Operazione Iceberg, colpito un gruppo criminale rom attivo nella Locride [NOMI/VIDEO]
CRONACA

Operante nei comuni di Ardore e Bovalino

Operazione Iceberg, colpito un gruppo criminale rom attivo nella Locride NOMI/VIDEO

Alle prime luci dell’alba di oggi, 10 settembre 2020, i Carabinieri della Compagnia di Locri, in Ardore (RC) e Bovalino (RC), hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Locri su richiesta della competente Procura della Repubblica, nei confronti di 23 soggetti (14 dei quali sarà ristretto in carcere, 6 sottoposti agli arresti domiciliari e 3 al divieto di dimora nei comuni di Ardore e Bovalino), indagati – a vario titolo – per Associazione per delinquere finalizzata all’organizzazione di delitti contro il patrimonio, quali estorsioni, ricettazioni, riciclaggi, furti e truffe, nonché contro la fede pubblica, l’ambiente ed in materia di stupefacenti, aggravati dalla disponibilità di armi.
In carcere è stato ristretto BERLINGERI Cosimo cl.84, BERLINGERI Francesco cl.66, FERARU Iulian Florin cl.86, BEVILACQUA Damiano cl.78, AMATO Davide cl.91, BEVILACQUA Roberto cl.81, BEVILACQUA Antonio Alessandro cl.93, BERLINGERI Francesco cl.01, BEVILACQUA Alessandro cl.90, LAVORATA Cosimo cl.85, BEVILACQUA Maurizio cl.71, BEVILACQUA Gianluca cl.93, AMATO Pierino cl.91, AMATO Attilio cl.63, mentre ai domiciliari (con divieto di comunicare con persone diverse dai familiari conviventi) sono stati sottoposti: BERLINGERI Salvatore cl.61, BEVILACQUA Rocco cl.60, BEVILACQUA Damiano cl.89, AMATO Mario cl.72, TODARELLO Bruno cl.62 e MARRAPODI Giuseppe cl.64. Infine, indagati destinatari della misura non detentiva dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria: B.D. cl.87, B.C. cl.87 e A.A. cl.01, residenti in Ardore e Siderno.
Il provvedimento restrittivo scaturisce da una complessa attività d’indagine, sviluppata dal novembre 2019 dalle Stazioni Carabinieri di Ardore Marina e Bovalino, coordinata costantemente dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Locri, i cui esiti hanno permesso di comprovare l’operatività di un gruppo criminale attivo nel territorio dei comuni locridei, riconducibile ad elementi appartenenti alle locali comunità rom – storicamente radicate sul territorio in posizione non conflittuale e non concorrenziale con la criminalità organizzata – che hanno pianificato e commesso delitti di rilevante gravità contro l’ordine pubblico, la persona, il patrimonio e la fede pubblica.

In particolare, l’attività investigativa ha consentito di delineare gli assetti interni della consorteria indagata, le responsabilità dei singoli associati in ordine all’organizzazione ed alla pianificazione dei delitti, alla scelta delle vittime ed alle modalità di attuazione. Inoltre, sono in corso approfondimenti volti ad indagare cointeressenze e contatti esistenti con le locali cosche di ‘ndrangheta.
Nell’inchiesta, i cui esiti sono compendiati nell’informativa dei citati comandi stazione, depositata nel luglio u.s., sono ricostruiti e documentati la molteplicità di episodi criminosi di rilievo, dai furti in abitazione, alla ricettazione, dallo spaccio di sostanze stupefacenti (eroina e cocaina), alla detenzione abusiva di armi e munizioni, dallo smaltimento illecito di rifiuti (materiali di risulta, pericolosi e speciali), alle truffe con sottrazione di mezzi da lavoro, di motoveicoli, di ciclomotori, di equini, anche con la partecipazione di soggetti di minore età e con la disponibilità di armi, perpetrati nei comuni di Ardore, Bovalino, Bianco, Brancaleone, Caulonia, Locri, Marina di Gioiosa Jonica, Roccella Jonica, San Luca, Sant’Ilario dello Jonio e Siderno.
Il gruppo oggetto di indagine, che aveva base operativa nei complessi popolari di Bovalino, in via Nuova e di Ardore, in via Verdi, era capeggiato da BERLINGERI Cosimo cl.84, promotore ed organizzatore dell’associazione, che coordinava le attività illecite del sodalizio criminale, affiancato dallo zio BERLINGERI Francesco cl.66, alias “Cicciu u Zingaru”, rispettivamente nipote e fratello di BERLINGERI Nicola cl.65, assassinato e rinvenuto cadavere nel comune di Ardore nell’aprile 2012, indicato in altre operazioni di p.g. come a capo della “Cosca degli Zingari”.
Con riferimento ai reati di truffa, l’associazione sfruttava siti di annunci online per individuare la merce ed “agganciare” le vittime (in alcune occasioni genitori costretti a vendere i propri beni per poter curare i figli affetti da gravi patologie). Riusciva, con artifizi e raggiri, a sottrarre o a farsi consegnare i beni in vendita, che, successivamente, rivendeva nel mercato nero o nel web.
Diversi furti in abitazione sono stati ricostruiti, avviando le investigazioni dalle denunce presentate da privati cittadini, vittime dei reati predatori della comunità rom, specificatamente nelle ore notturne.



Il gruppo delinquenziale era solito guadagnare profitti anche dalla vendita al dettaglio di sostanze stupefacenti del tipo eroina e cocaina. In particolare, le droghe erano occultate in intercapedini ricavate nei sottoscala e nelle pertinenze del complesso residenziale pubblico di Bovalino, utilizzato come base operativa, da dove veniva prelevato e ceduto agli acquirenti su richiesta.
Le indagini condotte dai Carabinieri, supportate anche da attività tecnica, hanno consentito, inoltre, di individuare e riscontrare la presenza di armi nella disponibilità del sodalizio criminale. In particolare, BERLINGERI Cosimo unitamente all’indagato FERARU Iulian Florin, maneggiavano le armi anche in presenza dei bambini di età prescolare (4-5 anni).
Nel maggio scorso, una mirata attività condotta dai militari del Gruppo Carabinieri di Locri, collaborati dalla Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria, ha permesso di sequestrare armi perfettamente funzionanti, in ottimo stato di conservazione, e di procedere all’arresto del responsabile MARRAPODI Domenico, fratello di Giuseppe.
Molteplici i reati ambientali commessi dagli odierni indagati, che dietro compenso in denaro, effettuavano recuperi di rifiuti di vario tipo, dal materiale di risulta ai rifiuti pericolosi e speciali che, privi di alcuna autorizzazione e non curanti delle normative vigenti, smaltivano illecitamente anche in aree protette da vincoli paesaggistici ed ambientali (torrenti e valloni) con grave pregiudizio per l’ambiente e conseguente grave rischio idrogeologico.
Non ultimo, gli indagati si rendevano responsabili di maltrattamenti di animali. Sono stati documentati episodi nei quali hanno legato animali con violenza, mettendogli una corda al collo, li sollevavano per poi scaraventarli a terra, ove venivano colpiti con ripetuti calci dai figli minori. In un’altra occasione, dopo aver maltrattato delle galline, le gettavano vive in pasto ad un gruppo di cani chiusi in un recinto per osservare la scena.


10-09-2020 12:45
Questa notizia è stata letta 3553 volte

NOTIZIE CORRELATE


26-10-2020 - ATTUALITA'

Centro sportivo di San Giovannello: lavori fermi e area degradata

La cittadinanza attende
26-10-2020 - ATTUALITA'

L'ultima intervista della Presidente Santelli al Der Spiegel: "La speranza del Sud è l'Europa"

"Necrologio di un politico straordinario"
26-10-2020 - ATTUALITA'

Emergenza covid, Spirlì firma una nuova ordinanza

Riconferma la sospensione integrale delle lezioni in presenza fino al prossimo 13 novembre

ULTIME NEWS

ATTUALITA'

Protesta degli operatori del mondo dello sport: lunedì mattina a piazza Italia VIDEO

Reggio Calabria. Confermata, per ...
ATTUALITA'

Coronavirus. 4 dipendenti del Gom di Reggio Calabria positivi

Reggio Calabria. La Direzione Generale del Grande Ospedale Metropolitano "Bianchi Melacrino Morelli" di Reggio Calabria comunica che nelle ultime 48 ore sono risultati positivi allo screening per la ricerca del Sars-COV 2 ...
POLITICA

Comune di Reggio Calabria. Tonino Perna è il nuovo vicesindaco?

Reggio Calabria. E' l'ultimo tassello mancante. Per il momento, massimo è il riserbo sul suo nome, pur avendolo già il Sindaco Giuseppe Falcomatà designato. Non era presente, sabato, alla presentazione ...
CRONACA

Ancora spazzatura in fiamme al rione Marconi FOTO e VIDEO

Reggio Calabria. Alle prime luci dell'alba di domenica 25 ottobre si è registrato ...
ATTUALITA'

Gioia Tauro. Coronavirus, sono 13 i casi positivi confermati

Gioia Tauro. Nuovi casi di coronavirus a Gioia Tauro, come comunica il Sindaco Alessio: "Stamattina ci siamo svegliati con un totale di 13 casi di Covid-19 a Gioia Tauro, contro gli otto di ieri. Come potete ben notare la curva dei ...
ATTUALITA'

Covid: nuovo Dpcm firmato da Conte, in vigore da lunedì. 'Raccomandiamo di non muoversi ma non è coprifuoco'

Il premier Giuseppe Conte ha firmato nella notte il nuovo Dpcm con le misure restrittive anti-Covid, tra le quali la chiusura alle ore 18 di ...
ATTUALITA'

Coronavirus. Nuovo DPCM: cosa non si può fare fino al 24 novembre

Chiudono gli impianti di sci, tutte le fiere, comprese quelle internazionali, e la dad alle superiori potrà arrivare al 100%. Il governo ha varato il nuovo Dpcm con alcune correzioni rispetto alle prime ipotesi contenute ...
ATTUALITA'

Reggio Calabria. Poste italiane: il calendario per il pagamento delle pensioni di novembre

Reggio Calabria. Poste Italiane comunica che in provincia di Reggio Calabria le pensioni del mese di novembre verranno accreditate a partire dal 27 ottobre per i titolari di un ...
ATTUALITA'

Coronavirus. L'ASP di Reggio Calabria conferma 40 nuovi casi positivi

Reggio Calabria. La Direzione Sanitaria dell'ASP di Reggio Calabria comunica che giorno 25 ottobre 2020, sul Territorio Provinciale, sono stati sottoposti allo screening per "COVID19" 843 nuovi ...
ATTUALITA'

Coronavirus. 179 nuovi casi positivi in Calabria, 77 a Reggio

In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 255.683 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 257.594 (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). Le persone risultate positive al Coronavirus sono 3.790 ...
ATTUALITA'

Protesta: gli operatori del mondo dello sport contro l'attuale dpcm

Reggio Calabria. Lunedi 26 alle ore 10 gli operatori del mondo dello sport si ritroveranno a piazza Italia di fronte la Prefettura. Manifesteranno il loro disappunto per le misure prese dall'attuale dpcm e chiederanno di ...
SPETTACOLO

Partita l'edizione online del corso per organizzatore di eventi 2020 di 'Calabria dietro le quinte'

In un periodo di così grande incertezza per il settore culturale e artistico a causa della pandemia, l’associazione culturale arte e spettacolo ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

REGGIOTV SALUTE
Ogni giorno al TG
SUONAVA L'ANNO
CIVITAS
Manuale di Convivenza Civile
RTV NEWS EDIZIONE NOTTURNA
Unirc 2020
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.20

FuoriGioco

Ore 23

Sport Heroes
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • disservizio idrico
  • L’invidia radice di ogni male
  • L’ascensore del G. O. M.
  • Limite di velocita’
  • Mancanza di acqua
  • Spazzatura a Santa Caterina
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Italpress
idomotica