Ferragosto al lido Comunale, nonostante tutto [VIDEO]

Autore Redazione Rtv | lun, 15 ago 2022 14:14 | 14 viste | Lido Comunale Ferragosto Reggio Calabria
Bagnanti sulla spiaggia reggina tra i ricordi del passato e il rammarico per lo stato d'abbandono
Già alle 11 di mattina era tutto un brulicare di gente intenta a sistemare tavoli, sedie, tovaglie e bicchieri, ma soprattutto teglie colme di ogni ben di Dio: dalle lasagne al forno alle cotolette, dai contorni alla frutta, passando per dolci e gelati. Era ciò che accadeva ogni Ferragosto al lido Comunale di Reggio Calabria. Intere famiglie, grupppi di amici, persone rientrate dal Nord per trascorrere un breve periodo di vacanza che attendevano il 15 agosto come fosse il "giorno dei giorni".
Inutile e, forse, doloroso continuare a snocciolare i momenti vissuti da buona parte dei cittadini, i ricordi indelebili che quella spiaggia, quella struttura ha regalato fino a pochi anni fa. Oggi, tutto questo sembra un dolce ricordo, ancora più doloroso, dicevamo, proprio perché il tempio dell'estate reggina è ormai un rudere. "Ai miei amici dico che parlano sempre della città come se fosse l'incipit di una fiaba: c'era una volta...", è l'amara considerazione di un reggino trapiantato al Nord e che ha vissuto, un anno dopo l'altro, il degrado del lido comunale.
"I miei genitori prendevano la cabina, io ho sempre trascorso l'estate qui - afferma un'altra cittadina -. Erano belli gli anni nei quali a gestire tutto era Mimì Fortugno. Avevamo tutto, trascorrevamo tutta la giornata qui e la sera ci godevamo anche uno spettacolo".

GUARDA IL VIDEO

Adesso, anche a causa di uno stop al progetto di restying comunale da parte della Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici che lo ha definito "bene di interesse storico-sociale per la città", il lido Comunale è nient'altro che una struttura fatiscente. "Ci chiedono quasi 500 euro per la cabina, usata poco più di un mese, quando siamo noi a cercare di tenere pulito qui - tuona una cittadina -, dovrebbero essere loro a pagare noi". Tra i bagnanti presenti, lo stato d'abbandono della struttura è argomento principe, tra malcelata delusione e rabbia.

L'estate 2022 è ormai andata, lo sguardo sarà quindi rivolto a quella prossima, nella speranza che, anche questa volta, l'attesa non sia vana.

Aggiornamenti e notizie