Palermo, colpo al clan Brancaccio: 31 arresti. Misure cautelari anche a Reggio Calabria
CRONACA

Diversi i reati contestati

Palermo, colpo al clan Brancaccio: 31 arresti. Misure cautelari anche a Reggio Calabria

Maxi operazione antimafia a Palermo. La Polizia di Stato e l'Arma dei carabinieri, su delega della Direzione distrettuale antimafia del capoluogo siciliano, hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 31 indagati (di cui 29 in carcere e 2 agli arresti domiciliari). Sono accusati, a vario titolo, di partecipazione ad associazione di tipo mafioso, detenzione e produzione di stupefacenti, detenzione di armi, favoreggiamento personale ed estorsione con l'aggravante del metodo mafioso. "L'ordinanza segna l'epilogo di una fase operativa già avviata lo scorso 20 luglio - spiegano gli investigatori -, attraverso l’esecuzione del decreto di fermo di indiziato di delitto emesso dalla Dda di Palermo a carico di numerosi indagati per associazione per delinquere di stampo mafioso ed estorsione aggravata".
Il troncone di indagini, condotte dalla Squadra mobile di Palermo e dal Servizio centrale operativo e scattate nel 2019, ha ricostruito l'organigramma del mandamento di Brancaccio e delle famiglie di Corso dei Mille e Roccella, identificando 26 tra vertici, gregari e soldati. Le misure cautelari, personali e reali, sono state eseguite, oltre che a Palermo anche a Reggio Calabria, Alessandria e Genova. L'attività investigativa sviluppata dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Palermo, invece, ha colpito la famiglia di Ciaculli. Cinque in tutto le ordinanze di custodia cautelare in carcere eseguite dai militari a carico di altrettanti indagati, ritenuti direttamente legati ai vertici del mandamento, già arrestati nell'ambito dell'operazione 'Stirpe' dello scorso 20 luglio. Per gli investigatori dell'Arma sarebbero stati in grado di coadiuvare i due boss nella gestione del mandamento e delle attività illecite che alimentavano le casse della famiglia. Nell'ambito dell'operazione è scattato anche il sequestro per intestazione fittizia di imprese ed esercizi commerciali, tra i quali una rivendita di prodotti ittici, due di caffè e tre agenzie di scommesse.

TRAFFICO DROGA - Estorsioni e non solo. Per alimentare le casse di Cosa nostra e mantenere le famiglie dei detenuti i boss di Brancaccio puntavano al traffico di droga che resta "un importante voce di arricchimento illecito". Le sei piazze di spaccio del quartiere Sperone, tutte direttamente gestite o, comunque, controllate dagli indagati, garantivano un vero e proprio tesoretto: circa 80mila euro a settimana.
Nel corso delle indagini sono stati eseguiti 16 arresti in flagranza per detenzione di sostanza stupefacente e sequestrati circa 80 chili di droga tra cocaina, purissima ancora da tagliare, hashish e marijuana per un valore sul mercato di oltre 8.000.000 di euro. A garantire il rifornimento di parte della droga erano due calabresi, tra i destinatari delle misure cautelari eseguite oggi.
Le piantagioni di cannabis-sativa, da cui ricavare la droga destinata alle piazze di spaccio, e la gestione delle piattaforme di gioco per le scommesse on-line illegali, ma anche l'attività di sensaleria. Il clan avrebbe imposto l’utilizzo di piattaforme di gioco che non avrebbero rispettato la normativa sulla prevenzione patrimoniale imposta alle attività ludiche dalle leggi italiane. Il compenso, tuttavia, sarebbe stato versato dagli esercenti, in proporzione ai guadagni ricavati, nelle casse del mandamento. I proventi delle attività illecite sarebbero stati poi reinvestiti in alcune attività commerciali. Il gruppo criminale si occupava anche dell’imposizione delle cosiddette 'sensalerie' sulle compravendite di immobili ricadenti sotto l’area di influenza, commettendo vere e proprie condotte estorsive ai danni di quei cittadini che, per concludere affari immobiliari, si sono visti costretti ad accettate l’opera di mediazione degli indagati.



MASCHERINE FFP3 - A fermare gli esattori del racket a Brancaccio non era bastato neppure il Covid. "Anche in piena emergenza epidemiologica sono stati acquisiti gravi indizi in merito al rastrellamento di denaro dalle pochissime attività rimaste aperte e con volumi di affari certamente ridotti", spiegano gli investigatori. In un caso un indagato, appartenente al bacino 'Emergenza Palermo' si è impossessato di venti cartoni con 16mila mascherine Ffp3, destinate a un ospedale cittadino per poi rivenderle sul mercato nero. Gli indagati sono accusati a vario titolo di partecipazione ad associazione di tipo mafioso, detenzione e produzione di stupefacenti, detenzione di armi, favoreggiamento personale e estorsione con l’aggravante del metodo mafioso.



L'ACQUA - Le mani dei boss nella gestione delle acque irrigue. Le indagini dei militari del Nucleo Investigativo hanno fatto luce sugli affari di una delle famiglie che avrebbe tratto parte del suo sostentamento anche dalla gestione delle acque irrigue, impropriamente sottratte direttamente alla conduttura 'San Leonardo', di proprietà del Consorzio di bonifica Palermo 2. Gli affiliati sarebbero, infatti, intervenuti direttamente sulle condotte del consorzio, forzandole e incanalando l’acqua in vasche di loro proprietà, per poi ridistribuirla ad alcuni contadini. "Tale circostanza, oltre a costituire un guadagno illecito per l’organizzazione mafiosa - spiegano gli investigatori dell'Arma -, avrebbe permesso alla famiglia mafiosa di accreditarsi verso numerosi produttori agricoli, ergendosi a punto di riferimento per la gestione di uno dei beni essenziali per eccellenza: l’acqua".



LE ARMI - I boss potevano contare su un vero e proprio arsenale. "E' di tutta evidenza come tutti gli associati abbiano piena consapevolezza di siffatta disponibilità - scrive il gip nell'ordinanza - e siano ben consci anche della loro possibilità di ottenere il concreto possesso di armi di cui siano in un dato momento sprovvisti rivolgendosi ad altri sodali, financo a quelli eventualmente inseriti in altre articolazioni territoriali dell’organizzazione criminale".


17-05-2022 17:51

NOTIZIE CORRELATE


29-06-2022 - POLITICA

Castorina replica ai consiglieri di Forza Italia: 'Che smemorati. Io garantista sempre, ipocrita mai'

'Forse si sono dimenticati le numerose indagini che hanno coinvolto il centrodestra'
29-06-2022 - CULTURA

Dopo 2 anni di pandemia i Testimoni di Geova tornano a contattare le persone nei luoghi pubblici

Rimane ancora sospeso il contatto casa per casa
28-06-2022 - ATTUALITA'

Coronavirus. 724 nuovi casi positivi in Calabria

Il bollettino

ULTIME NEWS

ATTUALITA'

La Città Metropolitana candida i Bronzi patrimonio Unesco: ok in Consiglio al programma Memoria e Mito per il 50° anniversario dal ritrovamento dei due guerrieri

Il Consiglio Metropolitano ha ...
ATTUALITA'

Reggio Calabria sarà Città dell'Olio. Metrocity presente alla convention tra i soci dell'Associazione Nazionale che promuove la filiera olivicola

Reggio Calabria sarà Città dell'Olio. Il ...
POLITICA

Reggio, il gruppo consiliare di Forza Italia: 'Garantismo a fasi alterne del Pd su Castorina. Il suo rientro in aula un'offesa ai reggini'

"Non appena scoppiata la bomba dei brogli elettorali alle ultime elezioni ...
ATTUALITA'

Funivia di Pentimele a Reggio Calabria. "Un'idea-Progetto per pensare in grande"

Ha suscitato ampi consensi la proposta dei professori Pasquale Amato (Università per Stranieri RC) e Domenico Gattuso.(Università Mediterranea RC) - con il contributo dell'ing. ...
ATTUALITA'

'Ndrangheta. Denaro sporco investito all'estero, maxi sequestro della Guardia di Finanza

Denaro 'sporco', riconducibile agli affari della cosca di 'ndrangheta degli Iamonte, reinvestito nel Nord Italia e soprattutto all'estero, fra la Svizzera, la Bulgaria ...
ATTUALITA'

Coronavirus. 2348 nuovi casi positivi in Calabria

Nuova forte impennata di contagi in Calabria: sono 2.348 - più che triplicati rispetto alla giornata precedente - i positivi riscontrati nelle ultime 24 ore con 7.704 tamponi eseguiti e un tasso che dal 26, 79 di ieri balza al 30,48%. Sono cinque i ...
CRONACA

Omicidio di Vincenzo Cordì, due ergastoli

Ergastolo. E' questa la pena inflitta dalla Corte d'assise di Locri a Susanna Brescia e al suo presunto amante Giuseppe Menniti, entrambi di Marina di Gioiosa Jonica. I due sono stati condannati perché ritenuti responsabili dell'omicidio di Vincenzo ...
SPORT

Reggina, Taibi rimane. Gabriele Martino direttore generale

Sono cinque i professionisti individuati che comporranno il nuovo CdA della Reggina 1914. Ad affiancare il Presidente Marcello Cardona, ci sarà il Dott. Paolo Castaldi nel ruolo di Amministratore Delegato, il Dott. Filippo Brunori alla ...
ATTUALITA'

Aeroporto dello Stretto, il Partito Democratico: "Regione e Sacal battano un colpo"

"La comunità reggina è ansiosa di conoscere i programmi di sviluppo da parte della Regione e di Sacal nei confronti dell'Aeroporto dello Stretto. Da mesi, per non dire da ...
ATTUALITA'

Poste Italiane. Il calendario di pagamento delle pensioni dei mesi di luglio, agosto e settembre 2022

Poste Italiane comunica che in provincia di Reggio Calabria anche durante il periodo estivo le pensioni saranno accreditate regolarmente dal primo giorno del ...
ATTUALITA'

Vertenza Alival, Versace scrive al Ministero: "Situazione in stallo. Si apra subito tavolo di crisi'

"Siamo al fianco dei lavoratori del caseificio Alival di Reggio Calabria che da settimane si sono mobilitati a difesa dei loro posti di lavoro e ...
ATTUALITA'

La Strada con Saverio Pazzano: "Si modifichi urgentemente il regolamento sull'esenzione dai tributi comunali per chi denuncia il racket in modo da renderlo applicabile"

"La nostra ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

ASPETTANDO IL TG
SU IL SIPARIO!
RASSEGNA STAMPA
REGGIOTV SALUTE
Ogni giorno al TG con Eduardo Lamberti Castronuovo
Liquore Tedesco
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.30

Farmacè

Ore 21.50

Touchè
TEDESCO LIQUORI SHOP
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • autobus regionali non passano da paese. PORTO CITTà METROPOLITANA, ISOLATO DA MEZZI PUBBLICI
  • Lampione non funzionante
  • Indignata con l’asp di Reggio Calabria
  • stato di abbandono totale
  • Siamo il Sud del Mondo
  • Fogna
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
idomotica
ISTITUTO DE BLASI
Italpress