ERGASTOLO per i due killer della strage di San Lorenzo: pena non più appellabile
CRONACA

fine pena mai per gli assassini di Barbara e Rosellina

ERGASTOLO per i due killer della strage di San Lorenzo: pena non più appellabile

SAN LORENZO DEL VALLO (COSENZA). Fine pena mai per gli assassini di Barbara e Rosellina: ergastoli confermati anche dalla Cassazione e carcere a vita per i due sicari. La strage di San Lorenzo del Vallo è certamente una delle pagine più nere della cronaca calabrese. Una crudeltà e una ferocia inaudite scatenate contro due innocenti, letteralmente crivellate, in casa, nella fredda notte del 16 febbraio di 6 anni fa. Una furia omicida a colpi di mitraglietta che sconvolse il piccolo Comune adiacente a Castrovillari e per cui Domenico Scarola e Francesco Salvatore Scorza pagheranno scontandola con tutti gli anni della loro vita.

Gli ergastoli sono ormai definitivi, adesso non c’è più appello per gli assassini. I giudici della Suprema Corte hanno messo la parola fine sulla faccenda e così mandato in archivio anche un’altra parola: quel “presunti” con cui si definiscono gli imputati fino all’ultimo grado di giudizio: Domenico Scarola e Salvatore Francesco Scorza non sono più definibili così, perché sono loro gli autori del massacro del 2011.

Una carneficina dal sapore di vendetta, per rispondere ad un’altra cruenta morte, quella di Domenico Presta. Le due donne, infatti, vennero uccise ad un mese esatto dall’omicidio del giovane figlio del boss del posto Franco Presta, omicidio attribuito ad Aldo De Marco, commerciante della provincia di Cosenza. Gli inquirenti non ebbero dubbi sin dall’inizio: quella eseguita 30 giorni dopo, passata alla storia come “strage di San Lorenzo”, fu una vendetta per restituire il dolore a De Marco: le vittime, Barbara e Rosellina, erano infatti la cognata e la nipote del commerciante che il 17 gennaio 2011, a Spezzano Albanese, avrebbe ucciso a colpi di pistola il 22enne Domenico Presta per una banale lite nata per un parcheggio.

Esattamente un mese dopo, il 16 febbraio, all’ora di cena, i killer mandati dal boss Presta fecero irruzione nell’appartamento della famiglia De Marco, in una palazzina popolare di San Lorenzo del Vallo e fecero lo sterminio. Quando i carabinieri arrivarono sul posto, al terzo piano dell’edificio, la ragazza fu trovata in bilico sulla ringhiera del balcone e la madre in una pozza di sangue in cucina. Un’immagine così cruda da sembrare la scena di un film splatter. Invece purtroppo si è trattato della scena di un crimine reale. Scene di terrore che ricordano bene Gaetano e Sylos De Marco, padre e figlio che scansarono la furia omicida dei killer perché in altra parte della casa. I sicari forse non si accorsero della loro presenza. È grazie alla testimonianza di Sylos che oggi si è potuto arrivare alla condanna dei responsabili: Domenico Scarola e Salvatore Francesco Scorza, che subito dopo aver devastato l’appartamento, fuggirono su un’Audi bianca, ritrovata poi bruciata a pochi chilometri di distanza e dentro la quale vi erano le armi utilizzate per la strage.

Federico Lamberti
12-10-2017 11:45

NOTIZIE CORRELATE


18-08-2018 - CRONACA

'Ndrangheta, arrestato il boss Abbruzzese

Irreperibile dal 2015, era inserito nell'elenco dei ricercati più pericolosi
18-08-2018 - CRONACA

Arresto Abbruzzese, Salvini esulta: "Cacceremo i mafiosi paese per paese"

Il ministro dell'Interno commenta l'operazione che ha portato all'arresto del boss
05-08-2018 - ATTUALITA'

Enza Bruno Bossio (PD): "Medici calabresi, nuovi eroi moderni. Gli operatori sanitari siano riconosciuti pubblici ufficiali"

Così la deputata dopo l'aggressione avvenuta all'ospedale di Crotone
01-08-2018 - CRONACA

'Ndrangheta e narcotraffico. Arrestato il presunto boss latitante Simone Cuppari

Scovato dai carabinieri in un anonimo appartamento di Bergamo

ULTIME NEWS

ATTUALITA'

Sanità, Lamberti: "Anche il Governo boccia l'operato di Scura. Ma allora perché non rimuoverlo dall'incarico?"

Reggio Calabria. Sembrerebbe che la nostra bella terra di Calabria non sia più quella descritta, con tutte le sue prerogative ...
ATTUALITA'

Sanità, Massimo Ripepi: "Vicino a Lamberti. Decreto Scura? Una tragedia. A pagare sono i cittadini!"

Reggio Calabria. “Il Commissario alla sanità Massimo Scura non può permettersi di infierire sulla nostra già martoriata ...
CRONACA

Trovate mille piante di canapa indiana

Vibo. I carabinieri della Stazione di Nardodipace hanno trovato, a Ragonà-Contradada Angricelli, una piantagione di circa 1000 piante di canapa indica. La piantagione è stata avvisata nei giorni scorsi durante una battuta con l'elicottero dell'ottavo Nucleo ...
POLITICA

Villa San Giovanni, avviata selezione pubblica per reclutare personale per il "Pon Inclusione"

Villa San Giovanni. In esecuzione della determina N.997/2018 del Responsabile del Settore Politiche Sociali del Comune di Villa San Giovanni, capofila Ambito 14, è ...
CRONACA

Trovato un fucile Kalashnikov nel vibonese

Nicotera. Un fucile d'assalto AK47 Kalashnikov, una pistola a salve, con canna priva di tappo, e 35 grammi di esplosivo artigianale sono stati trovati a Nicotera, dai carabinieri della Compagnia di Tropea e dello Squadrone eliportato Cacciatori di Calabria. Il ...
CRONACA

Arresto Abbruzzese, Gratteri: "Non è stato facile catturarlo"

Cosenza. "Come tutti i grandi trafficanti internazionali, Abbruzzese ha girato l'Europa e il Sud America. Ora si trovava sul suo territorio, dopo aver girato il mondo supportato da una grande organizzazione al seguito. È ...
CRONACA

Reggio, salvato 31enne che minacciava di uccidersi

Reggio Calabria. Proseguono i controlli sul lungomare reggino, finalizzati a garantire la massima sicurezza nella fruizione degli spazi pubblici durante il periodo estivo a residenti e turisti. Nei giorni scorsi, in particolare, nell’ambito ...
CRONACA

Scuola, la denuncia del Codacons: "In Calabria troppi istituti inagibili. Chiederemo di rinviare l'avvio delle lezioni"

Catanzaro. "Ci rivolgiamo ai Prefetti per differire l'inizio delle attività didattiche fino a quando non ...
CRONACA

"Serve un piano di manutenzione e messa in sicurezza, centinaia di ponti e gallerie da monitorale". L'appello del presidente di Upi Calabria al Ministro Toninelli

Catanzaro. “Le Province ...
CRONACA

Crollo ponte Genova, per Adiconsum urge una verifica delle infrastrutture anche in Calabria

Reggio Calabria. "La tragedia di Genova colpisce al cuore l'Italia intera e impone una seria riflessione sullo stato delle infrastrutture del nostro Paese". ...
CRONACA

Trovato morto in auto, ipotesi overdose

Catanzaro. Un uomo di 33 anni, originario di Crotone, è stato trovato morto questa mattina all'interno della sua auto a Catanzaro. Il decesso, secondo le prime ipotesi, potrebbe essere stato causato da un'overdose di droga. Sul luogo sono subito intervenuti i ...
ATTUALITA'

Sanità in Calabria, tra tagli e diritti negati: lucidissima analisi di Manuela Iatì, Sky TG 24

Credo e temo che i reggini e i calabresi non abbiano ancora percepito, in tutta la sua enorme gravità, ciò che sta succedendo nella sanità regionale ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

CHISTI SIMU
BORGOITALIA
MEDICINA IN DIRETTA
L'appuntamento settimanale con la salute
10 DOMANDE
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.20

Film

Ore 22.30

Suonava l'anno
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Mancata pulizia caditoia
  • Certi cittadini campioni di incivilta’
  • Degrado di una citta’
  • problema orti
  • Rassicurazioni circa il servizio porta a porta
  • Perdita d’acqua in via sbarre inferiori
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Basta vittime 106
idomotica
viola
Italpress