Addio al
CULTURA

Le sue ultime parole ai suoi ragazzi: "vi consegno una significativa opera: fatela sviluppare e rifiorire come una pianta in un ricco giardino"

Addio al "PapÓ delle bande musicali", se ne va il Dottor Giuseppe Scerra: la sua "intuizione" aveva appassionato il Maestro Muti

Delianuova (Reggio Calabria). La Provincia di Reggio, la Calabria e l’Italia tutta, piangono per la scomparsa del Dottor Giuseppe Scerra: il “papà delle bande musicali”. Ma la sua opera, prima di valido professionista, ma soprattutto di appassionato cultore della musica e del talento dei più giovani, resterà indelebile nella memoria di tutti. Di quanti hanno avuto l’onore di conoscerlo, ma anche di chi ha sentito parlare di quella felice “intuizione” nata e concretizzatasi il 2 giugno del 2000, a Delianuova - nel cuore dell'Aspromonte - e poi diffusasi a macchia d’olio, a tal punto da divenire un vero e proprio “movimento” identitario di una Calabria capace di veicolare, attraverso i giovani musicisti dei complessi bandistici, il suo vero volto, quello pulito. Assieme a un forte messaggio culturale e legalitario, oggi conosciuto in ogni angolo del pianeta.
Provare per credere, basta chiederlo al più grande direttore d’orchestra vivente al mondo come il Maestro Riccardo Muti che quella “intuizione”, l’ha fatta propria, fino al punto di raccontarla dai più rinomati palcoscenici sparsi in ogni angolo del pianeta e a dirigere oltre mille giovani calabresi, a imbracciare l’unica arma possibile: ossia uno strumento musicale. Se oggi della Calabria si parla in positivo, ebbene lo si deve anche al dottore Scerra, autentico interprete di ciò che di meglio la terra che gli ha dato i natali è in grado di esprimere. E che lui ha saputo infondere attraverso lo sviscerato amore, soprattutto nei confronti dei suoi ragazzi ai quali ha saputo trasmettere amore, passione e anche valori come la condivisione e lo stare insieme che va oltre ogni tipo di steccato. Come appunto la sinfonia emessa dal suonare l’uno accanto all’altro.
Quei ragazzi che non a caso amava definire suoi “figli adottivi”. Nel corso di uno dei suoi ultimi incontri pubblici, nell’aprile scorso, rivolgendosi proprio a loro pronunciò parole che fanno ancora venire i brividi, non fosse altro che risuonano come un autentico testamento: "Cari miei ragazzi; cari miei figli adottivi; questa sera vi porgo questo mio ultimo saluto di commiato e di congedo. Non vi esprimo ciò che c'è nel mio cuore in questo momento, perché non ce la farei a continuare, ma vi dico soltanto che vi voglio tanto bene a tutti personalmente. Vi prego d ricordarvi di me come io di voi. Questa sera in qualità di fondatore e di presidente per 17 anni, mi permetto di consegnarvi una significativa opera: fatela sviluppare e rifiorire come una pianta in un ricco giardino. Servirà per il vostro sviluppo sociale, spirituale, culturale e materiale. Servirà non solo per voi, ma per il popolo deliese ... per tutto l'Aspromonte ... per l'intero Meridione”.
I funerali del Dottor Scerra si terranno domani, domenica 27 agosto, nella chiesa madre di Delianuova alle ore 16.00. Ai suoi cari giungano le più sentite condoglianze dell'intera famiglia di Rtv.
Francesco Chindemi
26-08-2017 14:58

NOTIZIE CORRELATE


23-06-2018 - ATTUALITA'

Reggio, torna l'Assemblea itinerante del Laboratorio politico Patto Civico

L'appuntamento Ŕ fissato per Lunedý 25 giugno
23-06-2018 - ATTUALITA'

Reggio, l'area 'Gallico-Camping' ritorna balneabile

Lo comunica l'Arpacal
22-06-2018 - ATTUALITA'

SanitÓ convenzionata. In attesa di importanti novitÓ, resta compatto il fronte della battaglia

GiÓ prima dell'udienza del Tar del 29 giugno, Roma potrebbe pronunciarsi
22-06-2018 - CRONACA

Falsi disabili tra i dipendenti per ottenere finanziamenti europei, scoperta truffa milionaria in Calabria

Coinvolti vertici di call center e dirigenti regionali

ULTIME NEWS

CRONACA

Gioia Tauro. Paura per una presunta bomba, in realtÓ potrebbe essere un dispositivo di segnalazione per navi con immigrati clandestini

Gioia Tauro (Reggio Calabria). Una sospetta apparecchiatura illegale, di quelle utilizzate ...
CRONACA

Aveva aggredito un giocatore del Gallico Catona: Daspo ad un dirigente dell'ASD Siderno

Ferma l’azione del Questore della Provincia di Reggio Calabria dopo il deprecabile episodio del 22 aprile scorso, relativo all’aggressione subita da un giocatore della ...
ATTUALITA'

"La strada provinciale Palmi-Seminara-MelicuccÓ Ŕ in stato di abbandono totale, intervenite urgentemente"

Riceviamo e pubblichiamo: "La strada provinciale Palmi-Seminara–Melicuccà nella città Metropolitana di Reggio Calabria ...
CRONACA

Incidente nella notte a Catanzaro, muore un 20enne

Catanzaro. Tragico incidente stradale questa notte a Catanzaro. In Via stretto Antico, una Ford Fiesta, per cause ancora in corso di accertamento, ha perso il controllo, impattando violentemente contro il guardrail. Nell'incidente sono rimasti coinvolti ...
CRONACA

Reggio, arrestato il nipote del boss di 'ndrangheta Giovanni Tegano

Reggio Calabria. Nella mattina odierna, al culmine di accurate indagini coordinate dalla Procura Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, diretta dal Procuratore della Repubblica dr. Giovanni Bombardieri, gli investigatori ...
ATTUALITA'

Votata all'unanimitÓ dalla Conferenza Nazionale delle Presidenti delle CRPO la proposta di modifica alla legge 4/2018. La soddisfazione di Cinzia Nava

Reggio Calabria. La proposta di modifica alla legge 4/2018 ...
CRONACA

Rosarno, 32enne investe con l'auto un uomo che lo aveva filmato mentre gettava rifiuti in un corso d'acqua: arrestato FOTO/VIDEO

Nella notte del 22 Giugno 2018, a Rosarno (RC), su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi, i Carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro hanno dato esecuzione ad un decreto di fermo di indiziato di delitto emesso nella giornata di ieri 21 giugno 2018 nei confronti di cittadino rosarnese, ANDREACCHIO Alessandro, di 32 anni, poiché ritenuto responsabile dei reati di tentata rapina e tentato omicidio ai danni di un turista di nazionalità svizzera, D. A. di anni 54. I fatti che hanno portato al fermo di indiziato di delitto a carico di ANDREACCHIO risalgono al pomeriggio di ieri 21 giugno quando i militari della Compagnia di Gioia Tauro, a seguito di una telefonata giunta all’utenza di pronto intervento 112, apprendevano che presso il Pronto Soccorso del locale Ospedale Civile era stato trasportato, in codice giallo, un cittadino svizzero che riferiva di essere stato poco prima investito da un giovane italiano mentre si trovava in località Marina di Rosarno. Le immediate attività info – investigative, svolte sotto il costante coordinamento della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi, e sviluppate attraverso l’escussione della vittima e dei testimoni nonché mediante l’analisi tecnica dei dati informativi acquisiti nei momenti successivi ai fatti, consentivano in poco di tempo di accertare che, alle 14.30 circa di ieri, l’ANDREACCHIO, dopo aver minacciato e colpito violentemente il cittadino svizzero allo scopo di sottrargli il telefono cellulare con cui quest’ultimo lo aveva poco prima ripreso mentre scaricava illecitamente rifiuti lungo il margine di un limitrofo corso d’acqua, lo aveva intenzionalmente investito con la sua autovettura, dandosi poi alla fuga e facendo perdere le proprie tracce. La vittima, che era riuscita comunque a riprendere in un video le fasi salienti dell’aggressione e dell’investimento, immagini poi rivelatesi utili ai fini investigativi, a seguito dell’impatto era stata trasportata presso il Nosocomio Civile di Gioia Tauro per le cure del caso, riportando gravi lesioni agli arti superiori. Il fermo, emesso dalla Procura della Repubblica all’esito del grave quadro indiziario delineatosi a carico dell’indagato, è stato eseguito dopo poche ore dall’evento tanto che l’arrestato, a formalità di rito espletate, è stato associato presso la Casa Circondariale di Reggio Calabria ...
CRONACA

Reggio. Operazione Emme 3, Francesco Malara chiarisce: "dimostrer˛ la mia estraneitÓ ai fatti"

Riceviamo e pubblichiamo la nota diramata dal Sindaco di Santo Stefano in Aspromonte Francesco Malara: "In data 20/06/2018, mi è stato notificato ...
SPORT

Reggina, ecco l'attaccante: preso Piergiuseppe Maritato

Reggio Calabria. La Reggina di Cevoli inizia lentamente a prendere forma. Dopo gli arrivi di Salandria e Navas, ieri è stata la volta di Piergiuseppe Maritato. L’attaccante, nato a Cetraro, ha firmato un contratto annuale. Maritato, 29 ...
POLITICA

Tilde Minasi: "Le critiche nei confronti di Salvini sono strumentali"

Reggio Calabria. "Fa piacere registrare da più parti (o meglio da un unico lato a voler essere precisi!) critiche, più che costruttive, distruttive, all'indirizzo di Matteo Salvini. Siamo, infatti, ...
CRONACA

Gioia Tauro, arrestato 16enne responsabile di una rapina aggravata ai danni del negozio Splendidi & Splendenti

Gioia Tauro. Nel pomeriggio di ieri, nell’ambito di un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione ed alla ...
CRONACA

Gioia Tauro, sorpreso dai Carabinieri con 1,5 kg di canapa indiana: arrestato 29enne

Gioia Tauro. Nel pomeriggio di mercoledì, nell’ambito di un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione ed alla repressione dei reati in materia di sostanze ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

VIOLA A2.0
SMASHITS
I migliori videoclip musicali del momento con il brio del Vj Filippo Lopresti
CIVITAS
Manuale di Convivenza Civile
A PRESCINDERE
Di Pino Toscano
Mobili Catalano
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.15 Film

Antonio - Il Santo dei miracoli

ADNKRONOS ULTIM'ORA


    LINK UTILI
    Seguici su Facebook
    Guardaci su Youtube
    Seguici su Twitter
    Riceviamo e Pubblichiamo
    Segnalazioni, proposte, commenti
    • Degrado di una cittaĺ
    • problema orti
    • Rassicurazioni circa il servizio porta a porta
    • Perdita dĺacqua in via sbarre inferiori
    • incivili analfabeti
    • Reggio Calabria impegnata per europa e il lavoro
    IL
    METEO
    Previsioni meteo per la settimana
    Richiedi la copia di un video
    Compila il form
    ADV
    viola
    idomotica
    Italpress
    Basta vittime 106