Colpo alla produzione e al traffico di droga nella Piana di Gioia Tauro: numerosi arresti [NOMI/VIDEO]
CRONACA

Sottratti alla criminalità organizzata proventi per 100 milioni di euro

Colpo alla produzione e al traffico di droga nella Piana di Gioia Tauro: numerosi arresti NOMI/VIDEO

Alle prime ore di oggi, nelle province di Reggio Calabria ed in altre del territorio nazionale, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Palmi, i Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria, col supporto del dello Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria, del Nucleo Cinofili, dell’8° Nucleo Elicotteri di Vibo Valentia e dei Comandi Arma competenti per territorio, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare personale, emessa dal Tribunale di Palmi – Sezione GIP/GUP, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di 16 persone (di cui 15 in carcere ed 1 all’obbligo di presentazione alla p.g.) ritenute responsabili, a vario titolo ed in concorso tra loro, di coltivazione, detenzione, vendita, acquisto e cessione di sostanze stupefacenti, acquisto, detenzione illegale e porto in luogo pubblico di armi da guerra e comuni da sparo e ricettazione.
I destinatari della misura cautelare in carcere sono:
1. ASCONE Domenico, taurianovese di anni 40;
2. CIMATO Francesco, rosarnese di anni 36;
3. FRUNZA Adam, rumeno di anni 47;
4. GERMANÒ Giuseppe, taurianovese di anni 38;
5. GIARDINO Gabriele, rizziconese di anni 24;
6. GIOVINAZZO Diego, rizziconese di anni 45;
7. GIOVINAZZO Rocco, rizziconese di anni 37;
8. GRAZIANO Francesco, taurianovese di anni 41;
9. GRAZIANO Giuseppe, taurianovese di anni 35;
10. NAVA Domenico, taurianovese di anni 45;
11. ROMEO Antonino, taurianovese di anni 46;
12. SECOLO Francesco, rizziconese di anni 34;
13. SECOLO Giuseppe, rizziconese di anni 64;
14. TROPEANO Pasquale, rizziconese di anni 53;
15. TUDOR Mihai, rumeno di anni 36;
mentre è stata sottoposta all’obbligo di presentazione giornaliera alla p.g. MAZZOTTA Annamaria, rosarnese di anni 38.
L’odierna operazione, convenzionalmente denominata Piana stupefacente, giunge all’esito di due articolate e convergenti attività d’indagine condotte dalle Compagnie Carabinieri di Gioia Tauro e Taurianova, sotto il costante coordinamento della Procura della Repubblica di Palmi, diretta dal Procuratore Capo Dott. Ottavio Sferlazza, nel periodo compreso tra il mese di novembre 2016 ed il mese di dicembre 2017.
Le attività investigative hanno permesso, in breve tempo, attraverso il ricorso a metodologie d’indagine tradizionali, quali servizi di pedinamento, osservazione, riprese video ed attività intercettive telefoniche ed ambientali, di far luce sull’esistenza di un gruppo criminale, composto prevalentemente da soggetti operanti nella Piana di Gioia Tauro ma con proiezioni anche in altre province d’ Italia, i quali, utilizzando appezzamenti di terra ubicati nelle aree rurali insistenti tra i Comuni di Gioia Tauro (RC) e Taurianova (RC), erano dediti in modo sistematico alla coltivazione, alla lavorazione ed al successivo spaccio di ingenti quantità di sostanze stupefacenti del tipo marijuana.
In particolare, le indagini hanno consentito, da un lato, di individuare un gruppo di soggetti, con ruoli direttivi ed organizzativi, deputati alla scelta dei terreni ove realizzare le piantagioni, all’acquisto dei materiali per la lavorazione della droga ed alla produzione all’ingrosso della sostanza stupefacente, e, dall’altro, di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico di sodali che, con funzioni meramente esecutive e materiali, venivano incaricati di coltivare la sostanza stupefacente, di curare le fasi di semina, coltura e raccolta della canapa indica, e di svolgere attività di intermediazione tra produttori ed acquirenti.
Tra l’altro, alcuni degli indagati sono risultati legati tra di loro da strettissimi legami di parentela a conferma dell’esistenza di una struttura fondata su forti ed impermeabili vincoli di sangue e di una gestione delle singole attività illecite a vocazione principalmente familiare.
Talvolta, come emerso dal complesso delle attività info - investigative, gli indagati si servivano anche di fondi agricoli e beni immobili oggetto di provvedimenti giudiziari ablativi – messi a disposizione da custodi infedeli, uno dei quali destinatario di custodia cautelare in carcere – all’interno dei quali, avvalendosi di serre e capannoni per lo stoccaggio, riuscivano a realizzare fiorentissime colture di canapa indica.
Nel corso delle indagini, infatti, i Carabinieri hanno localizzato e rinvenuto, tra Gioia Tauro e Taurianova, 3 vastissime piantagioni di canapa – rispettivamente composte da 13.000, 12.000 e 9.030 arbusti di altezza compresa tra 1 e 3 mt e di diversa tipologia – sequestrando contestualmente oltre 300 kg di sostanza stupefacente già lavorata, confezionata e pronta per essere immessa nel mercato illegale della droga nella Piana di Gioia Tauro ed in altre zone del territorio nazionale.
La manovra investigativa dei militari dell’Arma ha, inoltre, permesso di documentare e riscontrare alcuni episodi di cessione di sostanze stupefacenti che avvenivano non solo nei comuni pianigiani ma anche in altre note località turistiche, come Cortina d’Ampezzo, comune presso cui uno degli odierni arrestati, impiegato come cuoco in un hotel della zona, aveva avviato un’intensa attività di rivendita al dettaglio della droga prodotta ed importata dalla Provincia di Reggio Calabria.
Al contempo è stato accertato come alcuni soggetti del gruppo criminale potessero disporre di armi comuni da sparo e da guerra di provenienza illecita e clandestine; emblematico, al riguardo, il rinvenimento ed il sequestro, il 26 maggio 2017, di una mitragliatrice da guerra Sten mod. MK2 cal. 9, priva di matricola e completa di 4 caricatori e 45 cartucce del medesimo calibro, per la cui detenzione era stato arrestato, in flagranza di reato, Germanò Giuseppe, taurianovese di anni 38, anch’egli odierno destinatario della custodia cautelare in carcere per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso.
In definitiva, le indagini congiunte dei Carabinieri di Gioia Tauro e Taurianova hanno consentito di disarticolare, nelle diverse fasi, una vera e propria filiera di produzione, coltivazione, lavorazione e spaccio di marijuana facente capo ad un sodalizio in grado di realizzare, attraverso l’immissione nel mercato di ingentissimi quantitativi di sostanze stupefacenti (pari a 13.281.802 dosi medie singole ricavabili dalla sostanza prodotta e venduta), illeciti profitti per un valore complessivo stimato in oltre 100 milioni di Euro.



























23-01-2020 06:11

NOTIZIE CORRELATE


23-02-2020 - ATTUALITA'

Coronavirus. Jole Santelli: 'In Calabria situazione sotto controllo'

Task force al lavoro h24
23-02-2020 - ATTUALITA'

Coronavirus. Negativo anche il secondo test: la paziente di Campo Calabro ha solo semplice influenza

la conferma dopo 24 ore con la ripetizione del test
23-02-2020 - CRONACA

Coronavirus. Approvato decreto legge per contenere e gestire l'emergenza in Italia

Il decreto interviene in modo organico nella situazione di emergenza sanitaria internazionale dichiarata dall'Organizzazione mondiale della sanità
23-02-2020 - CRONACA

Auto si ribalta sulla SS106: due feriti gravi

Nove passeggeri a bordo, tra adulti e bambini

ULTIME NEWS

SPORT

Un "Carro Armato" asfalta la Paganese. Doppio Denis, la Reggina va in fuga VIDEO

CRONACA

Reggio Calabria. Gatto bruciato vivo all'interno di un trasportino sigillato con lo scotch

Reggio Calabria. Macabra scoperta nei pressi di Via Villini Svizzeri: un gattino è stato bruciato vivo all'interno di un trasportino per animali sigillato con lo ...
SPORT

Forza Reggina: 'Vincere per rimanere tranquilli' SFOGLIA LA NUOVA EDIZIONE

CLICCA E VISUALIZZA IN BASSO PER LA NUOVA EDIZIONE “Una ...
CRONACA

Coronavirus. Il test ha dato esito negativo: nessun caso accertato, ma solo semplice influenza

Reggio Calabria. Nessun caso coronavirus accertato. Il test ha dato esito negativo. Non si tratta di influenza "cinese", ma di influenza B. È questo - ...
CRONACA

Coronavirus. Il caso sospetto si è registrato a Campo Calabro: riunione in Prefettura per fronteggiare eventuale emergenza

Reggio Calabria. È di Campo Calabro la paziente ricoverata al Grande Ospedale Metropolitano di Reggio ...
CRONACA

Coronavirus. Iniziative straordinarie del G.O.M. di Reggio Calabria nella gestione dell'emergenza

Reggio Calabria. In considerazione dei recenti sviluppi epidemiologici relativi all’epidemia da nuovo Coronavirus (Covid-19) per far fronte in maniera ...
CRONACA

Coronavirus. Presenta sintomi sospetti, donna ricoverata ai Riuniti di Reggio Calabria

Reggio Calabria. Ha 37 anni, non proviene da Codogno, ma dal Veneto, ed è stata ricoverata nel reparto di malattie infettive del Grande Ospedale Metropolitano. Al momento del ...
CRONACA

Ambulante abusivo più volte multato, la Polizia locale gli sequestra 700 pezzi di merce

Reggio Calabria. Nell'ambito di apposito servizio finalizzato alla tutela della leale concorrenza ed al rispetto del decoro urbano, nella giornata di oggi il servizio operativo ...
ATTUALITA'

Jole Santelli: "In Calabria operativa una task force dedicata alla gestione dell'emergenza Coronavirus"

"Apprendiamo dai responsabili dei reparti di Infettivologia e Microbiologia dell'ospedale 'Pugliese' di Catanzaro che i test effettuati ...
CRONACA

Coronavirus: il Sindaco di Catanzaro: "Ricoverata ha solo l'influenza"

"Non c'è alcun caso di coronavirus a Catanzaro". Lo afferma il sindaco del capoluogo calabrese, Sergio Abramo, "dopo essersi messo in contatto - é detto in un comunicato - con il ...
CRONACA

Sospetto caso Coronavirus in Calabria. La situazione attuale

Lamezia. In merito al caso sospetto di Covid19, registrato ieri sera presso l’aeroporto di Lamezia, si fa presente quanto segue. La paziente, di 26 anni, domiciliata a Catanzaro, era di ritorno da Venezia (aereo con scalo a ...
CRONACA

Bianco. Detenzione abusiva di armi: due arresti FOTO

Reggio Calabria. Nel corso di un servizio straordinario svolto nel Comune di Bianco, il personale del ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

ASPETTANDO IL TG
SUONAVA L'ANNO
BORGOITALIA
SU IL SIPARIO!
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.20

FuoriGioco

Ore 23

Rac Magazine
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • All’Amministrazione di Reggio Calabria
  • Fogna a cielo aperto
  • spazzatura non raccolta da tempo
  • Copiosa perdita idrica
  • U paisi i Giufa
  • spazzatura non raccolta
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Italpress
idomotica
Basta vittime 106