'Ndrangheta. Confiscato il
CRONACA

E' riconducibile a Nicola Comerci imprenditore ritenuto vicino al clan Piromalli di Gioia Tauro

'Ndrangheta. Confiscato il "Baia Tropea Resort' di Parghelia

Gioia Tauro (Reggio Calabria). La Polizia di Stato - ad esito di una complessa attività investigativa di natura patrimoniale coordinata dalla Procura Distrettuale Antimafia - Sezione Misure di Prevenzione di Reggio Calabria - , ha eseguito un provvedimento di confisca di beni, emesso dal Tribunale di Reggio Calabria – Sezione Misure di Prevenzione - nei confronti di Nicola Comerci, nato a Nicotera (VV) il 11.12.47, attivo nella piana di Gioia Tauro (RC) ma con rilevanti interessi economici nelle province di Vibo Valentia, Bologna ed in tutto il Nord Italia.
COMERCI era già stato oggetto, nel 2001, di un provvedimento di misura di prevenzione personale emesso dal Tribunale di Reggio Calabria – Sezione Misure di Prevenzione, su richiesta della Questura di Reggio Calabria, che gli aveva irrogato la misura della sorveglianza speciale di P.S. con obbligo di soggiorno per la durata di anni 4 e, contestualmente, la confisca di beni.
Dette misure cessavano il 22.06.2005, data in cui la locale Corte d’Appello revocava la sorveglianza, disponendo la restituzione dei beni confiscati.
Successivamente a detta revoca la Divisione Anticrimine della Questura di Reggio Calabria avviava, su delega della DDA Reggina, un’attività investigativa di natura patrimoniale nei confronti del COMERCI che ha consentito di rivalutare la figura del COMERCI e l’attualità della pericolosità del predetto e la sproporzione tra la sua capacità reddituale e l’ingente patrimonio posseduto.
In particolare, l’attività di investigazione patrimoniale ha consentito di accertare che, dagli anni’70 in poi, il COMERCI ha costruito un vasto patrimonio, soprattutto nel campo delle strutture ricettive, ristorazione e villaggi turistici, grazie all’appoggio fornito dalla potente cosca “PIROMALLI” ed ai legami tra la suddetta cosca e quella dei “MANCUSO” di Vibo Valentia: “…nuove acquisizioni probatorie effettuate dalla Procura sostengono gli elementi indiziari già precedentemente emersi in maniera coerente, riscontrando alcune circostanze che unitariamente lette depongono inequivocabilmente circa l’appartenenza di COMERCI agli ambienti mafiosi delle cosche PIROMALLI e MANCUSO, in un rapporto che si è sviluppato in un’iniziale simbiosi, sino a svilupparsi in un’evidente indipendenza di COMERCI nel condurre i propri affari, pur continuando a gravitare negli ambienti criminali suddetti…”..
Sono state utilizzate, inoltre, propalazioni di diversi collaboratori di giustizia che hanno non solo confermato la contiguità del COMERCI con le cosche già precedentemente menzionate, ma lo hanno indicato quale soggetto vicino alle consorterie criminali dei DE STEFANO di Reggio Calabria e dei TRIPODI di Vibo.
Dall’attività svolta è, altresì, emerso il ruolo di COMERCI nell’ambito di un procedimento instaurato dinanzi alla Procura della Repubblica di Vibo Valentia, volto ad accertare eventuali responsabilità penali relative alla produzione Rai della fiction “Gente di mare”. Il materiale offerto al vaglio del Tribunale ha consentito di appurare che in merito all’individuazione di una struttura alberghiera da utilizzare per la citata fiction, veniva fatto espresso riferimento al COMERCI, quale proprietario del villaggio “Blue Paradise” a Parghelia, e che lo stesso veniva indicato come “delfino dei PIROMALLI”.
In tale circostanza veniva prescelta la struttura del COMERCI, in luogo di un altro complesso alberghiero nonostante quest’ultima avesse presentato un’offerta decisamente più competitiva, al fine di scongiurare “…la possibilità che potesse scatenarsi una faida nel territorio…”.
Le indagini hanno evidenziato, altresì, un contemporaneo intervento di un esponente della cosca MANCUSO che, “per evitare problemi”, interveniva presso il COMERCI per far diminuire il prezzo richiesto.
Altresì rilevanti ai fini dell’emissione del provvedimento ablatorio le indagini svolte nell’ambito del procedimento penale “Asmara”, coordinate dalla Procura della Repubblica di Palmi, che hanno evidenziato i rapporti conflittuali tra la famiglia COMERCI e i CONDOLUCI, che sono sfociati in una serie di aggressioni e attentati, perpetrati vicendevolmente fra i membri dei due nuclei familiari, che “ …assumono una connotazione che richiama le modalità di gestione dei rapporti di forza proprie della criminalità organizzata, e non dei normali dissapori fra rivali in affari… “.
Tale contrasto, è stato accertato dalle indagini, ha avuto origine dall’acquisto, nel 1980, dal COMERCI di un terreno a Parghelia (VV), località Marina di Bordila, in comproprietà con CONDOLUCI Giuseppe (14.07.1931 – Cinquefrondi, ma residente a Gioia Tauro), per l’importo di £ 300.000.000. A seguito di questa operazione imprenditoriale tra i due acquirenti erano sorti dei dissapori che avevano portato gli stessi a dividere la proprietà comune. Sulla quota di pertinenza del COMERCI sarebbe poi sorto il villaggio Blue Paradise, mentre sulla parte rimasta al CONDOLUCI è stato, successivamente, realizzato il complesso turistico “La Vela”, attiguo al Blue Paradise.
Ma la separazione dei lotti, evidentemente, ha lasciato nodi irrisolti se , da quel momento, si sono susseguiti atti intimidatori e attentati dinamitardi su cui è stata fatta piena luce grazie all’attività investigativa svolta a partire dal tentato omicidio ai danni di COMERCI Domenico, 15.07.2001, posto in essere da CONDOLUCI Fabio, fino al successivo tentato omicidio operato il 26.08.2005 dai fratelli Carmine (mandante) e Natale MARDECHEO (esecutore materiale), nei confronti di CONDOLUCI Domenico (cugino del predetto Fabio), consentendo di acclarare i rapporti esistenti tra i COMERCI e i predetti MARDECHEO.
Con l’odierno provvedimento il Tribunale di Reggio Calabria – Sezione Misure di Prevenzione, accogliendo le risultanze delle indagini patrimoniali, ha disposto la confisca di conti correnti, beni immobili, mobili e società, tra cui il lussuoso villaggio turistico “Baia Tropea Resort” di Parghelia (VV), per come di seguito indicati:
Provincia di Reggio Calabria (Comune di Gioia Tauro):

n. 2 lussuose villa, costituenti abitazioni di COMERCI Nicola e della sorella;
n. 2 appezzamenti di terreno;
n.2 autovetture di cui una Maserati;
quote del capitale sociale di due società immobiliari aventi sede in Gioia Tauro (RC),

Provincia di Vibo Valentia (Comuni di Tropea, Briatico, Parghelia):


n.38 unità immobiliari, la maggior parte costituenti il suddetto complesso turistico;
n.15 appezzamenti di terreno;
n. 3 imprese esercenti attività sia edile che di gestione di alberghi, villaggi e residence;
Tropea (VV), e Calderara di Reno (BO);
quote del capitale sociale di due società aventi sede in Tropea (VV);

Provincia di Bologna:


quote del capitale sociale di una società avente sede in Calderara di Reno (BO);

L’attività operativa si è svolta con la collaborazione di personale delle Questure di Bologna e Vibo Valentia.
Con lo stesso provvedimento è stata irrogata al COMERCI Nicola la misura di prevenzione della sorveglianza speciale di P. S. con obbligo di soggiorno nel comune di residenza o dimora abituale per anni tre.
Il valore dei beni confiscati ammonta a oltre 12 milioni di euro.
15-04-2019 10:35

NOTIZIE CORRELATE


17-07-2019 - CRONACA

'Ndrangheta. Arresti dei Carabinieri nella piana di Gioia Tauro, in Provincia di Bologna e Aosta VIDEO

Dall'inchiesta emersa contrapposizione tra cosche
17-07-2019 - CRONACA

Narcotraffico. Sequestrati oltre 270 kg di cocaina purissima al porto di Gioia Tauro FOTO

Nuovo importante colpo messo a segno da Guardia di Finanza e Agenzia delle Dogane e dei Monopoli
05-07-2019 - ATTUALITA'

ViabilitÓ, tra martedý e mercoledý chiusa la rampa dello svincolo di Gioia Tauro

chiusura in vigore dalle ore 06:00 di martedi' alle ore 17:00 di mercoledý
04-07-2019 - ATTUALITA'

Porto di Gioia Tauro: procedono i lavori per la riqualificazione infrastrutturale

Il programma di sviluppo ha come obiettivo il ritorno della leadership del porto di Gioia Tauro nel Mediterraneo

ULTIME NEWS

ATTUALITA'

Reggio Calabria. L'Oasi Village pronta a ripartire: la commozione dello storico proprietario Mario Scaramuzzino VIDEO

Reggio Calabria. Pronto a riaprire lo storico stabilimento balneare "Oasi Village". Il primo agosto si sancisce la "nuova vita" della stroica struttura che per decenni ha scandito le estati reggine. Già iniziate le operazioni di pulizia, si procederà da lunedì con la riqualificazione di alcune aree del sito, negli ultimi anni ad aver subito danni da intemperie e azioni vandaliche. Dopo l'interdittiva antimafia del 2016, dunque, si appresta ad essere portato a termine il nuovo iter che consentire di riaprire battenti. A guidare la rinnovata società Aldebaran Srl da cui nel frattempo è uscito il socio colpito da interdittiva che ha venduto le quote, è stato nominato il commercialista Giuseppe Marino amministratore unico. Marino a sua volta ha nominato un organo di vigilanza, come previsto dalla normativa, nella persona del commissario di polizia in pensione, Giuseppe Nicolosi e un nuovo revisore dei conti Attilio Fusco. Visibilmente emozionato lo storico proprietario ...
CRONACA

Operazione 'Sex home': arrestate 10 persone per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione VIDEO

Side...
ATTUALITA'

Gambarie "BikePark". L'invito di Vittorio Brumotti: "ci vediamo tutti domenica a Gambarie" VIDEO

Santo Stefano in ...
CULTURA

Moonday. Reggio Calabria celebra i 50 anni del primo sbarco sulla Luna con l'astronomo Fabrizio Mazzucconi VIDEO

Reggio Calabria. 50 anni fa l'uomo metteva piede per la prima volta nella storia sulla Luna. Ospite del Planetarium Pythagoras di Reggio Calabria, l'astronomo e vice segretario nazionale della Società Italiana di Astronomia, Fabrizio Mazzucconi ci dice: "fu quello il primo passo verso la conquista dello spazio". Anche in riva alla sponda calabrese dello Stretto si celebra il MoonDay, con la conferenza dello stesso Mazzucconi, ospitata sulla terrazza panoramica del Museo Archeologico di Reggio Calabria, sul tema "Apollo 11. Correva l'anno 1969: l'anno della luna". L'evento inaugura il programma delle Notti d’Estate al MArRC 2019 in collaborazione con il Planetarium Pythagoras, la cui anima è l'instancabile professoressa Angela Misiano, consigliera nazionale della Società Italiana di Astronomia e direttore scientifico della struttura che nel 2014, su iniziativa dell'allora Ente provinciale, è stata elevata a centro di "Alta Cultura". «La felice collaborazione con il Museo ci permette di celebrare i cinquant’anni dell’allunaggio nella location ideale della terrazza sotto le stelle del MArRC, per una sinergia tra scienza ed emozione. La luna ha ispirato poeti, artisti e studiosi di ogni epoca, alimentando sogni e speranze della gente comune con il suo mistero dal fascino intramontabile. Gli astronomi possono raccontare il loro “punto di vista”, che è interessante e suggestivo per tutti, non soltanto per gli specialisti», le parole di Angela Misiano. «Festeggiare con il Planetario Pythagoras la Giornata in cui ricorrono i cinquant’anni del primo sbarco sulla Luna - è il commento del Direttore Malacrino - è un privilegio. La meravigliosa terrazza del MArRC con vista sul mare e sul cielo è un luogo privilegiato per rivivere le emozioni di quella magica notte di luglio ...
CRONACA

Ancora furti nelle chiese della diocesi di Locri-Gerace: "Restituite quello che avete rubato"

Il vescovo di Locri-Gerace, monsignor Francesco Oliva, esprime il proprio dispiacere per i ripetuti furti sacrileghi che si registrano nelle chiese della ...
ATTUALITA'

"Un Angelo per Capello": per i pazienti oncologici che non possono sostenere economicamente l'acquisto di una parrucca

Si chiama "Un Angelo per Capello” ed è un progetto nazionale il cui obiettivo è quello di offrire ...
CRONACA

Rosarno. Furto aggravato di acqua potabile comunale, un arresto e 12 persone deferite

Nel corso della settimana, a Rosarno, a conclusione di un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati predatori e della ...
ATTUALITA'

Bollette dell'acqua, martedý 23 luglio incontro con i residenti di Archi

Martedì 23 luglio 2019, alle ore 19:00, presso il Bar “ArtCaffè”, in Via Vecchia Provinciale, 20 ad Archi, ci sarà l’incontro a fini informativi per conoscere quali sono i ...
CRONACA

Locri. Tenta la fuga dopo aver rubato un'auto: 34enne inseguito ed arrestato

Ieri notte, i carabinieri sezione radiomobile della Compagnia di Locri hanno arrestato Giovanni Cananzi, 34enne di Nizza di Sicilia (ME) già noto alle forze dell’ordine, per furto aggravato e ...
CRONACA

Faida di San Luca. Il padre di Francesco Pelle assolto dal reato di associazione mafiosa

Assolto per non aver commesso il fatto. Domenico Pelle detto Micu U’ Mata il padre di Francesco Pelle (fuggito nei giorni scorso dopo una condanna all’ergastolo sempre ...
CRONACA

Strage di Duisburg: Pelle latitante dopo la condanna all'ergastolo

Francesco Pelle detto ‘Ciccio Pakistan’, classe 1977, implicato nella Strage di Duisburg, sottoposto a Milano all'obbligo di dimora e in attesa della sentenza della Corte di Cassazione con le imputazioni di ...
CRONACA

Duisburg, Pelle scrisse a Klaus Davi poche ora prima della fuga: "Sono innocente"

«L’ultimo messaggio che ho avuto da Francesco Pelle è un sms del 4 giugno: ‘Presto ti darò un’intervista ma vieni senza microfoni’». È il ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

MEDICINA IN DIRETTA
L'appuntamento settimanale con la salute
I BASTALDI
RASSEGNA STAMPA
RTV NEWS EDIZIONE SERALE
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Situazione antigienica per presenza di rifiuti.
  • Chiedere aiuto e' un diritto!!
  • Fontana a secco
  • Totale abbandono
  • Strade colabrodo
  • Dissesto stradale
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Italpress
idomotica
Basta vittime 106