L'ombra lunga di Luca  Palamara sulle elezioni di Reggio Calabria
POLITICA

di Mario Modica

L'ombra lunga di Luca Palamara sulle elezioni di Reggio Calabria

Non poteva mancare l’ex giudice Luca Palamara deus ex machina della magistratura italiana fino a un anno fa. In una regione che già subisce un forte danno reputazionale dovuto alla onnipresenza della ‘Ndrangheta ad avere qualche problema di immagine e di opportunità sono però anche i presidi dello Stato contaminati troppo spesso dal morbo della poca trasparenza, del caos gestionale, della approssimazione tendenziosa.
Conflitti di interesse, collegamenti para-massonici, legami inconfessabili con l’anti-stato anche di chi rappresenta (o dovrebbe) le istituzioni , sono stati già ampiamente documentati dalle inchieste di Giuseppe Lombardo e dall’attivissima DDA reggina. A un mese dalla clamorosa esclusione di Klaus Davi dal consiglio comunale di Reggio Calabria dopo uno scrutinio definito anche dai media nazionali il ‘più sgangherato della storia della Repubblica” e che ha provocato l’indignato commento di Sigfrido Ranucci patron del programma Report, riciccia l’ombra del famigerato ex giudice calabrese . Ne parlano a mezza bocca gli avvocati del foro di Reggio Calabria, ne parlano gli addetti ai lavori, ma come è tipico di una città dove la appartenenza a una casta statale o para statale spesso autorizza le persone a prevaricare qualsiasi regola, per ora si tratta solo di un brusio. Intanto sono i vignettisti a dare un vento di solarità a una vicenda che di ilare ha ben poco, proprio attraverso la satira corrosiva di una vignetta su Palamara che circola compulsivamente da telefonino a telefonino e che sembra dire tutto e niente..
Tutta di riscrivere, comunque, la ‘riservata’ per usare un aggettivo di moda da quelle parti, storia degli scrutini reggini. Iniziata con i seggi di Archi (tempio ‘laico’ della Ndrangheta )dove i presidenti di seggio distribuivano matite cancellabili secondo la denuncia di una elettrice che ha chiamato la polizia; fino a un ‘conclave’ durato tre settimane necessario alla commissione elettorale per ‘fare chiarezza’ sui verbali redatti dai catastrofici presidenti di seggio nominati dalle autorità locali (sic!), distintasi oltre che per la gestione approssimativa anche per le macroscopiche incertezze comunicative. Per non parlare della inquietante presenza di pretoriani (più consona ad elezioni iraniane che italiane, ma nessuno sembra essersi scandalizzato) davanti ai seggi nelle ore calde del voto che distribuivano santini dei candidati alcuni dei quali hanno fatto il pieno dei consensi nei quartieri roccaforte della mafia.
Tutte cose eventualmente dimostrabili con le telecamere cui ricorrono i locali per evitare i furti, situati in prossimità dei seggi, qualora qualcuno volesse verificare. Ma sarebbe anche sufficiente chiedere conto agli agenti della Digos che – dopo la denuncia della Lista di Klaus Davi avvenuta nella tarda sera della domenica ad urne aperte – hanno dovuto allontanare il giorno successivo dai seggi popò di dipendenti comunali ed ex consiglieri comunali i quali con fare intimidatorio distribuivano santini dove non era opportuno farlo.
Un brutto, cacofonico spettacolo per uno Stato in Calabria che ha già una soglia reputazionale pari allo zero , episodio sul quale potrebbe essere disteso il solito tipico sempiterno tappeto dell’insabbiamento. Non certo una novità in una terra dove la popolazione è sfiduciata e non si aspetta (magari a torto) più nulla dalle istituzioni. Alla quale, e sembra una beffa, si chiede però di denunciare e di segnalare le prepotenze della mafia e la si accusa di omertà. Ma se la Calabria è la regione più povera di Europa è perché ha la classe dirigente più corrotta e sciatta. Ma su questo punto di autocritiche ne sentirete poche. Molto più comodo definire i Calabresi corrotti e omertosi.
di Mario Modica

Fonte: https://www.spotandweb.it/news/831005/lombra-lunga-di-luca-palamara-sulle-elezioni-di-reggio-calabria.html


20-10-2020 13:49
Questa notizia è stata letta 2474 volte

NOTIZIE CORRELATE


26-11-2020 - ECONOMIA

Coronavirus. A Palazzo San Giorgio si riunisce la task force economia

Presenti al tavolo diversi organismi territoriali
25-11-2020 - ATTUALITA'

Un decesso al Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria

11 nuovi casi positivi
25-11-2020 - ATTUALITA'

Gratteri: 'Gente capace non accetterà più il rischio di fare il commissario per la sanità in Calabria'

'Oltre a un prefetto serve gente competente'
25-11-2020 - ATTUALITA'

Donna uccisa in Calabria, c'è un uomo sospettato del delitto

Il presunto autore è stato sentito dai Carabinieri che stanno indagando sul caso

ULTIME NEWS

CRONACA

Reggio Calabria. Sventati tentativi di suicidio di due detenuti nel carcere di Arghillà

Reggio Calabria. Sventati due tentativi di suicidio nel carcere di Arghillà; è quanto rende noto il Sinappe: "E’ il primo pomeriggio di lunedì 23 ...
CRONACA

Reggio Calabria. Continuano i controlli della Polizia locale: denunce e sequestri

Reggio Calabria. Nell'ambito di mirata attività la polizia locale di Reggio Calabria ha denunciato tre persone per abuso edilizio e occupazione abusiva di sullo comunale. Il personale ...
CRONACA

Caso Trovato Mazza. Il Gip riapre le indagini sulla misteriosa morte dell'agente Sissy, il commento del generale Garofano VIDEO

Non saranno per il momento chiuse le indagini sulla drammatica vicenda di Sissy Trovato Mazza, l’agente di polizia penitenziaria morta il 12 gennaio 2019, dopo un’agonia di due anni, per un colpo di pistola alla testa esploso misteriosamente il 1 novembre 2016, in un ascensore dell’ospedale di Venezia mentre stava lavorando. E’ quanto ha deciso il Gip Barbara Lancieri, che ha chiesto degli approfondimenti, dopo che per la seconda volta nel luglio scorso i genitori di Sissy, Salvatore e Caterina si erano opposti all’archiviazione per suicidio. Sono molte le zone d’ombra e i punti oscuri di questa vicenda che lasciano pensare ad un delitto, che potrebbe nascere dalle denunce di Sissy sull’ingresso di droga nel carcere della Giudecca e su rapporti ambigui tra agenti e detenute. Adesso, il Gip, in accoglimento parziale delle richieste di approfondimento dell’avvocato della famiglia Trovato Mazza, Girolamo Albanese, ha chiesto due particolari verifiche ovvero l’audizione di una collega con cui Sissy aveva avuto un pesante litigio e le ipotesi avanzate nelle perizie dei consulenti Anna Barbaro, Angelo La Marca e dell’ex comandante dei Ris, il generale Luciano Garofano, secondo il quale non è possibile che Sissy si sia sparata da sola perché mancano le tracce di sangue “da retroproiezione” sulla divisa, sulle maniche, sul braccio e sulla ...
ATTUALITA'

Tre decessi al Gom di Reggio Calabria

Reggio Calabria. La Direzione Aziendale del G.O.M. “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria comunica che nelle ultime ventiquattro ore si sono registrati tre decessi. Si tratta di tre uomini, due di 83 anni ed uno di 82 anni, tutti con gravi patologie concomitanti ...
ATTUALITA'

Commissario per la sanità in Calabria, prende quota il nome di Miozzo

E' congelata la partita della nomina del commissario alla sanità calabrese dopo la fumata nera, in parte inattesa, del Cdm prolungatosi fino a tarda notte. Dopo i veti incrociati di Pd e M5S sui due nomi in ...
ATTUALITA'

Continua il dramma reale dei 7.000 tirocinanti calabresi

Non ci sono parole per descrivere il calvario che quotidianamente ha come protagonisti i circa 7.000 tirocinanti calabresi che operano presso Enti Pubblici e Privati e presso Ministeri (Miur, Mibact, Giustizia). Si tratta di persone che ...
ATTUALITA'

"Covid hotel" in Calabria, pubblicata la manifestazione di interesse

La Regione Calabria ha pubblicato lo scorso 20 novembre 2020 una manifestazione di interesse volta a creare una short list di strutture ricettive alberghiere per assicurare l’ospitalità a soggetti positivi al ...
ATTUALITA'

Santelli, il dietrofront di Morra: "Chiedo scusa"

"Chiedo scusa a tutte quelle persone che avendo sperimentato sulla loro carne la sofferenza di una malattia imponderabile e lancinante hanno avvertito in quelle parole un'offesa alla loro condizione. E a quelle persone devo chiedere scusa". ...
CRONACA

Omicidio tabaccaio a Reggio, concluse le indagini della DDA

Reggio Calabria. Concluse le indagini preliminari da parte della Dda di Reggio Calabria sull'omicidio, avvenuto 25 maggio del 2017, di Bruno Ielo, l'ex carabiniere che da pensionato gestiva una tabaccheria a Gallico. Il procuratore ...
ATTUALITA'

Alluvioni in Calabria, istituita l'unità di crisi per la tutela dei beni archeologici

È stata istituita questa mattina, dal ministero dei Beni culturali, l’unità di crisi per la tutela dei beni archeologici presenti nelle aree del Crotonese e di ...
ATTUALITA'

Fogli rosa e patenti prorogate fino allo scadere dello stato di emergenza da covid19

Roma. Dopo il Senato, oggi la Camera ha approvato il DL Covid che stabilisce, grazie all’emendamento fortemente sostenuto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e da tutta ...
ATTUALITA'

Questione sanità, sindaci calabresi in allerta e agitazione: "Pronti ad altre manifestazioni"

E’ trascorsa, ormai, una settimana dalla eclatante manifestazione dei Sindaci in Roma e dall’incontro con il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

PIANETA DILETTANTI
A PRESCINDERE
Di Pino Toscano
FUORI GIOCO
90 minuti di gioco e fuori... gioco
RTV NEWS EDIZIONE NOTTURNA
Unirc 2020
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.20

Aeroplani di Carta

Ore 22.30

Sport Heroes
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Servizio zero
  • La dimenticata utilita’  dell’acqua
  • Rifiuti
  • La strafottenza dell’amministrazione comunale
  • disservizio idrico
  • L’invidia radice di ogni male
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
idomotica
Italpress