D'Ascoli lascia Forza Italia:
POLITICA

La nota del Consigliere Comunale di Reggio Calabria

D'Ascoli lascia Forza Italia: "In Calabria è diventato un ridicolo club di famiglia"

Con l’ultimo, ennesimo, atto di prepotenza della gestione Santelli-Occhiuto, che dopo aver ridotto Forza Italia ad un club di famiglia hanno esposto il Partito al ridicolo su tutto il territorio nazionale, si è inevitabilmente raggiunto il punto di non ritorno. Una situazione umiliante, da ogni punto di vista, dalla quale purtroppo bisogna trarre delle conseguenze. Oggi, dopo oltre 15 anni di militanza, impegno e battaglie in Consiglio Comunale si conclude la mia esperienza in Forza Italia. È quanto dichiara in una nota il Consigliere Comunale di Reggio Calabria Giuseppe D’Ascoli.
Lascio questo Partito, continua D’Ascoli, con la consapevolezza di chi sa di aver dato sempre il massimo ma con la delusione e l’amarezza di chi ha fatto di tutto fino alla fine, senza mai essere ascoltato, e so di non essere stato il solo, per evitare che una storia così importante e gloriosa trovasse il suo triste epilogo nelle mani di arroganti e incapaci.
Ho sempre contestato, il modus operandi dell’attuale coordinatrice Regionale di Forza Italia e dei suoi consiglieri-amici, ma oggi più che mai rimango basito di fronte all’assurdo atteggiamento della Santelli e degli Occhiuto che dopo aver ridotto gli spazi di confronto con l’allontanamento di militanti e sostenitori ed epurazioni di eletti e dirigenti scomodi hanno intrapreso, con un’insensata ostinazione, una strada alla quale credevano solamente loro agendo nel nome e per conto di tutta Forza Italia. Non solo, con la loro gestione esclusiva ed escludente hanno portato il Partito quasi all’estinzione, ma si sono permessi di sostenere la candidatura di Mario Occhiuto a Presidente della Regione Calabria parlando per conto di tutti senza coinvolgere nessuno e dimenticando di rappresentare in realtà una minoranza della minoranza.
Nonostante tutto, aggiunge il Consigliere D’Ascoli, hanno continuato, in questa crociata per la poltrona, a tenere la barra dritta e ad alzare costantemente il tiro, cercando di imporre anche all’alleanza di Centrodestra una scelta che nessuno aveva condiviso ne accettato. Ieri infine, l’apoteosi politica degna dei più grandi statisti. Un’investitura senza che il Presidente Berlusconi si fosse personalmente espresso con una propria nota di agenzia come da prassi e poi l’inganno di far credere a tutti che si trattasse di una linea politica condivisa dagli alleati quando invece eravamo di fronte all’ennesimo azzardo. A tutto però c’è un limite e dopo poche ore anche a questa imposizione si è posta la parola fine. Peccato però che con la presa di posizione degli altri alleati della coalizione, ovvia e prevedibile visto che già nei giorni scorsi avevano manifestato il loro disappunto rispetto alla proposta di Forza Italia, è finita anche quella residua credibilità di cui poteva godere ancora Forza Italia, come in un grande bluff che alla fine viene scoperto.
Non c’è niente, conclude D’Ascoli, che giustifichi questi comportamenti senza senso, e seppur non abbia nulla da commentare personalmente sui problemi del Sindaco di Cosenza, considerata la mia ferma adesione ai principi garantisti, mi chiedo: era veramente il caso di insistere con la candidatura a Presidente della Regione e primo cittadino della Calabria di una persona in questa condizione? Non c’erano e non ci sono forse altre personalità obiettivamente più valide e non esposte nel mondo di Forza Italia? Non era il caso di evitare questa inutile guerra di posizione che non ha portato a niente se non all’autodistruzione? La risposta a tutto, anche se in realtà sembrerebbe ovvia, arriva invece, spiazzante e ancora una volta illogica, nelle convulse ore post debacle dalle affermazioni dell’altro Occhiuto, il deputato Roberto che, in preda ad un’isterica reazione non solo non accenna ad un passo indietro ma, nonostante l’evidenza, sostiene che questa battaglia continuerà ancora, soli contro tutti. E’ questo il momento in cui il cerchio si chiude, in cui le carte sono ormai scoperte ed il re è finalmente nudo. Ma è anche il momento in cui tutto per tutti finisce. Con una sola grande differenza. Io lascio Forza Italia, ma chi ha osato troppo cade e resta a terra e chi non ha ceduto mai rimane in piedi e va via a schiena dritta.
Giuseppe D’Ascoli
Consigliere Comunale Città di Reggio Calabria
12-10-2019 15:22

NOTIZIE CORRELATE


14-11-2019 - ATTUALITA'

Platì, lotta all'abusivismo: dove c'erano vecchi manufatti sarà realizzato un campo di calcio a 5

L'azione messa in campo dalla Commissione Straordinaria che guida il Comune
14-11-2019 - ATTUALITA'

Reggio Calabria. Carcere di S.Pietro, consegnate le pettorine realizzate dalle donne detenute

Le detenute hanno lavorato con alacrità ed entusiasmo
14-11-2019 - ATTUALITA'

Reggio Calabria. Avviso pubblico per la nomina del 'Garante della persona con disabilità'

Maggiori dettagli sono disponibili sul sito web dell'Ente
14-11-2019 - ATTUALITA'

Marziale abbandona il tavolo degli Stati Generali dell'Infanzia e dell'Adolescenza "Vi spiego perchè..."

Albano ha mancato profondamente di rispetto al nostro lavoro

ULTIME NEWS

CULTURA

La 14esima edizione del Salone dell'Orientamento apre i battenti a Palazzo Campanella

Il Salone dell’Orientamento, organizzato dal Cisme, in partenariato con il settore 5 della Città Metropolitana di Reggio Calabria, apre i battenti presso la sede del ...
CRONACA

Sequestro record di cocaina al Porto di Gioia Tauro, Morra in visita alla GdF: "La guerra si combatte in trincea" VIDEO

Il Senatore Nicola Morra, Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, al termine di impegni connessi al suo mandato nella piana, si è recato nel primo pomeriggio di oggi in visita presso la caserma sede della 1^ Compagnia porto della Guardia di Finanza di Gioia Tauro, allo scopo di congratularsi con i finanzieri che si sono resi protagonisti, unitamente a carabinieri e funzionari dell’Agenzia delle dogane, dell’imponente sequestro di cocaina occultato in un carico di banane provenienti dal sudamerica. Il Presidente, nel ringraziare i finanzieri per il loro encomiabile impegno e per il difficile servizio che svolgono “come in guerra e stando in trincea” li ha esortati ad essere orgogliosi di quello che fanno, “dipendendo anche da loro il futuro del nostro Paese”. Il porto di Gioia Tauro, come testimonia questo ultimo importante sequestro di cocaina, si conferma fondamentale snodo di transito prioritario per i grandi traffici di cocaina condotti dai sodalizi di matrice ‘ndranghetistica. Grazie alle penetranti ed efficaci attività di analisi di rischio ordinariamente e costantemente poste in essere dai finanzieri e dai funzionari doganali, solo negli ultimi 12 mesi sono state sequestrate oltre ...
ATTUALITA'

Mosorrofa. Approvato il documento preliminare per la progettazione della nuova area ludica con verde attrezzato

Reggio Calabria. È stato approvato in Giunta il documento preliminare per l’avvio della progettazione della nuova area ...
ATTUALITA'

"SGS punta a riportare il Grande Albergo Miramare di Reggio Calabria agli antichi splendori"

Reggio Calabria. La determina con la quale, il 12 novembre 2019, il Comune di Reggio Calabria ha assegnato il Grande Albergo Miramare di Reggio Calabria alla SGS ...
ATTUALITA'

Arpacal partecipa alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti

Anche per il 2019 l’Arpacal (Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria) aderisce in qualità di “action developer”, ossia di sviluppatore di progetti di ...
CRONACA

"Uno dei più grossi sequestri di cocaina mai effettuati al Porto di Gioia Tauro" VIDEO

"Si tratta di uno dei più ...
CRONACA

Incidente sul raccordo autostradale, 4 feriti lievi: ma il traffico già congestionato dai lavori va in tilt

Reggio Calabria. A incidere forse anche i rallentamenti, causati dalle lunghe code che ogni giorno si registrano, in orario di punta, su entrambe ...
CRONACA

Giallo nella Locride. Il corpo di un uomo trovato carbonizzato

San Giovanni di Gerace (Reggio Calabria). Due le ipotesi al momento fatte: omicidio o suicidio. E' un vero è proprio giallo quello su cui stanno lavorando i Carabinieri della Compagnia di Roccella Ionica legato al ...
CRONACA

Sequestro record al porto di Gioia Tauro: tra le banane, nascosti quasi 1.200 Kg di cocaina VIDEO

Gioia Tauro ...
CRONACA

Infiltrazione d'acqua provoca lieve cedimento controsoffitto. Verifiche in palazzina popolare di Tremulini

Reggio Calabria. Con molta probabilità un'infiltrazione d'acqua causata dal maltempo ha provocato il cedimento strutturale del ...
AMBIENTE

Maltempo. I maggiori danni nella zona ionica reggina

Reggio Calabria. È proseguita l’operatività di monitoraggio, da parte di questa Prefettura, nonostante si sia registrato il miglioramento delle condizioni meteorologiche in tutta la provincia. Durante la mattinata è stata ...
SPETTACOLO

"Ballando" nel weekend a Reggio Calabria

Reggio Calabria. Il viaggio di “Ballando on the road”: in cerca di talenti”, partito due settimane fa, dopo aver toccato Puglia e Campania prosegue nel Sud dello stivale e arriva per la prima volta nella storia del talent in Calabria, dove la danza si contamina ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

MEDICINA IN DIRETTA
L'appuntamento settimanale con la salute
RASSEGNA STAMPA
RTV NEWS EDIZIONE SERALE
SMASHITS
I migliori videoclip musicali del momento con il brio del Vj Filippo Lopresti
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.20

Aeroplani di Carta
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • La colpa? sempre di qualcun altro
  • Sicurezza bretelle
  • SEGNALETICA STRADALE
  • Rintracciare evasori
  • L’acqua e’ un bene prezioso, l’acqua e’ vita
  • In merito alla ruota panoramica…
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Basta vittime 106
Italpress
idomotica