Irreperibile da 3 anni, il boss Mancuso era a Nicotera per sfuggire alla sorveglianza: è il leader della
CRONACA

in passato ha già scontato 19 anni di carcere duro

Irreperibile da 3 anni, il boss Mancuso era a Nicotera per sfuggire alla sorveglianza: è il leader della "generazione degli 11"

LIMBADI (VIBO VALENTIA) - Si era reso irreperibile da circa 3 anni, ma come ogni boss che si rispetti stava trascorrendo la latitanza nel suo territorio, dove ci sente più forti pur avendo sempre il fiato della giustizia sul collo. E infatti si trovava tranquillamente fuori dalla "tana" Luigi Mancuso quando è scattato il blitz dei carabinieri, individuato dopo mesi di serrati pedinamenti e fermato a Nicotera mentre era a bordo di un’auto insieme ad un altro pregiudicato, a sua volta denunciato per favoreggiamento della latitanza.
È un gran colpo quello messo assegno nel tardo pomeriggio di ieri dalle forze congiunte dei carabinieri del ROS del Comando Provinciale di Vibo Valentia, della Compagnia di Tropea e della Stazione di Limbadi, ponendo fine all’irreperibilità di Luigi Mancuso, 63 anni, uno dei più anziani boss rimasti all’interno dell’omonimo storico clan, egemone non soltanto nel Vibonese, ma rinomato in tutta Europa per la sua affidabilità criminale e per lo spessore dei suoi elementi, considerati tra i più potenti e sanguinari della ‘ndrangheta.

Luigi è il più piccolo della cosiddetta “generazione degli 11”, vale a dire degli undici fra fratelli e sorelle nati dal capostipite Giuseppe Mancuso (cl. 1901), la formazione dei Mancuso che negli anni ha ereditato il bastone del comando dai defunti boss Giuseppe e Ciccio, ritenuti fra i principali capi dell’intera criminalità organizzata calabrese. Ecco perché il latitante oggi arrestato è considerato una delle principali figure di ‘ndrangheta.

Luigi Mancuso, si era reso irreperibile dall’ottobre del 2014 pur non essendo stato effettivamente emesso nei suoi confronti alcun provvedimento giudiziario. Eppure, in via preventiva, il boss si era già allontanato da casa 3 anni fa per evitare di essere rintracciato e controllato dalle forze dell’ordine. Su di lui, infatti, pendeva un decreto di sorveglianza speciale costante, essendo stato scarcerato nel 2012 dopo ben 19 anni di ininterrotta detenzione. La decisione era arrivata dalla Corte d’Assise d’Appello di Messina, chiamata a rideterminare la pena comminata per Luigi Mancuso dopo l’annullamento con rinvio della Cassazione che aveva trasferito la competenza dal tribunale di Reggio Calabria a quello di Messina. Sul boss pendevano diverse condanne: da quella del processo “Tirreno” (imbastito dalla Procura antimafia di Reggio) a quello denominato “Count down” (curato dalla Dda di Milano) per associazione mafiosa e traffico di stupefacenti.

Luigi Mancuso è stato in carcere ininterrottamente dal 3 giugno 1993 al 21 luglio 2012, in regime di carcere duro. Fu proprio nell’estate di 5 anni fa che il boss fece ritorno nella sua Limbadi, non appena uscito dal carcere di Napoli - Secondigliano. Dal 2014 in poi, però, del boss nessuna notizia, pur avendo l’obbligo di non far perdere le sue tracce. E poter quindi essere rintracciato dalla Giustizia in qualunque momento. Luigi, infatti - pur essendo il fratello più piccolo del clan fondato dal patriarca Ciccio Mancuso deceduto negli anni ‘90 – è da sempre ritenuto il vero leader del “casato” di famiglia.
Il boss in precedenza era uscito indenne sia dall’operazione “Dinasty”, sia da altri processi per gli omicidi dei fratelli Evolo di Paravati, per i quali era stato accusato dai collaboratori di giustizia. Nel processo “Tirreno”, invece, Luigi Mancuso era stato assolto in Appello per l’omicidio di Vincenzo Chindamo ed il ferimento del fratello Antonio, esponenti della locale di ‘ndrangheta di Laureana di Borrello. Un’altra assoluzione ottenuta nel corso del procedimento penale ha evitato a Mancuso l’aggiunta a suoi carico del duplice omicidio dei fratelli Antonio e Michele Versace ed il ferimento di Biagio Rao, avvenuti a Polistena nel 1991. Nonostante le tante assoluzioni, Luigi Mancuso viene considerato uno dei più feroci e sanguinari boss della ‘ndrangheta, ma soprannominato “u Signurinu” per la ricercatezza nel vestire, sin dalla giovane età.
13-08-2017 11:34

NOTIZIE CORRELATE


13-07-2018 - CRONACA

'Ndrangheta. Latitante dal 22 maggio, ma in vacanza al mare: arrestato il figlio del "Tiradritto"

Fermato dalla Polizia in compagnia di due autostoppiste
13-07-2018 - CRONACA

Controlli dei Carabinieri nella Locride: rinvenute 960 piante di marijuana

Le piante avevano raggiuto circa 1,5 metri di altezza e si trovavano in perfetto stato vegetativo
12-07-2018 - CRONACA

Gli interessi dei clan nel settore eolico: in 13 in manette tra imprenditori e mafiosi FOTO/VIDEO

Operazione dei Comando Provinciale dei Carabinieri di Reggio Calabria in tutta Italia
11-07-2018 - CRONACA

Siderno, ricercato cerca di scappare sui tetti ma viene bloccato dai Carabinieri

Si tratta di Domenico Catalano 29enne del posto

ULTIME NEWS

ATTUALITA'

"La nostra battaglia per la SS106 è vinta. Sta finendo la lunga notte della Calabria"

Il Direttivo dell’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” apprende con gioia e commozione la notizia più attesa. Erano 17 anni che la Calabria sognava ...
ATTUALITA'

Ecco il bando per la progettazione del nuovo Grande Ospedale Metropolitano VIDEO

Reggio Calabria. E' stato presentato, presso ...
CRONACA

Colpo ai Casamonica: 31 arresti tra Roma, Reggio e Cosenza

Reggio Calabria. Duro colpo al clan dei Casamonica. E' di 31 arrestati e 6 ricercati il bilancio della maxi operazione dei Carabinieri del Comando provinciale di Roma. I militari stanno eseguendo in queste ore tra la Capitale, Reggio ...
POLITICA

Reggio Calabria, inaugurato a Sbarre il primo circolo di "Liberi e Uguali" FOTO

Reggio Calabria. Sabato 14 Luglio è stato ...
ATTUALITA'

Comitato Corso Sud: "Al Comune non interessa il futuro di Piazza Garibaldi"

Reggio Calabria. Il sostegno alla candidatura dell’ente aspromontano all'UNESCO Global Geoparks (Rete dei Geoparchi mondiali UNESCO) e la presentazione di idee progetto su Piazza Garibaldi al ...
ATTUALITA'

Pellaro, Viale della Rimembranza: "manteniamo vivo il ricordo di chi si è immolato per la Patria"

Reggio Calabria. Si segnala che l’amministrazione comunale di Reggio Calabria lo scorso mese di aprile ha dato avvio alle manutenzioni arboree dello storico ...
CRONACA

Locri, scoperte 3 piantagioni di canapa indiana

Locri. Nell’ambito di un’intensificazione straordinaria del dispositivo di sicurezza per la stagione estiva 2018, i Finanzieri del Gruppo di Locri e della Sezione Navale di Roccella Jonica hanno scoperto, grazie all’avvistamento dall’alto di ...
ATTUALITA'

La LIDU presenta il progetto "Luci da dentro"

Reggio Calabria. In un mondo sempre più invaso dalla plastica c’è l’urgenza di acquisire nuove tecniche per la sua rigenerazione al fine di salvaguardare l’ambiente e costruire un sistema ecosostenibile da consegnare alle nuove ...
ATTUALITA'

Protocollo Salute: prezzi agevolati per chi attraversa lo Stretto per curarsi DOMANDA AGEVOLAZIONE/VIDEO

Regg...
ATTUALITA'

Verso il nuovo Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria: pronta la gara per la progettazione

Reggio Calabria. E' previsto per martedì 17, nel corso di una conferenza stampa a cui prenderà parte, oltre al Direttore Generale ...
CRONACA

Reggio Calabria. Circa 3 kg di marijuana rinvenuti in vecchio casolare ad Archi

Reggio Calabria. Nei giorni scorsi, personale della Polizia di Stato dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, nell’ambito di un’articolata attività di prevenzione ...
ATTUALITA'

Gioia Tauro. Rinvenute oltre 3200 piante di canapa indiana FOTO

Gioia Tauro (Reggio Calabria). Nel fine settimana appena trascorso, nell’ambito ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

RASSEGNA STAMPA
EUREKA
Quiz Show
ATLETI
10 DOMANDE
Mobili Catalano
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 15.30

Medicina in Diretta

Ore 22.15

Pianeta Dilettanti
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Degrado di una citta’
  • problema orti
  • Rassicurazioni circa il servizio porta a porta
  • Perdita d’acqua in via sbarre inferiori
  • incivili analfabeti
  • Reggio Calabria impegnata per europa e il lavoro
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Italpress
viola
idomotica
Basta vittime 106