'Ndrangheta violenta e spregiudicata. Arresti dei Carabinieri nella Piana di Gioia Tauro [FOTO/VIDEO]
CRONACA

31 in tutto le persone raggiunte da provvedimento di fermo disposto dalla Direzione Distrettuale Antimafia

'Ndrangheta violenta e spregiudicata. Arresti dei Carabinieri nella Piana di Gioia Tauro FOTO/VIDEO

Rosarno (Reggio Calabria). Nella giornata odierna i Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno eseguito un provvedimento di fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria - Direzione Distrettuale Antimafia, diretta dal Procuratore della Repubblica Giovanni Bombardieri, nei confronti di 31 soggetti appartenenti o contigui alle cosche “CACCIOLA” e “GRASSO”, radicate nella Piana di Gioia Tauro e riconducibili alla società di Rosarno del mandamento tirrenico della provincia di Reggio Calabria, ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, tentato omicidio, estorsione, porto e detenzione di armi comuni e da guerra, produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti, danneggiamento, minaccia, intestazione fittizia di beni, impiego di denaro beni o utilità di provenienza illecita, violazione degli obblighi della sorveglianza speciale.
Il provvedimento odierno costituisce la sintesi di un complesso lavoro di ricostruzione degli assetti e degli equilibri interni ed esterni alla cosca CACCIOLA, documentati nel corso tempo grazie alle dichiarazioni di numerosi collaboratori di giustizia ed attualizzati da un’articolata attività investigativa, avviata nel settembre 2017 dai militari del Nucleo Investigativo del Gruppo Carabinieri di Gioia Tauro sotto la direzione della locale Direzione Distrettuale Antimafia, con il coordinamento del Procuratore Aggiunto Gaetano Calogero PACI e del Sostituto Procuratore Adriana SCIGLIO.
L’indagine, convenzionalmente denominata “ARES”, ha accertato che l’originaria compattezza della cosca si era affievolita già dopo la scomparsa di CACCIOLA Domenico, avvenuta nel 2013, ucciso, dai suoi sodali per lavare l’onta di una relazione extraconiugale intrattenuta con una donna riconducibile ai “BELLOCCO”, BELLOCCO Francesca, anche lei vittima di omicidio per mano del figlio, BARONE Francesco, recentemente condannato per tale delitto.
L’esplosione delle conflittualità è stata registrata lo scorso 16 settembre, quando un “commando” capeggiato da CACCIOLA Gregorio cl. 80, figlio di Domenico, ha tentato di sequestrare, in pieno giorno ed in pieno centro a Rosarno, con il fine ultimo di condurlo in un luogo isolato e sopprimerlo, CONSIGLIO Salvatore. Quest’ultimo, considerato uno degli emergenti della ‘ndrina dei “GRASSO”, tradizionale cosca satellite dei “Cacciola”, è riuscito a scampare al proprio destino solo reagendo prontamente al fuoco con una pistola illegalmente portata all’interno dell’autovettura.
Dalla contestualizzazione dell’episodio e dalle immediate attività investigative avviate dal Gruppo di Gioia Tauro è emersa una precisa chiave di lettura delle dinamiche mafiose interne al gruppo “CACCIOLA”, ormai scisso nelle due cosche dei “CACCIOLA-GRASSO” e dei “CACCIOLA”:
L’indagine ha potuto acclarare che i componenti dei due gruppi in conflitto hanno iniziato a muoversi armati, pronti per sostenere un eventuale conflitto a fuoco, con armi detenute e trasportate attuando diversi escamotage, come quello di occultarle all’interno dei vani di allocazione degli airbag delle autovetture.
Le attività tecniche di intercettazione hanno consentito di registrare l’attualità delle dinamiche conflittuali, pervenendo anche all’arresto in flagranza di armi di taluni componenti dei due gruppi, individuandone gli assetti attuali nelle due formazioni omonime dei “CACCIOLA-GRASSO” e “CACCIOLA”, attribuendo ad ognuno degli associati le mansioni svolte, comprese quelle penalmente più rilevanti di promozione, direzione e coordinamento dei due sodalizi, documentandone le gravi iniziative criminali e i rispettivi ambiti di interesse illecito, nel più ampio contesto della società di Rosarno del mandamento tirrenico della provincia di Reggio Calabria, con proiezioni e rapporti consolidati in altre aree del territorio nazionale ed estero.
In particolare, dentro tale contesto è stato anche accertato il tentativo del gruppo “CACCIOLA” di più recente formazione di assumere una posizione egemonica, approfittando della condizione di maggiore debolezza delle famiglie mafiose dei “PESCE” e dei “BELLOCCO” indotta dalle più recenti operazioni di polizia giudiziaria.
Sul versante del narcotraffico internazionale è stato documentato nella presente indagine il trasferimento di un ingente quantitativo di stupefacente, circa 300 kg di cocaina con un elevatissimo grado di purezza (oltre il 95%), importati dai “CACCIOLA-GRASSO” attraverso individuati emissari delle cosche sanlucote in Colombia nonché rapporti con le organizzazioni criminali della penisola iberica, da dove è stato possibile documentare il trasferimento di almeno 500 chili di hashish, provenienti dal Marocco, indirizzate alle “piazze di spaccio” del Nord Italia, specie quelle dell’hinterland milanese e delle provincie più piccole della Lombardia e del Piemonte, consentendo agli organizzatori rosarnesi di accreditarsi come grossisti puntuali ed affidabili, in cima alla catena distributiva dello stupefacente.
Infine è stato accertato che le famiglie mafiose CACCIOLA-GRASSO” abbiano utilizzato una impresa di fuochi d’artificio – per confezionare gli ordigni esplosivi per l’attuazione del programma delittuoso e che hanno contribuito a rafforzare il potere delle due consorterie. Dalle conversazioni intercettate, infatti, risulta assolutamente evidente che i “CACCIOLA-GRASSO” hanno commissionato ad URSETTA Giovanni delle vere e proprie bombe – solitamente impiegate per danneggiamenti agli esercizi commerciali – fabbricate con una carica di esplosivo talmente elevata che GRASSO Giovanni riferiva al suo interlocutore che “avevano fatto vibrare il paese”.
Inoltre, le attività tecniche ed i servizi di pedinamento hanno registrato come i luoghi di detenzione domiciliare dei soggetti indagati fossero diventati teatro dei summit necessari a pianificare le diverse operazioni illecite, compresa l’importazione della cocaina dal Sudamerica.

Sulla base di tali risultanze, il provvedimento della Procura Distrettuale reggina interviene per interrompere la sequenza di gravi delitti accertati e soprattutto per impedire la fuga all’estero di alcuni degli indagati di vertice dell’organizzazione, mediante la predisposizione di falsi passaporti, per sottrarsi alla imminente esecuzione di titoli penali definitivi.
I destinatari del provvedimento
1. CACCIOLA Francesco, nato a Rosarno il 08.10.1968;
2. CACCIOLA Giovanni Battista, nato a Rosarno il 31.8.1964;
3. CACCIOLA Gregorio, nato a Rosarno il 07.05.1980;
4. CACCIOLA Gregorio, nato a Rosarno il 28.09.1951;
5. CACCIOLA Salvatore, nato a Rosarno il 12.04.1982;
6. CACCIOLA Salvatore, nato a Rosarno il 25.5.1958;
7. CACCIOLA Vincenzo, nato a Rosarno il 25.10.1977;
8. CHIMBRU Serhiy, nato in Ucraina il 23.03.1979;
9. CIURLEO Simone, nato a Polistena il 21.09.1987;
10. CONSIGLIO Salvatore, nato a Taurianova il 25.06.1980;
11. FANTASIA Gianluca, nato a Cosenza il 13.09.1975;
12. GIAMPAOLO Domenico, nato a San Luca il 18.05.1960;
13. GIAMPAOLO Giuseppe, nato a Locri l’8.10.1992;
14. GRASSO Domenico, nato a Rosarno (RC) in data 09.08.1956;
15. GRASSO Giovanni, nato a Gioia Tauro il 08.06.1992;
16. GRASSO Rocco, nato a Gioia Tauro il 21.01.1979;
17. GRASSO Rosario, nato a Cinquefrondi il 25.12.1988;
18. IENI Dario Giuseppe Antonio, nato a Catania (CT) il 20.03.1992;
19. IENI Francesco, nato a Catania (CT) il 25.02.1982;
20. MADULI Giuseppe, nato a Polistena il 28.03.1989;
21. NARDELLI Giuseppe, nato a Rosarno il 04.01.1971;
22. NASSO Giuseppe, nato a Taurianova il 19.11.1979;
23. NULLO Fabio, nato a Rosarno il 06.05.1973;
24. PETULLA’ Michele, nato a Cinquefrondi il 13.05.1989;
25. PULVIRENTI Cristian Angelo, nato a Catania (CT) il 08.02.1980;
26. QUARANTA Giuseppe, nato a Cinquefrondi il 30.06.1982;
27. RASO Giuseppe, nato a Polistena l’1.08.1990;
28. SORBARA Giuseppe, nato a Taurianova il 02.08.1974;
29. SURIANO Giuseppe, nato a Cosenza il 31.03.1977;
30. URSETTA Domenico, nato a Vibo Valentia il 15.01.1979;
31. ZUNGRI Vincenzo, nato a Rosarno il 23.02.1959.

Le attività economiche in sequestro
Alla luce delle complessive risultanze investigative è stato disposto il sequestro preventivo delle attività economiche riconducibili alle cosche indagate: un fondo agricolo – messo a disposizione dei “CACCIOLA-GRASSO” per occultare le armi della consorteria – e 1’autovettura sistematicamente impiegata per il trasporto delle armi, per un valore stimato di circa 5 milioni di euro.
Di seguito l’elenco delle attività commerciali sottoposte a sequestro:
- “Royal Bar di Petullà Kevin”, esercizio pubblico in Rosarno;
- “Valentiniano Francesco”, attività di lavaggio auto e commercio di accessori per auto, con sede in Rosarno;
- “Nuove creazioni di Grasso Marilena”, attività di commercio al dettaglio di abbigliamento, in Rosarno;
- “Freedom Store di Borgese Caterina”, attività di commercio al dettaglio di abbigliamento, in Rosarno;
- “E20 di Spettacolo di Ursetta Domenico”, attività di spettacoli pirotecnici, con sede in Vibo Valentia.

Esito delle perquisizioni
All’esito delle perquisizioni sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro complessivamente:
- 1 fucile a canne mozze cal. 12;
- 1 fucile mitragliatore AK47;
- 1 mitragliatrice cal. 9 marca Uzi;
- 1 pistola cal. 9;
- munizionamento vario tipo e calibro e caricatori;
- 8 kg. di marijuana e 3 kg. di hashish;
- denaro contante per circa 900.000 euro.
09-07-2018 06:09

NOTIZIE CORRELATE


12-11-2018 - CRONACA

'Ndrangheta e politica, 24 arresti: ai domiciliari ex parlamentare NOMI/VIDEO

L'operazione ribattezzata "Quinta Bolgia" è stata eseguita dalla Guardia di Finanza
12-11-2018 - CRONACA

'Ndrangheta. Operazione "Quinta Bolgia", ai domiciliari l'ex deputato di Forza Italia Giuseppe Galati

Nei mesi scorsi finito al centro dell'inchiesta sul crac della Fondazione Calabresi nel Mondo
12-11-2018 - CRONACA

Reggio, Operazione Sabbie Bianche: liberati 22 mila mq di specchio acqueo occupati abusivamente in località San Gregorio

ipotizzati reati di occupazione abusiva di demanio marittimo e deturpamento e danneggiamento del paesaggio e dei beni ambientali
10-11-2018 - CRONACA

"Andate via da San Luca altrimenti siete morti". Aveva minacciato troupe tv: arrestato latitante Antonio Callipari

Legato per vincoli di parentela alla cosca di 'ndrangheta dei Nirta 'Versu' ricercato da un anno per traffico di stupefacenti
09-11-2018 - CRONACA

'Ndrangheta. Condannati per mafia, arrestati tre esponenti dei clan di Laureana di Borrello NOMI/FOTO

Coinvolti nell'operazione "Lex" contro le cosche "Lamari" e "Ferrentino-Chindamo"

ULTIME NEWS

ATTUALITA'

Lucano in Procura per tre ore: "Minniti ora fa l'amico, ma quando era ministro dov'era?" VIDEO

Reggio Calabria. E' ...
ATTUALITA'

Collegamenti veloci Reggio-Messina, dal MIT: "Nel nuovo bando garantita una clausola sociale a vantaggio dei lavoratori"

Roma. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti continua a seguire con attenzione, vista anche la ...
CRONACA

Reggio, aggrediscono e rapinano un giovane alla Stazione Centrale: due arresti

Reggio Calabria. Gli Agenti della Polizia di Stato in servizio presso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, impegnati nelle attività di controllo del territorio e di ...
CRONACA

"Why Not". Ci fu abuso d'ufficio su de Magistris, l'ex pm di Catanzaro: "I miei capi invece di tutelarmi mi hanno tradito"

Salerno (Reggio Calabria). La Corte d'Appello di Salerno, presieduta da Massimo Palumbo, ha parzialmente ...
CRONACA

Mimmo Lucano convocato come teste in Procura a Reggio: per ora riserbo sull'oggetto dell'interrogatorio

Reggio Calabria. Domenico Lucano, sindaco sospeso di Riace, è stato convocato per oggi, lunedì 12 novembre, come "persona informata ...
CULTURA

Enzo Maiorca, il signore degli "abissi" che difendeva il mare. Il ricordo di Aldo Mantineo ne "Il mio mare"

Reggio Calabria. Uno short book che vuol anche essere un omaggio alla memoria non soltanto di uno sportivo che ha scritto pagine indelebili nella ...
POLITICA

Centrodestra. Regionali, Siclari: "bene Occhiuto e Aiello, ma la candidatura non si fa per territori"

Reggio Calabria. «Lavoriamo sul territorio e rispettiamo le indicazioni del presidente Silvio Berlusconi e del vice presidente Antonio Tajani. In ...
ATTUALITA'

Mamma Natuzza. Arriva il sì alla causa di beatificazione

Paravati (Vibo Valentia). "Sono qui per darvi la bella notizia che la Congregazione della Dottrina della Fede, a seguito delle nostre relazioni, ha sciolto le riserve dando il parere favorevole per aprire la causa di beatificazione di Mamma ...
ATTUALITA'

Paravati. Anastasi: "momento importante per Natuzza"

Paravati (Vibo Valentia). "Per la Fondazione e' un momento molto importante perche' sono questi i principi ispiratori che Natuzza nel suo testamento ha voluto. Per i fedeli e' caratterizzante perche' la Madonna ha parlato con Natuzza ...
SPORT

La Reggina rialza la testa. Contro la Paganese basta un gol di Conson

Reggio Calabria. Basta una zampata di Conson. Basta un gol del capitano, al minuto 78, per superare l’ostacolo Paganese. Nel giorno del ritorno al “Granillo”, la Reggina riscopre il gusto dolce della ...
CRONACA

Rosarno, scoperta piantagione di canapa indiana in un terreno agricolo adibito ad agrumeto

Nella giornata di lunedì, a Rosarno, via Provinciale Judicello, nell’ambito di un ampio servizio di rastrellamento disposto dal Gruppo Carabinieri di Gioia Tauro, ...
CRONACA

Violenza sessuale, maltrattamenti in famiglia, atti persecutori e lesioni plurime aggravate: arrestato 35enne di Palmi

Ieri, gli Agenti del Commissariato di P.S. di Palmi hanno arrestato un uomo 35enne di Palmi, responsabile dei reati di ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

CIVITAS
Manuale di Convivenza Civile
SMASHITS
I migliori videoclip musicali del momento con il brio del Vj Filippo Lopresti
EUREKA
Quiz Show
ASPETTANDO IL TG
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 15.30

Medicina in Diretta

Ore 22.20

Pianeta Dilettanti
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Mancata pulizia caditoia
  • Certi cittadini campioni di incivilta’
  • Degrado di una citta’
  • problema orti
  • Rassicurazioni circa il servizio porta a porta
  • Perdita d’acqua in via sbarre inferiori
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
idomotica
viola
Basta vittime 106
Italpress