Reggio, concorso esterno in associazione mafiosa: conclusione indagini per 19 tra imprenditori e funzionari pubblici
CRONACA

Alcuni vicini alla cosca Condello

Reggio, concorso esterno in associazione mafiosa: conclusione indagini per 19 tra imprenditori e funzionari pubblici

Militari del Comando Provinciale di Reggio Calabria, coordinati dalla locale Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia, diretta dal Procuratore Capo Giovanni Bombardieri, hanno notificato il provvedimento di “Avviso di conclusione delle indagini preliminari” - a firma del Sostituto Procuratore Dr.ssa Sara Amerio - emesso nei confronti di 19 persone indagate, a vario titolo, per i delitti - tra l’altro - di concorso esterno in associazione di tipo mafioso, associazione per delinquere finalizzata alla turbativa d’asta, nonché intestazione fittizia - aggravati dal metodo mafioso - corruzione, reati ambientali eabuso d’ufficio.

Si tratta in particolare di: CARTISANO Carmelo Giuseppe cl. ‘72, CARTISANO Girolamo Ottavio cl. ‘57, CARTISANO Walter Davide cl. ‘88, CUTRUPI Francesca cl. ‘86, D'AGOSTINO Antonio cl. ‘62, LO CICERO Vito cl. ‘46, LO CICERO William Sergio Liborio cl. ‘49, MACRI' Domenico Alessandro cl. ‘65, MANGIOLA Giovanni cl. ‘70, MARCIANO' Domenico cl. ‘83, MUSOLINO Domenico cl. ‘76, NAPOLITANO Antonio cl. ‘61, NAPOLITANO Riccardo cl. ‘62, PONTARI Giovanni cl. ‘59, RUSSO Antonio cl. ‘83, SCARAMUZZINO Maria cl. ‘80, STELLITTANO Fortunato cl. ‘70, TRIPODI Giovanni cl. ‘82 e VAZZANA Andrea Carmelo cl. ’69.



L’operazione di polizia - denominata “Rupes” - si fonda sulle risultanze delle indagini condotte dal G.I.C.O. del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Reggio Calabria, nei confronti di imprenditori “collusi” con esponenti delle cosche cittadine e pubblici ufficiali corrotti che, associandosi tra loro, hanno determinato favorevolmente – tra il 2009 e il2013 - per imprese riconducibili a soggetti contigui alle famiglie “Condello”, “Libri”, “Tegano”, nonché “Paviglianiti” di San Lorenzo (RC) e “Iamonte” di Melito di Porto Salvo (RC),gli esiti di diverse gare per lavori pubblici.



Le risultanze investigative giunte alle conclusione, hannoconfermato come, nel quartiere nord di Reggio Calabria, la cosca “Condello” svolgesse un ruolo egemone nel condizionamento dell’economia locale, assicurandosi il controllo del territorio “di competenza” e delle attività economiche e produttive che ivi si svolgono, attraverso lo scambio di reciproci vantaggi con avviati imprenditori, l’utilizzo di qualificati “prestanomi” e la compiacenza di funzionari pubblici.



Coinvolti nelle indagini, e destinatari del 415 bis c.p.p., sono gli imprenditori LO CICERO Vito cl. ’46 - amministratore dell’impresa “Impianti e Costruzioni s.r.l.”, indagato per concorso esterno in associazione di tipo mafioso - e CARTISANO Carmelo Giuseppe cl. ’72, ritenuto referente della cosca “Chirico”, federata alla cosca “Condello” – egemone sul territorio di Gallico Marina, attualmente detenuto e imputato per il reato di associazione di tipo mafioso nel procedimento “Gotha”.
Secondo l’ipotesi accusatoria LO CICERO Vito, avrebbe stretto un accordo di biunivoco interesse con CARTISANO Carmelo Giuseppe, il quale, grazie alla forza del vincolo associativo ‘ndranghetistico con la cosca “Chirico”, assicurava la risoluzione delle problematiche di natura intimidatoria e/o estorsiva quali - tra le altre - il danneggiamento di un escavatore e la “protezione” mafiosa rispetto al cantiere di Bova Marina, collocato in un diverso contesto territoriale di ‘ndrangheta. In cambio, LO CICERO Vito riservava le forniture di materie prime, l’estrazione e i trasporti di materiali, nonché l’assunzione delle maestranze, ad imprese individuate direttamente dal CARTISANO Carmelo Giuseppe, in funzione della contiguità – per talune - a cosche ‘ndranghetistiche, quali la ditta individuale MORENA Pietro, la M.C. s.a.s. di Domenico MARCIANO' & C., la “Decori e Colori di CHIRICO Vincenza Lucia Cinzia”, nonché CARTISANO Carmelo Natale (cugino dello stesso CARTISANO Carmelo Giuseppe) e la EDIL CALABRA di SCARAMUZZINO Maria(per la cava di estrazione, di fatto riconducibile al coniuge STELLITTANO Fortunato e al socio MANGIOLA Giovanni, indagati per intestazione fittizia).



Ancora, risultano contestate, allo stato, nell’avviso ex art. 415 bis notificato, le seguenti ipotesi di reato:



- alcune turbative d’asta aggravate dall’agevolazione della‘ndrangheta, poste in essere dal citato LO CICERO Vito e da CUTRUPI Francesca, amministratori delle rispettive imprese “Impianti e Costruzioni s.r.l.” e “FFC Costruzioni S.r.l.”; le predette società, una volta aggiudicatesi le individuate commesse pubbliche, subappaltavano l’esecuzione dei lavori ad imprese ritenute contigue alle cosche cittadine dei “Condello”, “Libri” e “Tegano”, nonché dei “Paviglianiti” di San Lorenzo (RC) e “Iamonte” di Melito di Porto Salvo (RC) -geneticamente prive dei requisiti per poter contrattare con la Pubblica Amministrazione - tra cui la “Trasporti e Movimento Terra di RUSSO Antonio”, la “EDIL MOVIT di VAZZANA Andrea Carmelo”, la “FRA.VE.SA. S.r.l.” (di TRIPODI Giovanni), la “Ditta individuale MUSOLINO Domenico” e la “M.C. s.a.s. di MARCIANÒ Domenico & C.”;


- la corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio di diversi funzionari in posizioni pubbliche strategiche per l’attività svolta dal LO CICERO Vito e dal CARTISANO Carmelo Giuseppe. Oltre all’Architetto MACRI’ Domenico Alessandro dell’Ufficio Urbanistica, altri pubblici ufficiali sono rimasti coinvolti nelle indagini e ritenuti a “disposizione” del LO CICERO in cambio di utilità personali diverse dal denaro (esecuzioni di lavori e/o forniture di materiali edili per le abitazioni private), e, in particolare, il di lui fratello LO CICERO William Sergio Liborio, NAPOLITANO Riccardo e NAPOLITANO Antonio, tutti alle dipendenze del Provveditorato alle Opere Pubbliche della Sicilia e della Calabria, nonché da PONTARI Giovanni, capo struttura del Dipartimento Agricoltura, Foreste e Forestazione della Regione Calabria;

- l’intestazione fittizia del noto bar pizzeria “Naos” sito a Gallico; in tale contesto, veniva accertato che CARTISANO Carmelo Giuseppe, proprietario di fatto e CARTISANO Girolamo Ottavio quale gestore del locale, attribuivano fittiziamente la titolarità del citato esercizio commerciale a CARTISANO Walter Davide al fine di eludere le disposizioni in materia di misure di prevenzione patrimoniali;



- l’illecita concorrenza con minaccia o violenza ad opera di CARTISANO Carmelo Giuseppe il quale sarebbe intervenuto nell’interesse di D'AGOSTINO Antonio al fine di dissuadere un imprenditore dal far proseguire i lavori di ristrutturazione di un locale commerciale ad altra ditta ingaggiata, in sostituzione dell'impresa del D’AGOSTINO, a seguito di inadempienze nei lavori.



L’attività di servizio in rassegna testimonia il costante impegno della Guardia di Finanza nel delicato settore del contrasto alle organizzazioni criminali di matrice ‘ndranghetistica, nonché alle proiezioni ed infiltrazioni mafiose negli appalti pubblici e nell’economia legale in genere.


17-05-2020 10:20

NOTIZIE CORRELATE


02-07-2020 - CRONACA

'Ndrangheta, sequestrati beni alla cosca Piromalli per una valore di 500 mila euro

Emesso nei confronti di Domenico Pisano
01-07-2020 - ATTUALITA'

Reggio Calabria. Orchestravano truffe assicurative, incassando ingenti rimborsi: 71 indagati VIDEO

Operazione 'Golden Insurance' di guardia di finanza e polizia metropolitana
28-06-2020 - ATTUALITA'

Ritrovata la segnalazione anonima che informava Klaus Davi dell'amante di Gino Molinetti

Verrà resa nota dal massmediologo
28-06-2020 - CRONACA

L'assessore Catalfamo smentisce: "non sono indagata per reati di mafia"

In mattinata il Fatto Quotidiano aveva pubblicato altri particolari dell'inchiesta Helios
26-06-2020 - ATTUALITA'

Guardia di Finanza. Dopo 3 anni Urbani lascia il Comando: "Cara Reggio tornerò spesso a trovarti!"

Il saluto alla città del colonnello delle fiamme gialle promosso a Generale di Brigata

ULTIME NEWS

ATTUALITA'

Calendario della Polizia di Stato 2021: il ricavato della vendita finanzierà il progetto Unicef per l'emergenza Coronavirus

Anche per l’anno 2021, il Dipartimento della Pubblica Sicurezza realizzerà il calendario della ...
ATTUALITA'

SS106. Al via gli interventi di protezione dei versanti rocciosi nel comune di Ferruzzano

Anas (Gruppo FS Italiane) ha consegnato all’Impresa ATI Consorzio Triveneto Rocciatori SOC. COOP. A.R.L. Costruzioni Edili Baraldini Quirino S.P.A., gli interventi di ...
ATTUALITA'

Turismo. I Tour Operator calabresi: 'Ci saremmo aspettati qualcosa in più dalla Regione Calabria'

La Presidente Santelli ieri ha parlato di turismo e ha illustrato quattro provvedimenti a favore del rilancio del settore. La crisi economica conseguenza del ...
ATTUALITA'

Coronavirus. Nessun nuovo caso positivo al Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria

La Direzione Aziendale del Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria comunica che in data odierna sono stati sottoposti allo ...
ATTUALITA'

Ospedale di Polistena. Il Responsabile di Cardiologia Enzo Amodeo si dimette, FIL/Cnal: 'Deve resistere'

Esprimiamo tutta la nostra solidarietà al Responsabile U.O.C. Cardiologia del Presidio Ospedaliero di Polistena dott. Vincenzo Amodeo che, in ...
ATTUALITA'

Tallini: "Alta percentuale di guariti da covid-19 in Calabria. I nostri malati curati meglio che altrove"

"Il 90 % dei soggetti colpiti da Coronavirus in Calabria è guarito. Una percentuale altissima, dieci punti più alta della media ...
ATTUALITA'

Approvata la graduatoria provvisoria per l'assegnazione degli alloggi pubblici alle persone in stato di emergenza abitativa

La Commissione per l'Emergenza Abitativa del Comune di Reggio Calabria, coordinata dalla Presidente ...
ATTUALITA'

Coronavirus. Un nuovo caso positivo in Calabria

In Calabria ad oggi sono stati effettuati 95.818 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.182 (+1 rispetto a ieri), quelle negative sono 94.636. Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti: - Catanzaro: 1 in reparto; 1 in ...
CRONACA

Rogo di cassonetti al cimitero di Condera, 'gesto indegno'

«Un gesto indegno e inqualificabile»: così il consigliere comunale delegato ai Cimiteri Rocco Albanese commenta il rogo doloso di cinque cassonetti all’interno del Cimitero monumentale di Condera – tutti a ...
CRONACA

Villa San Giovanni. Operazione 'Cargo Bianco': arrestato corriere della droga, era diretto in Sicilia VIDEO

Ennesimo colpo alle organizzazioni criminali dedite al traffico di sostanze stupefacenti inferto dai militari delComando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria. Grazie al fiuto dei cani antidroga, infatti, i militari della locale Compagnia territoriale hanno individuato e contestualmente sottoposto a sequestro oltre 4,3 chilogrammi di cocaina, l’autovettura a noleggio utilizzata per il trasporto della sostanza stupefacente in questione, nonché tratto in arresto in flagranza di reato un cinquantunenne reggino (Felice Melchionna, cl’ 69). L’operazione repressiva in argomento, operata d’iniziativa,si inserisce nell’ambito di un più ampio piano straordinario di controllo economico-finanziario del territorio, disposto dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, eseguito mediante pianificate attività di monitoraggio delle aree e degli snodi stradali, ferroviari e marittimi maggiormente a rischio, preventivamente oggetto di specifiche analisi e selezione. Nello specifico, una pattuglia delle Fiamme Gialle, durante lo svolgimento di un servizio di controllo su strada operato presso gli imbarcaderi di Villa San Giovanni (RC), ha individuato un soggetto manifestante, sin da subito, evidentisegni di agitazione, conducente un’autovettura a noleggio. La successiva interlocuzione con il soggetto in argomento ha condotto i militari operanti a nutrire fondati sospetti circa la possibile detenzione di beni illeciti da parte del medesimo, motivo per cui si è proceduto all’avvio, d’iniziativa, di un’attività di perquisizione all’interno dell’autovettura, nonché sulla persona dell’indiziato. A seguito di specifiche segnalazioni delle unità cinofile antidroga impiegate, gli operanti sono giunti al rinvenimento di oltre 4,3 chilogrammi di cocaina, contenuti all’interno di 4 panetti ricoperti di plastica di colore nero, sigillati con del nastro da imballaggio trasparente e recanti impresso un simbolo riproducente un ferro di cavallo. Gli involucri contenenti la sostanza stupefacente in parola sono stati trovati all’interno di un vano per il filtraggio dell’aria condizionata, posizionato sotto il cofano-motore dell’autovettura ispezionata. Successivamente, tenuto conto di quanto rinvenuto all’interno dell’autovettura controllata, i militari hanno esteso le attività di perquisizione all’abitazione del soggetto e al locale in uso alla società di cui lo stesso è risultato essere il rappresentante legale. Le ulteriori attività di ricerca così condotte hanno consentito di ritrovare una bilancia di precisione perfettamente funzionante, un tablet, 4 telefoni-cellulari e documentazione varia attinente alle attività di traffico di droga perpetrate dall’indiziato. Si è dunque proceduto a sottoporre a sequestro sia gli oltre 4,3 chilogrammi di cocaina, sia l’autovettura a noleggio guidata dal soggetto attenzionato, sia quanto rinvenuto in sede di estensione delle attività di perquisizione agli altri locali rientranti nella disponibilità di quest’ultimo, trattandosi del corpo del reato e di cose pertinenti a esso. Al termine delle operazioni, il soggetto è stato tratto in arresto in flagranza di reato e tradotto in carcere, così come disposto dal Pubblico Ministero di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria, prontamente notiziato degli eventi. L’attività di controllo economico-finanziario del territorio, unitamente al contrasto degli illeciti in materia di sostanze stupefacenti e, più in generale, dei traffici illegali, rientra tra i prioritari compiti della Guardia di Finanza, la quale costantemente opera a salvaguardia della vita umana, concorrendo a tutelare l’ordinata e civile convivenza sociale, nonché la sicurezza ...
ATTUALITA'

Reggio Calabria. Iscrizione ai Nidi d'Infanzia per l'anno educativo 2020/2021, le info utili

Reggio Calabria. Si comunica che sono aperte, per l'anno educativo 2020/2021, le iscrizioni ai Nidi d'Infanzia Comunali di Archi ("Il Mago di Oz", via Corvo, ...
ATTUALITA'

Coronavirus, il report dell'Asp di Reggio Calabria: nessun caso positivo

La Direzione Sanitaria dell'ASP di Reggio Calabria comunica che il 2 LUGLIO 2020, sul Territorio Provinciale, sono stati sottoposti allo screening per "COVID19" 216 nuovi soggetti. Gli esami ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

RTV NEWS EDIZIONE NOTTURNA
FUORI GIOCO
90 minuti di gioco e fuori... gioco
A PRESCINDERE
Di Pino Toscano
BORGOITALIA
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.25

Film

Ore 22.45

Touchè
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • La dialisi e i dializzati al tempo del covid 19
  • NARCISISMO DEL SINDACO
  • Marchiatura prodotti alimentari 100% italiani
  • Carenza idrica
  • Perdita d’acqua nel tombino in via vico petrellinna n9
  • FUORIUSCITE DI FOGNA
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
idomotica
Italpress
Basta vittime 106