Polistena e Taurianova. Furto di generi alimentari e detenzione illegale di armi: due arresti
CRONACA

In poche ore dai Carabinieri della compagnia di Taurianova

Polistena e Taurianova. Furto di generi alimentari e detenzione illegale di armi: due arresti

Nella giornata di giovedì, i carabinieri della compagnia di Taurianova sono stati impegnati su più fronti nella repressione dei reati predatori e in materia di armi nel territorio. Due interventi in flagranza di reato quasi contestuali, in differenti circostanze e modalità, che hanno consentito di arrestare a Polistena una donna rumena pluripregiudicata per furto aggravato di generi alimentari e un uomo a San Martino di Taurianova perché trovato in possesso illegalmente di fucili e munizioni.
In particolare, i carabinieri della stazione di Polistena, allertati dal personale di vigilanza, sono intervenuti ad un noto supermercato della zona, poiché una donna rumena, poco prima, aveva tentato di asportare oltre 30 confezioni e barattoli di dolciumi, occultandoli in borse e sacchetti, per un valore complessivo di diverse centinaia di euro. Non certo beni di prima necessità e, nonostante due rocamboleschi tentativi di fuga, la donna, poi identificata in DOBRE Valentina Lucia, 47 enne, è stata bloccata e ristretta in camera di sicurezza. Dopo il giudizio di convalida, è stata nuovamente sottoposta alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Reggio Calabria. La merce, subito recuperata, è stata immediatamente restituita. La 47enne, residente a Reggio Calabria, più volte tratta in arresto e pluripregiudicata per reati contro il patrimonio, era già nota ai carabinieri della Stazione poiché sorpresa, pochi mesi fa, di analoga condotta sempre colpendo i supermercati di Polistena. In quella circostanza, insieme ad altre complici, tutte arrestate in flagranza dai carabinieri della Compagnia di Taurianova, aveva rubato oltre mille euro di generi alimentari. La presunta golosità della donna, asseritamente usata come giustificazione anche in questa occasione, non è certamente una motivazione credibile di queste azioni ed è sicuramente più probabile che questi continui e sistematici furti nei supermercati alimentino un florido “mercato nero” parallelo, con rischi connessi anche alla salubrità degli alimenti e quindi per la salute delle persone.



Nelle stesse ora dell’arresto della DOBRE, i carabinieri della Stazione di San Martino di Taurianova, insieme ai colleghi “Cacciatori” dello Squadrone Eliportato di Vibo Valentia, hanno svolto una perquisizione in un terreno agricolo in zona rurale, dove si sospettava fossero nascoste armi. Una volta entrati all’interno di un casolare chiuso a chiave, infatti, i carabinieri si sono insospettiti da un anomalo “attaccapanni” che, una volta tolti i vestiti che lo ricoprivano, si è scoperto in realtà essere un fucile a doppietta Cal. 16, con matricola parzialmente abrasa. Il proprietario del terreno, DE MARCO Rocco, 86enne, già gravato da condanne, lì presente, ne riconosceva subito la proprietà, così come delle 16 cartucce cal. 16 rinvenute in alcuni vasi di plastica. Le operazioni di perquisizione sono state estese all’abitazione di residenza dell’uomo ove, in una rustica mansarda, nascosto tra i vestiti in una intercapedine, i carabinieri hanno trovato un altro fucile cal. 12 e altre 62 cartucce, il tutto illegalmente detenuto. Le due armi e le 78 cartucce sono state sequestrate e saranno trasmesse al RIS per le analisi tecniche e balistiche, anche al fine di verificare l’eventuale precedente utilizzo in eventi criminosi nel territorio. L’uomo è stato quindi arrestato in flagranza per i reati di detenzione illegale di armi clandestine e di munizionamento e ricettazione, e ristretto presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa del giudizio di convalida.



Reprimere e prevenire i reati in materia di armi rappresenta una delle priorità dei carabinieri della provincia reggina. L’operazione si inserisce infatti in una più ampia e coordinata azione di controllo svolta dai carabinieri della Compagnia di Taurianova e di tutto il Gruppo Carabinieri di Gioia Tauro, grazie soprattutto alla costante attività informativa e di aderenza col territorio delle stazioni carabinieri, volta a contrastare la circolazione di armi clandestine, molto spesso occultate sotto terra o all’interno di muri o in incavi naturali, per renderne difficoltoso il rinvenimento da parte delle forze dell’ordine. Nelle ultime settimane mirati servizi nei terreni agricoli e perquisizioni a soggetti di interesse operativo hanno portato a Taurianova al sequestro anche di altra arma da fuoco, una pistola cal. 6,35 con matricola abrasa, e 37 cartucce di vario calibro, nascoste in aperture di alcuni alberi, e a Molochio all’arresto in flagranza di un 68enne, trovato in possesso illegalmente di una pistola cal. 7,65 e di 72 munizioni, il tutto occultato nelle fessure di un casolare rurale.



Dall’inizio della stagione venatoria, inoltre, i carabinieri sono costantemente impegnati in mirati servizi nelle aree di caccia, al fine di prevenire le rapine dei fucili ai cacciatori e controllare il regolare e ordinato svolgimento dell’attività venatoria.


01-12-2019 10:34

NOTIZIE CORRELATE


02-12-2019 - CRONACA

Controllo straordinario dei Carabinieri nella Locride, 7 persone denunciate

oltre 300 persone e 200 veicoli controllati
21-11-2019 - CRONACA

Gioia Tauro. Rapinarono autotrasportatore: due arresti

I Carabinieri hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di applicazione di misura cautelare personale in carcere

ULTIME NEWS

ATTUALITA'

Porto di Gioia Tauro, Toninelli: "Pronto a competere a livello mondiale"

E' stata per me un'emozione e motivo di soddisfazione essere oggi a Gioia Tauro e vedere dal vivo le tre nuove gru del tipo 'gantry cranes', appena arrivate dalla Cina, che consentiranno di ...
ATTUALITA'

Porto di Gioia Tauro: la prima volta del numero uno di MSC Gianluigi Aponte VIDEO

Gioia Tauro. Su invito personale del commissario ...
ATTUALITA'

Reggio, il lettore segnala: "Copiosa perdita d'acqua a Sbarre Centrali traversa Scopelliti"

Riceviamo e pubblichiamo: "Sul marciapiedi non si può camminare: la sede stradale da più di tre mesi è invasa da una copiosa perdita d'acqua. ...
ATTUALITA'

Questione abitativa. Casa Mia ed Ania incontrano il sottosegretario Margiotta al Ministero Infrastrutture e Trasporti

Il 3 Dicembre 2019 le OO.SS. dell'inquilinato ANIA e della proprietà CASA MIA hanno incontrato il ...
ECONOMIA

Giornata del suolo, Coldiretti: "Continua l'emorragia di suolo agricolo. In 30 anni in Calabria ne è scomparso ¼"

Nell’ultimo trentennio in Calabria si è registrata una riduzione del 35% della SAT (Superficie Aziendale Totale) e il ...
ECONOMIA

Camera di Commercio. Giornata della Trasparenza: premiate le innovazioni di 6 imprese reggine

Si è svolta oggi presso la sede della Camera di commercio di Reggio Calabria la Giornata della Trasparenza, durante la quale il Presidente dell’Ente Camerale ...
CRONACA

Bovalino. Si finge appartenente alle forze dell'ordine e pretende foto hard da una ragazza: denunciato 20enne

I Carabinieri di Bovalino hanno denunciato un 20enne, riconosciuto responsabile di una tentata estorsione e di sostituzione di persona a ...
CRONACA

Nonostante il sequestro controllava le attività commerciali: arrestato imprenditore reggino Carmelo Cartisano VIDEO

Reggio Calabria. Avrebbe continuato a mantenere il controllo di alcune attività commerciali, nonostante fossero state sequestrate. I Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno eseguito questa mattina un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Reggio Calabria – Ufficio G.I.P., su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti dell'imprenditore reggino Carmelo Giuseppe Cartisano, di 47 anni. E' accusato di estorsione in concorso, aggravata dal metodo mafioso e trasferimento fraudolento di beni. Nel corso dell'operazione, è stato eseguito il sequestro preventivo di tre imprese individuali, per gli inquirenti, ritenute ancora nella piena disponibilità dell’indagato. Si tratta dell'Associazione Sportiva Dilettantistica Marilyn Club, che di fatto svolgeva l’attività di ristorante a Villa San Giovanni, alla frazione Santa Trada; dell'impresa individuale “Naos di Petre Olimpia Mihaela” che gestiva il ristorante-Pizzeria Naos sul lungomare di Gallico e dell'impresa individuale Zlatan Costel che gestiva attività di impresa edile nel comune di Reggio Calabria, con sede sempre a Gallico. L’attività di indagine, coordinata dal Sostituto procuratore distrettuale dott. Stefano Musolino, è scaturita da un approfondimento investigativo sugli interessi economici ed imprenditoriali dell’arrestato, già coinvolto nel procedimento Reghion, (parzialmente confluito in Gotha), in quanto ritenuto uno degli imprenditori gallicesi più strettamente legato a Paolo Romeo. Secondo gli inquirenti, Cartisano avrebbe mantenuto di fatto il controllo di attività commerciali già a lui sequestrate nelle vicende penali che lo hanno visto coinvolto, attraverso una coindagata (O.M.P.), sua storica e fidata dipendente. E da qui che sono scattati gli approfondimenti del Nucleo Investigativo dei Carabinieri, i quali avrebbero disvelato i reali rapporti tra i due: Carmelo Giuseppe Cartisano avrebbe continuato a gestire le attività commerciali sequestrate, in modo occulto, rendendosi inoltre responsabile - ancora secondo l'accusa - "della commissione di reiterate condotte delittuose, di appropriazione indebita, di forniture e prestazioni mai contabilizzate, estorsioni ai danni dei dipendenti, tutte verificatisi nel periodo di gestione dell’attività da parte dell’amministrazione giudiziaria". Insomma, è la conclusione a cui sono giunti gli inquirenti, l'amministrazione giudiziaria sarebbe stata esautorata nei fatti dalla "regia occulta" facente capo ...
CRONACA

Palmi. Catturato Francesco Trefiletti, ricercato per furto aggravato

Nel corso di un’operazione congiunta dei Carabinieri della Compagnia di Palmi e dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria”, scattata alle prime ore di stanotte, è stato tratto in arresto ...
ATTUALITA'

Reggio, l'Osservatorio sul disagio abitativo continua la protesta per il diritto alla casa VIDEO

Reggio Calabria. La ...
CRONACA

Ardore. I Carabinieri trovano una pistola nascosta in un'intercapedine

Proseguono incessantemente i servizi di controllo straordinario del territorio disposti dal Comando Gruppo Carabinieri di Locri, finalizzati alla repressione dei reati in genere. In tale ambito, i Carabinieri sono ...
ATTUALITA'

Prosa, pittura e poesia: tre incontri organizzati dalla Fondazione Italo Falcomatà

La Fondazione Italo Falcomatà, nel ricordare Italo a diciotto anni dalla sua scomparsa, ha organizzato tre incontri culturali con la prosa, con la pittura e con la poesia. Il primo ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

A PRESCINDERE
Di Pino Toscano
SMASHITS
I migliori videoclip musicali del momento con il brio del Vj Filippo Lopresti
SUONAVA L'ANNO
RASSEGNA STAMPA
Camera di Commercio Dicembre 2019
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.20

Aeroplani di Carta

ITALPRESSWEB ULTIM'ORA


    LINK UTILI
    Seguici su Facebook
    Guardaci su Youtube
    Seguici su Twitter
    Riceviamo e Pubblichiamo
    Segnalazioni, proposte, commenti
    • U paisi i Giufa
    • La colpa? sempre di qualcun altro
    • Sicurezza bretelle
    • SEGNALETICA STRADALE
    • Rintracciare evasori
    • L’acqua e’ un bene prezioso, l’acqua e’ vita
    IL
    METEO
    Previsioni meteo per la settimana
    Richiedi la copia di un video
    Compila il form
    ADV
    Basta vittime 106
    Italpress
    idomotica