Una questione di
CRONACA

Corpo mai ritrovato. Dal giorno del delitto sparito anche l'amante

Una questione di "onore" l'omicidio della madre: condannato all'ergastolo giovane della provincia di Reggio

PALMI / ROSARNO (REGGIO CALABRIA). I giudici oggi hanno giudicato e condannato lui, lui che in passato ha giudicato e condannato sua madre ad una fine terribile: la morte e l’occultamento del cadavere, senza una degna sepoltura nè tanto meno un rito funebre. Con l’accusa di aver commesso questi gravissimi reati, un ragazzo di 25 anni, di Rosarno, resterà in carcere a vita. Così ha deciso la Corte d'assise di Palmi, che ha condannato all'ergastolo Francesco Barone per aver ucciso la madre Francesca Bellocco, colpevole di aver avuto una relazione extraconiugale e di essere stata scoperta dal giovane figlio, che non l’ha perdonata.

La vittima era figlia del defunto boss di 'ndrangheta Pietro Bellocco ed aveva intrapreso una tormentata storia d’amore con Domenico Cacciola, a sua volta ritenuto ai vertici della cosca che porta il suo cognome, e alleata storica proprio dei Bellocco. Ma questo non ha certo stemperato l’ira del figlio. Francesco, all’epoca dei fatti poco più che 20enne, ha considerato quella circostanza inconcepibile sia per se stesso che per l’ambiente ‘ndranghetistico. Un’onta, un disonore, che la mamma doveva pagare con la vita.

Secondo gli investigatori e la magistratura, l'omicidio sarebbe stato commesso il 18 agosto del 2013 poche ore dopo l’amara scoperta del ragazzo, che aveva trovato per la seconda volta i due intenti ad amoreggiare. Francesca Bellocco e Domenico Cacciola, infatti, erano stati già scoperti dal figlio, ma continuarono comunque a vedersi. Una scelta fatale per entrambi. Il corpo di lei non è stato mai più ritrovato, né il ragazzo ha mai dato indicazioni sul cadavere e sulle modalità di uccisione della madre. Dell’amante non si è saputo più nulla. Secondo alcune fonti, quel giorno sarebbe riuscito a fuggire. Ma d’allora nessuna notizia e nessuno ne ha denunciato la scomparsa.

Fondamentali per la risoluzione del caso le testimonianze di alcuni vicini di casa della donna. Francesco Barone è stato arrestato quasi 2 anni dopo l’omicidio, nell’aprile del 2015. Decisive le dichiarazioni rese da Giuseppina Multari e da un vigile urbano di Rosarno, che ha raccontato di avere visto entrare in casa della signora Bellocco 3 persone armate e con passamontagna, insieme al figlio Francesco, che tre giorni dopo ne ha denunciato la misteriosa scomparsa.

Oggi, circa 4 anni dopo quell’inquietante giorno di agosto, Francesco Barone è stato condannato all’ergastolo accusato del macabro omicidio della madre. La decisione irreversibile è arrivata dalla Corte d’Assise di Palmi che a sua volta ha accolto la richiesta formulata dal pm.
09-09-2017 10:35

NOTIZIE CORRELATE


23-11-2017 - CRONACA

Seminara, detenzione illegale di armi: arrestato il padre e denunciato il figlio FOTO

Tutto il materiale è stato sequestrato
14-11-2017 - CRONACA

Palmi, sequestrati 10 esemplari di pesce spada sottomisura

Al trasportatore è stata elevata una sanzione amministrativa di 10.000 euro
13-11-2017 - CRONACA

Operazione "Lampo" del Ros: quando Bellocco diede i gradi di padrino al capo locale di Massafra VIDEO

Confermati i rapporti storici tra le consorterie criminali reggina e pugliese
10-11-2017 - CRONACA

Omicidio Canale, fatta luce sui responsabili NOMI/FOTO/VIDEO OMICIDIO

Delitto commissionato dagli stessi appartenenti alla cosca "Chirico-Condello" di cui la vittima faceva parte
09-11-2017 - CRONACA

Gioia Tauro, custodia cautelare per un 26enne accusato di tentato omicidio

Il motivo del contendere, tra i due, sarebbe da ricercare in un litigio per futili motivi, avvenuto a luglio, presso un locale di Palmi

ULTIME NEWS

ATTUALITA'

Reggio, dal 1 dicembre si potrà richiedere il Reddito di Inclusione sociale

Reggio Calabria. L’assessore alle politiche sociali Lucia Anita Nucera informa i cittadini che dal 1 dicembre è possibile richiedere il REI (Reddito di inclusione sociale). Il REI è il ...
CRONACA

Blitz interforze agli imbarchi di Villa San Giovanni: sequestrati 1.150 kg di prodotti ittici

Nell'ambito del piano nazionale e transnazionale denominato focus 'ndrangheta, le cui linee strategiche sono elaborate in sede di Comitato per l'Ordine e la ...
ATTUALITA'

Reggio, il 12° Salone dell'Orientamento bissa il successo della scorsa edizione con 8.000 presenze

Una conferma sul piano della qualità dei contenuti e soprattutto sulla capacità di offrire a migliaia di giovani strumenti informativi vincenti. Si ...
CRONACA

Associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti e reati in materia di armi: 3 arresti a Gioia FOTO

Ieri, personale della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di P.S. di Gioia Tauro ha eseguito tre ordinanze di misura cautelare in carcere, emesse dal Tribunale di Reggio Calabria, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, per associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e reati in materia di armi, a carico di INFANTINO Salvatore, 30enne di Gioia Tauro pregiudicato e già detenuto; IANNI’ Francesco, 37enne di Gioia Tauro, già noto alle forze di polizia per reati in materia di stupefacenti e CONDELLO Vincenzo, 26enne di Gioia Tauro. Le indagini del Commissariato di P.S. di Gioia Tauro hanno fatto emergere l’esistenza, nel pieno centro del Comune di Gioia Tauro, di un’organizzazione dedita all’attività di spaccio di droghe, quali cocaina e hashish. Le indagini sono state avviate subito dopo il sequestro di 250 e 308 grammi di cocaina, operato dalla Polizia di Stato in Gioia Tauro, nell’aprile del 2015, con l’individuazione di un garage attrezzato come un vero e proprio laboratorio e nella piena disponibilità dei tre arrestati. Nel sito, utilizzato anche per le operazioni di compravendita della sostanza stupefacente, veniva custodita tutta la strumentazione necessaria al confezionamento delle dosi, tra cui bilancini di precisione e diluenti per la cocaina, nonché ...
ATTUALITA'

Un finanziamento per l'illuminazione delle gallerie sulla SS106: la richiesta dell'ANCADIC

Gentile Signor Ministro Graziano Delrio, In questo tratto di Ss 106 a scorrimento veloce, la galleria di Reggio Calabria Spirito Santo anche se illuminata la resa è di ...
CRONACA

Monasterace: sorpreso dai Carabinieri fuori dalla propria abitazione nonostante i domiciliari, arrestato 28enne

Monasterace. Nella tarda mattinata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Monasterace hanno arrestato Peter OKOSUN, 28enne, ...
CRONACA

'Ndrangheta, Procuratore Amato: "Emilia non è più franchising Calabria" VIDEO

“Io direi che si possa affermare con assoluta ...
SPORT

Reggina, Piero Casile è il nuovo SLO

La Reggina 1914 comunica che Piero Casile è il nuovo SLO della Reggina. Lo SLO, acronimo di "Supporter Liaison Office" Sostenitore ufficiale di collegamento, è il responsabile della tifoseria nominato dai club. Lo SLO deve costruire relazioni con gruppi ...
ATTUALITA'

Vertenza Villa Aurora, Falcomatà incontra Scura: «mantenere budget invariato per garantire il futuro della struttura sanitaria»

Reggio Calabria. Dopo la sottoscrizione della nuova convenzione tra l’Azienda Sanitaria Provinciale ...
ATTUALITA'

Reggio, è on line la nuova piattaforma della partecipazione civica comunale: Iopartecipo.reggiocal.it

E’stata presentata martedì scorso presso l’Urban Center di Reggio Calabria la piattaforma “Io partecipo” ed ha già ...
ATTUALITA'

Reggio, Destra per Reggio: "Arena lido, oltre il danno la beffa"

Riceviamo e pubblichiamo: Apprendiamo che in una delle rare sedute di Consiglio comunale è stato approvato un atto amministrativo “propedeutico” che riguarderebbe i la vori di completamento dell’Arena lido; ...
CRONACA

Gallico ancora teatro di episodi criminali: incendiato furgone di un imprenditore edile

REGGIO CALABRIA. Pare non conoscere tregua la spirale di episodi intimidatori che hanno trasformato Gallico in una sorta di campo minato. Nemmeno il tempo della convocazione di un ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

MEDICINA IN DIRETTA
L'appuntamento settimanale con la salute
RTV NEWS PRIMA EDIZIONE
FUORI GIOCO
90 minuti di gioco e fuori... gioco
CIVITAS
Manuale di Convivenza Civile
Mobili Catalano
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.15

Aspettando Reggio in Jazz '17
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • L’Asp 5 gioca a scherzi
  • Indecoro cittadino
  • Segnaletica Marinella Spontone
  • Sindaco giovane, bello, aitante e ben vestito dal futuro politico brillante.
  • Questione migranti, nota all’amministrazione Falcomata’
  • Il Comune non risarcisce i danni e promuove appello anche alla sentenza di primo grado
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
arte
idomotica
differenziamola
viola