'Ndrangheta, Operazione Balboa: traffico internazionale di cocaina, 5 arresti
CRONACA

Per conto della cosca Bellocco di Rosarno

'Ndrangheta, Operazione Balboa: traffico internazionale di cocaina, 5 arresti

Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria e del Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata della Guardia di Finanza – con il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria diretta dal Procuratore Capo Giovanni Bombardieri – stanno dando esecuzione nelle province di Roma, Reggio Calabria e Sassari ad una Ordinanza di applicazione di misura cautelare emessa dal Giudice per le Indagini Preliminaridel Tribunale di Reggio Calabria nei confronti dei sodali di un’associazione per delinquere finalizzata al trafficointernazionale di cocaina operante sotto l’egida della cosca di ‘ndrangheta “Bellocco” di Rosarno.
Il provvedimento giudiziario dispone l’applicazione della custodia cautelare in carcere nei confronti di OLIVERI Umberto Emanuele cl. ’87, PEPÈ Domenico cl. ’55, GALANTI Alessandro cl.’81, PONZIANI Antonio cl. ’85e LAROSA Alessandro cl. ’78.



Gli stessi sono ritenuti responsabili – a vario titolo – dei reati di associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti (cui agli artt. 73 e 74 D.P.R. 309/90), per essersi associati tra loro in un gruppo criminale articolato su più livelli, comprensivo di squadre di operatori portuali infedeli, allo scopo di commettere più delitti, concretizzatisi nel reperire ed acquistare all’estero, importare, trasportare in Italia attraverso navi in arrivo al porto di Gioia Tauro ed in altri porti nazionali, nonché commercializzare ingenti quantitativi di stupefacente del tipo cocaina, con l’aggravante della transnazionalità (ex art. 4 L. 146/2006) e dell’aver commesso i fatti al fine di agevolare (ex art. 7 L. 203/91, ora art. 416 bis 1 c.p.) l’attività della cosca di ‘ndrangheta “Bellocco” operante in Rosarno, zone limitrofe, altre zone d’Italia e all’estero.



L’operazione di polizia, convenzionalmente denominata “Balboa”, rappresenta l’epilogo di una complessa attività investigativa svolta dalla Sezione G.O.A. del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Reggio Calabria,che ha permesso di accertare l’esistenza di un gruppo criminale capeggiato da OLIVERI Umberto Emanuele, dominus alla continua ricerca di cocaina da far giungere nel porto di Gioia Tauro dal Sud America e dal Nord Europa (Belgio, Brasile, Argentina, Ecuador e Perù) e legato da stretto vincolo parentale a BELLOCCO Umberto cl. ‘37, entrambi ritenuti partecipi – il BELLOCCO con ruolo di vertice – dell’omonima cosca.
Nel dettaglio, secondo i ruoli accertati nel corso delle articolate investigazioni, oltre al già citato OLIVERI,emergevano le figure di GALANTI Alessandro, vero e proprio broker internazionale in contatto con i narcosproduttori esteri della sostanza stupefacente, di LAROSA Alessandro e PONZIANI Antonio, impegnati a coadiuvare l’OLIVERI e il GALANTI nell’organizzazione delle illecite forniture, nonché di PEPE’ Domenico, uomo di fiducia, che si occupava anch’egli dell’acquisto e dell’importazione della droga.
Giunta in Italia, al porto di Gioia Tauro (RC), la cocaina –occultata con modalità cd. “rip on” all’interno dei container in borsoni pronti ad essere prelevati – veniva esfiltrata da operatori portuali infedeli, incaricati dall’OLIVERI di recuperare lo stupefacente e di portarlo al di fuori del sedime portuale gioiese.
Al riguardo, nell’ambito dello stesso procedimento penale, sono stati complessivamente sottoposti a sequestro 527 panetti di cocaina purissima, per un peso complessivo di 598,520 kg, nonché sono state ricostruite plurime ulteriori importazioni di stupefacente per complessivi 312 Kg di cocaina.



I soggetti destinatari degli odierni provvedimenti restrittivi hanno inoltre dimostrato di poter contare su una fitta rete di contatti, talmente ramificata, da essere in grado di recuperare lo stupefacente non solo dal porto di Gioia Tauro, ma anche da altri porti, sia nazionali che esteri, avvalendosi della forza intimidatrice esercitata dalla stessa “cosca” di appartenenza.



Alla luce di tali risultanze – condividendo le argomentazioni prospettate dalla citata DDA coordinata,per l’area tirrenica, dal Procuratore Aggiunto Gaetano Paci – il G.I.P. del Tribunale di Reggio Calabria, ritenuta sussistente la gravità indiziaria del contesto sopra delineato, ha emesso il provvedimento cautelare personale nei confronti delle citate persone ritenute responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti aggravata dall’aver agevolato un’associazione di tipo mafioso e dalla transnazionalità. I predetti sono stati ristretti, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, presso le competenti Case Circondariali.



L’operazione “Balboa” ha ribadito l’importanza strategica assunta nel tempo per le consorterie criminali di stampo mafioso dal porto di Gioia Tauro, vero e proprio snodo commerciale per l’importazione di ingenti quantitativi di narcotico provenienti dal Sud America e dal resto d’Europa.
Importanza confermata sia dai recenti numerosi sequestri di cocaina purissima per centinaia e centinaia di kg. operati dai militari della Guardia di Finanza di Reggio Calabria all’interno della suddetta area portuale, dopo che nel 2018 si era assistito ad un calo vertiginoso degli stessi, sia dalle evidenze giudiziarie, in parte già cristallizzate in sentenze di condanna, emerse con le operazioni condotte sempre dalla Sezione GOA della Guardia di Finanza reggina:
- nel luglio 2014 allorquando, nell’ambito dell’operazione “Puerto Liberado”, furono eseguite 18 misure cautelari in carcere, cui sono seguite numerose condanne confermate in grado di appello con sentenza del 2017;
- nel luglio 2016, nell’ambito dell’operazione “Vulcano”,quando furono eseguiti 15 provvedimenti cautelari personali disarticolando un’associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di cocaina per conto delle potenti cosche di ‘ndrangheta Molè, Piromalli, Alvaro, Crea e Pesce. Anche in questa occasione tutti i 22 imputati che hanno scelto il rito abbreviato sono stati condannati dal G.U.P. del locale Tribunale.
L’attività svolta costituisce ennesima testimonianza delle sempre costanti attenzione ed impegno e della perfetta sinergia con la quale la Procura della Repubblica e la Guardia di Finanza di Reggio Calabria intervengono nel contrasto al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, da sempre ritenuto il principale canale di finanziamento delle cosche di ‘ndrangheta operanti nella provincia reggina.


18-06-2019 08:19

NOTIZIE CORRELATE


17-07-2019 - CRONACA

'Ndrangheta. Arresti dei Carabinieri nella piana di Gioia Tauro, in Provincia di Bologna e Aosta VIDEO

Dall'inchiesta emersa contrapposizione tra cosche
17-07-2019 - CRONACA

'Ndrangheta. Confiscati 7 milioni di beni a imprenditore reggino vicino ai clan FOTO/DETTAGLI

Roberto Morgante 60 anni attualmente è sottoposto a regime detentivo
17-07-2019 - CRONACA

Narcotraffico. Sequestrati oltre 270 kg di cocaina purissima al porto di Gioia Tauro FOTO

Nuovo importante colpo messo a segno da Guardia di Finanza e Agenzia delle Dogane e dei Monopoli
15-07-2019 - ATTUALITA'

Racket ed usura, Arturo Bova incontra le associazioni calabresi

"È incredibile che la legge non permetta, ad oggi, di aiutare chi è stato costretto ad un gesto così disperato e non sa come uscirne"
14-07-2019 - ATTUALITA'

Reggio Calabria. Il Comune assegna due alloggi confiscati alla mafia a due donne vittime di violenza

Donne che sono costrette a lasciare la propria casa insieme ai figli

ULTIME NEWS

ATTUALITA'

Reggio, i servizi psichiatrici tornano a manifestare

Il Coo.la.p (coordinamento lavoratori psichiatria) comunica che giorno 23 luglio alle ore 10:00 tornerà, insieme a tutti i lavoratori del settore, a manifestare presso la sede della direzione generale dell’Asp sita in via Diana. Il ...
CRONACA

Reggio Calabria. Attesa l'udienza di convalida del fermo per l'uomo che ha tentato di rapire un bambino nel parcheggio del Brico

Reggio Calabria. Sarà processato per direttissima l’uomo, di 47 anni di origini rumene, ...
ATTUALITA'

Scilla. Firmato importante Accordo Territoriale riguardante i contratti di locazione a canone agevolato

E’ stato firmato il nuovo, importante Accordo Territoriale per la Città di Scilla (RC), uno dei 20 borghi turistici più apprezzati ...
CRONACA

Attimi di tensione nel parcheggio del Maxi Brico. Uomo tenta di portar via un bambino

Reggio Calabria. Ha tentato di strappare via dalle braccia della madre un bambino di 5 anni. È accaduto nel tardo pomeriggio nel parcheggio del Maxi Brico del Viale Calabria. ...
ATTUALITA'

Università Mediterranea di Reggio Calabria: presentata l'offerta formativa 2019/2020

Reggio Calabria. In occasione della conferenza stampa, indetta stamattina nel Salone degli organi accademici, il Rettore Marcello Zimbone ed i direttori dei sei dipartimenti d’Ateneo ...
ATTUALITA'

"Slitta il lido comunale, slitta lo stadio mentre la ruspa ruggisce e smembra Sbarre Centrali"

Reggio Calabria. Doveva essere l’amministrazione della svolta è stata quella della slitta.Slitta tutto a Reggio Calabria quando si tratta di date, di consegna ...
ATTUALITA'

"Meno male che la raccolta porta a porta doveva essere la soluzione all'annoso problema dei rifiuti"

Riceviamo e pubblichiamo: A voi che siete sempre attenti alle problematiche dei cittadini, sono a segnalare lo stato di degrado in cui siamo costretti a vivere ...
CRONACA

50enne trovato morto in casa. L'anziana madre non si era resa conto del decesso del figlio

Reggio Calabria. A lanciare l'allarme sono stati i vicini non vedendo l'uomo da qualche giorno. Quando questa mattina sono entrati in casa, in uno stabile della ...
CRONACA

Altre due intimidazioni ai danni di medici reggini

Un altro triste e amaro capitolo di una lunga saga in cui la storia è sempre la stessa e vede come vittima designata un medico della provincia di Reggio Calabria. Questa volta, i delinquenti di turno hanno colpito, con vigliaccheria, due colleghi ...
CRONACA

San Lorenzo (RC). Sequestrata maxi-piantagione di cannabis "skunk": era composta da 4.200 piante

San Lorenzo (Reggio Calabria). A seguito di approfondite indagini in materia di lotta al traffico di sostanze stupefacenti, condotte congiuntamente dalle Fiamme Gialle ...
SPORT

Doppio colpo della Reggina: presi Corazza e Rossi

Il presidente Luca Gallo e la Reggina comunicano di aver perfezionato il passaggio in amaranto di Simone Corazza. L'attaccante ha sottoscritto un contratto biennale. La carriera di Simone Corazza parte dalle giovanili del Portogruaro. Friulano ...
ATTUALITA'

Aeroporto dello Stretto: stanziati 25 milioni di euro per la ristrutturazione e messa in sicurezza

Nella Cabina di regia per il Fondo Sviluppo e Coesione che ho presieduto oggi a Palazzo Chigi ho previsto lo stanziamento di 25 milioni per interventi di messa ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

ASPETTANDO IL TG
A PRESCINDERE
Di Pino Toscano
SMASHITS
I migliori videoclip musicali del momento con il brio del Vj Filippo Lopresti
CIVITAS
Manuale di Convivenza Civile
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.20

Strettamente Personale Stracult

Ore 22

Film
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Situazione antigienica per presenza di rifiuti.
  • Chiedere aiuto e' un diritto!!
  • Fontana a secco
  • Totale abbandono
  • Strade colabrodo
  • Dissesto stradale
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Italpress
idomotica
Basta vittime 106