'Ndrangheta violenta e spregiudicata. Arresti dei Carabinieri nella Piana di Gioia Tauro [FOTO/VIDEO]
CRONACA

31 in tutto le persone raggiunte da provvedimento di fermo disposto dalla Direzione Distrettuale Antimafia

'Ndrangheta violenta e spregiudicata. Arresti dei Carabinieri nella Piana di Gioia Tauro FOTO/VIDEO

Rosarno (Reggio Calabria). Nella giornata odierna i Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno eseguito un provvedimento di fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria - Direzione Distrettuale Antimafia, diretta dal Procuratore della Repubblica Giovanni Bombardieri, nei confronti di 31 soggetti appartenenti o contigui alle cosche “CACCIOLA” e “GRASSO”, radicate nella Piana di Gioia Tauro e riconducibili alla società di Rosarno del mandamento tirrenico della provincia di Reggio Calabria, ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, tentato omicidio, estorsione, porto e detenzione di armi comuni e da guerra, produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti, danneggiamento, minaccia, intestazione fittizia di beni, impiego di denaro beni o utilità di provenienza illecita, violazione degli obblighi della sorveglianza speciale.
Il provvedimento odierno costituisce la sintesi di un complesso lavoro di ricostruzione degli assetti e degli equilibri interni ed esterni alla cosca CACCIOLA, documentati nel corso tempo grazie alle dichiarazioni di numerosi collaboratori di giustizia ed attualizzati da un’articolata attività investigativa, avviata nel settembre 2017 dai militari del Nucleo Investigativo del Gruppo Carabinieri di Gioia Tauro sotto la direzione della locale Direzione Distrettuale Antimafia, con il coordinamento del Procuratore Aggiunto Gaetano Calogero PACI e del Sostituto Procuratore Adriana SCIGLIO.
L’indagine, convenzionalmente denominata “ARES”, ha accertato che l’originaria compattezza della cosca si era affievolita già dopo la scomparsa di CACCIOLA Domenico, avvenuta nel 2013, ucciso, dai suoi sodali per lavare l’onta di una relazione extraconiugale intrattenuta con una donna riconducibile ai “BELLOCCO”, BELLOCCO Francesca, anche lei vittima di omicidio per mano del figlio, BARONE Francesco, recentemente condannato per tale delitto.
L’esplosione delle conflittualità è stata registrata lo scorso 16 settembre, quando un “commando” capeggiato da CACCIOLA Gregorio cl. 80, figlio di Domenico, ha tentato di sequestrare, in pieno giorno ed in pieno centro a Rosarno, con il fine ultimo di condurlo in un luogo isolato e sopprimerlo, CONSIGLIO Salvatore. Quest’ultimo, considerato uno degli emergenti della ‘ndrina dei “GRASSO”, tradizionale cosca satellite dei “Cacciola”, è riuscito a scampare al proprio destino solo reagendo prontamente al fuoco con una pistola illegalmente portata all’interno dell’autovettura.
Dalla contestualizzazione dell’episodio e dalle immediate attività investigative avviate dal Gruppo di Gioia Tauro è emersa una precisa chiave di lettura delle dinamiche mafiose interne al gruppo “CACCIOLA”, ormai scisso nelle due cosche dei “CACCIOLA-GRASSO” e dei “CACCIOLA”:
L’indagine ha potuto acclarare che i componenti dei due gruppi in conflitto hanno iniziato a muoversi armati, pronti per sostenere un eventuale conflitto a fuoco, con armi detenute e trasportate attuando diversi escamotage, come quello di occultarle all’interno dei vani di allocazione degli airbag delle autovetture.
Le attività tecniche di intercettazione hanno consentito di registrare l’attualità delle dinamiche conflittuali, pervenendo anche all’arresto in flagranza di armi di taluni componenti dei due gruppi, individuandone gli assetti attuali nelle due formazioni omonime dei “CACCIOLA-GRASSO” e “CACCIOLA”, attribuendo ad ognuno degli associati le mansioni svolte, comprese quelle penalmente più rilevanti di promozione, direzione e coordinamento dei due sodalizi, documentandone le gravi iniziative criminali e i rispettivi ambiti di interesse illecito, nel più ampio contesto della società di Rosarno del mandamento tirrenico della provincia di Reggio Calabria, con proiezioni e rapporti consolidati in altre aree del territorio nazionale ed estero.
In particolare, dentro tale contesto è stato anche accertato il tentativo del gruppo “CACCIOLA” di più recente formazione di assumere una posizione egemonica, approfittando della condizione di maggiore debolezza delle famiglie mafiose dei “PESCE” e dei “BELLOCCO” indotta dalle più recenti operazioni di polizia giudiziaria.
Sul versante del narcotraffico internazionale è stato documentato nella presente indagine il trasferimento di un ingente quantitativo di stupefacente, circa 300 kg di cocaina con un elevatissimo grado di purezza (oltre il 95%), importati dai “CACCIOLA-GRASSO” attraverso individuati emissari delle cosche sanlucote in Colombia nonché rapporti con le organizzazioni criminali della penisola iberica, da dove è stato possibile documentare il trasferimento di almeno 500 chili di hashish, provenienti dal Marocco, indirizzate alle “piazze di spaccio” del Nord Italia, specie quelle dell’hinterland milanese e delle provincie più piccole della Lombardia e del Piemonte, consentendo agli organizzatori rosarnesi di accreditarsi come grossisti puntuali ed affidabili, in cima alla catena distributiva dello stupefacente.
Infine è stato accertato che le famiglie mafiose CACCIOLA-GRASSO” abbiano utilizzato una impresa di fuochi d’artificio – per confezionare gli ordigni esplosivi per l’attuazione del programma delittuoso e che hanno contribuito a rafforzare il potere delle due consorterie. Dalle conversazioni intercettate, infatti, risulta assolutamente evidente che i “CACCIOLA-GRASSO” hanno commissionato ad URSETTA Giovanni delle vere e proprie bombe – solitamente impiegate per danneggiamenti agli esercizi commerciali – fabbricate con una carica di esplosivo talmente elevata che GRASSO Giovanni riferiva al suo interlocutore che “avevano fatto vibrare il paese”.
Inoltre, le attività tecniche ed i servizi di pedinamento hanno registrato come i luoghi di detenzione domiciliare dei soggetti indagati fossero diventati teatro dei summit necessari a pianificare le diverse operazioni illecite, compresa l’importazione della cocaina dal Sudamerica.

Sulla base di tali risultanze, il provvedimento della Procura Distrettuale reggina interviene per interrompere la sequenza di gravi delitti accertati e soprattutto per impedire la fuga all’estero di alcuni degli indagati di vertice dell’organizzazione, mediante la predisposizione di falsi passaporti, per sottrarsi alla imminente esecuzione di titoli penali definitivi.
I destinatari del provvedimento
1. CACCIOLA Francesco, nato a Rosarno il 08.10.1968;
2. CACCIOLA Giovanni Battista, nato a Rosarno il 31.8.1964;
3. CACCIOLA Gregorio, nato a Rosarno il 07.05.1980;
4. CACCIOLA Gregorio, nato a Rosarno il 28.09.1951;
5. CACCIOLA Salvatore, nato a Rosarno il 12.04.1982;
6. CACCIOLA Salvatore, nato a Rosarno il 25.5.1958;
7. CACCIOLA Vincenzo, nato a Rosarno il 25.10.1977;
8. CHIMBRU Serhiy, nato in Ucraina il 23.03.1979;
9. CIURLEO Simone, nato a Polistena il 21.09.1987;
10. CONSIGLIO Salvatore, nato a Taurianova il 25.06.1980;
11. FANTASIA Gianluca, nato a Cosenza il 13.09.1975;
12. GIAMPAOLO Domenico, nato a San Luca il 18.05.1960;
13. GIAMPAOLO Giuseppe, nato a Locri l’8.10.1992;
14. GRASSO Domenico, nato a Rosarno (RC) in data 09.08.1956;
15. GRASSO Giovanni, nato a Gioia Tauro il 08.06.1992;
16. GRASSO Rocco, nato a Gioia Tauro il 21.01.1979;
17. GRASSO Rosario, nato a Cinquefrondi il 25.12.1988;
18. IENI Dario Giuseppe Antonio, nato a Catania (CT) il 20.03.1992;
19. IENI Francesco, nato a Catania (CT) il 25.02.1982;
20. MADULI Giuseppe, nato a Polistena il 28.03.1989;
21. NARDELLI Giuseppe, nato a Rosarno il 04.01.1971;
22. NASSO Giuseppe, nato a Taurianova il 19.11.1979;
23. NULLO Fabio, nato a Rosarno il 06.05.1973;
24. PETULLA’ Michele, nato a Cinquefrondi il 13.05.1989;
25. PULVIRENTI Cristian Angelo, nato a Catania (CT) il 08.02.1980;
26. QUARANTA Giuseppe, nato a Cinquefrondi il 30.06.1982;
27. RASO Giuseppe, nato a Polistena l’1.08.1990;
28. SORBARA Giuseppe, nato a Taurianova il 02.08.1974;
29. SURIANO Giuseppe, nato a Cosenza il 31.03.1977;
30. URSETTA Domenico, nato a Vibo Valentia il 15.01.1979;
31. ZUNGRI Vincenzo, nato a Rosarno il 23.02.1959.

Le attività economiche in sequestro
Alla luce delle complessive risultanze investigative è stato disposto il sequestro preventivo delle attività economiche riconducibili alle cosche indagate: un fondo agricolo – messo a disposizione dei “CACCIOLA-GRASSO” per occultare le armi della consorteria – e 1’autovettura sistematicamente impiegata per il trasporto delle armi, per un valore stimato di circa 5 milioni di euro.
Di seguito l’elenco delle attività commerciali sottoposte a sequestro:
- “Royal Bar di Petullà Kevin”, esercizio pubblico in Rosarno;
- “Valentiniano Francesco”, attività di lavaggio auto e commercio di accessori per auto, con sede in Rosarno;
- “Nuove creazioni di Grasso Marilena”, attività di commercio al dettaglio di abbigliamento, in Rosarno;
- “Freedom Store di Borgese Caterina”, attività di commercio al dettaglio di abbigliamento, in Rosarno;
- “E20 di Spettacolo di Ursetta Domenico”, attività di spettacoli pirotecnici, con sede in Vibo Valentia.

Esito delle perquisizioni
All’esito delle perquisizioni sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro complessivamente:
- 1 fucile a canne mozze cal. 12;
- 1 fucile mitragliatore AK47;
- 1 mitragliatrice cal. 9 marca Uzi;
- 1 pistola cal. 9;
- munizionamento vario tipo e calibro e caricatori;
- 8 kg. di marijuana e 3 kg. di hashish;
- denaro contante per circa 900.000 euro.
09-07-2018 06:09

NOTIZIE CORRELATE


15-02-2019 - CRONACA

Oltraggio, minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale, arrestato 25enne

Il giovane di Rizziconi, di origini extracomunitarie era stato fermato per un controllo dalla Polizia
15-02-2019 - CRONACA

Vendevano prodotti ittici di taglia inferiore a quella consentita, denunciati

Operazione "Undersize": sequestrati oltre 6 quintali di prodotti ittici. Elevate sanzioni per 57.000 Euro
15-02-2019 - ATTUALITA'

Porto di Gioia Tauro, il Senatore Siclari interroga il Ministro sui licenziamenti e chiede apertura di un tavolo tecnico

"E' evidente che occorra una presa di posizione da parte del Governo"
14-02-2019 - ATTUALITA'

Nuovo Ospedale della Piana, riunito il Tavolo Tecnico

Riguardo le voci circolate in merito ai ritrovamenti archeologici sul sito dove sorgerà il presidio sanitario non sono emerse problematiche

ULTIME NEWS

ATTUALITA'

Scopelliti ottiene la semilibertà, lavorerà in cooperativa

Reggio Calabria. Giuseppe Scopelliti, 52 anni, già sindaco di Reggio Calabria dal 2002 al 2010 ed ex presidente della Giunta regionale della Calabria dal 2010 al 2014, del Pdl, ha ottenuto il beneficio della semilibertà dal ...
ATTUALITA'

Addio Dottor Filippo Zema, amico dei bambini VIDEO

di Eduardo Lamberti-Castronuovo. 59 anni, un dinamismo che non lasciava presagire un dramma cosi folgorante da lasciare senza fiato per un lungo momento di dolore, ...
ATTUALITA'

Lutto nel sindacato reggino. La CISL saluta Mimmo Serranò

Reggio Calabria. “Se ne è andato in silenzio, senza rumore, come era solito fare quando lasciava una riunione, un’assemblea con i lavoratori, un convegno. Mai una nota alta o stonata, sempre attento a non ferire il suo ...
ATTUALITA'

Reggio Calabria, bolletta acqua: analisi di un'utenza

È giunta in questi giorni nelle case dei reggini la bolletta dell’acqua. È scattato subito qualche allarme sia per la cifra eccessiva da pagare sia perché alcuni servizi inclusi nella fattura non sono stati realmente erogati. ...
ATTUALITA'

Reggio, bollette idriche 'salate' zona Archi: Forza Italia chiede lo sconto del 50%

Reggio Calabria. In questi giorni il Comune di Reggio Calabria, per il tramite della sua società Hermes, ha inviato mediante posta ordinaria la bolletta del servizio idrico integrato e ...
ECONOMIA

Coldiretti: Sos pastori, a Reggio Calabria arriva il primo Pecorino Day

Per sostenere i pastori e il loro difficile e duro lavoro arriva domani domenica 17 febbraio il primo “Pecorino Day” con appuntamenti speciali nei mercati di Campagna Amica degli agricoltori e allevatori ...
CRONACA

Rogo alla tendopoli di San Ferdinando, il profilo della vittima

Stanotte, presso la vecchia Tendopoli di San Ferdinando, si è sviluppato un incendio di vaste proporzioni le cui cause sono in corso di accertamento. Durante le operazione di spegnimento delle fiamme da parte dei Vigili del ...
CRONACA

Giovane migrante morto a San Ferdinando, Cgil e Flai Calabria: "Precise responsabilità politiche e istituzionali"

Vibo. Ancora una morte a San Ferdinando. Una morte annunciata, quella del giovane venticinquenne Aldo Diallo, che non ha trovato ...
CRONACA

Faida cosche Commisso - Costa, fatta luce su un omicidio avvenuto a Siderno nel 1988

Reggio Calabria. All’esito di articolate indagini condotte dalla Squadra Mobile reggina, sotto le direttive della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di ...
CRONACA

Incendio baraccopoli San Ferdinando. Le misure adottate al vertice convocato dal Prefetto

Nella notte tra il 15 e il 16 febbraio, verso mezzanotte circa, un nuovo incendio, ha interessato l’insediamento dei migranti, la cosiddetta baraccopoli, ricadente nella ...
SPETTACOLO

Reggio, tutto pronto per la finalissima di Facce da Bronzi questa sera al Teatro Cilea

Grande successo per la semifinale del festival “Facce da Bronzi” ieri sera al teatro comunale di Catanzaro dove bravissimi comici provenienti da tutta Italia, si sono sfidati ...
CRONACA

San Ferdinando. Nuovo incendio nel ghetto della vergogna: muore 29enne senegalese

San Ferdinando (Reggio Calabria). È ancora emergenza alla tendopoli di San Ferdinando Ferdinando. Un incendio le cui cause sono ancora in corso d’accertamento, sviluppatosi tra le ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

RTV NEWS EDIZIONE NOTTURNA
SU IL SIPARIO!
PIANETA DILETTANTI
MEDICINA IN DIRETTA
L'appuntamento settimanale con la salute
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Agnana Calabra - Una eterna campagna elettorale in una europa saggia
  • Le agevolazioni per gli invalidi per tasse comunali
  • Nuova piscina comunale.
  • Schifo in piazza zerbi
  • Mancata pulizia caditoia
  • Certi cittadini campioni di incivilta'
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Basta vittime 106
Italpress
idomotica