Reggio Calabria. Operazione
CRONACA

In un caso si è verificata anche la morte di un anziano

Reggio Calabria. Operazione "La Signora", 5 arresti per maltrattamenti e abbandono di persone incapaci

I Carabinieri del Nas di Reggio Calabria a conclusione di un’articolata attività investigativa, denominata “La Signora”, hanno dato esecuzione, con l’ausilio di militari del Comando Provinciale Carabinieri del capoluogo e degli altri NAS del Gruppo Tutela Salute di Napoli, ad una Ordinanza, emessa dal GIP presso Tribunale di Reggio Calabria su richiesta della locale Procura della Repubblica diretta dal Procuratore Giovanni Bombardieri, di applicazione della misura cautelare personale degli arresti domiciliari nei confronti di due donne, titolari di una casa di riposo abusiva, e di tre loro dipendenti, gravemente indiziati, secondo l’ipotesi investigativa, dei reati di maltrattamenti verso conviventi e abbandono di persone incapaci, aggravati dall’aver cagionato la morte di un ospite. Altri 7 soggetti sono stati deferiti in stato di libertà per diversi illeciti penali.
Le indagini del NAS condotte da Gennaio a Maggio 2021, supportate da attività tecniche di intercettazioni telefoniche, acquisizioni e analisi di cartelle cliniche e ispezioni igienico sanitarie, nonché da pedinamenti e osservazioni, sono originate dalla querela di una donna il cui marito, affetto da malattia neurodegenerativa, era deceduto dopo un periodo di degenza presso la casa di riposo oggetto di indagine. Si ipotizza che l’uomo sarebbe stato vittima di maltrattamenti e abbandono che avrebbero causato un peggioramento irreversibile della sua condizione clinica fino a giungere al decesso.
Gli accertamenti investigativi avrebbero permesso di ricostruire, allo stato degli atti e fatte salve le successive valutazioni di merito, che le titolari della struttura, sottoposte agli arresti domiciliari, unitamente ai dipendenti (3 sottoposti a misura cautelare e altri 6 deferiti in stato di libertà), avrebbero maltrattato 15 ospiti della casa di riposo, tutti affetti da gravi patologie e non autosufficienti, con plurimi atti vessatori che sarebbero consistiti: - Nel somministrare scarse quantità di cibo, anche scaduto e mal conservato, tali da cagionare deperimento e malnutrizione; - Nel tenere gli ospiti senza riscaldamento e acqua calda, in ambienti privi di abbattimento architettonico; - Nel somministrare arbitrariamente medicinali, senza consulto medico, e psicofarmaci, tra cui l’Entumin, per rendere “gestibili” e sedare gli ospiti, tanto che agli indagati viene contestato anche l’esercizio abusivo della professione sanitaria; - Nell’omettere le normali pratiche di igiene personale e degli ambienti, in quanto gli anziani sarebbero stati abbandonati e chiusi nelle stanze per cui, in alcuni casi, sono stati costretti così ad espletare i propri bisogni su sé stessi e sul letto dove dormivano, provocando l’aggravamento delle patologie già in essere e cagionando in alcuni casi anche la malattia della scabbia. Tutti gli ospiti, tra i quali vi erano anziani permanentemente allettati, sarebbero stati gestiti da personale assolutamente inidoneo e privo dei requisiti medici specialistici, infermieristici ed socio assistenziali richiesti, ed inoltre, soprattutto di notte, alla presenza di un solo operatore, tanto che le vittime in alcuni casi sarebbero state costrette a dormire tra le loro feci e urine rimanendo a lungo fradici e sporchi.
Le titolari, in concorso con la cuoca ed altra dipendente, sono indagate anche per il reato di epidemia colposa in quanto con condotte omissive e negligenti avrebbero agevolato il propagarsi di un focolaio Covid tra gli ospiti, cercando in tutti i modi di nascondere i contagi agli altri dipendenti, ai familiari delle vittime, alla Prefettura ed all’ASL reggina, tanto da rendere necessario un immediato intervento del NAS per avviare le previste misure contenitive e di cura e scongiurare ben più gravi conseguenze, interrompendo i goffi tentativi di occultamento dei casi Covid.
Altri due dipendenti sono indagati per sostituzione di persona, in quanto, come avrebbero dimostrato le intercettazioni telefoniche, avrebbero fatto credere ad una anziana signora intenzionata a lasciare la casa di riposo, di parlare al telefono con il figlio, che la rassicurata sulla “buona qualità” dell’assistenza e degli operatori che la curavano., mentre, in realtà si trattava di un dipendente. Tra gli indagati, poi, vi è anche una geometra reggina che, unitamente alle titolari, è stata deferita in stato di libertà per il reato di falsità ideologica, poiché avrebbe attestato falsamente la presenza, presso lo stabile in cui vi era la casa di riposo abusiva, di 4 distinte casa - famiglia che rispettavano i requisiti minimi strutturali. Contemporaneamente all’esecuzione della misura cautelare personale è stato eseguito il sequestro preventivo della casa di riposo, e gli ospiti sono stati trasferiti presso i familiari o altre strutture socio sanitarie individuate dai Carabinieri e dai servizi sociali del Comune di Reggio Calabria. Il procedimento penale è nella fase delle indagini preliminari per cui vanno fatte salve le successive valutazioni di merito
27-06-2022 12:16
Questa notizia è stata letta 2763 volte

NOTIZIE CORRELATE


10-08-2022 - ATTUALITA'

Coronavirus. Un decesso al Gom di Reggio Calabria

Il bollettino
10-08-2022 - ATTUALITA'

Rosanna Scopelliti: "Pretendo la verità sull'assassinio di mio padre"

Commemorazione 31 anni dopo
10-08-2022 - ATTUALITA'

Reggio ricorda il giudice Scopelliti, Versace: "Fare luce su pagina buia del Paese, istituzioni sempre al fianco di Rosanna Scopelliti"

A 31 anni dall'omicidio mafioso le massime istituzioni civili e militari hanno ricordato la figura del magistrato reggino
09-08-2022 - ATTUALITA'

Presentato il calendario degli eventi culturali della Deputazione di Storia Patria per il trimestre agosto-ottobre

Dopo aver finalmente trovato casa presso Palazzo Alvaro

ULTIME NEWS

CRONACA

Bianco. Incendio in abitazione, morta una donna

Una donna di 76 anni, con problemi di disabilità fisica, è morta nella sua casa a Bianco, nella Locride, a causa di un incendio che si è sviluppato per cause accidentali nell'abitazione. Il cadavere della donna è stato trovato in ...
ATTUALITA'

Disposto l'accesso antimafia nel Comune di Scilla

Il Ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, accogliendo la proposta del prefetto di Reggio Calabria, Massimo Mariani, ha disposto l'accesso antimafia nel Comune di Scilla. Attuale sindaco del centro del reggino è Pasqualino Ciccone, eletto con ...
SPETTACOLO

Gli ambientalisti insorgono: "No al Jova Beach Party a Roccella"

Alcune associazioni ambientaliste, Lipu, Italia Nostra, Marevivo, StorCal e Rifiuti Zero, hanno sottoscritto una nota in cui esprimono la loro contrarietà al "Jova Beach Party", il concerto di Jovanotti in ...
CRONACA

Occhiuto: "Da quest'anno in Calabria riusciamo a scovare chi appicca incendi e distrugge la nostra Regione"

"Attenzione. Vi chiedo di condividere al massimo questo messaggio, perché tutti devono sapere che da quest’anno in Calabria ...
CULTURA

"Ridicola l'iniziativa delle copie dei Bronzi di Riace gettate in mare"

"L'iniziativa delle copie dei Bronzi di Riace gettate in mare e recuperate dopo un anno per studiarne gli effetti è innanzitutto un'idea ridicola. Bisognerebbe tenere in mare le copie per circa ...
ATTUALITA'

Violenza giovanile a Reggio, la riflessione di Gaetano Gebbia

Di Gaetano Gebbia Allenatore di pallacanestro Il pestaggio di cui è stato vittima un giovane, nei giorni scorsi sul lungomare di Reggio Calabria, ha provocato in tutta la comunità (non solo reggina) sentimenti di stupore, ...
ATTUALITA'

Autismo, arriva il contributo regionale per le famiglie bisognose

«Il progetto “Includi Calabria” per sostenere economicamente le famiglie al cui interno ci sono persone affette da disturbi dello spettro autistico è pronto, oggi abbiamo pubblicato lo schema di avviso ...
CRONACA

Reggio Calabria. Rinvenuto un telefono cellulare all'interno del carcere San Pietro

Un telefonino è stato rinvenuto durante una delle operazioni svolte dalla Polizia penitenziaria in servizio presso la Casa Circondariale di Reggio Calabria San Pietro. Il cellulare era ...
ATTUALITA'

Domenica al museo: il MArRC nella Top 15 nazionale con oltre 2700 ingressi

Grande successo al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, che per la “domenica al museo”, si posiziona tredicesimo nella Top 15 nazionale dei musei e luoghi della cultura statali con ...
ATTUALITA'

La MetroCity entra in Castore, Versace incontri i lavoratori: "La macchina è partita, ora dare concretezza al progetto"

Il sindaco facente funzioni della Città Metropolitana, Carmelo Versace, insieme al management della società ...
AMBIENTE

Stessa spiaggia, stesso mare... purtroppo

Riceviamo e pubblichiamo: "Anche quest'anno trascorro qualche giorno nell'estremo meridione dell'Italia continentale: Melito di Porto Salvo. Terra famosa dal Risorgimento ai giorni di oggi. Quest'anno sono arrivato con una speranza, quella di trovare ...
ATTUALITA'

Smart City Instruments, soluzioni per città smart 100% made in Calabria

Il concetto di "smart city" si sta diffondendo sempre più come una necessità per migliorare i servizi al cittadino e la vivibilità complessiva degli spazi. Affinché questo sia ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

E' TUTTO CINEMA
FUORI GIOCO
90 minuti di gioco e fuori... gioco
SPORT HEROES
Di Giusva Branca
MEDICINA IN DIRETTA
L'appuntamento settimanale con la salute
Liquore Tedesco
CALABRIA VERDE
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.30

Film
TEDESCO LIQUORI SHOP
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • autobus regionali non passano da paese. PORTO CITTà METROPOLITANA, ISOLATO DA MEZZI PUBBLICI
  • Lampione non funzionante
  • Indignata con l’asp di Reggio Calabria
  • stato di abbandono totale
  • Siamo il Sud del Mondo
  • Fogna
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Italpress
ISTITUTO DE BLASI
idomotica