POLITICA

la lettera "verità" dell'ex assessore Rocco Ferraro

"Il sindaco di Palmi: un giovane ambizioso che ha tradito i buoni propositi"

Palmi. "La buona politica (o meglio un buon amministratore di una comunità)! Sbandierata da molti, ma concretamente fatta propria da pochi.
Più che un politico mi sento di dire che sono stato un amministratore, senza riserve e con l'unico scopo di perseguire il bene comune, il bene della mia Città.
Questo è stato l'obiettivo di questa mia esperienza politica. Certamente non è stato tutto semplice.
Infatti, dopo soli due mesi dalla mia elezione a Consigliere Comunale i rapporti tra me e il Sindaco Giuseppe Ranuccio si sono cominciati ad incrinare.
Ho cominciato a subire intollerabili mancanze di rispetto, ma per senso di responsabilità e di lealtà sono andato avanti ed ho continuato a sostenere la maggioranza.
Era evidente, però, che per il Sindaco il sottoscritto era diventato un "pericolo" in Consiglio Comunale, un problema politico da risolvere.
Ed ecco trovato il modo subdolo per mettere politicamente a tacere il “contestatore” Rocco Ferraro.
Mi è stato chiesto di dimettermi da consigliere comunale per ricoprire la carica di Assessore al Patrimonio e Manutenzioni fino al termine della legislatura.
Il Sindaco mi aveva garantito piena fiducia.
Ho sperato di avere a che fare con un uomo di parola e con il quale avrei potuto realizzare progetti importanti per Palmi e mi sono fidato, di nuovo.
L’ho fatto nella consapevolezza delle difficoltà che avrei incontrato e del rischio che correvo se Il Sindaco non avesse mantenuto la sua parola.
Le poche risorse, il periodo di difficoltà legato alla pandemia da Covid-19 e il conseguente funzionamento a singhiozzo degli uffici comunali, sono state circostanze difficili da gestire.
Nonostante tutto ho profuso il massimo impegno, ma mai avrei pensato di trovare nei miei confronti un Sindaco non collaborativo, fino al punto di farmi sentire commissariato dall’assessore Alessandro Riotto e dal sig. Gianluca Spampinato (non si capisce con quale ruolo) nella gestione di vicende rientranti nella competenza del mio assessorato.
Ciò senza mai essere interpellato.
Per dirla tutta, da quando sono stato nominato Assessore, non ricordo di avere mai partecipato ad alcuna riunione indetta dal Sindaco con gli uffici.
Era evidente, quindi, soltanto dopo qualche settimana, che quella fiducia era stata sbandierata dal Sindaco per convenienza.
Con un cinismo da far paura, si è rimangiato tutto per miseri calcoli politici ed ha deciso di revocare il decreto di nomina assessorile.
Sono condotte che fanno male a chi come me crede nella lealtà e che non sono minimamente supportati da motivazioni concrete.
Sono deluso e dispiaciuto, ma posso dire di essere in pace con la mia coscienza, di essermi sempre speso con grande amore per la Città e di non aver nulla da rimproverarmi.
Posso anche dire di aver creduto in un sogno, in un progetto, in una persona e nella sua iniziale voglia di dare vita ad una squadra di giovani e di nuovi amministratori e di costruire un futuro migliore per la nostra città.
Ho creduto nell’avvento di una politica diversa, fatta di uomini e di donne liberi da condizionamenti politici dei partiti.
Una politica dei fatti, delle idee, del rispetto reciproco, pur nella diversità di pensiero.
Ho creduto che tutto ciò fosse ancora possibile nei nostri territori e che Giuseppe Ranuccio potesse concretizzare tutte queste mie speranze.
Purtroppo le mie aspettative sono rimaste confinate nella mia mente, nel mio cuore.
Giorno dopo giorno di questo viaggio è venuta fuori una realtà diversa.
Un giovane, ma che di politicamente giovane ha ben poco, legato per come è ai più vecchi modi di intendere la politica (per l'amor di Dio in modo del tutto legittimo) e il mio caso ne è l'esempio.
Un modus operandi che cozza nettamente con l'immagine di uomo di rottura con il passato che ha cercato di cucirsi addosso.
Un uomo che ha dimostrato di non amare il confronto politico, il confronto delle idee.
Un giovane accecato dalla propria ambizione politica.
Un giovane che ha tradito i buoni propositi di cui ho detto prima, che si è nascosto dietro le liste civiche professando il cambiamento e puntando il dito contro la politica partitica.
Un giovane che si è autoproclamato il nuovo e che ha fatto credere ai cittadini di non essere più legato ad alcuna corrente politica.
Un giovane che con il passare del tempo non ho più riconosciuto.
Non c'è stato bisogno di tanto tempo per capire tutto ciò.
Subito dopo la sua nomina a Sindaco di Palmi ha palesato il suo vero volto politico e il suo stretto legame con il PD.
Proprio quel partito che in campagna elettorale raccontava di aver abbandonato per poter strumentalizzare la sua ritrovata verginità politica da utilizzare per attrarre a sé gente politicamente libera come me, gente senza padroncini politici.
Un Partito Democratico per il quale non ha esitato a scendere in campo in prima persona in tutte le più recenti campagne elettorali, pur apparentemente mantenendone le distanze.
Come dicevo, nonostante tutto in questi anni ho cercato di collaborare cercando di non tradire la fiducia che gli elettori avevano riposto in me.
L’ho fatto, lo rifarei!
Ho proposto tanti progetti, sono stato portatore di tante idee.
Tutto sempre respinto o apparentemente accettato salvo, poi, essere ostacolato.
Tante le problematiche risolte dopo tanti anni.
Per comprendere meglio il mio odierno stato d'animo, richiamo soltanto alcuni degli ultimi provvedimenti amministrativi da me considerati di pura propaganda.
In un momento in cui i nostri concittadini vivono una così grave difficoltà economica, si è preferito impegnare la somma di 8.654,19 PER FORNITURA DI OPUSCOLI DI INFORMAZIONE ISTITUZIONALE RELATIVA ALLE ATTIVITA’ DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PALMI, dopo aver sin dall'inizio dell'avventura amministrativa optato per una campagna informativa a mezzo social network, per la quale già l'Ente è impegnato economicamente.
Si è preferito spendere per pochi giorni € 27.450,00 per le luminarie natalizie.
Cosa ancora più grave si è proceduto all’affidamento esterno per la progettazione definitiva ed esecutiva, direzionale dei lavori, misura e contabilità, redazione del certificato di regolare esecuzione dell’intervento denominato “Palmi Città Felice” per complessivi euro 22.880,00, nonostante la presenza di personale tecnico altamente qualificato all’interno dei nostri uffici comunali.
Avremmo potuto impegnare, invece, 10.000,00/15.000,00 euro, come da me peraltro proposto a inizio mandato assessorile (fine febbraio 2020), per fare fronte alla grave emergenza rappresentata dalle buche stradali e/o per l'acquisto di lampadine per l’illuminazione pubblica, vista la carenza di investimenti sufficienti destinati a questo settore rispetto agli interventi da porre in essere.
Orbene, se la revoca del decreto sindacale avente ad oggetto la mia nomina ad assessore è dipesa da una scaletta di priorità diversa, più vicina ai reali bisogni dei cittadini (la mia) e da quanto sin qui detto o, addirittura, dalla rivendicazione della mia libertà politica e di pensiero, allora la accetterei anche se con incredulità, avendo io portato avanti l'interesse della collettività e con il mio libero pensiero (viva la Costituzione) non arrecato danno ad alcuno.
L'importante, però, è che i cittadini sappiano la verità.
Al contrario, non accetterò mai di essere utilizzato come capro espiatorio di un Sindaco inconcludente dal punto di vista amministrativo e privo di un reale progetto di sviluppo per la nostra Città.
Voglio ringraziare i miei ex colleghi in consiglio comunale e di giunta che mi hanno sempre dimostrato rispetto anche nei momenti più difficili.
Grazie, infine, a tutti i cittadini palmesi.
Viva Palmi".
Dott. Rocco Ferraro
12-01-2021 18:03

NOTIZIE CORRELATE


20-01-2021 - ATTUALITA'

Coronavirus. 103 nuovi casi positivi confermati dall'Asp di Reggio Calabria

Il bollettino del 19 Gennaio
20-01-2021 - ATTUALITA'

Rosarno e l'ospedale fantasma, sabato 23 pronto un flash mob

7° flash mob nei pressi della struttura ospedaliera
20-01-2021 - ATTUALITA'

Futuro della Calabria, Russo: "Parlamentari eletti in Calabria e politica regionale battano pugni sui tavoli"

Patto sociale per confrontarsi su priorità e fare massa critica

ULTIME NEWS

ATTUALITA'

Coronavirus. Calabria, contagi in salita: oggi +313 positivi

In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 464.842 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 488.659 (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). Le persone risultate positive al Coronavirus sono 29.833 (+313 ...
ATTUALITA'

Vaccini anticovid: Calabria al 52,3% somministrazioni, regione sempre ultima

Sono 20.553 le dosi di vaccino anti Covid somministrate in Calabria sulle 39.280 disponibili secondo il dato aggiornato alle 11.04 sul sito dell'Agenzia italiana del farmaco. Un rapporto del 52,3% che fa ...
ATTUALITA'

Vaccino anticovid Pfizer Italia, altri tagli: è allarme per le regioni

"Siamo molto preoccupati dal fatto che anche la prossima settimana ci sarà un nuovo taglio delle dosi del vaccino Pfizer. Dal 25 gennaio non si tornerà in regola". Lo sottolinea Luigi Icardi, ...
CRONACA

Reggio Calabria. Arrestato un 38enne per furto di autovettura e resistenza a Pubblico Ufficiale

Reggio Calabria. Il tempestivo intervento da parte degli Agenti della Polizia di Stato dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico consente di incidere ...
POLITICA

"Non rinviare le elezioni è scelta scriteriata", Spirlì sulle provinciali a Reggio e Cosenza

«La scelta del sindaco metropolitano di Reggio Calabria e del presidente della Provincia di Cosenza di non rinviare le elezioni provinciali è, semplicemente, ...
ATTUALITA'

A2, giovedì chiusa la rampa in ingresso della carreggiata sud dello svincolo di Catona/Arghillà

Per l’avanzamento dei lavori di restyling, avviati da Anas lungo l’A2 DIR RC tra lo svincolo di Campo Calabro e Santa Caterina, si rendono necessarie delle ...
ATTUALITA'

Emergenza rifiuti. "La discarica di Melicuccà non risolverà nulla" VIDEO

POLITICA

Regionali. De Magistris: "la mia è una candidatura di rottura e dico no ai partiti che hanno affossato la Calabria" VIDEO

Una candidatura "di rottura rivoluzionaria ma di governo". Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris scioglie la riserva e annuncia la sua candidatura a presidente della Regione Calabria in occasione delle consultazioni fissate per l'11 aprile. Una regione che conosce bene per avere esercitato le funzioni di sostituto procuratore di Catanzaro dall'inizio degli anni 2000. E da subito avvia i primi contatti per definire i contorni della sua scesa in campo arrivando da Napoli a Cosenza. "Non mi farò includere in uno schieramento liturgico della politica tradizionale, non sono un candidato di centrosinistra" mette subito in chiaro il sindaco di Napoli. E non è un caso che il suo primo incontro sia con l'altro candidato sceso ufficialmente in campo, il geologo Carlo Tansi, anche lui a capo di tre liste civiche. Un incontro per verificare le possibili convergenze. Ma nei prossimi giorni e settimane, de Magistris intende soprattutto incontrare la gente, "le donne, gli uomini, le storie di questa terra che ben conosco, della Calabria vera che mi ha sempre appassionato. Quelli ...
AMBIENTE

Stretto di Messina, è record mondiale di rifiuti sul fondale marino

Va allo Stretto di Messina il record mondiale di rifiuti sul fondale marino, con una densità che in alcuni punti supera il milione di oggetti per chilometro quadrato. Lo indica uno studio pubblicato sulla rivista ...
ATTUALITA'

'Volontariato' per il sistema informatico di Hermes? Richiesta di chiarimenti al vicesindaco Perna

Apprendiamo da un organo di stampa che nei giorni scorsi il vicesindaco Perna ha invitato i giornalisti delle varie testate reggine per una chiacchierata ...
ATTUALITA'

Klaus Davi: "Stop Cts a elezioni dimostra che Falcomatà avrebbe messo i reggini in pericolo"

«Lo stop del Comitato Tecnico Scientifico alle elezioni metropolitane indette da Giuseppe Falcomatà non solo mette a nudo le sue puerili e ostinate ambizioni ...
ATTUALITA'

Giornata della Memoria 2021, continuano gli incontri dell'Istituto Ugo Arcuri

Anche quest'anno, in periodo di restrizioni causa pandemica, l'istituto "Ugo Arcuri" per la Storia Contemporanea e dell'Antifascismo in Calabria, non rinuncia ad incontrare, in ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

EUREKA
Quiz Show
I BASTALDI
RTV NEWS EDIZIONE NOTTURNA
ASPETTANDO IL TG
Liquore Tedesco
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.30

Strettamente Personale

Ore 21.45

Film
TEDESCO LIQUORI SHOP
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Spazzatura
  • Servizio zero
  • La dimenticata utilita’  dell’acqua
  • Rifiuti
  • La strafottenza dell’amministrazione comunale
  • disservizio idrico
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
idomotica
Italpress