100 anni fa la nascita del Partito Comunista. La riflessione del PCL
POLITICA

I comunisti lavoratori ripercorrono le proprie radici

100 anni fa la nascita del Partito Comunista. La riflessione del PCL

IL 21 gennaio 1921 a Livorno nasce il Partito Comunista d’Italia, sezione italiana della terza internazionale. Il 21 gennaio 1924 moriva Lenin. Una casuale coincidenza del calendario ci suggerisce però una riflessione attenta su cosa accadde in quei tre anni cruciali per il movimento operaio. Un anno dopo la nascita del PCDI gli sgherri fascisti andavano al governo. Molti storici di orientamento socialdemocratico e liberale vedono nella scissione di Livorno un elemento che favorì la marcia su Roma. In realtà essa fu favorita da un’altra scissione grave e traumatica quella di cui si resero responsabili i dirigenti riformisti del PSI che di fronte all’ascesa del movimento operaio e all’occupazione delle fabbriche ruppero drasticamente con la classe sociale di riferimento in un quadro in cui le esitazioni dei massimalisti furono anch’esse un elemento negativo. Dopo un lustro dal tradimento dei “crediti di guerra” i riformisti si rendevano responsabili di una nuova catastrofe storica .



Il neonato PCDI aveva al suo interno un ventaglio di posizioni politiche molto ampio. In esso ebbero all’inizio un peso preponderante quelle di Amedeo Bordiga che sosteneva la necessità di caratterizzare il partito come garante del processo rivoluzionario reso tanto più necessario per rispondere alla compromissioni e ai cedimenti dei riformisti. Bordiga vedeva nella classe operaia l’unico soggetto rivoluzionario e proponeva per il PDCI un ruolo fondamentale per lo sviluppo dei conflitti sociali. Paradossalmente (pur in un’ottica rovesciata) era la riproposizione specularmente rovesciata del meccanicismo di stampo deterministico che aveva caratterizzato la “ filosofia della politica” di Bernstein.



La presa delle posizioni di Bordiga nel neonato PCDI erano anche favorite dall’eredità politico-organizzativa del vecchio PSI che nel sud scontava una debolezza di radicamento, una innegabile subalternità alla piccola e media borghesia cosa, questa, che circoscriveva la presenza di quadri meridionali nelle forze organizzate del movimento di classe. Tra i quadri che seguirono le indicazioni di Bordiga , Ottorino Perrone comunista calabrese la cui figura oggi versa nel più completo oblio.



Il bordighismo, a ben considerare , fu l’espressione italiana di un più vasto ventaglio di un fenomeno internazionale in cui in Inghilterra, in Germania, in Olanda e anche in Francia migliaia di quadri non coglievano la complessità del processo rivoluzionario; questa rimozione ha avuto un ruolo negativo anche nella comprensione dei fenomeni sociali e reazionari di massa ( fascismo). Ciò non solo con l’avvento del fascismo in Italia ma anche con il montare di una vera e propria ondata nera in Ungheria, Polonia , in Jugoslavia, in Romania e anche in Germania.



L’ultima battaglia di Lenin si fondava su di una lotta al processo burocratico incarnata da Stalin, uno Stalin che soppresse il diritto democratico e piegò il movimento comunista agli usi e agli interessi della nuova nascente burocrazia . Per Lenin, come dimostrano i primi congressi dell’internazionale comunista (quattro) con lui in vita il fronte unico di massa rappresentava un utile strumento di per la lotta di classe. Non si tratta solamente di una chiarezza ideologica , il fronte unico rappresenta una scelta politica a sostegno della lotta di classe, al processo rivoluzionario internazionale e non una scelta di autoconservazione burocratica.,



L’ottobre aveva vinto anche sulle basi di questa identità reale del partito bolscevico. In Italia, gli anni del 24 e del 25 rappresentarono anni importanti, da un lato vi fu il consolidamento del fascismo (relativo fenomeno dell’Aventino). I socialisti seguirono l’opposizione borghese nel rifugio su questo colle, nel loro esponente di vertice , Vella, condivideva la delirante illusione che l’intervento della monarchia potesse ripristinare le nobili ragioni della democrazia.



Nel frattempo con il congresso di Lione, il PCDI chiudeva la fase Bordighista, il rifiuto dell’Aventino comportava una direttrice di marcia diversa. La scelta di non abbandonare il parlamento morente non era una manifestazione di cretinismo, al contrario quella tribuna veniva vista come un terreno dal quale parlare alle masse. Gramsci sviluppò le sue riflessioni non circoscrivendole alla stretta necessità di costruire una risposta di massa al fascismo. Trasferendo sul terreno del materialismo storico le riflessioni di Gobetti sulle radici remote del fascismo, Gramsci vedeva in quella congiuntura politica la ricaduta della rimozione delle questioni sociali svilite dagli indirizzi del Risorgimento. Anche nel baratro aperto dal fascismo la questione agraria,il fisiologico sottosviluppo di una grande fetta dell’Italia e la sua funzionalità alla nascita di un moderno imperialismo italiano erano problemi fondamentali. In Russia il bolscevismo aveva vinto misurandosi in maniera straordinariamente lucida su questo terreno. L’indicazione politica di un blocco sociale rivoluzionario (e non certamente riformista) tra le masse oppresse e sfruttate del nord e del sud era l’interfaccia della politica del fronte unico in Italia. Cosa ben diversa dalla ricomposizione dell’unità delle forze del movimento operaio con le forze della democrazia borghese, ovvero i fronti popolari che rappresentarono come in Spagna negli anni ‘ 30 in Cina nella seconda metà degli anni ’20 una vera e propria tomba del processo rivoluzionario, una coalizione innaturale aspramente criticata da Lenin e da Gramsci (congresso di Lione) che aveva l’unico obiettivo di sterilizzare il processo rivoluzionario al fine di mantenere lo status quo (privilegi della burocrazia sovietica e di Stalin).



Per ragioni di brevità la tragedia del movimento comunista in Italia scaturì dalla non casuale sincronia dell’ascesa del fascismo e da quella dello stalinismo. Da quel momento in poi la vita di un PCI stalinizzato sviluppò una parabola durata molti decenni. La sconfitta dell’opposizione interna raccolta attorno alle figure di Tresso, Leonetti e Ravazzoli fu netta, ma quella opposizione costituisce la nostra radice. Noi oggi rivendichiamo quella straordinaria eredità. L’opposizione dei marxisti rivoluzionari italiani alla tragica deriva stalinista è stata quella del rifiuto dei fronti popolari, della svolta di Salerno, la nascita del regime democristiano, col tradimento delle regioni dai proletari meridionali del governiamo supportato dal governismo togliattiano . Un Togliatti che si fece promotore dell’amnistia fascista tradendo la base sociale di riferimento e la lotta compiuta al nazifascismo, un Togliatti sostenitore del processo di socialdemocratizzazione del Partito Comunista (la via italiana al socialismo) , un Togliatti che modificò e censurò gli scritti di Gramsci distorcendo il suo significato per il proprio uso, un Togliatti che fu coprotagonista in qualità di esperto della questione spagnola della soppressione politica e non solo del POUM e dei suoi dirigenti come Nin.



Le folli proteste di rigenerazione “di sinistra del togliattismo”, sono ancora pià assurde, l’impressionismo di molte esperienze dell’estrema sinistra, il bertinottismo, gli amoreggiamenti della sinistra radicale con le più svariate manifestazioni del radicalismo piccolo borghese sono state e sono le mutevoli espressioni di un eclettismo non scientifico. Come PCL siamo fieramente orgogliosi di riportare in questa drammatica contemporaneità gli insegnamenti fondamentali di Lenin, Trotsky e Gramsci perché nella loro teoria vi è il metodo scientifico per la rivoluzione socialista meridionale.



PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI-COORDINAMENTO CALABRESE


18-01-2021 08:01

NOTIZIE CORRELATE


04-03-2021 - POLITICA

Brogli elettorali, PCL: "Si torni a votare"

"Sindaco e consiglio comunale odierni non hanno alcuna legittimità politica"
03-03-2021 - ATTUALITA'

Emergenza rifiuti, PCI: "Come è e come vorremmo che fosse..."

"Nel frattempo l'Amministrazione ha notificato il saldo TARI 2020"
02-03-2021 - ATTUALITA'

'I Lavoratori INPS RC al servizio della cittadinanza'

La nota di Antonella Zema, Segretaria Provinciale CISL FP
25-02-2021 - ATTUALITA'

Calabria: di fronte al virus elettorale

La nota del Partito Comunista dei Lavoratori Reggio Calabria
25-02-2021 - ATTUALITA'

Concluso il rinnovo del Contratto collettivo nazionale dei lavoratori dei porti, il plauso della Uiltrasporti Calabria

Il contratto avrà validità dal 1 gennaio 2021 sino al 31 dicembre 2023

ULTIME NEWS

CRONACA

Il Siulp Calabria plaude all'elezione di Luigi Sbarra a Segretario generale della CISL

La Segreteria Regionale del Siulp (Sindacato Italiano Unitario Lavoratori di Polizia) esprime tramite il Segretario Generale Giuseppe Lupia grande soddisfazione per il prestigioso ...
ATTUALITA'

Reggio Calabria, presto altri due centri per la somministrazione dei vaccini

Reggio Calabria. I locali della sala “Altiero Spinelli” del CeDir, messi a disposizione dal Comune di Reggio Calabria per la realizzazione di un nuovo polo cittadino per le vaccinazioni, saranno ...
ATTUALITA'

Un anno di covid: il bilancio della Prefettura di Reggio Calabria

A un anno dall’inizio della pandemia da Covid-19, che ha fortemente condizionato la vita quotidiana di tutti, si ritiene opportuno fornire un quadro di sintesi delle attività poste in essere dalla Prefettura di ...
ATTUALITA'

Coronavirus. 226 nuovi casi positivi in Calabria, 59 a Reggio e provincia

In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 559.627 soggetti per un totale di 593.053 tamponi eseguiti (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). Le persone risultate positive al ...
POLITICA

Regionali in Calabria, si vota in autunno in una data compresa tra il 15 settembre e il 15 ottobre

Reggio Calabria. Restano stabili i nuovi positivi in Calabria. 226 quelli oggi accertati, contro i 230 di ieri. Numeri, tuttavia, che confermano una crescita dei ...
CRONACA

Bagnara Calabra. Utilizzavano fonti luminose e bombole per depredare il mare: sanzionati 3 pescatori

Bagnara Calabra (Reggio Calabria). I militari appartenenti al Nucleo Operativo Polizia Ambientale della Guardia Costiera di Reggio Calabria, a seguito di un ...
ATTUALITA'

Due decessi al Gom di Reggio Calabria

Reggio Calabria. La Direzione Aziendale del G.O.M. “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria comunica che nelle ultime ventiquattro si sono verificati 2 decessi, di cui uno in Terapia Intensiva. Si tratta di due donne di 63 e 83 anni, entrambe affette da severe ...
ATTUALITA'

Scuola, il Ministro Patrizio Bianchi: "Si tornerà in presenza"

A scuola “si tornerà in presenza”, lo precisa il Ministro dell’Istruzione, Professor Patrizio Bianchi, anche in relazione a titoli di stampa odierni. “In questi lunghi mesi le nostre scuole, i ...
ATTUALITA'

Emergenza covid, verso la chiusura delle scuole in Calabria

"Domattina ci sarà la riunione dell'Unità di crisi e se i dati ci conforteranno, e ci conforteranno, già domattina sarà firmata l'ordinanza che fermerà la didattica in presenza". Lo ha ...
ATTUALITA'

Cinquefrondi. Assegnate le prime case a 1 euro

Il progetto “Case a 1 euro”, che prevede la cessione gratuita, al prezzo simbolico di 1 euro, di immobili vetusti e abbandonati ubicati nel centro storico, prende forma. Sono state, infatti, assegnate le prime case. Il processo di analisi per ...
ATTUALITA'

Brogli elettorali, Morisani: "Tornare al voto"

Alla luce dei nuovi sviluppi giudiziari si rafforza la raffigurazione di un sistema di brogli che pare fosse già stato rodato. Impensabile ed inaccettabile l’idea che libere elezioni possano essere manipolate per alterare la volontà popolare in ...
ATTUALITA'

Interventi di manutenzione a Sala di Mosorrofa, Neri e Romeo: "Fondamentale contatto diretto con i quartieri"

Questa mattina, l'assessore alle Manutenzioni Rocco Albanese ed i consiglieri comunali Armando Neri e Carmelo Romeo, insieme all'ex ...

PROGRAMMI IN EVIDENZA

RAC MAGAZINE
Con Giovanni Mafrici
SPORT HEROES
Di Giusva Branca
FUORI GIOCO
90 minuti di gioco e fuori... gioco
A PRESCINDERE
Di Pino Toscano
Liquore Tedesco
DIRETTA STREAMING
Guarda la diretta

OGGI SU RTV

Ore 21.20

Touchè

Ore 22.30

Strettamente Personale
TEDESCO LIQUORI SHOP
LINK UTILI
Seguici su Facebook
Guardaci su Youtube
Seguici su Twitter
Riceviamo e Pubblichiamo
Segnalazioni, proposte, commenti
  • Spazzatura
  • Servizio zero
  • La dimenticata utilita’  dell’acqua
  • Rifiuti
  • La strafottenza dell’amministrazione comunale
  • disservizio idrico
IL
METEO
Previsioni meteo per la settimana
Richiedi la copia di un video
Compila il form
ADV
Italpress
idomotica