, infatti, il cattivo funzionamento di molti depuratori comunali con sversamento dei reflui fognari non depurati in mare o all’interno di corsi d’acqua. Ad oggi, nel territorio regionale, permangono sotto sequestro penale 30 depuratori. È proseguito anche durante la stagione estiva l’impegno della Guardia Costiera a tutela della filiera ittica. Nel corso delle 150 ispezioni effettuate sono stati elevati 77 verbali amministrativi per un totale di €. 134.475 e sequestrati oltre 1300 chili di pescato. In diminuzione gli illeciti penali (10 informative di reato) a seguito delle modifiche legislative che hanno depenalizzato molte fattispecie. Le criticità riguardano la pesca di esemplari sottomisura (in particolare il novellame di sarda) e la pesca abusiva di pescespada e tonno rosso. Con riguardo ai controlli sulle unità da diporto è proseguita la campagna “Bollino blu”, iniziativa del sig. Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti finalizzata ad ottimizzare i controlli in mare ed evitare duplicazioni tra le forze di polizia. In pratica all’atto del primo controllo ciascuna forza di polizia operante in mare ha rilasciato all’imbarcazione verificata un bollino blu che viene esposto sullo scafo per attestare che i controlli di sicurezza hanno avuto esito positivo. Nel corso della stagione sono stati rilasciati 457 “bollini blu” e l’iniziativa ha avuto un riscontro estremamente positivo tra l’utenza diportistica. Anche durante la stagione estiva la Guardia Costiera è stata impegnata nell’attività di soccorso collegata ai flussi migratori. Dall’inizio dell’anno sono stati salvati nelle acque prospicienti le coste della Calabria 1061 migranti, mentre 20575 sono stati accolti nei porti, provenienti da attività di soccorso svolte nel canale di Sicilia. Tali dati sono in ...
ATTUALITA'

Un week end per la speranza di vita degli ammalati

L’Avis, che rappresenta in Italia la maggiore associazione di volontariato della raccolta del sangue, nella nostra regione e nella nostra provincia unisce un alto numero di sedi e di volontari, si sta prodigando per rafforzare con ogni mezzo, il numero ...
ATTUALITA'

Assistenza scolastica ai bambini diversamente abili, Marziale: "i diritti dei bambini non devono essere supplicati"

"A giugno inviai una lettera a tutti i Dirigenti scolastici, invitandoli a stimolare nell'immediato le amministrazioni ...
CRONACA

Droga e munizioni rinvenute dai Carabinieri nella Locride

LOCRI (REGGIO CALABRIA). Continuano i servizi di rastrellamento e controllo del territorio disposti dal Comando Gruppo Carabinieri di Locri, effettuati attraverso le compagnie di Bianco, Locri e Roccella Jonica, finalizzati alla repressione dei ...
ATTUALITA'

Reggio, la Calabria e i nuovi italiani in attesa di essere tali

di Prof. Guido Leone* - Il considerevole numero raggiunto da giovani stranieri di seconda generazione e,più in generale, dalle persone tuttora straniere,sebbene nate in Italia, continua a mantenere un acceso dibattito ...
ATTUALITA'

Motta San Giovanni: L'Amministrazione comunale riceve in dono dall'Ancos-Confartigianato un defibrillatore per uso pubblico

Motta San Giovanni. L’Associazione Nazionale Comunità Sociali e Sportive, costituita nel 2002 ...
ATTUALITA'

In arrivo il ''Festival dell'ospitalità'', occasione per proporre metodi innovativi per promuovere il nostro territorio

Con la stagione autunnale appena iniziata, la Calabria, ed in particolare Scilla, tornano per qualche giorno ad essere ...
CRONACA

Ancora intimidazioni a Taurianova: dopo quella del Sindaco, adesso bruciata l'auto del presidente della Pro Loco

TAURIANOVA (REGGIO CALABRIA). E' stata bruciata ieri sera, poco prima che scoccasse la mezzanotte, l’auto del presidente ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

A PRESCINDERE
Di Pino Toscano
EUREKA
Quiz Show
ATLETI
10 DOMANDE
Mobili Catalano
DIRETTA STREAMING

OGGI SU RTV

Ore 21.15

Pillole Medicina in diretta

Ore 22.20

Pianeta Dilettanti
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • L’Asp 5 gioca a scherzi
  • Indecoro cittadino
  • Segnaletica Marinella Spontone
  • Sindaco giovane, bello, aitante e ben vestito dal futuro politico brillante.
  • Questione migranti, nota all’amministrazione Falcomata’
  • Il Comune non risarcisce i danni e promuove appello anche alla sentenza di primo grado
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
differenziamola
idomotica