POLITICA

La nota del Coordinamento Reggio Calabria Movimento Nazionale Sovranità

"La città affonda e Falcomatà continua con le bugie"

Come al solito, di fronte all’evidenza del fallimento della sua gestione, il sindaco Falcomatà e la sua sgangherata maggioranza tentano di imbrogliare i cittadini raccontando bugie, se la squagliano di fronte alle proprie responsabilità, come se avessero iniziato a gestire il Comune soltanto da ieri e non da quasi cinque anni. Intanto, un’amministrazione davvero trasparente dovrebbe fornire risposte chiare sulla propria gestione, al di là dell’interpretazione sulle procedute attivate, perché lo si deve ai cittadini. Non ci crede più nessuno, peraltro, che le incapacità di Falcomatà e compagni siano da giustificare con il sempre più stantìo richiamo a chi c’era prima di loro. E allora basta con le bugie, i reggini sono stanchi di una città allo sbando, di strade abbandonate da anni, di acqua che non arriva nelle case nonostante la presa in giro del miracolo Menta, di servizio raccolta rifiuti che non funziona, di attività commerciali costrette a chiudere, di migliaia di giovani che scappano via in cerca di miglior fortuna perché qui hanno visto distrutta ogni speranza di futuro da una classe dirigente improvvisata, incapace di immaginare una prospettiva di crescita per gli anni a venire. Basta con la favoletta che tutto è fermo perché non ci sono soldi. Tutto è fermo, invece, perché hanno preferito far affondare la città per puro folle tornaconto politico e poter continuare a dire che non possono intervenire perché c’è stato il famoso “buco di bilancio” che hanno ereditato. E allora è necessario che Falcomatà faccia chiarezza su alcune vicende. Quando lui si è insediato il disavanzo di amministrazione certificato dai Commissari Straordinari e dalla Corte dei Conti al 31.12.2012 (ultimo anno della gestione del centrodestra) era pari a € 110.918.000, che con il consuntivo al 31.12.2014 (quindi gestione Falcomatà) diventano € 172.810.655. A fronte di tale disavanzo di amministrazione, i Commissari avevano lasciato in eredità al giovane sindaco le risorse provenienti dal piano di riequilibrio, che aveva portato nella casse del Comune liquidità per € 253.100.000, di cui € 187.500.000 appunto per pagare fatture non onorate e saldare i debiti derivanti dalla mancanza di disponibilità di cui tutti gli Enti Pubblici hanno sofferto e continuano a soffrire per i diminuiti trasferimenti da parte dello Stato. E allora, caro Falcomatà, come mai i debiti della sua amministrazione anziché diminuire grazie alle risorse straordinarie provenienti dal piano di riequilibrio, sono invece aumentati fino a diventare, come da egli stesso affermato, € 241.000.000? Che uso ha fatto dei 253.000.000, soldi liquidi giunti nelle casse del Comune per sanare il bilancio? Quali azioni ha prodotto a favore della città, quali sono gli investimenti che ha attivato e che hanno causato il debito prodotto dalla sua amministrazione? Spieghi Falcomatà che fine hanno fatto le risorse già iscritte a bilancio per le attività di manutenzione ordinaria (stradale, del verde pubblico, dell’illuminazione…) e oggi misteriosamente scomparse. Se è vero che circa due anni fa ha approvato e sottoscritto il contratto di servizio con Castore e Polluce (poi fuse nella sola Castore) che prevedeva un preciso piano industriale sulla scorta delle risorse appositamente destinate nel bilancio comunale, quelle risorse pari a diversi milioni di euro c’erano o non c’erano? Perchè se c’erano, deve spiegare come mai ad oggi sono state assegnate a Castore risorse pari solo a circa 1,5 milioni di euro, rendendo praticamente inattiva la società. Se invece non c’erano, allora ha sottoscritto un atto pubblico palesemente falso. Il risultato di tutto ciò è che le manutenzioni ormai da anni non vengono garantite e la città sta vivendo, anche da questo punto di vista, il periodo più buio della propria storia. Spieghi Falcomatà che fine hanno fatto gli introiti della TARI, considerato che l’AVR afferma di non aver incassato quanto fatturato e che, allo stesso tempo, la Regione minaccia di commissariare il Comune non avendo ricevuto quanto dovuto per gli oneri di conferimento dei rifiuti solidi urbani relativamente agli anni di gestione Falcomatà. Su queste cose siamo pronti al confronto pubblico. Accetti Falcomatà, per una volta, di confrontarsi davanti alla città e renda conto delle sue attività amministrative. Non sfugga più addossando sempre e comunque le responsabilità del suo fallimento a chi c’era prima di lui. Se accetterà il confronto, magari potrà farsi supportare dal nuovo dirigente delle Finanze della Città Metropolitana, il Dott. Cuzzola, che egli ha nominato evidentemente riponendo in lui grande fiducia, che è stato il dirigente comunale che ha redatto quei bilanci nei quali il sindaco ha più volte visto il famoso “buco”.
Il Commissario Città di Reggio Calabria
Franco Germanò
09-02-2019 12:05

NOTIZIE CORRELATE


20-07-2019 - ATTUALITA'

Bollette dell'acqua, martedì 23 luglio incontro con i residenti di Archi

per conoscere quali sono i presupposti e gli strumenti per ottenere la riduzione del 50 % del canone acqua relativo al 2018
20-07-2019 - ATTUALITA'

Gambarie "BikePark". L'invito di Vittorio Brumotti: "ci vediamo tutti domenica a Gambarie" VIDEO

Il celebre inviato di Striscia la Notizia e campione di ciclo cross testimonial dell'iniziativa
20-07-2019 - ATTUALITA'

Reggio Calabria. L'Oasi Village pronta a ripartire: la commozione dello storico proprietario Mario Scaramuzzino VIDEO

Da lunedì i lavori di adeguamento delle strutture compromesse da intemperie e vandali

ULTIME NEWS

CULTURA

Moonday. Reggio Calabria celebra i 50 anni del primo sbarco sulla Luna con l'astronomo Fabrizio Mazzucconi VIDEO

Reggio Calabria. 50 anni fa l'uomo metteva piede per la prima volta nella storia sulla Luna. Ospite del Planetarium Pythagoras di Reggio Calabria, l'astronomo e vice segretario nazionale della Società Italiana di Astronomia, Fabrizio Mazzucconi ci dice: "fu quello il primo passo verso la conquista dello spazio". Anche in riva alla sponda calabrese dello Stretto si celebra il MoonDay, con la conferenza dello stesso Mazzucconi, ospitata sulla terrazza panoramica del Museo Archeologico di Reggio Calabria, sul tema "Apollo 11. Correva l'anno 1969: l'anno della luna". L'evento inaugura il programma delle Notti d’Estate al MArRC 2019 in collaborazione con il Planetarium Pythagoras, la cui anima è l'instancabile professoressa Angela Misiano, consigliera nazionale della Società Italiana di Astronomia e direttore scientifico della struttura che nel 2014, su iniziativa dell'allora Ente provinciale, è stata elevata a centro di "Alta Cultura". «La felice collaborazione con il Museo ci permette di celebrare i cinquant’anni dell’allunaggio nella location ideale della terrazza sotto le stelle del MArRC, per una sinergia tra scienza ed emozione. La luna ha ispirato poeti, artisti e studiosi di ogni epoca, alimentando sogni e speranze della gente comune con il suo mistero dal fascino intramontabile. Gli astronomi possono raccontare il loro “punto di vista”, che è interessante e suggestivo per tutti, non soltanto per gli specialisti», le parole di Angela Misiano. «Festeggiare con il Planetario Pythagoras la Giornata in cui ricorrono i cinquant’anni del primo sbarco sulla Luna - è il commento del Direttore Malacrino - è un privilegio. La meravigliosa terrazza del MArRC con vista sul mare e sul cielo è un luogo privilegiato per rivivere le emozioni di quella magica notte di luglio ...
CRONACA

Ancora furti nelle chiese della diocesi di Locri-Gerace: "Restituite quello che avete rubato"

Il vescovo di Locri-Gerace, monsignor Francesco Oliva, esprime il proprio dispiacere per i ripetuti furti sacrileghi che si registrano nelle chiese della ...
CRONACA

Rosarno. Furto aggravato di acqua potabile comunale, un arresto e 12 persone deferite

Nel corso della settimana, a Rosarno, a conclusione di un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati predatori e della ...
CRONACA

Locri. Tenta la fuga dopo aver rubato un'auto: 34enne inseguito ed arrestato

Ieri notte, i carabinieri sezione radiomobile della Compagnia di Locri hanno arrestato Giovanni Cananzi, 34enne di Nizza di Sicilia (ME) già noto alle forze dell’ordine, per furto aggravato e ...
CRONACA

Faida di San Luca. Il padre di Francesco Pelle assolto dal reato di associazione mafiosa

Assolto per non aver commesso il fatto. Domenico Pelle detto Micu U’ Mata il padre di Francesco Pelle (fuggito nei giorni scorso dopo una condanna all’ergastolo sempre ...
CRONACA

Strage di Duisburg: Pelle latitante dopo la condanna all'ergastolo

Francesco Pelle detto ‘Ciccio Pakistan’, classe 1977, implicato nella Strage di Duisburg, sottoposto a Milano all'obbligo di dimora e in attesa della sentenza della Corte di Cassazione con le imputazioni di ...
CRONACA

Duisburg, Pelle scrisse a Klaus Davi poche ora prima della fuga: "Sono innocente"

«L’ultimo messaggio che ho avuto da Francesco Pelle è un sms del 4 giugno: ‘Presto ti darò un’intervista ma vieni senza microfoni’». È il ...
ATTUALITA'

Scilla. Contratti di locazione a canone agevolato, l'UPPI: "Il comune non rientra nell'elenco"

Come da notizia diffusa da RTV in data 16 luglio u.s.circa l’Accordo territoriale, riguardante i contratti di locazione a canone agevolato, depositato presso il ...
ATTUALITA'

Caso Hospice. Siclari: "Il Sottosegretario Bartolazzi non dice nulla di nuovo"

“Ennesimo “nulla di fatto” del Governo che certificherà la perdita di una struttura di eccellenza. Il Sottosegretario Armando Bartolazzi risponde all’interrogazione ...
ATTUALITA'

Lido Comunale. La mancata apertura è "l'offesa di questa maggioranza politica verso uno dei simboli della regginità"

“La ferita civica, che brucia e non rimargina, rappresentata dalla mancata consegna ai villeggianti della struttura del ...
POLITICA

Il Governo risponde all'interpellanza di Cannizzaro: "l'Hospice non chiuderà"

L'Hospice “Via delle Stelle” non chiuderà e, come auspicato dall'intera comunità reggina e non, continuerà la propria encomiabile attività sotto la gestione ...
CRONACA

Taurianova. I Carabinieri arrestano 4 persone per coltivazione di canapa indiana

Reggio Calabria. Nell’ambito di un servizio di rastrellamento in area aspromontana finalizzato al contrasto delle coltivazioni di sostanza stupefacente, i carabinieri della compagnia di ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

CHISTI SIMU
I BASTALDI
PIANETA DILETTANTI
FUORI GIOCO
90 minuti di gioco e fuori... gioco
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Situazione antigienica per presenza di rifiuti.
  • Chiedere aiuto e' un diritto!!
  • Fontana a secco
  • Totale abbandono
  • Strade colabrodo
  • Dissesto stradale
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Italpress
idomotica
Basta vittime 106