A San Luca la mega centrale della truffa: denunciate 458  persone
CRONACA

Frodata l'INPS: indebitamente percepiti oltre 5 milioni e 600 mila euro

A San Luca la mega centrale della truffa: denunciate 458 persone

San Luca (Reggio Calabria). I militari della Stazione Carabinieri di San Luca hanno deferito in stato di libertà, alla locale Procura della Repubblica di Locri, 458 soggetti residenti nel comprensorio locrideo, ritenuti responsabili, anche in concorso tra loro, di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico e falsità in scrittura privata.
Il provvedimento in questione scaturisce da una prolungata e sistematica attività d’indagine, convenzionalmente denominata Isidoro , avviata e condotta dal febbraio 2017 al novembre 2019 dai militari della Stazione Carabinieri di San Luca, a seguito di una pervasiva attività di monitoraggio posta in essere nei confronti di soggetti appartenenti, per vincoli di parentela, alle famiglie di maggior interesse operativo.
Le indagini, di natura prevalentemente tradizionale e documentale – condotte con il fattivo supporto personale ispettivo I.N.P.S. di Reggio Calabria e Crotone e ulteriormente avvalorate da numerosi servizi di osservazione, controllo e pedinamento – hanno consentito di accertare che gli indagati si erano procurati, anche in concorso tra loro, un ingiusto profitto derivante dalla indebita percezione di erogazioni previdenziali e assistenziali.
In particolare, gli accertamenti effettuati dai militari della Stazione di San Luca hanno consentito di individuare 12 aziende agricole e immobiliari, nella gran parte dei casi fittizie, costituite nel tentativo di indurre in errore l’I.N.P.S., con il precipuo fine di ottenere un ingiusto profitto mediante rapporti di lavoro simulati, diretti all’indebita fruizione di indennità previdenziali (malattia – disoccupazione – maternità).
Nel dettaglio, i militari hanno provveduto dapprima all’individuazione dei soggetti occupati in attività di manodopera agricola/impiegatizia e dei relativi datori di lavoro. Successivamente, unitamente al personale ispettivo I.N.P.S., hanno analizzato le denunce di manodopera agricola riferite al periodo 2017 – 2019, nonché il libro unico del lavoro delle varie aziende, con relative giornate di presenza per ciascun bracciante teoricamente impiegato. In seguito, una volta localizzati i terreni asseritamente oggetto di attività agricola – attraverso i dati catastali riportati nelle denunce aziendali – hanno effettuato accertamenti urgenti sui luoghi, appurandone in ogni circostanza lo stato di abbandono. Infine, a riprova di quanto già accertato, i militari hanno di volta in volta escusso i dipendenti, i quali non rammentavano dettagli basilari attinenti alla propria attività lavorativa, quali il nome della ditta, l’ubicazione dei terreni, la tipologia delle colture, i nomi o la fisionomia dei restanti operai. I dodici imprenditori sono stati conseguentemente deferiti in stato di libertà, in concorso con ciascuno dei dipendenti, per aver simulato l’esistenza dei rapporti di lavoro, denunciandone la relativa manodopera.
L’attività d’indagine scaturisce dal monitoraggio di numerosi soggetti contigui, per vincoli di parentela, a famiglie d’interesse operativo, sorpresi sovente a diporto benché asseritamente impiegati quali braccianti agricoli ovvero dipendenti, a vario titolo, da aziende immobiliari . All’esito degli accertamenti effettuati, non soltanto è stato possibile accertare la fittizietà delle aziende controllate, ma anche, a ritroso, la precedente assunzione delle medesime persone presso aziende ulteriori, risultate anch’esse fasulle.
È stato accertato, in particolare, che le società monitorate erano di fatto riconducibili a soggetti legati a famiglie gravitanti nell’orbita della criminalità organizzata della Locride, i quali a loro volta avevano assunto, prevalentemente, numerosi altri soggetti contigui per vincoli di parentela a famiglie criminali.
I militari dell’Arma hanno stimato che le indennità previdenziali indebitamente percepite avrebbero comportato un danno erariale pari a euro 5.669.239,88 per un totale di 33.954 giornate agricole denunciate. L’esauriente quadro accusatorio delineato ha così consentito, agli uffici competenti I.N.P.S., di trattenere alla fonte l’ingiusto profitto che, diversamente, a seguito delle prestazioni fittizie sarebbe stato erogato.








07-12-2019 06:11

NOTIZIE CORRELATE


30-01-2020 - CRONACA

Truffa ai danni dell'I.N.P.S.: denunciate 59 persone nella Locride

Dalle indagini è emerso un danno erariale pari a quasi 400mila euro
21-12-2019 - CRONACA

Reggio, tenta di rifilare un contratto di fornitura di energia elettrica fingendo di fare un sondaggio: 19enne denunciato

bloccato ed identificato da una pattuglia di polizia locale
20-12-2019 - CRONACA

Nessuna truffa, poliziotti assolti dal Tribunale di Palmi

Rocco Pardo (Fsp Calabria): 'Nove anni di inferno e nessuna seria tutela.'

ULTIME NEWS

CRONACA

Reggio Calabria. È morto uno dei due giovani coinvolti nell'incidente a San Leo di Pellaro

Reggio Calabria. Non ce l'ha fatta il giovane 24enne reggino Carlo Alberto Restuccia, vittima di un incidente nella notte fra il 16 ed il 17 febbraio all'altezza di San ...
CRONACA

Revocato il sequestro preventivo del Centro Sportivo Sant'Agata

Reggio Calabria. È stata accolta l’istanza che ha disposto, ai sensi dell’art. 321 co. 3 c.p.p. la revoca del sequestro preventivo di diverse parti della struttura sportiva “Sant’ Agata” di Reggio ...
ATTUALITA'

Soddisfazione di Klaus Davi e dei Sindaci della Locride per l'incontro al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Roma. Si è tenuto questa mattina nella sede del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti un incontro tra ...
ATTUALITA'

"Gesto di grande responsabilità aver informato i consorziati sulle cartelle del Consorzio ex Caulonia"

“L’aver informato i consorziati del Consorzio Alto Jonio Reggino (ex Caulonia) della presenza di alcuni errori nelle cartelle riferite al ...
ATTUALITA'

Reggio Calabria. Patrimonio comunale, scuole e la bonifica dell'ex Polveriera: i provvedimenti di Giunta comunale

Reggio Calabria. Si è tenuta nei giorni scorsi la consueta riunione di Giunta settimanale presieduta dal sindaco Giuseppe ...
ATTUALITA'

Studenti del Volta e del Gulli "a scuola dalla Guardia Costiera"

Reggio Calabria. Nell’ambito della settimana dedicata all’orientamento e alle giornate dello studente, gli alunni del Liceo Scienze Umane e Linguistico “T. GULLI” e del Liceo Scientifico “A. ...
ATTUALITA'

Reggio Calabria. La telespettatrice segnala: "Parco Pentimele, uno squallore totale"

Riceviamo e pubblichiamo: "Peccato.... !!!!! Ed è stata fatta pure la stazione!!!!! È stata messa una targa da parte della scuderia Ferrari!!!! Ci sono pizzerie, il ...
POLITICA

Regione Calabria. A sorpresa, il capitano "Ultimo" sarà l'Assessore all'Ambiente della Giunta Santelli VIDEO

Roma. Sergio De Caprio, alias Capitano ultimo, l'ufficiale dei carabinieri che ha arrestato Toto' Riina, è il primo assessore della nuova giunta regionale della Calabria guidata dalla governatrice Jole Santelli. La comunicazione oggi a Roma nel corso di una conferenza stampa alla Camera dei deputati, alla presenza dello stesso Sergio De Caprio. Ultimo è stato a capo dell'unità "CrimOr" oltre che vicecomandante del Comando carabinieri per la Tutela dell'ambiente. (DIRE) Il tema dell’ambiente nella nostra regione è ricco di luci formidabili quanto di ombre oscure”, ha dichiarato Jole Santelli, “Nelle città siamo in piena crisi rifiuti, c'è un enorme problema di depurazione e delle bonifiche, pensiamo all'Eni a Crotone. Ma allo stesso tempo siamo l'unica regione con tre parchi nazionali, con un enorme patrimonio ambientale che deve essere tutelato e valorizzato. Dobbiamo quindi fare in modo che i problemi diventino opportunità”. Ecco perché la scelta di Sergio De Caprio: “la nostra è una terra in cui il tema dell’ambiente è associato a situazioni difficili di sicurezza e l’assessore non poteva che essere una persona che ama l’ambiente e che col suo impegno di oltre 15 anni nel Nucleo Operativo Ecologico rappresenta una garanzia. Come Calabria siamo orgogliosi che il Colonnello De Caprio abbia accettato questo incarico e siamo certi che faremo un grandissimo lavoro per la nostra regione”. Sergio De Caprio è calabrese in quanto cittadino onorario della Città di Orsomarso. "Ringrazio il presidente Santelli per avermi dato l’opportunità di servire il popolo calabrese. Lo farò con tutta la forza e l’amore che ho nel cuore, senza secondi fini se non il bene comune”, ha dichiarato il neo assessore all’Ambiente della Regione Calabria. “Sono emozionato - ha concluso de Caprio – perché si tratta di un incarico di grande responsabilità e lo affronteremo come squadra”. Il decreto di nomina entrerà in vigore non appena il Colonnello De Caprio sarà ufficialmente in aspettativa dal suo ...
ATTUALITA'

Reggio Calabria. Riapre il gazebo di Sottozero dopo l'incontro fra Confcommercio e Comune

Reggio Calabria. A seguito dell’incontro di questa mattina tra Confcommercio, l’Azienda e la Dirigente del Settore Attività Produttive del Comune di Reggio ...
ATTUALITA'

"I mezzi Avr per la raccolta porta a porta non possono bloccare la circolazione stradale"

Precisando che i lavoratori AVR non hanno nessuna colpa per il fallimento della raccolta porta a porta, facciamo presente che gli stessi mezzi (vecchi e sporchi) di piccole e medie ...
ATTUALITA'

"Sulla SS106 è un caos totale mai visto prima"

Venerdì 14 febbraio, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha presentato il documento “Piano Sud 2030 Sviluppo e Coesione per l’Italia” che l’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” riporta in allegato al ...
POLITICA

Fratelli d'Italia al gran completo denuncia: "Piano spiaggia paralizzato, imprenditori affossati" VIDEO

Fr...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

SMASHITS
I migliori videoclip musicali del momento con il brio del Vj Filippo Lopresti
BORGOITALIA
ASPETTANDO IL TG
RTV NEWS PRIMA EDIZIONE
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.20

Aeroplani di Carta

ADNKRONOS ULTIM'ORA


    LINK UTILI
    Seguici su Facebook
    Guardaci su Youtube
    Seguici su Twitter
    Riceviamo e Pubblichiamo
    Segnalazioni, proposte, commenti
    • All’Amministrazione di Reggio Calabria
    • Fogna a cielo aperto
    • spazzatura non raccolta da tempo
    • Copiosa perdita idrica
    • U paisi i Giufa
    • spazzatura non raccolta
    IL
    METEO
    Previsioni meteo per la settimana
    Richiedi la copia di un video
    Compila il form
    ADV
    Basta vittime 106
    idomotica
    Italpress