Intrufolati tra i portatori durante la processione della Madonna di Polsi, foglio di via per 4 bagnaresi: 2 parenti di un boss
CRONACA

Il provvedimento emesso dal Questore è stato notificato dai Carabinieri del Comando Provinciale

Intrufolati tra i portatori durante la processione della Madonna di Polsi, foglio di via per 4 bagnaresi: 2 parenti di un boss

San Luca (Reggio Calabria). I Carabinieri della Compagnia di Bianco(RC) hanno proposto ed ottenuto il rimpatrio con foglio di via obbligatorio emesso dal Questore di Reggio Calabria, per quattro persone originari di Bagnara Calabra (RC), i quali, lo scorso 2 settembre, in occasione dei festeggiamenti in onore della Madonna di Polsi, si erano intrufolati tra i portatori della statua della Madonna, venendo sorpresi e allontanati. Due di loro erano figlio e nipote di un uomo arrestato nell’operazione “Crimine” e ritenuto elemento di spicco della ‘ndrangheta di Bagnara.
Anche quest’anno, come di consueto, la confraternita di Bagnara Calabra (RC) si era offerta di portare la statua mariana, fornendo un elenco dei portatori al Rettore del Santuario, Don Tonino Saraco. Peccato, però, che il giorno della processione fossero presenti numerosi portatori non inseriti nell’elenco. Tra questi, approfittando della confusione della folla, si era aggiunto un 27enne bagnarese, incensurato ma nipote di un pluripregiudicato arrestato nell’operazione Crimine, ritenuto elemento di spicco delle cosche della piana di Gioia Tauro. Il ragazzo si è aggiunto verso la fine, quando alla conclusione della processione mancavano pochi metri, sperando di farla franca. Grazie alla sempre massima attenzione dei carabinieri nell’evitare intromissioni nelle manifestazioni e funzioni religione, è stato, però, immediatamente avvistato e allontanato. I militari a questo punto hanno ricontrollato tutti i portatori, scoprendo che ce n’erano alcuni non inseriti nell’elenco. Tutti di Bagnara Calabra. Tra loro anche il padre del ragazzo fermato poco prima (un 59enne pregiudicato), ma anche un 37enne pregiudicato per stupefacenti e, infine, un 38enne con precedenti sempre per droga.
Per tutti questi motivi, ed in particolare per le modalità di partecipazione alla cerimonia, che sono sembrate ai carabinieri del tutto estranee al sentimento religioso, è stato notificato il rimpatrio con foglio di via obbligatorio. I quattro, ora, per tre anni non potranno presentarsi a San Luca (RC), né potranno partecipare alla cerimonia della Madonna della Montagna. All’indomani dell’intervento dei militari dell’Arma, il Rettore del Santuario di Polsi, Don Tonino Saraco, anche a nome di Sua Eccellenza il Vescovo della diocesi di Locri-Gerace, Mons. Francesco Oliva, ha ringraziato i comandanti ed i militari dell’Arma per il tempestivo intervento effettuato al Santuario. Don Tonino ha anche ribadito di sentirsi offeso dalla presenza, tra i portatori, di persone estranee all’elenco ricevuto e di voler, in futuro, dettare nuove disposizioni sulla figura del portatore, che deve essere persona moralmente integra e di comprovata fede.
I festeggiamenti della Madonna di Polsi, come noto, attirano ogni anno turisti e fedeli da tutta la Calabria, dall’Italia e dall’estero. Molti emigrati, in particolare, approfittano della ricorrenza per tornare nella regione d’origine ed esprimere devozione alla Madonna. Ogni anno la riproduzione della statua mariana viene portata in processione dai pellegrini di Bagnara Calabra, i quali, per l’occasione, vestono una tunica di colore celeste e bianco con foulard al collo. Già Corrado Alvaro, nel 1912, così diceva: “…si fa processione e si tira fuori il simulacro portatile. Hanno il privilegio di portarlo gli uomini di Bagnara, gente di mare, audaci e ricchi migratori, pescatori accaniti di pescespada e di tonni. Sono loro i più abili a far correre, come se volasse, l’immagine della Madonna sul suo pesante piedistallo, mentre le buttano intorno grano, confetti e fiori”. Ogni 25 anni, invece, la statua originale viene portata in processione dai pellegrini di San Luca.
Il Santuario di Polsi, solo qualche anno fa, era salito alla ribalta delle cronache nazionali per il significato simbolico che alcuni appartenenti alla ‘ndrangheta gli attribuiscono. L’indagine “Crimine”, in particolare, condotta dai Carabinieri, ha dimostrato che in occasione di alcuni festeggiamenti della Madonna della Montagna il santuario diveniva meta di numerosi appartenenti alla criminalità organizzata, dei quali sono stati documentati anche i riti di affiliazione. L’intervento dei Carabinieri si inquadra nel desiderio – anche a riprova di quanto dichiarato dal Vescovo Oliva proprio in occasione dell’omelia tenuta a Polsi lo scorso 2 settembre – di ricordare il Santuario come luogo di fede, grazia e devozione, allontanando da esso ogni altro significato profano, strumentale e criminale, non compatibile con i valori cristiani.
06-12-2019 08:03

NOTIZIE CORRELATE


28-01-2020 - ATTUALITA'

Reggio Calabria avrà uno spazio pubblico intitolato a Kobe Bryant

L'annuncio del primo cittadino dalla sua pagina facebook
28-01-2020 - ATTUALITA'

Il prossimo Consiglio nazionale Arcigay si terrà a Reggio Calabria

per la prima volta nella storia di Arcigay viene fatto in una città della Calabria
28-01-2020 - ATTUALITA'

Su RTV alle ore 18.30 Speciale "Rac Magazine" dedicato a Kobe Bryant

Sarà ricordata anche la sua permanenza a Reggio Calabria
28-01-2020 - CRONACA

Arghillà sommersa dall'immondizia: nella notte esplode la protesta FOTO/VIDEO

Invase le strade dai cumuli di rifiuti che affliggono il quartiere popolare reggino

ULTIME NEWS

CRONACA

Reggio Calabria. Pellaro, scoperta e sequestrata un'area di stoccaggio e discarica abusiva di automezzi e rifiuti speciali. Una denuncia

I Carabinieri Forestali del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare ...
ATTUALITA'

Ospedale della Piana, prossimo step: rimozione dei reperti archeologici

Questa mattina il sindaco Giuseppe Ranuccio si è recato presso la Cittadella Regionale di Catanzaro, dove ha preso parte alla riunione del tavolo tecnico per il nuovo ospedale della piana convocata per oggi. ...
ATTUALITA'

La mamma del piccolo Matteo minaccia lo sciopero della fame e della sete, il Senatore Faraone: "Pronta interrogazione"

“L’asp di Reggio Calabria, anche dopo un’ordinanza d’urgenza che la condanna, continua a non ...
CRONACA

Palmi. Pugni e schiaffi alla madre e minacce alla sorella: arrestato 21enne

Venerdì sera, al termine delle indagini avviate nel novembre dello scorso anno, i Carabinieri della Stazione di Palmi hanno tratto in arresto RIGANATI Antonio cl ’99, già noto alle forze ...
CRONACA

Grotteria. Va a caccia col fucile dell'amico: i Carabinieri li arrestano entrambi

Una giornata di caccia che ricorderanno a lungo e che causerà diversi problemi giudiziari a due amici di Grotteria (RC). Sabato mattina infatti, in una contrada aspromontana tra Giffone e ...
CRONACA

Operazione Railpol: controlli serrati della Polizia Ferroviaria del Compartimento Calabria

65 operatori della Polizia Ferroviaria del Compartimento “Calabria”, impegnati nel Rail Action Day “Active Shield”, tra il 21 ed il 22 gennaio scorso, ...
CRONACA

Kobe Bryant. La Pallacanestro Viola chiede sia intitolata una via di Reggio Calabria alla sua memoria

Reggio Calabria. La Pallacanestro Viola di Reggio Calabria ha chiesto al sindaco della città Giuseppe Falcomatà l'intitolazione di una via ...
ATTUALITA'

Lazzaro. La messa in sicurezza del tratto costiero di Riace Capo devastato dalle mareggiate non può più attendere

Il pericolo che viene dall’alto della rupe di Capo d’armi e quello che viene dal mare non fanno dormire sonni tranquilli ...
ATTUALITA'

Una petizione per rimuovere il divieto di sosta ad Archi, Gallico e Catona. L'iniziativa de "Il Popolo di Archi"

Il comitato di quartiere “Il Popolo di Archi” avvia la raccolta firme per la petizione popolare al Consiglio Comunale di ...
ATTUALITA'

Diminuzione degli infortuni e delle morti sui luoghi di lavoro secondo i dati INAIL

Reggio Calabria, 28 gennaio 2020 – I dati diffusi dall’INAIL ci consentono di stilare un bilancio sugli infortuni sui luoghi di lavoro che sono avvenuti tra il 2018 ed il 2019. ...
POLITICA

Regionali. Chi entra e chi esce nel nuovo consiglio regionale TUTTI I NOMI

Reggio Calabria. Undici conferme, alcune novità, la ...
ATTUALITA'

Riforma delle pensioni anticipate 2020: ecco come depositare le domande

I provvedimenti esecutivi circa il deposito delle pensioni anticipate per il 2020 sono finalmente operativi e, dopo il via libera dell’INPS sono state rese note le modalità per accedervi. La norma ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

E' TUTTO CINEMA
SU IL SIPARIO!
RTV NEWS PRIMA EDIZIONE
A PRESCINDERE
Di Pino Toscano
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.20

FuoriGioco

Ore 22.35

Pianeta dilettanti

ADNKRONOS ULTIM'ORA


    LINK UTILI
    Seguici su Facebook
    Guardaci su Youtube
    Seguici su Twitter
    Riceviamo e Pubblichiamo
    Segnalazioni, proposte, commenti
    • All’Amministrazione di Reggio Calabria
    • Fogna a cielo aperto
    • spazzatura non raccolta da tempo
    • Copiosa perdita idrica
    • U paisi i Giufa
    • spazzatura non raccolta
    IL
    METEO
    Previsioni meteo per la settimana
    Richiedi la copia di un video
    Compila il form
    ADV
    Italpress
    idomotica
    Basta vittime 106