Locri.
CRONACA

Scoperta truffa all'INPS per 500 mila euro: segnalati alla Corte dei Conti 19 pubblici ufficiali

Locri. "Vita eterna" ma solo sulla carta per percepire la pensione del caro estinto: in 15 denunciati

Locri (Reggio Calabria). E’ stata battezzata “Vita eterna” l’ultima operazione messa a segno dalla Guardia di Finanza del Gruppo di Locri, in collaborazione con gli uffici territoriali dell’INPS, che al culmine di una meticolosa attività info-investigativa a tutela della spesa pubblica ha portato alla luce rilevanti situazioni di illiceità nell’erogazione di prestazioni pensionistiche a favore di persone decedute nel territorio della locride per il periodo temporale dall’1/1/2010 al 31/7/2018.
L’articolata e complessa attività si è realizzata mediante una preliminare acquisizione documentale presso gli enti comunali del territorio locrideo di circa 6 mila nominativi di soggetti deceduti che successivamente sono stati oggetto di accurati approfondimenti investigativi svolti mediante l’utilizzo delle Banche Dati in uso alla Guardia di Finanza.
In particolare, si è riscontrata la presenza di evidenti incongruenze afferenti posizioni pensionistiche non ancora eliminate per soggetti già deceduti che, invero, risultavo essere in vita tanto che veniva rilevata la presenza di modelli di certificazione unica dei redditi erogati dall’INPS nei confronti degli stessi.
La Procura della Repubblica di Locri, a seguito delle preliminari risultanze segnalate dai finanzieri, avviava immediatamente un fascicolo processuale disponendo, al contempo, l’effettuazione di riscontri presso gli uffici territoriali dell’INPS per ricostruire le modalità ed il luogo di pagamento delle somme erogate nonché l’esecuzione di accertamenti finanziari presso diversi Istituti di credito al fine di individuare i soggetti beneficiari degli accreditamenti delle pensioni ricevuti indebitamente.
Più in particolare, è stato possibile disvelare come il sistema fraudolento adottato dai reali percettori consisteva sia nel prelevamento mediante carte bancomat intestate al deceduto ed utilizzate fino alla loro naturale validità sia mediante carte bancomat intestate agli stessi soggetti cointestatari del rapporto bancario e/o postale ove venivano accreditate le mensilità delle pensioni non più dovute.
Le conseguenti attività d’indagine consentivano, quindi, di rilevare n. 17 soggetti deceduti il cui decesso, in alcuni casi, è avvenuto nel corso degli anni 2011, 2013 e 2014 e, per 9 defunti, l’INPS stava ancora continuando ad erogare prestazioni pensionistiche in quanto non era a conoscenza degli avvenuti decessi.
In un caso, i finanzieri hanno addirittura scoperto come, con il suindicato stratagemma, un intimo parente di una persona deceduta nel 2014 sia riuscito a prelevare dal conto corrente ove veniva accreditata la pensione una cifra prossima alle 100 mila euro.
I meticolosi accertamenti eseguiti hanno evidenziato come la causa della percezione della pensione anche dopo il decesso del legittimo avente diritto è da ricondurre sostanzialmente alla mancata comunicazione dei decessi in argomento agli uffici competenti quali INPS e Agenzia delle Entrate.
Ed effettivamente, sia presso gli uffici Anagrafe-Stato Civile dei comuni ove i decessi erano avvenuti che presso quelli di residenza, i finanzieri hanno rilevato come, in alcuni casi, le relative comunicazioni, previste dalle vigenti disposizioni di legge, da effettuare telematicamente mediante il sistema INA-SAIA, in realtà non erano mai avvenute.
All’esito della complessiva attività d’indagine, la Guardia di Finanza deferiva alla Procura di Locri 15 persone che sono risultate essere i reali percettori delle pensioni erogate dall’INPS per il reato previsto dall’art. 316 ter. c.p. (Indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato) che hanno conseguito un illecito profitto per circa 500 mila euro ed interessava l’istituto previdenziale al fine di sospendere tali indebiti pagamenti.
Inoltre, i Finanzieri hanno proceduto a segnalare alla Corte dei Conti di Catanzaro n. 19 Pubblici Ufficiali (dipendenti comunali e medici necroscopi) che, con la loro condotta omissiva consistita nella mancata comunicazione dei decessi, hanno cagionato un danno economico rilevante all’Istituto Previdenziale.
Prosegue il dispositivo di controllo disposto dal Comando Provinciale di Reggio Calabria a tutela della spesa pubblica nazionale, in linea con le direttive impartite a livello centrale, ove si persegue l'obiettivo di salvaguardare il corretto impiego di fondi pubblici e l'efficacia delle politiche di sviluppo sociale e di sostegno in una ottica di equità sociale.


14-05-2019 08:07

NOTIZIE CORRELATE


14-08-2019 - ATTUALITA'

SS106, attività di manutenzione del verde: Anas chiede scusa per il disagio arrecato

In prossimità della rotatoria Pellaro Lume
08-08-2019 - ATTUALITA'

Insegnanti di sostegno, Potere al Popolo: "Evitare che i ragazzi restino senza il supporto previsto per legge"

"Come Potere al Popolo! Reggio Calabria ci battiamo da sempre per avere una scuola pubblica e di qualità"
07-08-2019 - CRONACA

Reggio, Operazione Fullones. Hackeravano conti correnti online, 5 arresti NOMI

le vittime affermavano sempre di essere state tratte in inganno da mail fraudolente
06-08-2019 - CULTURA

Beni culturali. Dal Ministero "sì a prosecuzione tirocini per 420 in Calabria"

Il percorso di perfezionamento prorogato di un altro anno

ULTIME NEWS

ATTUALITA'

Camioncino Anas sversa rifiuti nella fiumara: "Provvedimenti disciplinari nei confronti dei due dipendenti"

In merito alle immagini diffuse dal Sindaco di Reggio Calabria, Anas (Gruppo FS italiane) ha accertato che il materiale - depositato in modo non ...
ATTUALITA'

Scilla. Ritrovamento del giovane disperso in mare, le precisazioni della Guardia Costiera

Con riferimento alla notizia pubblicata in data odierna su alcuni organi di stampa e siti web, in merito ai fatti accaduti ad un giovane reggino che, al tramonto della giornata del ...
CRONACA

Reggio Calabria. Auto in fiamme vicino la via del passeggio: episodio poco chiaro

Reggio Calabria. Un’auto in fiamme attorno alla mezzanotte e in pieno centro a Reggio Calabria, ad incrocio tra la via Foti e il Corso Garibaldi. A scongiurare il peggio, il tempestivo ...
ATTUALITA'

Codacons: 'Il Garante del silenzio'. Sulla squallida vicenda degli insulti al bambino in spiaggia 'deve' calare il silenzio

Il miglior alleato dell’inciviltà è il silenzio: il silenzio di chi ne è vittima, e ...
CRONACA

Acquaro. Incendiate nella notte le luminarie per la festa di San Rocco

Persone non identificate hanno dato alle fiamme, nella notte, le luminarie utilizzate ad Acquaro per la festa di San Rocco. E' accaduto che diversi incendi sono stati appiccati dove si trovavano le luminarie. Non ...
ATTUALITA'

Il camioncino che sversa nella fiumara e le scuse già formalizzate nei giorni scorsi dall'ANAS

Reggio Calabria. I fatti sono stati ufficialmente resi noti lunedì nel corso di un video messaggio, postato sui loro profili social, a firma di Sindaco e Vice ...
POLITICA

Riace. Il papà sta morendo ma Mimmo Lucano non può fargli visita: l'appello a Mattarella

Reggio Calabria. Un appello al presidente della Repubblica Sergio Mattarella per consentire all'ex sindaco Domenico Lucano di poter tornare nel comune di Riace a far visita ed ...
CULTURA

Reggio Calabria. Alla Dante Alighieri, presto una scuola di formazione in giornalismo

Reggio Calabria. In un settore, come quello dell’informazione e della comunicazione, in profonda, costante e ancora oggi tumultuosa evoluzione - grazie anche a un’innovazione ...
CRONACA

Camioncino ANAS sorpreso a sversare rifiuti nella fiumara di Mortara VIDEO

Reggio Calabria. Un camioncino dell'ANAS sorpreso a ...
CRONACA

Reggio Calabria. Vandali in azione al Lido Comunale: "sfondata" protezione in cartongesso VIDEO

Reggio Calabria. ...
ATTUALITA'

Codacons. Una 'taglia' per individuare chi ha offeso un disabile a Bovalino. L'appello a chi era in spiaggia: denunciatelo

“Gli handicappati dovete tenerli a casa”. Non ci sono commenti su quanto accaduto a Bovalino, dove un ...
ATTUALITA'

Polistena. La pista dell'elisoccorso dell'Ospedale intitolata alla memoria del piccolo Flavio Scutellà

L’Amministrazione Comunale con delibera di Giunta n. 142 approvata in data odierna, ha intitolato la pista di elisoccorso realizzata nel piazzale ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

CIVITAS
Manuale di Convivenza Civile
I BASTALDI
RTV NEWS EDIZIONE NOTTURNA
RTV NEWS EDIZIONE SERALE
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

21.15

Pillole di... Medicina in Diretta
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Situazione antigienica per presenza di rifiuti.
  • Chiedere aiuto e' un diritto!!
  • Fontana a secco
  • Totale abbandono
  • Strade colabrodo
  • Dissesto stradale
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Basta vittime 106
Italpress
idomotica