Bianco. Arrestati due coltivatori di marijuana [VIDEO]
CRONACA

Sequestrate oltre 500 piante di marijuana, dell'altezza variabile tra gli 0,5 e i 2,5 metri

Bianco. Arrestati due coltivatori di marijuana VIDEO

Locri. Al termine di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Locri, i Finanzieri del Gruppo di Locri hanno arrestato due persone, sorprese a coltivare una piantagione di marijuana di vaste dimensioni sita in un campo in prossimità del comune di Bianco (Rc), precisamente in località Sant’Anna.
Nello specifico, nel corso di attività istituzionale finalizzata al monitoraggio del territorio, rivolto al contrasto della commercializzazione illecita in genere, l’attenzione dei finanzieri è stata attirata dall’andamento sospetto di due autovetture, un pick-up ed una citycar, i cui conducenti erano soliti introdursi all’interno di una strada sterrata in zona periferica di Bianco, facendo ingresso – senza averne alcun titolo – in un campo all’apparenza incolto. L’attività di osservazione e pedinamento ha consentito di accertare che i due soggetti avevano adibito un appezzamento di terreno ad illecita coltivazione di piante di marijuana, occultate abilmente da folta vegetazione.
L’esito dell’azione investigativa ha consentito il sequestro di oltre 500 piante di marijuana, dell’altezza variabile tra gli 0,5 e i 2,5 metri. In tale ambito, il Pubblico Ministero procedente ha disposto gli arresti domiciliari nei confronti dei responsabili – colti in flagranza di reato – attesa la violazione della disposizione normativa di cui all’art. 73 del D.P.R. 309/90.
Dalla piantagione si sarebbe potuta ricavare una notevole quantità di stupefacente che, una volta immessa sul mercato, avrebbe fruttato proventi illeciti per milioni di euro.
L’attività di servizio testimonia il costante presidio esercitato dalla Guardia di Finanza, quale moderna forza di polizia economico-finanziaria, in grado di esprimere grazie alle sue dotazioni, una insostituibile azione di contrasto sul territorio al crimine organizzato assestando continui e destabilizzanti colpi
12-09-2019 08:44

NOTIZIE CORRELATE


24-02-2020 - CRONACA

Coronavirus. Donna giunta in treno a Torino con sintomi? La Prefettura piemontese: "nessuna evidenza sulla conferma della positività al virus"

La notizia diffusasi nel pomeriggio non ha mancato di creare preoccupazione
24-02-2020 - CRONACA

Falso allarme coronavirus a bordo di un treno diretto a Reggio Calabria

il panico è stato causato da un equivoco, frutto, a quanto apprende l'Adnkronos, di una conversazione male interpretata tra viaggiatori

ULTIME NEWS

ATTUALITA'

Coronavirus. Docente rientra dal lodigiano, disposta chiusura precauzionale dell'Istituto Alberghiero di Villa San Giovanni

Villa San Giovanni (Reggio Calabria). Chiusura straordinaria del plesso scolastico di Villa San Giovanni ...
ATTUALITA'

Coronavirus. Conte dice no ad azioni autonome dei Governatori

Roma. "I governatori delle Regioni non devono andare in ordine sparso. Dobbiamo evitare che alcuni, pressati dalle istanze delle comunità territoriale, possano adottare iniziative autonome che non sono assolutamente ...
ATTUALITA'

Coronavirus. Boccia: "i territori si attengano alle indicazioni, necessarie azioni condivise"

Roma. "Il verificarsi dei recenti avvenimenti di emergenza sanitaria da COVID-19 che interessano il nostro Paese esigono la massima attenzione da parte di tutti i ...
ATTUALITA'

Anas: 100 milioni di euro per lavori di manutenzione programmata delle gallerie

Anas (Gruppo FS Italiane) ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il bando relativo ad un accordo quadro quadriennale, del valore complessivo di 100 milioni di euro, per l'esecuzione di lavori di ...
CRONACA

Coronavirus. La Governatrice Santelli propone ordinanza di chiusura scuole, nessuna novità dal Governo

La Regione Calabria ha formulato proposta di Ordinanza Regionale su misure precauzionali rispetto all’emergenza Coronavirus. La proposta di ...
CRONACA

Coronavirus, differito a data da destinarsi lo sciopero del trasporto aereo

Voli regolari domani. E' stato differito a data da destinarsi lo sciopero del trasporto aereo proclamato per domani. Lo si apprende da fonti sindacali. La Commissione di garanzia dell’attuazione ...
CRONACA

Sequestrati armi e droga, arrestato un rosarnese: il bilancio dell'operazione "Dirty dig" della Guardia di Finanza VIDEO

Reggio Calabria. Attraverso l’operazione “Dirty dig”, brillantemente condotta lungo l’area tirrenica della provincia reggina, è stato inferto ancora una volta un duro colpo alle organizzazioni criminali dedite al traffico di stupefacenti da parte dei militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria. Infatti, grazie sia all’intuito investigativo dei finanzieri intervenuti che al supporto dell’infallibile fiuto dei cani antidroga del comparto cinofili della Compagnia Pronto Impiego reggina, i militari della Compagnia territoriale di Reggio Calabria hanno individuato e contestualmente sottoposto a sequestro, complessivamente, circa 2.000 grammi di marijuana, circa 1.200 grammi di hashish, 4 pistole semiautomatiche e oltre 140 proiettili, nonché tratto in arresto in flagranza di reato un cinquantasettenne rosarnese (C.R., cl ’63). L’operazione repressiva in argomento, operata d’iniziativa, si inserisce nell’ambito di un più ampio piano straordinario di controllo economico-finanziario del territorio, disposto dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, eseguito mediante penetranti e pianificate attività di monitoraggio delle aree e degli snodi stradali, ferroviari e marittimi maggiormente a rischio e permeati da fenomeni di criminalità (sia in termini di microcriminalità che in termini di criminalità organizzata), nonché delle attività commerciali presenti sull’intero territorio della provincia, preventivamente oggetto di specifiche attività di analisi e selezione. Nello specifico, alcune pattuglie delle Fiamme Gialle, durante lo svolgimento di attività di appostamento e osservazione, individuavano un soggetto sospettato di detenzione abusiva di armi e di illecite produzione e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. In tale quadro, grazie all’acume investigativo dei militari operanti, che spingeva gli stessi a riscontrare il contenuto del patrimonio info-investigativo sapientemente acquisito, si eseguivano mirate attività di perquisizione, interessanti sia le pertinenze di un esercizio commerciale gestito dal figlio del soggetto successivamente tratto in arresto, adibito alla produzione e alla commercializzazione di canapa industriale, che l’abitazione rientrante nella disponibilità del soggetto in questione, individuate a seguito di apposite attività di osservazione, pedinamento e controllo del territorio. Le attività di perquisizione predisposte ed eseguite dai militari consentivano di individuare e di sottoporre conseguentemente a sequestro un ingente quantitativo di materiale illecito, rinvenuto sotto un consistente cumulo di sabbia insistente su uno dei terreni adiacenti alla sede del menzionato esercizio commerciale. In particolare, dopo aver scavato in varie aree del terreno, si rinvenivano circa 2.000 grammi di marijuana, circa 1.200 grammi di hashish, 4 pistole semiautomatiche e oltre 140 proiettili: si procedeva così a sottoporre a sequestro quello che risultava presentarsi come un autentico “market dell’illecito”, alla luce sia della natura di quanto ritrovato, che delle modalità di occultamento del materiale illecito in questione. Al termine delle operazioni, il responsabile veniva tratto in arresto in flagranza di reato e condotto presso il carcere di Reggio Calabria “Arghillà”, così come disposto dal Pubblico Ministero di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi, prontamente notiziato degli eventi. In seguito, il Giudice per le Indagini Preliminari convalidava l’arresto eseguito dai militari operanti, accogliendo altresì la proposta di applicazione nei confronti dell’indagato della più penetrante delle misure cautelari personali, la custodia cautelare in carcere, atteso il livello di pericolosità sociale scaturente da quanto sequestrato al soggetto tratto in arresto. Durante le operazioni di perquisizione veniva inoltre accertato come l’indagato detenesse illegalmente, presso i luoghi teatro dell’intervento dei finanzieri reggini, tre merli e un falco-gheppio (esemplari di fauna appartenenti a specie protette), dal momento che i primi risultavano essere rinchiusi in inidonee gabbie e privi dell’anello metallico inamovibile attestante la lecita provenienza degli animali, mentre il secondo risultava essere rinchiuso in un’inidonea voliera. I volatili così rinvenuti venivano dunque sottoposti a sequestro e conseguentemente affidati, per le relative cure necessarie e per l’eventuale successiva liberazione o riabilitazione, a personale specializzato dell’Associazione Mediterranea per la Natura – Centro di Recupero della Fauna Selvatica “Stretto di Messina” e dell’Associazione Anti-Bracconaggio “C.A.B.S.” che, prontamente, offriva la propria preziosa collaborazione. L’attività di controllo economico-finanziario del territorio, unitamente al contrasto degli illeciti in materia di sostanze stupefacenti e di detenzione abusiva di armi e, più in generale, dei traffici illegali, rientra tra i prioritari compiti della Guardia di Finanza, la quale costantemente opera a salvaguardia della vita umana, concorrendo a tutelare l’ordinata e civile convivenza sociale, ...
ATTUALITA'

Coronavirus, Codacons: "Attenzione alla truffa porta a porta"

Dopo la truffa dei prezzi di gel igienizzanti e mascherine venduti sul web a prezzi esorbitanti, si stanno registrando vere e proprie truffe “porta a porta”, con finti addetti della Croce Rossa o altri enti sanitari che, con ...
CULTURA

Università Dante Alighieri Reggio Calabria: il Prof. Domenico Siclari nominato Pro-Rettore Vicario dell'Ateneo

Il Rettore Prof. Antonino Zumbo con vivo compiacimento comunica la nomina del Prof. Domenico Siclari a Pro-Rettore Vicario dell'Ateneo, ...
SPETTACOLO

Alla Perla dello Stretto il 'Carnevale delle Scuole' all'insegna dell'ambiente

In occasione del Carnevale 2020, il Centro Commerciale Perla dello Stretto di Villa San Giovanni ha promosso un progetto di educazione ambientale rivolto agli alunni delle scuole dell’infanzia e ...
ATTUALITA'

"Ancadic: "G.O.M. e "Tiberio Evoli" di Melito P.S. privi di autonomi impianti di depurazione"

Nell’ambito dell’attività svolta dall’ANCADIC a tutela dell’ambiente e della salute pubblica è stata posta l’attenzione sullo ...
CULTURA

5 studenti dell'Ipalbtur presenti alla finale della XIX edizione del 'Gran premio di matematica applicata'

Cinque studenti dell’Istituto professionale alberghiero turistico di Villa San Giovanni hanno partecipato alla finale della XIX edizione del ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

RTV NEWS PRIMA EDIZIONE
AEROPLANI DI CARTA
MEDICINA IN DIRETTA
L'appuntamento settimanale con la salute
E' TUTTO CINEMA
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 15.30

Medicina in Diretta

Ore 21.20 I Bastaldi Tg

Ore 22.30 Pianeta dilettanti
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • All’Amministrazione di Reggio Calabria
  • Fogna a cielo aperto
  • spazzatura non raccolta da tempo
  • Copiosa perdita idrica
  • U paisi i Giufa
  • spazzatura non raccolta
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
idomotica
Basta vittime 106
Italpress