Waterfront dietrofront:
POLITICA

Movimento Nazionale per la Sovranità e Reggio Futura commentano le ultime esternazioni del sindaco su l'opera "bloccata" dalla sua amministrazione

Waterfront dietrofront: "scene da Falcomatà!"

Reggio Calabria. “Ancora una volta la manifestazione da propaganda elettorale S’Intesi è occasione per il Sindaco e per i suoi compagni di sciorinare argomenti a piacere, deformazioni della realtà, attacchi a categorie e le solite promesse che sanno di non potere mantenere”. E’ quanto sostengono in una nota congiunta il Movimento Nazionale per la Sovranità e Reggio Futura.
“Si comincia con una notizia dai dati incerti che però conosce solo Falcomatà: la presenza di una maggioranza (ripetiamo, maggioranza!), silenziosa di cittadini che lo stimerebbe, lo appoggerebbe e rivorrebbe a Palazzo San Giorgio. Premessa dal sapore di utopistico la cui evidente fantasiosa assurdità viene da lui stesso giustificata con un attacco ai social network e ai giornali on line, rei di remare contro la sua “splendida” sindacatura. Se non fosse componente del PD, il partito più antidemocratico del Paese – prosegue la nota – ci sarebbe da stupirsi di una affermazione del genere, ma tant’è e dunque i giornalisti con lui non schierati e non alle dipendenze dovrebbero stare buoni e zitti! …oltre ovviamente ai cittadini che osano protestare su Facebook per l’ennesimo semiasse da riparare o per la settimana senz’acqua in casa”.
“Lui sa di essere il meglio per Reggio e stop”. Ancora ironicamente Movimento Nazionale per la Sovranità e Reggio Futura: “Ditelo in giro, ai giovani che scappano e nelle discariche del centro storico, ai commercianti in default ed agli operatori turistici. È tutto ok. Se questa è la sua idea di città normale c'è da avere paura”.
Poi si va ben oltre. “I reggini ricorderanno bene che all’inizio del suo mandato elettorale il Sindaco Falcomatà e la sua Giunta dell’epoca procedettero ad un definanziamento che sancì la sconfitta della speranza di sviluppo per questa città. Il Decreto Reggio rimodulato - e decurtato di parecchi milioni dal Governo “amico” Renzi - per fare fronte alle emergenze, alla situazione già allora catastrofica in cui si trovavano le strade cittadine, dopo due anni di inerzia assoluta di manutenzione durante il festeggiato commissariamento del Comune”.
“E così il Waterfront, quello che avrebbe potuto costituire – per i due movimento di centrodestra – l’opera volano di crescita per il territorio metropolitano è stato accantonato per consentire questi interventi di rifacimento delle strade che tuttavia ad oggi e alla conclusione di questa disastrosa sindacatura Falcomatà si ritrovano in condizioni ancor più gravi e di vera e propria pericolosità per l’incolumità pubblica”.
“Ed ecco arrivati al paradosso più straordinario, alla disperazione di chi percepisce un clima di rivolta sociale e di azzeramento dei consensi, generati dalla inettitudine amministrativa palesata e che porta un Sindaco e la sua Giunta ad un maldestro tentativo di reinventarsi. Il palcoscenico – a detta del Movimento Nazionale per la Sovranità e di Reggio Futura – gronda di ipocrisia e irrealtà, S’intesi della retorica. Da quel proscenio da cui si ha l’ardine di pronunciare le parole normalità, si giunge al sommo barbaro coraggio di ritirare fuori dal cassetto delle proprie paure elettorali nientedimeno che il grande progetto di Zaha Hadid, il tanto vituperato Waterfront la cui realizzazione era stata data per impercorribile ed onirica”.
“In buona sostanza, Falcomatà, dopo avere umiliato la sua città, coprendola di ridicolo per avere rinunciato da un’opera di respiro internazionale, oggi in prossimità delle elezioni cerca in un cilindro bucato un coniglio che non c’è. La verità è che questi signori sono rimasti vittime di un conflitto di natura ideologica e di vendicativa indole, che li ha indotti ad abbandonare non solo il grandioso progetto dell’archisitar, ma anche opere che si trovavano in avanzato stato di completamento, quale il parco lineare sud, opera pressoché terminata e lasciata per cinque anni in stato di totale fermo, come le “Aste” del Sant’Agata, un’opera di facile realizzazione che avrebbe fatto il paio con le “Bretelle” del Calopinace per risolvere il problemi di circolazione della zona sud cittadina, insieme a tante altri progetti, previsti dal Decreto Reggio, vero e proprio tesoretto per la nostra città”.
“Ed invece – ancora i due movimenti – questo stallo rancoroso in cui hanno fatto cadere il territorio cittadino e metropolitano ha generato crisi economica, blocco completo del mercato del lavoro e un arresto dell’indotto intero senza precedenti. In questo campo l’Amministrazione Falcomatà ha espresso il peggio di sè, come dimostrano i finanziamenti andati perduti in varie occasioni. Purtroppo per noi tutti, però, anche queste dichiarazioni altro non sono che retorica da ultima spiaggia, poiché la peggiore amministrazione che Reggio ricordi non è in grado nemmeno di pensare ad un’opera di questo livello. Non sono capaci di gestire la normale amministrazione, figuriamoci di realizzare un così imponente progetto, una occasione di sviluppo unica che avrebbe definitivamente consacrato Reggio e la sua Città Metropolitana quale capitale del Mediterraneo, in quella visione strategica che lungimiranza, programmazione e grande senso di appartenenza avevano immaginato qualche anno fa”.
Movimento Nazionale per la Sovranità e Reggio Futura
02-09-2019 10:55

NOTIZIE CORRELATE


18-09-2019 - ATTUALITA'

Reggio Calabria. Urbanistica comunale, approvato schema di convenzione per l'accrescimento delle competenze dei giovani professionisti

per i giovani professionisti, iscritti da meno di 5 anni e che non abbiano superato il 33esimo anno di età
17-09-2019 - ATTUALITA'

Reggio, mercoledì la Cerimonia di cambio Comandante della Scuola Allievi Carabinieri

Verrà affidata la bandiera d'istituto della Scuola Allievi Carabinieri al Colonnello Alessandro Magro Comandante subentrante
17-09-2019 - ATTUALITA'

Reggio, consegna del Cero Votivo: il discorso di Falcomatà

"La comunità è l'opera pubblica più importante che esista"

ULTIME NEWS

CRONACA

Roccella Jonica. Sbarco di 74 extracomunitari, arrestati due scafisti

Tempestivo e risolutivo l’intervento degli Agenti della Polizia di Stato della Sezione Criminalità straniera e prostituzione della Squadra Mobile e del Commissariato di P.S. di Siderno, che in poche ore hanno ...
ATTUALITA'

Venerdì 20 settembre dalle 18 alle 20 tutti i bambini alle giostre del Tempietto in un ambiente protetto

Reggio Calabria. Luci e suoni off per consentire ai bambini che soffrono delle sindromi dello spettro autistico di poter accedere al Luna Park e godere ...
CRONACA

Rosarno. Operazione Mauser: confiscati beni per un milione di euro a 55enne

Ieri mattina, i Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di confisca di beni immobili, imprese e prodotti finanziari riconducibili al patrimonio di ...
ATTUALITA'

Documenti stracciati, ma con dati in vista tra la differenziata fuori dagli uffici dell'anagrafe. Il vice sindaco Neri: "sarà avviata indagine interna per accertare eventuali responsabilità"

Reggio Calabria. Carte d'Identità e documenti stracciati, ma con dati sensibili ben evidenti. Alla mercé di chiunque si trovi di passaggio davanti al Palazzo comunale che ospita gli uffici dell'anagrafe. Documenti depositati in buste trasparenti della differenziata e in traboccanti cassonetti per la raccolta carta. La denuncia arriva da alcuni cittadini e le immagini condivise sui social sono diventate virali. "Alla faccia della privacy" è il commento di quanti hanno segnalato tale situazione che, se fosse confermata, avrebbe davvero del paradossale. Da noi contattato sulla questione, così ha detto il vice Sindaco con delega sia ai servizi demografici che all'ambiente: "Chiederò una relazione e spiegazioni formali sull’accadimento al responsabile del servizio. Pertanto, sarà avviato accertamento interno" "Qualora dovessero emergere delle responsabilità - ancora Neri - potrebbero scaturire provvedimenti disciplinari nei confronti di chi ha operato ...
CRONACA

'Ndrangheta. Giuseppe Pelle è tornato libero

Giuseppe Pelle, classe ’81, fratello del ben più noto Francesco Pelle detto ‘Ciccio Pakistan’, è tornato libero. Lo ha rivelato Klaus Davi nel corso del programma di Tgcom24 “Fatti e Misfatti”, condotto da Paolo Liguori. ...
CRONACA

Oppido Mamertina. Deteneva illegalmente esemplari di ghiro: deferito 73enne

Continuano i controlli di settore della specialità forestale dell’Arma. Ieri mattina, i militari della stazione carabinieri parco di Oppido Mamertina, coordinati dal reparto carabinieri ...
CRONACA

Rosarno. Arrestato Ispettore Capo della Municipale: riscuoteva denaro e beni dai commercianti abusivi del mercato

Sabato scorso, a Rosarno, nell’ambito di un servizio di controllo del territorio disposto dalla compagnia di Gioia Tauro e ...
ATTUALITA'

"Forte Batteria Siacci". La storia delle fortificazioni umbertine rivive nel documentario "Senza colpo ferire"

Reggio Calabria. Sulle colline di Campo Calabro, a strapiombo sullo Stretto, la “sentinella” riapre i suoi occhi dopo un sonno ...
ATTUALITA'

"Esternalizzato il CUP del Grande Ospedale Metropolitano, un altro pezzo della sanità pubblica reggina in mano ai privati'

“L’esternalizzazione di un servizio pubblico non è mai una bella notizia, tuttavia questa ...
CRONACA

Giffone. Ritrovata la 67enne scomparsa

I familiari ne avevano segnalato la scomparsa nel tardo pomeriggio di ieri, preoccupati dal mancato rientro a casa di una 67enne di Giffone, che si era allontanata nella prima mattina nei boschi alla ricerca di funghi e per curare le sue campagne, come abitualmente faceva. Per ...
ATTUALITA'

"Ripuliamo le spiagge": Gruppo VèGè e Legambiente in prima linea per la pulizia delle spiagge calabresi

Splendidi e Splendenti impresa socia di Gruppo VéGé, in collaborazione con Legambiente e con il patrocinio dei Comuni di Palmi e Reggio ...
ATTUALITA'

Comitato Pro-Centro Dialisi di Taurianova: raggiunti gli obiettivi il Presidente Pardo si dimette

Dalla costituzione, 11/4/2019, il Comitato ha ottenuto i seguenti risultati: sancita la funzionalità del “centro”; il Centro Dialisi non chiude; ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

E' TUTTO CINEMA
SUONAVA L'ANNO
I BASTALDI
MEDICINA IN DIRETTA
L'appuntamento settimanale con la salute
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.20

Aeroplani di Carta
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • spazzatura
  • LETTERA APERTA (UN SALUTO PIU' CHE ALTRO) SU ODIERNO REGGIO CALABRIA PRIDE
  • Spiagge di serie A. Spiaggie di serie C
  • Situazione antigienica per presenza di rifiuti.
  • Chiedere aiuto e' un diritto!!
  • Fontana a secco
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Italpress
Basta vittime 106
idomotica