'Ndrangheta. Arresti dei Carabinieri nella piana di Gioia Tauro, in Provincia di Bologna e Aosta [VIDEO]
CRONACA

Dall'inchiesta emersa contrapposizione tra cosche

'Ndrangheta. Arresti dei Carabinieri nella piana di Gioia Tauro, in Provincia di Bologna e Aosta VIDEO

Reggio Calabria. Questa mattina, nelle province di Reggio Calabria, Bologna e Aosta, i carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria, con il supporto dei reparti territorialmente competenti, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Reggio Calabria, su richiesta della Procura distrettuale diretta dal dott. Giovanni Bombardieri, nei confronti di:
FACCHINIERI Giuseppe, nato a Cittanova (RC), il 02.02.1960
CHEMI Giuseppe, nato a Taurianova (RC), il 10.03.1960
RAFFA Roberto, nato a Taurianova (RC), il 06.12.1975
FACCHINIERI Vincenzo, nato a Cittanova (RC), il 09.01.1967
FACCHINERI Giuseppe, nato a Cittanova (RC), il 16.05.1970
RASO Michele, nato a San Giorgio Morgeto (RC), il 17.06.1962
RASO Vincenzo, nato a San Giorgio Morgeto (RC), il 13.01.1953;
RAFFA Giorgio, nato a San Giorgio Morgeto (RC), il 19.04.1970
RAFFA Vincenzo, nato a San Giorgio Morgeto (RC), il 04.11.1976;
FAZARI Tommaso, nato a San Giorgio Morgeto (RC), il 12.08.1960;
SORBARA Giuliano, nato a San Giorgio Morgeto (RC), il 14.04.1973;
SORBARA Raffaele, nato a San Giorgio Morgeto (RC), il 12.10.1969;
AGOSTINO Mario Gaetano, nato a Carpanzano (CS), il 06.05.1944 (agli arresti domiciliari).



tutti accusati, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso (per il solo FACCHINERI Giuseppe, anche estorsione aggravata dal metodo mafioso), in qualità di appartenenti alla cosca “FACCHINERI” di Cittanova e alla locale di San Giorgio, organizzazioni di matrice ‘ndranghetistica riconducibili al mandamento tirrenico della provincia di Reggio Calabria.
L’attività investigativa, convenzionalmente denominata “ALTANUM”, è stata avviata dai carabinieri della Compagnia di Taurianova – coordinati dal Procuratore Aggiunto Calogero Gaetano Paci e dal Sostituto Procuratore Gianluca Gelso – a seguito delle risultanze dell’indagine “CRIMINE” che, nel 2010, avevano sancito l’esistenza, a San Giorgio Morgeto, di una locale con a capo AGOSTINO Mario Gaetano, oggi 75enne. Sebbene assolto dall’accusa, il materiale acquisito nell’ambito di quel procedimento penale ha consentito ai Carabinieri di Taurianova di avviare una più specifica attività investigativa, volta ad individuare i presunti appartenenti alla locale di San Giorgio e a comprovarne la loro attuale operatività.
In particolare, serrate attività tecniche e dinamiche hanno permesso ai reparti dell’Arma di documentare:





l’operatività attuale della cosca “FACCHINERI” di Cittanova e della locale di San Giorgio, facendo luce sul ruolo ricoperto dai rispettivi sodali (per la prima, diretta FACCHINIERI Giuseppe detto “il professore, il fratello FACCHINIERI Vincenzo, RAFFA Roberto, basista in Valle d’Aosta e cognato dei FACCHINIERI, CHEMI Giuseppe, FACCHINERI Salvatore e FACCHINERI Giuseppe detto “scarpina, che per conto della cosca si occupava anche di estorsioni nel territorio reggino; per la seconda, al cui vertice si conferma il nominato AGOSTINO Mario Gaetano, i suoi nipoti SORBARA Raffaele e Giuliano, i fratelli RASO Michele e Vincenzo, da tempo punto di riferimento della locale in Valle d’Aosta, i fratelli RAFFA Vincenzo e Giorgio, cognati dei RASO, e FAZARI Tommaso);




il penetrante controllo del territorio esercitato dalle due cosche e i relativi interessi illeciti, con particolare riferimento agli appalti di lavori pubblici, ai tagli boschivi, alla compravendita dei terreni e all’assunzione dei lavoratori da parte delle locali aziende;




la proiezione delle due consorterie nel territorio valdostano, ove risultano risiedere svariati soggetti originari di San Giorgio Morgeto, risultati collegati con alcuni degli odierni indagati;




la disponibilità, in capo ad entrambi i sodalizi, di armi e munizioni, funzionali all’imposizione della volontà mafiosa attraverso il sistematico ricorso a minacce, estorsioni e danneggiamenti.





I ruoli degli indagati nell’ambito della cosca “FACCHINERI” e della locale di San Giorgio ed i rispettivi interessi illeciti sono emersi nell’ambito delle indagini che hanno documentato la “fibrillazione” generatasi nel 2011 tra i due sodalizi, entrambi determinati a mantenere il proprio predominio nel territorio di San Giorgio Morgeto, nell’ambito della quale è maturato l’omicidio di RASO Salvatore, esponente della locale di San Giorgio ucciso il 16 settembre 2011 in località Sant’Eusebio del comune di San Giorgio Morgeto, nei pressi della sua abitazione.
Dalle modalità esecutive dell'efferato fatto di sangue – nei confronti della vittima sono stati esplosi 10 colpi di “pallettoni”, uno dei quali alla nuca – e dagli esiti dei preliminari accertamenti era emerso sin da subito che la chiave di lettura del grave delitto non fosse da ricercare in un isolato episodio di criminalità comune ma in un ben più ampio ed articolato contesto di criminalità organizzata.
Alla base dell’agguato vi erano i contrasti generati dall’azione estorsiva tentata in danno due imprenditori operanti in Valle d’Aosta, ma originari di San Giorgio Morgeto, promossa da esponenti della cosca “FACCHINERI”. Per tale tentativo di estorsione, svolto mediante atti intimidatori e lettere minatorie, sono stati condannati in via definitiva FACCHINIERI Giuseppe “il professore”, CHEMI Giuseppe e RAFFA Roberto, tutti destinatari dell’odierno provvedimento in qualità di appartenenti alla cosca “FACCHINERI”.
In particolare, in uno dei due episodi, l’imprenditore vittima dell’estorsione si era rivolto ai fratelli RASO, Michele, Salvatore e Vincenzo, cui aveva richiesto un aiuto per evitare le pretese dei “FACCHINERI”. Proprio il conseguente intervento dei RASO in favore dell’imprenditore sangiorgese li ha posti in netto contrasto con FACCHINIERI Giuseppe e i suoi sodali, gettando le premesse per l’omicidio di RASO Salvatore.
Gli esiti delle investigazioni condotte dai Carabinieri di Taurianova – compendiate nell’odierno provvedimento e apprezzate unitamente alle risultanze delle indagini svolte dalla DDA di Torino – hanno consentito una più approfondita chiave di lettura della vicenda estorsiva, collocandola nel contesto mafioso poiché volta, da una parte, a far conseguire ai “FACCHINERI” l’illecito vantaggio economico dell’estorsione e, dall’altra, ad affermare il principio che, pur operando in altra regione d’Italia, le attività economiche condotte da soggetti originari del sangiorgese devono dare conto alla famiglia mafiosa predominante nell’area di provenienza, i “FACCHINERI”.
Infine, nel delineare la rilevanza dei ruoli dei singoli indagati nell’ambito della locale di San Giorgio e le dinamiche interne al sodalizio, le indagini dell’Arma di Taurianova hanno permesso di evidenziare l’attualità dei collegamenti fra questi e alcuni affiliati alla locale di ‘ndrangheta operativa in Valle d’Aosta. Tale circostanza si salda coerentemente con i recenti esiti dell’indagine “GEENNA”, svolta dal ROS e dai Carabinieri del Gruppo di Aosta coordinati dalla DDA di Torino, che ha portato nel gennaio scorso all’esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare a carico, fra gli altri, di 9 soggetti (alcuni dei quali originari di San Giorgio Morgeto) accusati di associazione mafiosa in quanto affiliati alla locale aostana.


17-07-2019 06:32

NOTIZIE CORRELATE


10-07-2020 - CRONACA

'Ndrangheta stragista. Chiesto l'ergastolo per Graviano e Filippone

RICHIESTA FORMULATA DAL PROCURATORE DI REGGIO BOMBARDIERI
09-07-2020 - ATTUALITA'

Coldiretti: operazione Pedigree a Reggio Calabria conferma l'interesse della 'ndrangheta nell'agroalimentare con affari da 24,5 mld

L'agroalimentare è divenuto una delle aree prioritarie di investimento della malavita
09-07-2020 - CRONACA

'Ndrangheta. Blitz della Polizia di Stato contro le cosche Libri e Serraino: 12 arresti NOMI/VIDEO

Diversi i reati contestati: anche la corruzione per atti contrari ai doveri d'ufficio
09-07-2020 - CRONACA

Ndrangheta: Operazione 'Pedigree'. L'ascesa di Maurizio Cortese ai vertici della cosca Serraino

La forza del sodalizio derivante dagli stabili rapporti con altre cosche reggine
09-07-2020 - CRONACA

'Ndrangheta, Operazione Pedigree. Blitz contro le cosche Libri e Serraino LE INTERCETTAZIONI

"Se devo andare a sparare ad uno...vado"

ULTIME NEWS

ATTUALITA'

Coronavirus. Zero nuovi casi positivi nel bollettino del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria

La Direzione Aziendale del Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria comunica che in data odierna ...
ATTUALITA'

Coronavirus. Un nuovo caso positivo in Calabria IL BOLLETTINO DELLA REGIONE

In Calabria ad oggi sono stati effettuati 101.548 tamponi. Le ...
ATTUALITA'

Motta San Giovanni. Sarà l'oratorio parrocchiale a prendersi cura dell'ostello della gioventù

Buone notizie per l’Ostello della Gioventù, la struttura comunale in località Colle Oleandro che lo scorso maggio ha subito atti vandalici e furti. ...
ATTUALITA'

Coronavirus. Diocesi Reggio-Bova. Prime Comunioni e Cresime, ecco le indicazioni dell'arcivescovo

Reggio Calabria. Amministrazione dei Sacramenti, l’arcivescovo di Reggio Calabria – Bova scrive a parroci e fedeli. L’emergenza-Coronavirus ha ...
ATTUALITA'

Il Centro Servizi al Volontariato dei Due Mari consegna cinque menzioni speciali per 'Scatti di Valore'

Dai giovani arriva la lezione che non ti aspetti: ogni tempo ha i suoi valori, perfino un tempo tragico come quello della pandemia da covid-19. Una ...
ATTUALITA'

Riapri Calabria, fondi a più di 14 mila aziende. Santelli: "Tempi da record in fase di lockdown"

Erogati 29.106.000,00 euro a 14.553 aziende. Questi i numeri, a 32 giorni della chiusura dello sportello, di Riapri Calabria, il contributo previsto una tantum dalla ...
CRONACA

Reggio, furto targa sede della Lega. La DIGOS scopre l'autore e restituisce l'insegna

Reggio Calabria. A seguito della denuncia di furto occorsa in data 18 giugno u.s. in Via Miraglia da parte del rappresentante del partito della Lega, relativa alla sottrazione della targa ...
ATTUALITA'

"I ficus magnoloidi del Lungomare stanno morendo?"

Le segnalazioni del dr, Antonino Genovese e di numerosi altri Soci ci hanno messo in allarme circa le condizioni di salute dei meravigliosi ficus magnoloidi che, maestosi, si ergono da oltre cento anni sul nostro Lungomare, di cui costituiscono ...
ATTUALITA'

Contributo a fondo perduto: in Calabria presentate 33mila richieste, a Reggio 7.497 domande

Sono quasi 33mila le richieste di accesso al contributo a fondo perduto presentate dai contribuenti della Calabria a 20 giorni dall’apertura del canale. Più di ...
ATTUALITA'

Strada ex statale 536 Maropati-Galatro "è diventata un vero incubo"

La strada di collegamento tra i comuni di Galatro, Feroleto della Chiesa verso Maropati-Anoia è bloccata da alcuni mesi a causa di due frane che di fatto hanno isolato il Comune e la stessa frazione di ...
ATTUALITA'

Italia Veloce, "la Calabria non può rimanere isolata"

Il Presidente della Giunta regionale Jole Santelli e l’Assessore ai Lavori pubblici Domenica Catalfamo passano all’esame i contenuti del programma “Italia Veloce” illustrati dal Ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli ...
ATTUALITA'

Coronavirus, nessun nuovo caso positivo nel bollettino dell'Asp di Reggio Calabria

La Direzione Sanitaria dell'ASP di Reggio Calabria comunica che il 9 luglio 2020, sul Territorio Provinciale, sono stati sottoposti allo screening per "COVID19" 216 nuovi ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

SU IL SIPARIO!
AEROPLANI DI CARTA
RTV NEWS EDIZIONE SERALE
BORGOITALIA
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.25

Touchè

Ore 22.30

Strettamente Personale Stracult Edition
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • La dialisi e i dializzati al tempo del covid 19
  • NARCISISMO DEL SINDACO
  • Marchiatura prodotti alimentari 100% italiani
  • Carenza idrica
  • Perdita d’acqua nel tombino in via vico petrellinna n9
  • FUORIUSCITE DI FOGNA
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
idomotica
Basta vittime 106
Italpress